Il segno del comando
L'Incanto dello Zero

()

Voto:

Cristian Raimondi è realmente un personaggio fuori dagli schemi: di lui non sapevo niente fino a quando sono incappato nel nuovo disco de Il Segno del Comando intitolato “L’Incanto dello Zero”. Il Segno del Comando è un gruppo ormai di culto: il suo leader, il bassista Diego Banchero – lungo tutta la sua carriera – ha intrapreso un percorso filosofico ed esoterico che lo ha portato a interessarsi soprattutto all’opera del grande Gustav Meyrink. Allo scrittore austriaco ha dedicato ben 2 dischi ovvero “Der Golem”, tratto dall’omonimo romanzo capolavoro, e “Il Volto Verde”. Evidentemente Banchero ha trovato nell’opera di Raimondi dei significati occulti e mistici con cui ha trovato delle affinità. Incuriosito mi sono documentato sul personaggio: a parte un’intervista in rete esiste solo la sua pagina facebook dove Raimondi scrive quelli che lui definisce “i suoi deliri”. Non si definisce uno scrittore ma dice di scrivere sotto dettatura di una Voce interiore che potrebbe essere Dio. Il romanzo di Raimondi si chiama “Lo Zero Incantatore” e si può richiedere all’autore o allo stesso Diego Banchero. Dal punto di vista musicale devo dire che il nuovo disco de Il Segno del Comando sembra meglio assemblato rispetto alle ultime prove: forse il fatto di avere finalmente un gruppo stabile ha contribuito alla riuscita di un’opera in cui, accanto ai soliti Goblin e Balletto di Bronzo, possiamo sentire anche influenze “heavy” di Black Sabbath e Blue Oyster Cult. La voce del nuovo cantante Riccardo Morello è molto potente ed espressiva e il sound, nel complesso, è molto suggestivo. Posso dire tranquillamente che, assieme all’esordio, questo “L’Incanto dello Zero” è il migliore disco de Il Segno del Comando. I deliri di Cristina Raimondi si possono leggere sulla sua pagina facebook a questo link: https://www.facebook.com/huor.veneanar.

Questa DeRecensione di L'Incanto dello Zero è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/il-segno-del-comando/lincanto-dello-zero/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Cinque)

Carlos
Opera: | Recensione: |
Gruppo di culto?! Ma chi cazz li conosce?
BËL (00)
BRÜ (00)

nes
nes
Opera: | Recensione: |
Io, non so perche' né per come, ma qualcuno me li ha fatti sentire.io li conosco! Manco ricordo se mi erano piaciuti, ne' che disco sentii, ma di sicuro ci sono inciampato. A naso non devono avermi colpito molto ma dovrei riprovarci. Esiste una possibilita' su mille, nel paese dei numeri dispari, che possa forse, con riserva, averli addirittura sull' HD.
BËL (02)
BRÜ (00)

Carlos: :O
Quindi in pratica stai dicendo che "esiste una possibilita' su mille, nel paese dei numeri dispari, che possa forse, con riserva" essere una vera recensione e non una promozione alla @[bambi2016] ?!
nes: Ce li ho. Ho "der golem". E ce l'ho perche' ci canta il cantante degli ianva, che da quanto dice la pagina non canta piu' nel disco in quesfione. Comunque si', e' una marchetta. Ma ha avuto almeno il pregio di ricordarmi che c'e' un disco che ho voglia di ascoltare (credo di non averlo MAI ascoltato).
Carlos: Ah ok, quindi tengo uno e chi s'è visto s'è visto.
macaco
Opera: | Recensione: |
Vabbé, puó psicografare, ma che sia la voce di Dio a a parlargli mi fá proprio ridere.
E chi é il nuovo cristo?
BËL (03)
BRÜ (00)

Marco Orsi
Opera: | Recensione: |
Pollice in su per questa proposta!
BËL (01)
BRÜ (00)

Cervovolante
Opera: | Recensione: |

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: