Sto caricando...

La lista d'ascolto



Stanlio
Da questo magico album che ha davvero un titolo profetico e resterà in luce ancora per un pezzo anzichennò ci ascoltiamo una delle mie tracce preferite in cui la presenza di Brian Eno si sente eccome... Listening Wind (2005 Remaster) and Remain in Light all year long my dears friends e niente...

Remain in Light


lector
NOVITA':
Il nostro negozio è lieto di offrire a tutti i suoi avventori IL PACCO DONO DI FINE ANNO del Championship Vinyl Shop!
Basterà indicare il genere e/o sottogenere musicale e l'utente a cui il pacco è destinato ed in poco tempo vi verrà consegnata una lista di 5 (dico ben 5!) irrinunciabili quanto sconosciuti (ai più) capolavori del genere in questione (tranne forse il Rap, sul Rap sono un pochino manchevole...)!
Venghino Sìori e Sìore, venghino.
Non fatevi mancare il pacco cult di fine anno (si accettano sfide)
Prima che mi rifacciano prigioniero del mondo parallelo....
Tanto paga il proprietario del negozio, @JonatanCoe
Bebe - A Natale puoi


lector
Rob Fleming, il protagonista del romanzo di Hornby a cui questo gruppo si ispira aveva la fissazione delle liste. "I 5 dischi per..."
Io, in perfetto stile Rob Fleming, faccio - di tanto in tanto - le mie liste....
Eccovi quella di questo sabato notte:
"5 dischi per @[luludia] (e per tutti coloro che vorranno provare ad ascoltarli)".
Benvenuto nel negozio.
5 perle di cantautorato freak, oscuro e storto. 5 dischi bellissimi credimi. Altre 5 storie che dovrei raccontare...e c'è pure il disco che Nico avrebbe fatto se non avesse incontrato Cale (e i Velvet), a te scoprirlo....
Roger Bunn - Road To The Sun
Susan Christie - Rainy Day (1970)
Gläns Över Sjö Och Strand - Ohio 4 Maj 1970
Bridget St. John - Ask Me No Questions [1969]
Cold In Philadelphia - Perry Leopold




JonatanCoe
Genesis - The Musical Box
Dal 3° episodio di TOP(PA) 100.
La materializzazione di un sogno sognato nel mondo dei sogni. Una delle massime rappresentazioni
oniriche dell'universo musicale, soave e al contempo crudo, macabro come pochi, a cominciare dal
titolo che è una alterazione della parola "nursery rhymes", celebri filastrocche per bambini molto
diffuse all'epoca nelle terre di Albione. Il contrasto tra dolcezza e crudeltà permea tutto il lavoro.
Un significativo esempio è la stupenda suite "The Musical Box" dove una bambina decapita un proprio coetaneo mentre giocano a croquet. Ed ancora incesto, pedofilia, sadismo in un contesto di disarmante innocenza infantile che rende surreale e grottesca l'atmosfera dell'intero disco.
Non si può aggiungere tanto altro ad un disco ampiamente sviscerato, osannato, imitato da oltre 45 anni. "Nursery Cryme" è un must per vocazione, tra i capolavori che hanno cambiato per sempre
il progressive rock.


JonatanCoe
JonatanCoe |    Championship Levitation
Sanremo 1985 - Frankie Goes To Hollywood - The power of love
È il 1985, la direzione artistica del Festival di Sanremo recluta i Frankie Goes To Hollywood
tra gli artisti ospiti della trentacinquesima edizione. Questo basta per scatenare un gran
pandemonio. Il quintetto di Liverpool, reduce dal successo planetario di "Relax", amplificato
dalla massiccia campagna pubblicitaria della etichetta dei poliedrici, redivivi Paul Morley e
Trevor Horn (chi non ricorda le t-shirt con il motto"Frankie Says No More"!), è sulla bocca di
tutti. Ma quel che fa più clamore nell'opinione pubblica è il videoclip del suddetto brano.
Già il testo, censurato a più riprese da radio e tv per alcuni passaggi inequivocabilmente
provocatori e scandalosi, ha attirato le ire di conservatori e benpensanti, sbigottiti dalla
esplicita sfrontatezza della band. Le immagini che ne vengono abbinate completano l'opera.
Uomini in provocanti e succinti abiti latex, ammiccamenti omosessuali (siamo nell'era
Thatcher, questo è un dichiarato affronto establishment), simulazioni di atti sessuali e tanta,
tanta ostentata perversione.

In Italia si mobilitano associazioni cattoliche, collettivi di mamme agguerrite e gente comune
per scacciare il demone prossimo a giungere dall'oltremanica e per convincere la direzione del
festival a fare dietrofront, ma ogni opposizione è vana, ormai è deciso.
9 Febbraio 1985. Terza e ultima serata del festival. Pippo Baudo introduce i F.G.T.H facendo gli
auguri a Holly Johnson, guarnito da un insolito copricapo in pelliccia alla Davy Crockett,
che quel giorno compie 25 anni. I convenevoli e gli ossequi volgono al termine ed arriva il
momento dell'annuncio del brano. È proprio in questo preciso momento che lo stupore calca
i gradini verso il blasonato proscenio. Tutti attendono l'incipit di " Relax".
Invece arriva l'amore, quello struggente, l'universale sentimento cantato con un trasporto
come solo pochi sanno fare. E le parole sono carezzevoli: "Ti proteggerò dall'artiglio incappucciato,
terrò lontano i vampiri dalla tua porta" e carezzevole è Johnson che lancia rose rosse al parterre.
Un appassionato, commovente inno all'amore, di quelli destinati già sul nascere ad essere ricordati
per sempre.

Holly Johnson più tardi dichiarò: "Ho sempre sentito The Power Of Love come il disco che mi avrebbe
salvato la vita. C'è un aspetto biblico della sua spiritualità e passione, il fatto che l'amore è l'unica cosa che conta, alla fine"