La lista d'ascolto



Dislocation
Dislocation |
Vedi il videoRiproduci il video
#SENZAPUNTOESCLAMATIVO

Ovvero una band, dieci anni e due vite.

Ultravox - Lament (Official Music Video)

BËL 09
BRÜ 00

Farnaby: Ah, quel softly...sighing...lament...
Farnaby
Farnaby |
Vedi il videoRiproduci il video

BËL 10
BRÜ 00

Farnaby: Non può mancare nel nostro negozio...
gaston: Personalmente, trascurati in passato.
Rivalutati oggi. Validissimi.
Farnaby
Farnaby |
Vedi il videoRiproduci il video
Savages - Marshal Dear
Lo spirito di Ian Curtis aleggia tra i solchi di questo primo, bellissimo, disco delle Savages.
Un attimo prima che tutto finisca si unisce alla festa Mark Sandman e questa è l'ultima danza.

BËL 07
BRÜ 00

ALFAMA: ecco io ho ricordo vago del primo,si guadagnava con onestà la pagnotta e quando mai non salta fuori Curtis , lasciatelo in pace
IlConte: Di solito non mi fa impazzire, per usare un eufemismo, questo sound dark-Wave - tanto rispetto per Curtis - ma questo pezzo ha una bella melodia davvero.
JonatanCoe: Quanto amo quest'album non puoi capire, anzi direi di si. Hai detto bene sopra, una dei lavori più belli del nuovo millennio, nato già con la stoffa di una pietra miliare.
Stanlio
Stanlio |
Vedi il videoRiproduci il video
Da questo magico album che ha davvero un titolo profetico e resterà in luce ancora per un pezzo anzichennò ci ascoltiamo una delle mie tracce preferite in cui la presenza di Brian Eno si sente eccome... Listening Wind (2005 Remaster) and Remain in Light all year long my dears friends e niente...

Remain in Light

BËL 11
BRÜ 00

sergio60: L unica pecca di questo LP è che ha oscurato tutto ciò che lo ha seguito... E, mio parere, Eno ha fatto un lavoro molto importante e profondo che ne ha inciso in maniera tale che una volta separatosi dai Talking in qualche misura ne ha accelerato la decadenza... Stesso discorso per gli U2, come se ne avesse succhiato ogni forma di creatività....
lector
lector |
Vedi il videoRiproduci il video
NOVITA':
Il nostro negozio è lieto di offrire a tutti i suoi avventori IL PACCO DONO DI FINE ANNO del Championship Vinyl Shop!
Basterà indicare il genere e/o sottogenere musicale e l'utente a cui il pacco è destinato ed in poco tempo vi verrà consegnata una lista di 5 (dico ben 5!) irrinunciabili quanto sconosciuti (ai più) capolavori del genere in questione (tranne forse il Rap, sul Rap sono un pochino manchevole...)!
Venghino Sìori e Sìore, venghino.
Non fatevi mancare il pacco cult di fine anno (si accettano sfide)
Prima che mi rifacciano prigioniero del mondo parallelo....
Tanto paga il proprietario del negozio, @JonatanCoe
Bebe - A Natale puoi

BËL 09
BRÜ 00

lector: Allora, per @[Dislocation] che ha dovuto aspettare qualche giorno in più (ero prigioniero e disarmato...) un pacco davvero speciale! Allora tu volevi 5brani5 di ex componenti dell'orchestra di Duke Ellington, ebbene io non ti ammollo 5 uscite dei soliti nomi, quelli grossi, tipo Gonsalves, Webster, Hodges, Pettiford.... Ma, bensì 5 chicche 5 di cosette meno note (almeno ai più) ma piuttosto sfiziose, vedrai. Bubber Miley and his Mileage Makers - Without you Emaline il primo…
lector: Allora, per @[Dislocation] che ha dovuto aspettare qualche giorno in più (ero prigioniero e disarmato...) un pacco davvero speciale!
Allora tu volevi 5brani5 di ex componenti dell'orchestra di Duke Ellington, ebbene io non ti ammollo 5 uscite dei soliti nomi, quelli grossi, tipo Gonsalves, Webster, Hodges, Pettiford....
Ma, bensì 5 chicche 5 di cosette meno note (almeno ai più) ma piuttosto sfiziose, vedrai.
Bubber Miley and his Mileage Makers - Without you Emaline il primo è Bubber Miley and his Mileage Makers, unico disco del primo trombettista del Duke (era con lui già nel gruppo di Elmer Snowden negli anni '20)
Blues for Clarinet - Jimmy Hamilton questo è un gran bel disco del clarinettista Jimmy Hamilton
LAWRENCE BROWN - DO NOTHING TIL YOU HEAR FROM ME questa è tratta da "Inspired Abandon" del trombettista Lawrence Brown, cerca questo disco! Non ti dico altro....
Ebb Tide Rufus Jones è stato il batterista del Duke negli ultimi anni e si sente...
lector: Ed ora due chicche!
Alice Babs & Svend Asmussen - Blue Mountain Land (1964) Lo sai chi era Alice Babs? Te lo devo ricordare io? (Allora guarda qui YouTube video non trovatotcypuQgV63g) ma il suo disco di musiche scandinave lo conosci? Ascolta....
E, per finire, quello che avrebbe potuto essere il più grande contrabbassista della storia del Jazz se la tubercolosi non se lo fosse portato via a soli 23 anni. Fu il primo contrabbassista ad usare il suo strumento anche da solista, suonò solo per tre anni col "Duke" ma lasciò un segno indelebile e il Duke lo omaggiò in "This One's for Blanton!" nel '72.
Non ci sono sue incisioni soliste per cui ti posto solo questo piccolo estratto che ho trovato sul tubo Rare Jimmie Blanton bass solo - Sepia Panorama (Duke Ellington)
lector
lector |
Vedi il videoRiproduci il video
Vedi il videoRiproduci il video
Vedi il videoRiproduci il video
Vedi il videoRiproduci il video
Vedi il videoRiproduci il video
Rob Fleming, il protagonista del romanzo di Hornby a cui questo gruppo si ispira aveva la fissazione delle liste. "I 5 dischi per..."
Io, in perfetto stile Rob Fleming, faccio - di tanto in tanto - le mie liste....
Eccovi quella di questo sabato notte:
"5 dischi per @[luludia] (e per tutti coloro che vorranno provare ad ascoltarli)".
Benvenuto nel negozio.
5 perle di cantautorato freak, oscuro e storto. 5 dischi bellissimi credimi. Altre 5 storie che dovrei raccontare...e c'è pure il disco che Nico avrebbe fatto se non avesse incontrato Cale (e i Velvet), a te scoprirlo....
Roger Bunn - Road To The Sun
Susan Christie - Rainy Day (1970)
Gläns Över Sjö Och Strand - Ohio 4 Maj 1970
Bridget St. John - Ask Me No Questions [1969]
Cold In Philadelphia - Perry Leopold

BËL 08
BRÜ 00

imasoulman: pobbacco! questa sì che è vendemmia fuori stagione!!
E chi diamine sono mai questi/gli scandinavi???
dsalva: beh, poco scarto direi.....mi sono goduto tutti e 5 gli ascolti, ma se dovessi dare una preferenza cosi' a caldo, la darei a Leopoldo!
lector: Sono molto contento che abbiate gradito questi piccoli suggerimenti, vi consiglio caldamente di procurarvi il disco di Bunn (anche solo in file) perché è davvero strepitoso.
Per il resto, Gläns Över Sjö Och Strand è un mistero anche per me, è da tempo che mi dico che devo cercare di scoprire qualcosa in più sugli (o sull') autori(e) di questo disco che è il disco che Devendra Banhart non è ancora riuscito a fare e che aspetto che faccia da anni, ormai....
La St. John mi provocò lo stesso effetto straniante che mi fece la Dalton (con la sua somiglianza con Bollie Holliday), lei non copia Nico (come la Dalton non copia la Holliday) ma l'effetto è incredibile, e poi il disco è davvero bello.
La Christie è un piccolo fantasma con una storia che, prima o poi, dovrò raccontare; un piccolo disco di culto (che anche qui sul DeB ogni tanto fa capolino), un piccolo fiore da mettere tra la Bunyan e la Perhacs.
Infine Leopold....
Lo so caro @[imasoulman] che "Christian Lucifer" è un piccolo, oscuro gioiello, che ha la sua fama (fama!) nei bassifondi degli scavatori di pepite musicali, ma io (proprio perché è meno "famoso") gli preferisco questo, anche perché dietro c'è una storia: il disco fu inciso in un negozio di scarpe e fu venduto lo stesso giorno esaurendo le 500 copie stampate in un solo pomeriggio....
Ora, se appena appena hai capito come funziona (funziona!) il mio cervello e ci aggiungi pure "quel" titolo capirai che questo disco è - per me - come la luce per una falena!
E non ne ho mai vista una copia, neanche in fotografia!
JonatanCoe
JonatanCoe |
Vedi il videoRiproduci il video
Genesis - The Musical Box
Dal 3° episodio di TOP(PA) 100.
La materializzazione di un sogno sognato nel mondo dei sogni. Una delle massime rappresentazioni
oniriche dell'universo musicale, soave e al contempo crudo, macabro come pochi, a cominciare dal
titolo che è una alterazione della parola "nursery rhymes", celebri filastrocche per bambini molto
diffuse all'epoca nelle terre di Albione. Il contrasto tra dolcezza e crudeltà permea tutto il lavoro.
Un significativo esempio è la stupenda suite "The Musical Box" dove una bambina decapita un proprio coetaneo mentre giocano a croquet. Ed ancora incesto, pedofilia, sadismo in un contesto di disarmante innocenza infantile che rende surreale e grottesca l'atmosfera dell'intero disco.
Non si può aggiungere tanto altro ad un disco ampiamente sviscerato, osannato, imitato da oltre 45 anni. "Nursery Cryme" è un must per vocazione, tra i capolavori che hanno cambiato per sempre
il progressive rock.

BËL 12
BRÜ 00

dsalva: e wow!!
sergio60: Che tempi... Avevi solo l imbarazzo di scegliere come "investire" la paghetta se con questo LP o con un king crimson o altro....
mrbluesky#belfacili
JonatanCoe
JonatanCoe |
Vedi il videoRiproduci il video
Sanremo 1985 - Frankie Goes To Hollywood - The power of love
È il 1985, la direzione artistica del Festival di Sanremo recluta i Frankie Goes To Hollywood
tra gli artisti ospiti della trentacinquesima edizione. Questo basta per scatenare un gran
pandemonio. Il quintetto di Liverpool, reduce dal successo planetario di "Relax", amplificato
dalla massiccia campagna pubblicitaria della etichetta dei poliedrici, redivivi Paul Morley e
Trevor Horn (chi non ricorda le t-shirt con il motto"Frankie Says No More"!), è sulla bocca di
tutti. Ma quel che fa più clamore nell'opinione pubblica è il videoclip del suddetto brano.
Già il testo, censurato a più riprese da radio e tv per alcuni passaggi inequivocabilmente
provocatori e scandalosi, ha attirato le ire di conservatori e benpensanti, sbigottiti dalla
esplicita sfrontatezza della band. Le immagini che ne vengono abbinate completano l'opera.
Uomini in provocanti e succinti abiti latex, ammiccamenti omosessuali (siamo nell'era
Thatcher, questo è un dichiarato affronto establishment), simulazioni di atti sessuali e tanta,
tanta ostentata perversione.

In Italia si mobilitano associazioni cattoliche, collettivi di mamme agguerrite e gente comune
per scacciare il demone prossimo a giungere dall'oltremanica e per convincere la direzione del
festival a fare dietrofront, ma ogni opposizione è vana, ormai è deciso.
9 Febbraio 1985. Terza e ultima serata del festival. Pippo Baudo introduce i F.G.T.H facendo gli
auguri a Holly Johnson, guarnito da un insolito copricapo in pelliccia alla Davy Crockett,
che quel giorno compie 25 anni. I convenevoli e gli ossequi volgono al termine ed arriva il
momento dell'annuncio del brano. È proprio in questo preciso momento che lo stupore calca
i gradini verso il blasonato proscenio. Tutti attendono l'incipit di " Relax".
Invece arriva l'amore, quello struggente, l'universale sentimento cantato con un trasporto
come solo pochi sanno fare. E le parole sono carezzevoli: "Ti proteggerò dall'artiglio incappucciato,
terrò lontano i vampiri dalla tua porta" e carezzevole è Johnson che lancia rose rosse al parterre.
Un appassionato, commovente inno all'amore, di quelli destinati già sul nascere ad essere ricordati
per sempre.

Holly Johnson più tardi dichiarò: "Ho sempre sentito The Power Of Love come il disco che mi avrebbe
salvato la vita. C'è un aspetto biblico della sua spiritualità e passione, il fatto che l'amore è l'unica cosa che conta, alla fine"

BËL 12
BRÜ 00

hellraiser: Loro mai apprezzati ma questo è un gran pezzo
lector: Vade retro!
Stanlio: Ammemmi piacievan'assaje!