Sto caricando...

SCIMMIA Eugenio Finardi

elettrizzante,
emozionante,
carica di frenesia nel ritmo,
che si rifà sempre agli elementi jazz di "Diesel",
interpretando con violenza
e in maniera esplicita
che di più è difficile
il tema delle iniezioni di eroina
e della "droga di Stato".

Veramente forse il brano più carico ed emozionante dell'opera,
impeccabile,
da inchino.

(cit. Diesel - Eugenio Finardi - Recensione di Bromike )
Stanlio 27 giu 18 — DeRango: 14,73

   Menzionator

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Cinque)

Falloppio
Stanley sempre Al Top

Bromike
Stan over the top

Stanlio
ammè quello che m'ha sempre fregato son ehm, le tope e non dico altro non...

Falloppio: Toppe?
Marin: O' No arro t'abbi loc, tiene sissantan, ormai o' tien musc. Lascia a noi giovani la pidza.
Bromike: Ma si, si riferiva alle toppe dei pantaloni poco resistenti
Stanlio: uè Marì si nun sò e top sarann e pacc' o megl' e zizz' che nun voless' maie lassà a nisciun' capisciammè uagliò... XD
Marin: Eh O' No, ma tu nun cia fai chiu, tien netà, lasc perdr a furni' ti ven coc infart po tamm purtà o' pront soccors e chella pbia e renz a benzin cost.
Marin: O' No na curiosità com fai a sape o napulitan si tu si sardagniuol.
Stanlio: e ammè che me ne futt' do o cost' ca precisament' chella e a mort' meglio che me putesse capità futtend' e chi s'è vist' s'è vist'... o' napulitan m'ò invent' vota pè vota che na vota teniv o patrone ca si chiamav' Ciro...
Marin: Immagino le notifiche che arriveranno a Falloppio e Bromike XD
Stanlio: sìssì, ma chissene delle noti ammè premono le fiche... XD
Marin: O' No parl chiu potabil, si ancor nu A1, po B2 in napulitan e fa chiu pratic. E ripetr nu poc o' spelling e a sintass o s no quann vai fa l'esam po napulitan t boccn e t piglinpur a cauch n'gul, e pigla' do lzion privat.
Marin: Eh O' No ma mo si viecch lascia perdr, e fic so robb pe giuvun. Tu o' tuoi le fatt, mo te nei ne circl a pazzia a poker chu lati viecch.
Stanlio: o' spelling e pur' a sintass' e farebb' vuluntier' privat n'copp assorete si vulite...
Stanlio: vabbuò quann adivent nu vieccheriell novantanovenne ce pienz'
Marin: O' No nun s fa accussi mo stai sballan ca vocc, e mrcin t le pigliat?
Bromike: Bah, an ghé capis mia gnenta
Stanlio: a mrcin mia nun è o viagr, è a fess' XD
Marin: Pro O' No senz offess, si tropp zuzzus eh. Sta accort ch t piglin p rattus.
Stanlio: Starò accuort' ma la sostanz' sostanzialment' nu, cagn'..
Marin: O' No i to dic p te, s tu continui a dicr fess, pacc, zizz, a gent t pigl p nu viecch rattus e merd, mo tien ne età nun può dicr chiu sti cos, chest so cos pe giuvun. Comuq c vrimm riman e ser po compleann e zi pippina, fa uttandann, aggia i a catta' pur a ciucculat pa tort o sino' riman ch magnamm e purtuall.
Stanlio: mmmh aggie capit, ma rimm nu poc' sta zi pippina sta single...?
Marin: O' No chell te sor, t le scurdat o tien l'alzaimer? mo c guai vuo fa, c vuoi fa i ngopp e giurnal?
Stanlio: ngopp a chilla o ngopp a n'ata zoccola è uguale macari guarisco pure...
Falloppio: Seve na banda ad drugant!!!! ;)
Stanlio: La troca mia tiene o pil... XD
Dislocation: Alùa, a vuemmu finì de dì de belinate o deivu vegnì lì e pigiave p'à magetta e buttaave in t'ù Besagnu? Che poi, tantu, d'aegua ghe nè poca e ve rumpiae quella beli de testa che gh'ei attacaa au collu. Besughi.
Stanlio: Fally & Disley vuje parlat' stranamend' ma sit' italian' o' veramend'?
Dislocation: Sens'atru, amigu, italiein cume ti. Credu, sempre che ti ti u seggi, eh?
Stanlio: 𝐔
Falloppio: Mi co sun Italian e se te ncuntru a dagu pe' n tal cul da si a ca tua fafiuchè...
Stanlio: Pregasi descrivere "fafiuchè"
Falloppio: Colui che fa nevicare. La persona che le racconta così grosse che provoca condizioni meteorologiche molto particolari.... ;)
Marin: @[Stanlio] Bell O'No, accussi' s' fa, t vogl aggressiv.
Stanlio: come dire Fally: uno sciamano (che niente tiene a che vedere con quell'attività sportiva dove devi portarti gli sci a mano... immagino)
Stanlio: @[Marin] è p' fatt' cuntent' 'nzallanut...
Marin: Ue ue e ch re sta cunfrenz all'improvvis?
Stanlio: ma di quala cunfrenz stat parlann'? che si ce stava n' minimo de cunfrenz' già da 'n piezz t'aviss mannat affammocc e chi vuò tu...
Dislocation: Quei signori che vi si avvicinano, sì, quelli col camice bianco, col loro fare amichevole... sono amici, no, non infermieri... dite che hanno un cartellino di riconoscimento con scritto "Clinica Neurologica"? Andate con loro, sono amici, vi regalano anche una camicia bianca nuova, vabbé, ha le maniche un po' lunghe, poi le accorciamo... su, mettetela....
Stanlio: ehm, parli per esperienza diretta suppongo, vecchio mio
Dislocation: Sono lì, in quello stanzone bianco, grande e non fate caso ai miei polsi assicurati al letto. Venite, venite.....
Stanlio: No te preocupe amigo, l'importante è che sia imbottito...
Dislocation
Quando uscì si era in pienissimo periodo dell'ero, si denunciava il fatto che erano gli Stati, il Potere, i Governi, quello che volete voi, che avevano trovato il modo di domare le giovani generazioni e governarle, prima con le droghe e poi con i gadgets, ora diremmo con gli smartphone ed i social.....
Il brano era spietato ed immediato, non ricorreva a nessuno stratagemma per colpire nel segno, andava dritto al sodo come sempre e più di sempre Finardi faceva.... Lui si era dimostrato ben più del solito cantautore circondandosi del meglio dei musicisti del momento, in questo disco gli Area, in pratica e molti altri.
Un vero pugno nello stomaco dei benpensanti e dei nonpensanti in genere, quelli che quando trivavno un tossico morto all'angolo della strada ancora con la spada in vena sputavano per terra e passavano oltre..... E' successo anche questo, e succedeva tutti i giorni, ditelo a chi si riempe la bocca di criminalità diffusa e città invivibili.....

dsalva
Brano piuttosto forte e diretto!

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi: