Sto caricando...

Lucio Battisti
Il nostro caro angelo

()

Voto:

Dov'è? Vorrei saperlo con tutto il cuore. Non un messaggio, non una parola, non un sussulto, niente. Dove sarà andato?

Forse ha scalato la collina dei ciliegi per planare su boschi di braccia tese, figlio dell'immensità che possiamo quasi toccare

Forse è caduto, cercando nella terra un motivo che lo spinga verso l'alto, anche attraverso cose semplici e banali

L'avranno sicuramente tentato con allettanti promesse a venire giù in città per svagarsi. Ma lui gli ha detto no, è rimasto attaccato alla terra per poter arrivare al cielo.

...o forse no? Qualcuno dice di averlo visto su un cartellone, con in mano un dentifricio trasparente, mentre la sua voce urlava che la benzina quasi purifica l'aria.

Avrà preso in mano la testa che girava, il mondo su cui aveva messo i piedi diventava un quadro confuso che ha rivelato la sua vera faccia in una donna che lo ha ridotto ad un miserabile, trasformando un mondo che, aveva sentito fosse stato creato in una settimana, in un inferno colorato di rosa.

La verità? Vive guardandoci. Si nutre di radici e dorme nei cespugli sotto gli alberi. E noi, giù nella fossa del leone, vediamo cadere gli specchi per le allodole mentre le sue bianche ali sorpassano il buio.

Ma la verità per molti non è mai la risposta, e senza una risposta rimane il rombo assordante di cinque parole:dov'è il nostro caro angelo?

Commenti (Undici)

Confaloni
Confaloni
Opera:
Recensione:
Recensione molto ispirata e sentita per uno dei migliori dischi di Battisti, anche se personalmente preferisco "Il mio canto libero" e "Umanamente uomo: il sogno". Bravo comunque il recensore.


SydBarrett96
SydBarrett96
Opera:
Recensione:
Tra le tante innumerevoli perle della discografia Battistiana. Double five!


Falloppio
Falloppio
Opera:
Recensione:
MarkRChandar
MarkRChandar
Opera:
Recensione:
Il pirulino del bambino


zotter: censurato dal vile Martello
Martello: L M A O
Stanlio
Stanlio
Opera:
Recensione:
Può essere con 𝑝𝑟𝑜𝑠𝑡𝑖𝑡𝑢𝑡𝑒 𝑐ℎ𝑒 𝑛𝑒𝑙𝑙𝑎 𝑛𝑜𝑡𝑡𝑒 𝑣𝑒𝑛𝑑𝑜𝑛𝑜 𝑢𝑛 𝑔𝑎𝑖𝑜 𝑐𝑒𝑠𝑡𝑜 𝑑𝑖 𝑎𝑚𝑜𝑟𝑒, 𝑐ℎ𝑒 𝑎𝑚𝑜𝑟 𝑛𝑜𝑛 𝑒̀ 𝑚𝑎𝑖


ZiOn
ZiOn
Opera:
Recensione:
"Il nostro caro angolo". Titolo di un manuale di Geometria.


Falloppio: Quanto mi mancava il Deb.... ahahahahah
ZiOn: Welcome back, @[Falloppio]!
Ditta
Ditta
Opera:
Recensione:
Gran disco ma non tra i miei preferiti. 4,5


Martello: La title track è clamorosa
Dislocation
Dislocation
Opera:
Recensione:
"Il mostro baro Angelo".
Era un amico, non sapeva perdere e non era tanto bello.
Anzi, era davvero brutto.
Tanto tanto.

Seriamente, non siamo all'apice della produzione Battistiana ma la sfioriamo.
Ebbravo.



ZiOn: Il chiosco caro all'angolo?
Dislocation: Anche.
dsalva
dsalva
Opera:
Recensione:
massyboy
massyboy
Opera:
Recensione:
Un po scarna la recensione per uno dei piu grandi dischi di Battisti periodo Mogol.
Alquanto sperimentale il disco precede anima latina che porta ad oltranza il suo tentativo di sperimentare suoni e uscire dalla forma canzone, cosa che verrà surgelata fino ai dischi bianchi.


Valeriorivoli
Valeriorivoli
Opera:
Recensione:
Lucio è il compositore del secolo


Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Il nostro caro angelo è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link