Una luce nella notte. Breve giallo surreale, ispirato da: Spirit in the night di Springsteen e Romeo is bleeding di Tom Waits

Che "Tom Greasy Thumb" ed io non eravamo fatti l'uno per l'altro, lo capii fin dal momento che ci presentarono. Di lui non mi piaceva il suo modo di fare, di lui non mi piaceva niente. E poi, era un negro. Non mi piaceva neanche Lory, quella con la cicatrice sulla spalla. Non parlava molto, ma guardava... mi guardava. Chissà perché, ma avevo sempre l'impressione che pensasse... che razza di mentecatto. A me piaceva Betsy, Betsy dal corpo minuto e ben proporzionato, Betsy senza arte ne parte. L'altra notte, ciondolavamo per i vicoli di Riverside, giusto con Tom e la grassa Lory. La donna mi prese di mano la bottiglia, per farsi le ultime due dita, mentre si sedeva vicino al grosso negro che si era accovacciato sul bordo del marciapiede. Mi dicesti: "Ho paura!". Ti strinsi tra le braccia e col naso ti sfiorai le labbra. "Perché hai paura, cocca?" "Tom mi mette i brividi". Fu la risposta. "Tom è un morto che cammina, è un misero attore che strepita sulla scena, recitando un ruolo che non gli appartiene, tesoro, non devi aver paura di uno capace di impressionare soltanto i ragazzini". I tuoi bei occhioni si rasserenarono. Eravamo vicinissimi e tu non mi facevi l'effetto di un santino da guardare di tanto in tanto, anche il tuo corpo non mi suggeriva pensieri casti, era asciutto, flessuoso, caldo, carne che mi inebriava più di tutto l'alcool che avevamo ingollato. Un brivido ti percorse, ci adagiammo sul cofano di una Rambler e facemmo l’amore. "Non senti anche tu questa musica?". Dicesti. "Esce da ogni porta, da ogni fessura", alzai lo sguardo e vidi una luce che illuminava il vicolo. La musica si fece più vivace, diventò frenetica, una ballata tzigana. Zingari uscirono dall'ombra, suonando e ballando, dando forma ai loro profili in quella magica luce. Non sentivamo più il fetore della spazzatura e della sporcizia sparsa qua e là nei dintorni, la magia di quella notte ci aveva trasportati lontano da ogni miseria. Tom sanguinava e non si poteva vedere, appoggiato ad una vecchia Chevy, fumava e ci osservava. Lory gli stava vicino, con l'avambraccio calato sulla sua spalla. Ci guardava con la sua solita espressione tarda, facendo ciondolare tra le dita, la bottiglia vuota. Se Tom diceva: "Ehi tu, dammi una sigaretta", tutti i ragazzi cercavano il loro pacchetto. Questo era Tom "Greasy Thumb", tutti i piscioni volevamo essere come lui. Sputo' per terra e scalglio' una bottiglia contro il furgone del latte. E Tom rideva... ma sanguinava e non si poteva vedere. M'afferrò per il collo, mi sbatte' contro l'auto e mi schiaccio' la sigaretta accesa sulla mano. "I topi di fogna se la spassano bene nella spazzatura!". Disse. La musica era finita. Riuscii ad estrarre la mia vecchia Glock e gli sparai un buco in fronte. L'incantesimo ara rotto. Barcollando, Tom riuscì a fare ancora tre o quattro passi, tornò verso me e m'abbracciò per sostenersi prima che le forze l'abbandonassero del tutto. Goccia a goccia il sangue colava dalla piccola apertura, insozzandomi la faccia, i vestiti, arrivando fin giù sulle scarpe. Di lì a poco il sole avrebbe sommerso Riverside con onde di calore, avrebbe illuminato tutto, il negro steso al suolo, il liquido rosso ancora vivo che scendeva in rivoli, formando una pozzanghera di colore scuro, Lory, che continuando a trastullarsi con la bottiglia e qualche semplicissimo pensiero, tornava mestamente verso Tribeca, Betsy, che stando seduta, si teneva stretta stretta ad una mia gamba, me, che ripetendo mentalmente il meraviglioso e ossessivo battere sui tasti di «Misterioso», osservavo il morto e pensavo: "Bene Tom, sei fortunato, adesso non sanguini più".

I testi di queste splendide canzoni, mi hanno stimolato a scrivere il racconto. I vinili che le contengono, sono: Greetings from Asbury Park e Blue Valentine, due dei migliori dischi dei settanta. Da non dimenticare. Assolutamente!

Bubi , Il 10 febbraio — DeRango: 21.90

BËL (09)
BRÜ (00)

I commenti che questo editoriale ha voluto ricevere

Bubi
Modifica all'editoriale: «Non credo si possano mettere entrambe le copertine dei dischi. Quindi ho scelto questa foto di Springsteen e Tom Waits ». Vedi la vecchia versione link rotto
BËL (00)
BRÜ (00)

Bubi
Modifica all'editoriale: «Avevo sbagliato a scrivere una parola. ». Vedi la vecchia versione link rotto
BËL (00)
BRÜ (00)

Pinhead
Un hard boiled degno di Playboy.
BËL (01)
BRÜ (00)

Bubi: Dici bene, l'ho voluto scrivere in stile hard boiled. Un genere che a me MI piace. :-)
Bubi: C è anche una brevissima (e parziale) citazione di un scrittore straconosciuto che non è facile da cogliere. 💀questa c'è sempre in quello che scrive. Aiutone
Pinhead: Per la mia ignoranza l'aiutone non basta, proprio no, mi devi scrivere la soluzione direttamente :-)
Bubi: Te la scrivo in privato, se passa @[serenella] magari la riconosce, forse anche @lector
Pinhead: Basta che me lo suggeriscono :-)
Bubi: Te l'ho già scritta in un messaggio privato
lector: Non sono bravo con gli indovinelli e poi è un po' tardi. Forse c'è un pizzico di Macbeth (noi siamo attori che si pavoneggiano sulla scena)?
Non mi ci giocherei dei soldi....
Bubi: Bravo!! E davvero non era facile perché era camuffata bene. Spegniti Spegniti breve candela! La vita non è che un ombra che cammina, un povero commediante che si pavoneggia e si agita sulla scena del mondo etc etc.
Falloppio
Piacevole. Si percepiva l'odore della zona portuale di New York. A quando la prossima scena?
BËL (01)
BRÜ (00)

Bubi: Grazie Falloppio, intendi il prossimo raccontino? Ce ne ho in mente uno di tre balordi che vanno a fare una rapina in una casa, ma sono criminali da strapazzo e sul terreno lasciano solo morti. Scappano e si ritrovano in un posto tranquillo dove tirare il fiato. Ti riporto il finale che ho già scritto : Sparo' in faccia a Bill, poi mi disse: non l'ho fatto per me né contro di lui. "Cosa?" risposi inorridito. "si, l'ho fatto per te" ripeté. "Cosa?" risposi ancora più terrorizzato. Lui: "si, per te, così ogni volta che mi vedrai penserai che sono capace di sparare in faccia a qualcuno, senza pensarci due volte... e mi rispetterai. Per te l'ho fatto, per avere il tuo rispetto. Il mio ce l'ho. Il suo non l'avevo e ormai non me ne frega più un cazzo, è solo tuo che m'interessa, e, a questo punto l'avrò" * molto pulp direi Tarantiniano dei primi film. Ma sono estremamente difficili da elaborare e scrivere, e io sono lento. Ciao
Bubi: Ho visto sulla tua scheda che hai pubblicato un romanzo in edizione limitata. Mi puoi dire di cosa tratta? Perché in edizione limitata? Che significa? Te lo chiedo perché ho scritto diverse sceneggiature e mi piacerebbe...
Falloppio: Un editore bolognese ha stampato poche copie e poi neanche la versione corretta. Meno male che avevo trovato tre sponsor. Solo Andata ed Girardi. Non smettere di scrivere. Mai.
Bubi: Io non vorrei smettere mai, ma è tutto molto cambiato rispetto a 25 anni fa quando Iniziai a scrivere. Avvenne per caso, perché non facevo una cippa e dopo aver visto Cape fear di Scorsese, il film mi era piaciuto, mi venne da pensare che una trama così semplice ero in grado di scriverla pure io. A squola 🤡 in italiano facevo schifo, però con impegno e passione si può migliorare. La passione per il crimine l'ho sempre avuta, a 12 anni avevo già letto tutta l'enciclopedia del crimine. Per una decina d'anni ho scritto sceneggiature (di tutti i tipi, ma più che altro gialli) però, come mi aveva detto un famoso critico che avevo conosciuto e che aveva letto qualcosa dei miei lavori, venderle risultò impossibile. Come aveva detto il critico ci volevano spinte e conoscenze. Così ho perso interesse e ho smesso. Da un annetto ho ripreso a prendere appunti e tenere ferme idee scrivendole subito su un quaderno. Però non ho più l'entusiasmo dei primi anni, per non farla troppo lunga, cerco qualcuno che abbia gli stessi interessi e mi aiuti e stimoli. Su DeBaser ce ne sono alcuni che scrivono bene, ma ancora non ho trovato la persona giusta per scrivere in coppia. Oggi sarebbe possibile anche vivendo in città diverse.
Bubi: Ho guardato la tua scheda, sei di Torino, ho vissuto tre anni a Villafranca Piemonte e ho un'amica che è di Nichelino. Se ti va, possiamo continuare la conversazione in privato, senza mettere in piazza proprio tutto. Ciao, buona giornata.
Falloppio: I agree. Passa in privato o via mail :)
Bubi: Ti ho mandato un messaggio con i miei dati, ma non sono sicuro se ti è arrivato. Fammi sapere.
lector

BËL (01)
BRÜ (00)

Stanlio
Solo un appunto su quella che mi pare un'incongruenza sulla sincronicità topografica ehm, chi ciondola per i vicoli non può essere contemporaneamente seduto sugli scalini di una chiesa che come solitamente si presume stia su una piazza, piazzetta o piazzale e ritrovarsi contemporaneamente nel vicolo illuminato... poi son d'accordo con Fally mai smettere di scrivere.
BËL (01)
BRÜ (00)

Bubi: È difficile che ci sia una chiesa in un vicolo, giusto. Una chiesa piccola piccola no? Scherzo. Diciamo che mi sono preso una licenza poetica. Ci penso e magari trovo un altro posto per far sedere il caro Tom.
Bubi: Gli scalini di un edificio malandato, fatiscente. Forse potrebbe essere la soluzione.
Bubi: Oppure si era appoggiato alla scale anti incendio di un edificio...
Stanlio: Sì, magari potrebbe essere una piccola filiale della ehm, "Heaven's Gate" fondata e guidata da Marshall Applewhite & Bonnie Nettles...
Bubi: Cos'è? Non l'ho mai sentito nominare
Stanlio: una chie... ehm, una banda di squinternati Heaven's Gate (setta) - Wikipedia
Bubi: Ho guardato e ho visto che sta in California, un po' distantino da New York. Mi sembra che un edificio vada bene, tra l'altro dai Film ho visto che hanno degli scalini per arrivare all'ingresso.
Bubi: Ho letto di nuovo di questi della setta, mi hanno ricordato quelli che si suicidarono nella Guyana. Aveva ragione Einstein quando diceva che esistono due cose infinite, l'universo e la stupidità umana, però aveva dubbi riguardo l'universo.
Stanlio: Sì e la cattiveria non è da meno di qualsiasi bomba H...
Bubi: Certo, e anche Einstein non è che fosse tanto un brav'uomo basta guardare come si comportava con moglie e figli, sono un po' incazzato perché mi hanno fatto arrabbiare quelli della Tim che pensano solo a fare soldi e basta. Mi irrito moltissimo con questi tipi qua. Poi mi ci vuole prima che mi passi. Ciao
Bubi
Modifica all'editoriale: «Su suggerimento di @[Stanlio] ». Vedi la vecchia versione link rotto
BËL (00)
BRÜ (00)

Stanlio
Bella Bubi e parafrasando Henry Ford,
"L'immagine è l'anima del commercio."
BËL (01)
BRÜ (00)

Bubi: Si potrebbe aggiungere purtroppo. Però è vero.
Bubi
Ho sbagliato, cercavo di vedere chi era passato e mi sono dato bel da solo.
BËL (00)
BRÜ (00)

Dì la tua! (Se proprio devi)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi: