Sto caricando...

Lou Dalfin
W Jan D'L'Eiretto

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Avete presente quel meccanismo per cui su un tavolo ci va un bel secchio pieno di ghiaccio, litri d'acqua bella fresca e un liquore caldo generoso con facoltà di cambiare colore e vestirsi a festa?

Piaccia o no tale spirito annacquato (al sottoscritto non fa impazzire, ma è tanto bello, oh, che bello) non si può non innalzarlo a simbolo dei poli strumenti del multiforme Sergio Berardo, della brillante e sassosa costa azzurra, le valli imperiesi e tutto ciò che si butta a capofitto sul Piemonte più apparentemente desolato, ma tanto figo e variopinto se ti fermi a bere il bicchiere giusto con le persone giuste. E questa musica sa rendere giusta ogni persona nonchè ogni bicchiere.

Buttiamoci pure il tradizionale, il tanto meraviglioso ballo dell'Occitania più colorata. Buttiamoci un po' di virtuosismo, e tante lacrime che bloccano le gambe intente al ballo, quella "Stacada de Breil", unita a "San Giouan", magico commiato italo-francese che solo il liquido giallognolo sembrava rendere possibile e a chiudere il trio ci sta un "Meglio così".

Eh certo, quando si può unire, quando si può vivere una vita di sorrisi pianti gioie balli bevute senza gettarsi ombre addosso è proprio, direi, meglio così. 

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Sette)

macaco
macaco
Opera:
Recensione:
No, non ho presente, e non ho pure capito che sorta di contenitore musicale sia questo per far convivere il folk con l' opposition.


NoodlesMurphy
NoodlesMurphy
Opera:
Recensione:
tranquillo. l'opposition era una presa di libertà figlia di un'ignoranza pazzesca verso cosa sia l'opposition, è insomma un'opposizione stessa al fatto di aver scritto che si tratta di opposition, se vuoi lo tolgo, oppure no, beh decido io. Se vuoi puoi esplicarmi cosa sia l'opposition, non troverai alcuna opposition. E' così figo aver così tanto da imparare, i diplomi in conservatorio è chiaro che non valgono più come un tempo, oggi c'è ancora tanta strada da fare... prego maestro


macaco: Giá mi stai simpatico, ma sinceramente non ho voglia di spiegare alcunché, non avermene e viva gli Henry Cow!
rolando303
rolando303
Opera:
Recensione:
Io non ho minimamente capito cosa tu abbia recensito. Tieni presente che lo scopo di una recensione è proprio descrivere il disco. Farlo capire.


nes: "lo scopo di una recensione è proprio descrivere il disco. Farlo capire.»" Rolando scusami, non ci conosciamo ma mi permetto di dirti che di debaser non hai capito un cazzo. senza offesa.
NoodlesMurphy
NoodlesMurphy
Opera:
Recensione:
"Sì ma che palle" è il primo commento che mi vien spontaneo. Poi boh posso anche inventarmi qualcosa di più figo e che faccia di me un essere intrigante misterioso e sopratutto brillante. Si accettano consigli


NoodlesMurphy
NoodlesMurphy
Opera:
Recensione:
allora mi spiego una volta per tutte. E' probabile che la recensione fosse uno spunto di riflessione per chi forse in partenza sa già di cosa sto parlando e conosce il genere, conosce le valli cuneesi ed è pratico di sud est francese nonchè di ponente ligure e di molte loro abitudini riguardanti l'ora dell'aperitivo e oltre. Vorrà dire che prossimamente recensirò qualcos'altro di loro in modo più tradizionale e spiegando cosa c'è dietro in modo accessibile per tutto lo stivale.


NoodlesMurphy: E' che sono un sentimentale. Alla fine ho pure dovuto smettere di fare il personaggio, e solo per amor vostro... uff
nes
nes
Opera:
Recensione:
ho ascoltato ieri sul tubo il disco con la copertina orrenda di un tizio seduto davanti a una taverna, che sembra disegnata dagli autori delle copertine del corrierino dei piccoli o dai ragazzi della scuola di fumetto di via savona a milano. vabeh, comunque: a e ha divertito parecchio, non ho capito mezza parola (e forse è un bene, non lo so) ma mi ha divertito un sacco.


nes: ok ieri ero sbronzo forte: ho appena ribeccato la copertina: è indiscutibilmente di luca enoch, corrierino e scuola di fumetto 'sto paio di palle... se lo trovo su SS comunque me lo scarico, pure da sobrio risulta divertentissimo 'sto "cavalier faidit".
GinoRamone
GinoRamone
Opera:
Recensione:
Disco ancora un po' acerbo (molto folk, comunque, ma del folk serio non le cazzatine cantaurorali di Van De Sfroos) il "W Jan d'l' Eiretto", alcuni anni dopo il Delfini occitani si elettrificheranno e tireranno fuori dei bei dischi davvero. Resta solo il mistero sul perché su disco non riescano a catturare l'energia che hanno sul palco. Forse perché sul palco Sergione Berardo si beve una quantità impressionante di birre e si scatena?


Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di W Jan D'L'Eiretto è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link