Ill Niño
Enigma

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Ormai pareva che si fosse trasformata in un'odissea discografica l'uscita del quarto album di Ill Niño. E non potrebbe essere diversamente se si considera che "Enigma" avrebbe dovuto vedere la luce quasi un anno or sono (eravamo nell'aprile del 2007 quando venne pubblicato il primo singolo, "The Alibi Of Tyrants") e che è stato poi ripetutamente rimandato. Ciò non ha comunque indebolito il lavoro, che era per altro già pronto, e che ora si può manifestare in tutta la sua lucentezza sonora.

La scelta della band di origini latino/americane è stata quella di intraprendere con ulteriore convinzione una via espressiva più orecchiabile. Non che il loro crossover metallico (pesantemente contaminato da ritmiche e chitarre di estrazione sudamericana) non fosse mai stato melodico, però veniva - soprattutto in origine - mescolato a esplosioni new metal spaventose (e anche dal vivo l'effetto sortito risultava notevole), però adesso è ancora più evidente che i brani poggiano su strutture, che - in prima istanza - si pongono l'obiettivo di risultare pop (non credo ci si debba nascondere dietro altri termini) e in ciò hanno successo. Infatti l'armatura che viene costruita attorno è sempre solida, certamente metal, arricchita da un lavoro percussivo (tanto di batteria quanto di percussioni tradizionali) che non lascia nulla al caso, con una gestione assai diversificata delle linee di chitarra e con la voce di Cristian Machado che si destreggia a meraviglia tra spagnolo e inglese e tra svariate tonalità.

Ciò produce canzoni che hanno l'onore di essere tali in ogni risvolto creativo (compresi gli ottimi refrain) e questo è un merito che va riconosciuto. Disco sincero, diversificato, piacevole da ascoltare per l'intera durata e che dimostra come Ill Niño conservino un sound inconfondibile.

Questa DeRecensione di Enigma è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/ill-nino/enigma/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Cinque)

CoolOras
Opera: | Recensione: |
Sì, un buon disco ma dopo tutti questi rinvii era lecito aspettarsi qualcosa di più. Recensione discreta, potevi parlare delle canzoni.

Psycroptic
Opera: | Recensione: |
esiste ancora il nu metal?











iside
iside Divèrs
Opera: | Recensione: |
colgo l'occassione per augurarti i miei più sentiti e sinceri DeAuguri

wolf85
Opera: | Recensione: |
Cazzo! Ma sembra a me o non si è parlato dell'enorme cambiamento di stile della band. Scusa ma dove lo sent il pop? A me sembra che le influenze siano da ricondurre al grunge e/o blues. Siccome io sono un grande fan mi sembra un disco che ormai non ha più la verve nu-metal dei tempi che furono, ma la capacità di cambiare è ineccepibile e anche ben fatta.

Gallagher87
Opera: | Recensione: |
Dite quello che volete ma questo è un lavoro ben riuscito, molto più pop di "Revolution/Revolucion" e di "One Nation Underground" ma comunque un ottimo lavoro, ben riuscito nelle sue tonalità latine, si è stato accantonato lo spirito puramente Metal dei precedenti lavori (escluso "Confession") ma a mio avviso è comunque un lavoro di tutto rispetto. Hai parlato poco delle tracce (su tutte " Piece Of Sun ", " Me Gusta La Solidad " e " 2012 ", comunque condivido la recensione.

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: