Mario Castelnuovo
Sette Fili Di Canapa

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Anno: 1982

Luogo: Festival di Sanremo

I carabinieri entrano nella stanza dell'artista semi sconosciuto e chiedono di poter leggere il testo del brano presentato alla Kermesse dei fiori, leggono e vogliono addirittura che il brano venga spiegato riga per riga, manco avesse citato il nome del mandante del sequestro MORO.

Mario Castelnuovo era un cantautore diciamo new wave, uno di quelli che cercavano un nuovo modo di proporsi al pubblico; testi complessi e fatti da frammenti poi assemblati a formare canzoni che certe volte sembravano non avere né capo né coda, musiche ariose e ricche di elettronica differiscono assai in questo lavoro da quello che poi sarà il suo successo maggiore: "Nina" brano acustico che verrà presentato al Sanremo dell'anno successivo.

LP comincia con la misteriosa "Sette Fili Di Canapa" e carabinieri certamente saranno andati anche a Follonica per trovare i Sette Cristi del testo sulla spiaggia. Il brano è volutamente ossessivo la voce recita il testo ripetitivo fino ad aprirsi in quello che poi sarebbe il ritornello anche se di ritornello in un brano del genere non si può parlare, la canzone è quasi un mantra da ascoltarsi nel vuoto assoluto. La new wave degli Ultravox viene abbondantemente depredata nel canto d'immigrazione che è "160 KM Da Roma", in cui l'insegnamento di Vienna viene abilmente manipolato da Amedeo Minghi suo produttore per questo lavoro. "Illa" svela nel suo testo tutto l'amore di Mario verso il romanticismo settecentesco. Altri brani come "Trame" risentono invece dell'amore rivolto alla canzone popolare fino a farci sorridere e ricordare un certo Branduardi, mentre invece è un remake di Shubert la dolcissima "Strasburgo 1979".

"Sangue Fragile" un inno alla voglia di restare bambini fatta di echi iniziali e drammi urlati verso il cielo, dà i brividi ad ogni ascolto con tutte quelle tastiere che invece di sorreggere la voce ne fanno da sottofondo lungo la parte iniziale poi il pezzo cerca di diventare più … . Rock? La batteria però sembra troppo precisa per non essere sintetica. Mentre "Viale Dei Persi" è interamente dedicata ai vecchi che hanno ancora la forza e la voglia di imparare qualcosa. Chiude il lavoro "Oceania" forse il suo più grande successo fatto di arance americane e donne lontane. Castelnuovo al suo esordio aveva fatto ben pensare, poi visto che era anche belloccio il music business se lo è portato via anche se poi ha sempre cercato di fare dei testi dignitosi e non melensi. In definitiva un lavoro onesto e a tratti anche originale che nella discografia di Mario merita certo un posto di rilievo. Era il 1982 i carabinieri entravano nei camerini a chiedere il perché di certi testi, ma le manette per De André erano pronte??

Il successo di Oceania mi aprì le porte di Sanremo. Era il 1982, ero convinto di andare al festival semplicemente a presentare una cosa nuova all'interno di una rassegna dove qesto genere di proposte non erano molto ben viste. La Rai minacciò perfino di bloccarmi la canzone, credevano che parlasse di droga, si presentarono i carabinieri in albergo e io dovetti spiegare riga per riga il significato del testo…
(commento di Mario Castelnuovo)

Questa DeRecensione di Sette Fili Di Canapa è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/mario-castelnuovo/sette-fili-di-canapa/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Diciotto)

iside
Opera: | Recensione: |
metto altri samples, finalmente hanno modificato il sistema per recensire, ora è molto meglio. un applauso agli editors anche se preferivo la home con i preferiti ma, non si può aver tutto dalla vita.
BËL (00)
BRÜ (00)

lemuro
Opera: | Recensione: |
poveri caramba......non avranno capito comunque un cazzo ! recensione curiosa.......
BËL (00)
BRÜ (00)

under
Opera: | Recensione: |
bella storia! non conosco l'album ma rimedierò
BËL (00)
BRÜ (00)

The Punisher
Opera: | Recensione: |
Recensione bizzarra e stralunata (un po' come il suo autore). Ma qualcuno mi spiega il significato del testo di "sette fili di Canna-pa"?! Grazie del disco, iside! :-))
BËL (00)
BRÜ (00)

iside
Opera: | Recensione: |
punio sei un carabiniere?? siediti per terra e lasciati andare vedrai che riuscirai a capire il testo
BËL (00)
BRÜ (00)

iside
Opera: | Recensione: |
C'erano sette fili di canapa
e un Abele da uccidere,
sotto il cielo di rame

C'erano sette medici a tavola
e un amore già anemico
dissanguato, per strada

unirò sette fili ed avrò perduto,
unirò sette fili e sarò perduto

C'erano sette Cristi a Follonica
ed un ateo, sul Sinai,
bivaccava e aspettava

C'erano, poi, sette topi sull'edera
e più giù un cavaliere giovane
preso da una tagliola

unirò sette fili ed avrò perduto,
unirò sette fili e sarò perduto
ti è chiaro ora?? è la canzone dedicat ad un elettricista che unisce i fili e muore fulminato. lapalissiano mi pare

BËL (00)
BRÜ (00)

Mopaga
Opera: | Recensione: |
Conoscevo solo una collaborazione con Amedeo Minghi, ''La gara dei sogni''. Bella rece.
BËL (00)
BRÜ (00)

bjork68
Opera: | Recensione: |
bravo iside ! a me piaceva molto oceania.
BËL (00)
BRÜ (00)

zaireeka
Opera: | Recensione: |
Mi ricordo una Domenica In durante la quale disse, a Pippo Baudo che gli chiedeva se avrebbe cantato un'altra canzone: " Se voglio!". Di una presunzione incredibile ma ammirevole.
BËL (00)
BRÜ (00)

tom traubert
Opera: | Recensione: |
L'album non lo conosco (è reperibile?) ma "sette fili" e "oceania" me le ricordo bene, mi piacevano molto. Che fine avrà fatto?
BËL (00)
BRÜ (00)

Lord
Opera: | Recensione: |
E' molto più di un semplice cantautore. E' di più. Sette fili di canapa, me la ricordo da piccolo, anche se ancora nell' 82 non ero ancora nato
BËL (00)
BRÜ (00)

senior86
Opera: | Recensione: |
Allucinato e allucinogeno
BËL (00)
BRÜ (00)

cece65
Opera: | Recensione: |
Lo ricordo, era molto enigmatico il personaggio. Anche a me aveva molto intrigato la canzone "Sette fili di canapa", ma mi piaceva anche "Illa". Il voto al disco, più che un 3 è un 3,5.
BËL (00)
BRÜ (00)

iside
Opera: | Recensione: |
credevo che Castelnuovo Mario fosse solo un mio pallino personale, su Emule si trova tutto il Cd è stato ristampato circa dieci anni fa
BËL (00)
BRÜ (00)

therealramona
Opera: | Recensione: |
l'avevo dimenticato. grazie (?) iside. adesso aspetto una rece su mimmo cavallo. ;)




















BËL (00)
BRÜ (00)

iside
Opera: | Recensione: |
Mimmo Cavallo conosco solo due/tre canzoni..."coltiviamo i pomidori dentro vasca 'e bagno, siamo merionali stampiami figli tutti uguali"
BËL (00)
BRÜ (00)

The Punisher
Opera: | Recensione: |
Ah ah ah...si si...Mimmo Cavallo SI!!! :-)))
BËL (00)
BRÜ (00)

eldiablo
Opera: | Recensione: |
Il signore in questione è uno dei più bravi autori in circolazione. E questo esordio era già indicativo... Gran bel disco e bella recensione!

BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: