Sto caricando...

Joni Mitchell
Shadows And Light

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Hal mi fa: Michael Brecker ha il cancro ed ha fatto 400 dischi. Io penso: ma Brecker cazz'è? 400 dischi ed io non ne ho neanche uno? Impossibile: "io sono come dio, gli uomini li rifarei giecchi energia corri via energia ti trasformerà."
Googlo, leggo, dico: AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAHHH... MICHAEL BRECKER! Eh, io credevo Michael Brecker, non MICHAEL BRECKER. Michele è un gran figo ragà, davvero un gran figo.

Prendi una sera d'estate, prendi tuo marito che non te lo dà da un mese, tua sorella che è stronza sino all'osso, il tuo nuovo vicino di casa che correva in Nascar nel periodo delle Hot Wheels e dopo che li hai presi tienili fermi, magari con una foglia d'alga, alla Giapponegra.
Prendi Joni Mitchell la più grande artista a 360° di sesso Femminile: gnocca, tigre, scrive, suona, canta, dipinge, e minimo a letto era un demonio, per non parlare di come gioca a Pull.
Prendi Michael Brecker a 30 anni circa: barbetta intellettuale, Sax soprano suonato con un ottimo misto fra melodia fine ed allegria, un figone, una gioia per tutte le gnocche con gusto.
Prendi Patrizio Il Metini: il mio virtuoso-chic preferito (il mio virtuoso non-chic preferito è ovviamente il Giacomo il Maresciallo) perchè come unisce spettacolo a melodia lui, nessuno mai, senza mettere in ballo i film sdolcinati italiani che mi fanno pena.
Prendi Giacomo Francesco Pastorizzato Terzo, il più grande bassista di tutti i tempi tutto compreso, chi non concorda, è sordo, oppure è invidioso, oppure è coglione.
Prendi un po' di Mais, ma non quello Bònndùèll, quello che è sempre con Patrizio, avete presente Patrizio? Un sacco di pezzi li scrive con Mais, ma non quello Gigante Verde, quello alle pianole.
Prendi Don Alias, che non è né un prete nè un manager di box ma un percussionista a tutto tondo, negro di quelli negri col sorriso sempre in faccia, che suona batteria congas campanelli e contenitori di di melanzane Tapperware, un figo pure lui.
Prendi un po' di canzoni di Gioni, prendi una marea di gente nel 1979, prendi un bel po' di chiave Blues in cui rivedere un attimino alcuni pezzi della Gioni, che già sono belli, in chiave bluss a me piacciono pure di più.
Prendi un lettore dvd, un televisore, quella stronza di tua sorella e quell'infame del nuovo vicino (mai fidarsi dei vicini, sono sempre infami poichè nuovi) e gli dai il DVD Shadows & Light. Lo pleieggi e li molli lì a vedersi il dvd, e tu vai a trombarti un nero con una mazza che inizia qua per finire alla stazione termini, esattamente in bocca a Mauro detto "Il Golosone".

Poi torni a casa e tuo marito ti dirà "cazzo bagassa di divuddì l'amoremì, assolone troppo rock di Jaco, cazzo ha pure coverizzato Giacomo il Maresciallo! Per non parlare dell'asolone di Patrizio che ogni volta pare che da un momento all'altro si fermi perchè è venuto: ma che facce fa?!? Per non parlare di Joni che pareva Ciac Berri per no parlare..." e tu ti sorbisci la recensione del divuddì, e te ne stai pure zitta che sei ancora sotto sciokk dalla mazza tanta di Hubert, 25 anni, Sierra Leone, per gli amici "Aion laicc e laion in saion with mazza tanta."

...E la sfoglia di mozzarella?
Se la mangiata quella stronza di tua sorella, cicciona balenga che non altra, poi si lamenta che quell'infame del vicino non se la vuole trombare, cicciona balenga.

Ergo: Michael tieni duro, ma se non ce la farai non darti pene, Jaco ti aspetta per un bel concertone alla San Pietro Hall, magari con Mails devis, magari con Giacomo il Maresciallo... ma magari anche no quindi tieni duro, il paradiso può attendere, come diceva un film di merda che danno tutte le estati su rete quattro il pomeriggio.

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Ultimi Trenta commenti su OttantaDue

Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
APPARTE IL FATTO KE BRECKER SI CHIAMA MICHAEL E NON MICHEAL


puntiniCAZpuntini
puntiniCAZpuntini
Opera:
Recensione:
Hai ragione, se qualcuno ha voglia corregga pure.


zzzzzzzzzzzzzzzzzzzz
Opera:
Recensione:
fatto. (avevo voglia :)


puntiniCAZpuntini
puntiniCAZpuntini
Opera:
Recensione:
Adoro chi ha sempre voglia. (come diceva Moana)


antoniodeste
antoniodeste
Opera:
Recensione:
Vabbè, agosto è pasato da un pezzo ed io sono pssato da una recensione di "Court & Spark" di Ottobre a questa per ....assonanza.
Due righe giusto per contribuire personalmente alla sacralità sia del lavoro sia in cidd' che in video. In quest'ultima versione poi lo gusto dall'80 quando ne uscì una versione in formato Beta-Sony e poi, in tiratura difficile da reperire VHS. Posso dire che pochi filmati musicali mi hanno deliziato per lo spessore dei contenuti e la qualità dei musici coinvolti.
La magìa che il palco sprigiona non ha eguali. Jaco poi è davvero al suo top, a suo agio, con un artista che evidentemente adorava.
Trovo pleonastica peraltro la disputa ( really grottesca) tra Entwistle e Jaco. Sarebbe come paragonare Salvador Dalì a Cimabue. Uno faceva stupendamente delle cose ( sì, soprattutto di contorno), l'altro ha RIVOLUZIONATO il suonare del basso negli ultimi 30 anni. Eppoi ci sarebbe anche da citare Stanley Clarke che però si bruciò quasi subito.... .
Joni ci ha proprio regalato Luci ed ombra che resteranno, credo, ineguagliate, a lungo nella memoria.


puntiniCAZpuntini
Opera:
Recensione:
Clarke piace molto anche a me, stile abbastanza diverso da Jaco, Jaco rimane il più forte ma alcune trovate Grooovose di Clarke sono davvero impareggiabili. Dati li stili differenti li avrei visti bene suonando in una stessa band, alla batteria Don Alias l'allegrone + Airto Moreira alle percussioni, un saxofonista a caso ed al Fender Rhodes assolutamente Hancock, produzione Fusion-Disco-70. Peccato che non ho fatto in tempo a dirlo a Jaco.


antoniodeste
antoniodeste
Opera:
Recensione:
Però, dall'alto dei cieli, mi sa che ti ha letto.... e, sorridendo, magari ti direbbe che alla sezione fiati, nella nuova versione della word of mouth big band, ci metterebbe Sonny Rollins, "Bird" e last, but not least, Kenny Garrett (o Gary Thomas). Domanda forse inutile Caz, ma.... hai letto la (splendida e triste) biografia su Jaco scritta da Bill Milkowski ? se si, che t'è sembrata ?
Hasta luego :)


puntiniCAZpuntini
Opera:
Recensione:
No no, mai letta. Ce l'ha un mio amico che ha il culto di Jacobbe, ma non me l'ha mai passata, credo la tenga nel comodino in pieno Bibbia-Style.


antoniodeste
antoniodeste
Opera:
Recensione:
Non per infierire.... ma ne leggeresti davvero delle belle.... ammenochè non te ne abbia già accennato "l'amico". E..... mai visto Jacobbe live ? Patrizio e....Lillo Maggi o... la stessa "Signora del canyon"? Non per farmi i cacchi tuoi, ma tanto per saperlo..... .


puntiniCAZpuntini
Opera:
Recensione:
A bèh ogni video di Jaco l'ho visto e lo posseggo fra masterizzati, originali e bootleg mai pubblicati che girano in rete. Lui da solo, W.Report sia con componenti ufficiali che con aggiunte speciali, lui con Joni, Lui ed alcune persone che non ho riconosciuto ecc ecc. Video ne ho più di Wooten, ma solo perchè Woot è più recente e quindi si trova più roba. Ho anche un 5 o 6 date del Bass-Day, in quella del 2004 (mi pare) la manifestazione viene chiusa da Felix, il figlio di Jaco, col Basso di Jaco (almeno, così pare dal pietoso stato del basso che suona). Poi vediamo: sono ben fornito di Dave Holland (negli ultimi 5-6 anni hanno stampato parecchio suo materiale video). Di Clarke ho poco, e quello che ho sono in maggioranza le puttanate recenti. Quello su cui devo ancora racimolare parecchio è Marcus Miller al basso: ho tanta roba ma credo sia solo il 30% dell'immane astronave di materiale che ha prodotto, ad esempio Miller alle tastiere non ho niente. Vuoto assoluto di video ce l'ho su Ron Carter, non ne ho neanche mezzo a parte un Bootleg di una ventina di minuti di inizio 80 capitanato da Cobham: Dukes Of qualchecosa mi pare. Però mi consolo con il triplo DVD di Ligabue, ed il cofanetto degli Unreleased di Toto Cutugno... hell yeah.


antoniodeste
antoniodeste
Opera:
Recensione:
Lo sfoggio è notevole e me ne compiaccio ( davvero). Ma, non ho ancora inteso se stai alludendo a schermi televisivi o ad apparizioni live in carne ed ossa. Se permetti, c'è un discreto salto e , spero ne converrai. Alla lista dei bass players non hai nominato uno che NON può mancare ai tuoi padiglioni (auricolari) che è Eberhard Weber. E Niels Henning Oersted Pedersen ? E il signor Manring? e Mark Egan ? e Matthew Garrison ? Anche se cazzeggi per celia che mai frega a me,( detto con benevolenza) di quello sfigato (bravissimo) di Marcus Miller? le sue cartucce se le è sparate tutte con Mails Devis.... . E poi lasciami dare del maleducato al "duca" Ron Carter. L'ho visto, diciamo 15 anni fa e mi ha rifiutato un invito (friendly) a registrare un dueparoledue per la radio in cui sparavo le mie. Bel tipo questo! Lee Konitz, Brecker, Heckstall-Smith, Mel Collins dicono "yeah !" e lui : " No, i can't do that for you" e stava lì a guardarmi come fossi un cerebroleso..... . Immagino tu lo sappia, per concludere, ma Felix ha un fratello. Si chiama Julius e suona le drums. Se vai sul sito del ns. amato c'è una gustosa quanto "verde" versione di "Teentown" eseguita dai rampolli con la loro band. E poi ascoltami Caz; leggi la biografia di Jaco. Non puoi non farlo.glielo devi.

fraternamente (esagero?)


puntiniCAZpuntini
Opera:
Recensione:
Ah no no, schermi televisivi. Quando è morto Jaco io ero alle elementari, quando è stato inciso questo neanche ero nato, e quando tu hai visto Ron Carter stavo levando le rotelle alla bicicletta. Sui Bassisti mi mancano di quelli da te citati: Weber, Pedersen & Garrison. Oh, poi magari ho un disco o anche più in cui suonano, ma non ricordo i loro nomi, come dico in questa recensione, credevo di non conoscere Michael Breker quando invece avevo parecchi dischi in cui suona, dovrei gaurdare fra i credits dei cd. Manring ce l'ho in quanto allievo di Jaco (è il tizio che ha la biografia di Jaco che si ha fatto il culo a quadretti e si ha procurato ogni minima cosa riguardante Pastorizzato terzo, io ho appreso tutto all'inizio per osmosi, poi mi ho fatto copiare i cd, poi ho iniziato a comprarne anche io di roba Jachiana) e mi garba parecchio, si sente che è Pastorizzato d'adozione musicale. Egan lo conosco in quanto ospite fisso nonchè graditissimo della Patrizio Metini Banda, in effetti il suo nome salta poco fuori di solito nelle discussioni, anche se per seguire Patrizio nelle sue evoluzioni ci vogliono i coglioni quadrati. Matthew Garrison idem, un altro che salta poco fuori ma il suono nome è un po' ovunque, se non sbaglio ho un paio di live in cd (doppiati, non ricordo titoli ecc ecc) con McLaughlin e qualcosa con Hancock, stasera guardo e me lo riascolto.


puntiniCAZpuntini
Opera:
Recensione:
Che Felix avesse un fratello lo sapevo, che suonasse la batteria no... in effetti la cosa ha il suo senso: in due sono una sezione ritmica completamente Pastorizzata. Faccio scaricare a chi ha una connessione decente la roba sul sito di Jaco, poi ti dico. La Biografia tenterò di rubarla al possessore, non credo che nella mia città si trovi in Libreria, ma in compenso ci sono 20 copie del libro di Ligabue e 30 di quello degli u2, e tutto questo mi riempie di orgoglio per la mia città, un posto da far benedire da San Nervino, aka gas, nervino.


antoniodeste
antoniodeste
Opera:
Recensione:
Dai Caz, mettiamo su una band, stile Headhunters di Hancock '70. Si colloca come special guest Bennie Maupin al clarone e Te ai tasti neri del fender rhodes e io a quelli bianchi. Se ci garberà, alle insistenti richieste di Dave Liebman gli faremo suonare occasionalmente il soprano. Per il basso, no problem : Felix ci implorerà. Il "sorridente" e , aggiungo io, gaudente Don Alias ci corroberà con le tumbe e i rototoms e..... Patrizio, stizzito da tanta magniloquenza ci raccomanderà sicuramente per un contratto con David Geffen. Da lì a Joni, vedrai, il passo sarà breve . Solo allora noi saremo due uomini felici anche se tu non avrai letto ancora una sola riga della biografia di Jaco ! Poi verremo derecensiti su Debaser e avremo il solito parapiglia di opinioni strapazzose. Ma vuoi mettere il divertimento?
L'idea ti sconfinfera ?


puntiniCAZpuntini
Opera:
Recensione:
Antonio, la tua è una grande idea, ma se vogliamo davvero divertirci, io propongo i organizzare la nazionale di pallavolo delle Modelle italiane. Reclutiamo le migliori alle varie settimane della moda, facciamo un giro di chiamate ed organizziamo un torneo mondiale in qualche isola caraibica sponsorizzati dalle grandi Griffe. Altro che Herbie Hancock, con tutto il rispetto eh :D


antoniodeste
antoniodeste
Opera:
Recensione:
Caro Caz, sospettavo tu fossi uomo di mondo e la tua straordinaria controproposta me lo conferma.
Sarebbero da definire alcuni aspetti non secondari, tipo il cachet delle modelle e la ns. percentuale. E il marketing madiatico, come pensi di strutturarlo ? Anyway, sì definitivamente una Grande idea, altro che Herbie Hancock, con tutto il ri-rispetto eh ?
Hasta Luego


puntiniCAZpuntini
Opera:
Recensione:
Il Cachet delle modelle lo accolliamo direttamente alle Griffe Sponsor, esattemente come le nostre spese di viaggio e gestione. La nostra percentuale, non so tu, ma io la voglio in natura. E non parlo di frutta e prodotti tipici delle isole caraibiche. Ma hai idea di quanto stia bene una Tyra Banks ( ) in culotte e ginocchiere sul parquet in posizione di Bagher? Una vista del genere a me fa dimenticare il denaro, la casa, la famiglia, Herbie Hancok, Frank Zappa, Miles Davis e Robert Moog... sarebbe già tanto ricordarsi come mi chiamo. Quelli sono Choc da 4 megatoni, altro che Lapo Elkann.


Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
CAZ...RISPONDI...CAZ...TI CHIAMANO...CAZ...LO PRENDI...CAZ...IN CULO


Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
comunque ti sei scordato un genere


ecioso
ecioso
Opera:
Recensione:
e tra i mie 5 dischi che porterei nell'isola deserta


ecioso
ecioso
Opera:
Recensione:
maxgit
maxgit
Opera:
Recensione:
urc, finalmente una recensione come signore comanda!!! ebbravo caz!


ZannaB
ZannaB Divèrs
Opera:
Recensione:
Questa è una delle recensioni più belle di tutto il sito e io non ero preso neanche la briga di scriverci sotto una misera cazzata! Che razza di maleducato....


puntiniCAZpuntini
puntiniCAZpuntini
Opera:
Recensione:
Non so se te n'eri accorto ma è una parodia della Pubblicità Galbani


antoniodeste
antoniodeste
Opera:
Recensione:
Hahaha ! Hi Puntini !...quanto tempo...


puntiniCAZpuntini
puntiniCAZpuntini
Opera:
Recensione:
Ciao Antonio. Che poi alla fine Brecker ha resistito per ben due anni, ed ha addirittura fatto un concerto 5/6 mesi prima di morire (almeno, così narra uikkipedia). Granitico.


antoniodeste
antoniodeste
Opera:
Recensione:
M'è dispiaciuto tanto perderlo, davvero. L'avevo visto più volte, in contesti diversi negli anni ed era sempre un bel vedere nel suo particolare percorso. ...E nel frattempo mi pare che abbiamo perso anche la Joni, almeno artisticamente, almeno. Non che il suo "Shine" fosse così luccicante a dirla tutta. Ascoltasti ? Cheerz


woodstock
woodstock
Opera:
Recensione:
questa l'avevo letta, ma non avevo commentato. Tu grande al solito, lei me la procurerò.


Hank Monk
Hank Monk
Opera:
Recensione:
Gran bella recensione. Il live non lo conosco ma 5 sulla fiducia. In questo periodo sto ascoltando Mingus e mi spaventa tanto è bello. Ma sto Giacomo il maresciallo chi cavolo è?!?!?!?


antoniodeste: Credo si alluda a James Marshall Hendrix, in arte Jimi... ;-)
Hank Monk: Buahahahah...non ci sarei mai arrivato!!!
Hank Monk: Buahahahah...non ci sarei mai arrivato!!!
orecchiodoro
orecchiodoro
Opera:
Recensione:
Bravo, bella recensione, divertente e istruttiva, è da vedere questo concerto!


Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Shadows And Light è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link