"The Number Of The Beast" è considerato il miglior album degli Iron Maiden, la differenza sostanziale e più evidente con i primi 2 album è l'assenza del carismatico ma tossicodipendente ed alcolizzato Paul DiAnno e il fino a quel momento semi-sconosciuto cantante dei Samson, Bruce Dickinson, che non fa rimpiangere l'ex vocalist cn 1 memorabile prestazione in ogni canzone dell'album.

L'album, che è il 3° per gli Iron Maiden, contiene capolavori che verranno riproposti nei live e nei greatest hits futuri, come "Run To The Hills", "Hallowed Be Thy Name", le sottovalutate "Children Of The Damned" e "22 Acacia Avenue" (continuazione della saga di Charlot), e la titletrack "The Number Of The Beast". Il cd contiene anche "The Prisoner", che un omaggio ad 1 famoso telefilm dell'epoca, "Invaders", "Gangland", e la bonus-track "Total Eclipse".

Se non avete mai dato 1ascolto a quest album, fatelo subito! Si tratta indubbiamente di 1 pietra miliare della carriera degli Iron Maiden e dell'heavy metal in generale. voto: 9,5

Carico i commenti... con calma