Sto caricando...

Maieutica
Maieutica

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.

Se ci penso, in effetti, non mi è mai pesato abitare a Lamezia. Una città della provincia calabrese spesso può essere letale per i cervelli troppo esigenti. E però, tutto sommato, non mi sono mai troppo annoiata, qualcosa da fare e da vedere c'era e c'è sempre. Come nel lontano 2003, quando, si diceva, due gruppi rock rivaleggiassero tra di loro, alla stregua di Beatles e Rolling Stones: i Canidisara e i Maieutica. È ancora oscuro se questa rivalità fosse effettiva o se si trattasse solo di una leggenda metropolitana.

Sono passati ben sei anni da quel dì, e la vecchiaia avanza così come la nostalgia, i cari-odiati tempi del liceo, una vita spensierata e senza problemi. In tutto ciò, qualche giorno fa spunta un cd dei Maieutica dalla borsa di mia sorella. Il primo cd dei Maieutica, che alla stregua di Socrate risveglia ricordi sopiti, dimenticati, che pure conosciamo sin troppo bene. Ed è "Mia" ad iniziare questo processo che sembra meglio una rassegna di vecchie emozioni e sensazioni, un passo indietro verso l'ingenuità. È un pezzo energico, ma tutto sommato melodico, a tratti malinconico, una sorta di summa di tutto il disco che alterna momenti di fervore rock ad altri più spiccatamente emotivi. E, sinceramente, sono proprio questi ultimi gli episodi più compiuti del disco: "I Want You", "Armònia", "Chiara fragilità" e la mitica "Fall in Fly", quasi una hit ai miei tempi. Pezzi semplici, con poche pretese, ma assolutamente coinvolgenti. Non che il versante più heavy sia meno riuscito. Il problema è lasciare il segno. E secondo me è sempre la melodia quella che fa la differenza. È facile fare rumore, è difficile scrivere canzoni. E su questo, penso, i Maieutica abbiano proprio un valore aggiunto non di poco conto.

Parlando di underground, le nostre città, dalle più piccole, come la mia, alle più grandi, sono stracolme di gruppi rock di ogni tipo. Spesso però la convinzione è quella che basta essere poco conosciuti per diventare modelli di qualità musicale alternativa a ciò che l'Alternative canonizzato ci propone. Ahimè, non è così facile, lo ‘sgruscio' non basta. Ci vuole la voglia, ci vuole la coerenza, ci vuole anche una dose di strafottenza, ma quello che fa la qualità è il talento. Basti quello, i Maieutica ce l'hanno.

Infine, problema comune a tanti gruppi alternative rock italiani: i modelli. Impossibile non averne, impossibile ignorarli. I Maieutica, pare, ammettano palesemente di adorare i Verdena. Il modello è illustre, ed è ripreso bene. La variatio: i Maieutica saranno pure i Verdena nicastresi, ma la spocchia è notevolmente inferiore e la strada, per loro, è ancora lunga.

Special Thanks to Vinia for some gossip!

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.

Ultimi Trenta commenti su OttantaNove

reverse
reverse
Opera:
Recensione:
quanto materiale per le mie oscenità!


vinia
vinia
Opera:
Recensione:
non riesco a commentare questa recensione, che pure non mi piace moltissimo e ash lo sa. ma non riesco a dire niente dei Maieutica o del disco.. vi sembreranno un gruppo banale come tanti nell'underground delle nostre città, ma io sono legata a loro in qualche modo da motivi affettivi, dal fatto che sono nati e vissuti e si sono formati qui, come me, dal fatto che respiriamo la stessa aria lametina, dal fatto che i loro testi parlano di me, semplicemente di tutti noi, senza cercare chissà quale giro di parole, ma con la semplicità che pochi hanno il coraggio di usare.. non so che dire.. gli voglio bene :D
PS cmq Terry io non ti odio uffa.. e mi sa che sono iscritta a deb prima di te e il colore era mia se proprio vogliamo dirla tutta, ma cmq lo possiamo condividere eh tanto in chat non ci si incontra mai! ;)


Nosebleed
Nosebleed
Opera:
Recensione:
Ohmmioddio, ora abbiamo anche Terry vs. Vinia!!! Che giornata per chi come noi ama il cat-fight, amici spettatori...


vinia
vinia
Opera:
Recensione:
non riesco a commentare questa recensione, che pure non mi piace moltissimo e ash lo sa. ma non riesco a dire niente dei Maieutica o del disco.. vi sembreranno un gruppo banale come tanti nell'underground delle nostre città, ma io sono legata a loro in qualche modo da motivi affettivi, dal fatto che sono nati e vissuti e si sono formati qui, come me, dal fatto che respiriamo la stessa aria lametina, dal fatto che i loro testi parlano di me, semplicemente di tutti noi, senza cercare chissà quale giro di parole, ma con la semplicità che pochi hanno il coraggio di usare.. non so che dire.. gli voglio bene :D
PS cmq Terry io non ti odio uffa.. e mi sa che sono iscritta a deb prima di te e il colore era mia se proprio vogliamo dirla tutta, ma cmq lo possiamo condividere eh tanto in chat non ci si incontra mai! ;)


Taurus
Taurus
Opera:
Recensione:
va bè ragazzi quante questioni in sospeso però, Franci a propositi di questione "hard-core" spero un giorno mi spieghi la faccenda dei Sick Of It All NON hardcore, io non mi ritengo appartenere a nessuna fazione, ma ti dico solo che se lo avresti detto questa tua teoria in faccia a dei fanatici puristi e punkettoni ti avrebbero tagliato minimo le palle, con affetto eh :D


madcat
madcat
Opera:
Recensione:
"Il problema è lasciare il segno. E secondo me è sempre la melodia quella che fa la differenza. È facile fare rumore, è difficile scrivere canzoni." Concordo. Non conosco il gruppo, amo i verdena però


Franci!
Franci!
Opera:
Recensione:
Ma sì che suonano hardcore, ti accontento. Il problema è che tra la fine dei '70 e l'inizio degli '80 ('82-'83 massimo) era proprio tutta un'altra cosa. Non era hardcore giocare a fare i duri e puri e ad auto-ghettizarsi. La musica non e' solo musica. Quei due sono mondi completamente differenti. Tu guardi se uno suona veloce e se "ha attitudine", poi basta: e' hardcore. Non è tutto così semplice.


Taurus
Taurus
Opera:
Recensione:
I SOIA come importanza sono i Bad Religion dell'hc melodico. Ammetti piuttosto che non ti piacciono, ma non ne puoi negare l'importanza storica.


Franci!
Franci!
Opera:
Recensione:
Ammetto tutto quel che vuoi. Ma il punk e l'hardcore tra il 75 e l'83 erano tutt'altra cosa. Dovevano chiamare punk e hardcore quei gruppi, e con un ALTRO nome tutti gli altri. Perche' e' proprio tutta un'altra storia. Non per qualita' dei dischi, non per attitudine sul palco, non per suono, non per 'ste cazzate. Era tutto su un altro piano. Vabbè, vado a prendermi un po' d'aria. Ciao Taurus


vinia
vinia
Opera:
Recensione:
madcat se ami i verdena sarai ben predisposto ad ascoltare i maieutica senza pregiudizi ;)
ascoltali!


Oo° Terry °oO
Oo° Terry °oO
Opera:
Recensione:
Accidenti Vinia, c'hai raggione. Mi prostro ai tuoi piedi e chiedo perdono. Il teal è tuo, vecchiaccia :D


Nosebleed
Nosebleed
Opera:
Recensione:
Nel '75 c'era già l'hardcore? Era in fasce il punk a quanto mi ricordi...comunque per me anche l'83 è troppo riduttivo come termine. Non so come sia venuta fuori la cosa dei SOIA, ma visto che mi piacciono mi intrometto per dire che la musica non è solo musica ma è pur sempre musica e quello di Taurus, almeno convenzionalmente, è il concetto standard di hardcore. Che altro fanno i SOIA? Che poi in realtà non è proprio hardcore, bensì NY Hardcore, quindi un altro nome ci sarebbe. E poi sono figliocci dei Cro-Mags come più o meno tutto il movimento, e loro hardcore lo sono al 100%. Tuttavia pur non condividendo la posizione di Franci riconosco che certo "hardcore" può apparire più puro e archetipico di un altro, non ultimo dal punto di vista politico.


madcat
madcat
Opera:
Recensione:
ok vinia, grazie!


fedeee
fedeee
Opera:
Recensione:
sì, in effetti 'sto 75?vabbè che qualche line up si formava nel '76 pure tra i futuri hardcorer (si può dire hardcorer?), però di produttivo?illuminatemi!per il resto mi sento + vicina a quanto detto da tauruccio e nosebluccio!perchè altrimenti diventerebbe tutto troppo complicato per i miei gusti!kuss


Franci!
Franci!
Opera:
Recensione:
Ecco i Cro-Mags sono l'esempio piu' calzante del mio discorso. Prendono una cosa era quasi una filosofia di vita, un voler sporcarsi le mani col mondo, e la trasformano in un'altra in cui si gioca a auto-ghettizzarsi e a fare i duri e puri. Va be', questa non e' musica ma il contorno. La continuiamo in altre sedi se vuoi, ma su questa rece non trovo giusto farlo.


ashanti
ashanti
Opera:
Recensione:
aah bravo frenci. c'è sempre la sala chiacchiere, ricordiamocelo.........


Franci!
Franci!
Opera:
Recensione:
Comunque, da un viaggetto sugli Space, preferisco i Canidisara. 'Sti Lametini...


portland
portland
Opera:
Recensione:
Dio,quanti ricordi....5 alla rece,4 al disco per quel paio di tracce che mi prendono un pò meno delle altre...E 5,se si potesse,al primo commento di Nosebleed,che mi fa sempre fare di quelle risate! :) Comunque i Canidisara possono solo leccare le suole delle scarpe dei Maieutica,e lo dico a malincuore per gli elementi del gruppo,apprezzabilissimi :)


Nosebleed
Nosebleed
Opera:
Recensione:
Giusto...Fedeee, perchè non passi dalla Sala Chiacchere ogni tanto, così tu e Ash (o Blechtrommel) potreste graffiarvi e tirarvi i capelli in tempo reale! PS Un sentito ringraziamento a Portland che da quando le ho fatto conoscere Brit è tutta una carineria nei miei confronti.


carlo cimmino
carlo cimmino Divèrs
Opera:
Recensione:
Ce l'hanno anche loro una bassista carina?


unopercaso
unopercaso
Opera:
Recensione:
non e'proprio il mio genere ,la recensione pero'-devo dire- e'scritta e scandita davvero bene,meglio di un meccanismo a orologeria ,come direbbe qualcuno


fedeee
fedeee
Opera:
Recensione:
effettivamente Nose non ho mai frequentato la sala chiacchiere (anche perchè quando butto l'occhio vedo sempre scritto "niuno" il più delle volte...sarà sfiga?:D)...Blechtrommel però non l_ conosc_, è una donna?bobo :D ... a parte tutto ciò, proverò ad entrarci veramente e non a far finta la prossima volta che capita!:D


blechtrommel
blechtrommel
Opera:
Recensione:
Ma anche no cara fedee:D Sono maschio:) Vieni a trovarci in chat ogni tanto, su!


UhuhPanicoUhuh
UhuhPanicoUhuh
Opera:
Recensione:
Blechtrommel è una figura astratta, asessuat_! :P


blechtrommel
blechtrommel
Opera:
Recensione:
fedeee
fedeee
Opera:
Recensione:
ahah all'inizio pensavo fossi donna perchè Nose ti aveva accumunato ad Ashanti!!!ihihih scooosaaa!:D


RepartoAmena
RepartoAmena
Opera:
Recensione:
Minchia Ashanti beata te, voi avete i Maieutica, noi gli Hollywood Pornostar...fa te...


ROCCIA
ROCCIA
Opera:
Recensione:
-"e secondo me è la melodia a fare la differenza. è facile fare rumore, è difficile scrivere canzoni"-. Bella frase. Concordo.


SUPERVAI1986
SUPERVAI1986 Divèrs
Opera:
Recensione:
vecchi ricordi, nostalgia adolescenziale.....tutto molto bello!!!!!*_*


Deep-Frenk
Deep-Frenk
Opera:
Recensione:
Si è lasciata leggere molto volentieri, il giudizio è per la tecnica di scrittura, sempre molto valida e per l'alta qualità d'analisi critica. Sulla musica, preferisco non pronunciarmi...


Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Maieutica è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link