Marvin Pontiac
The Asylum Tapes

()

Voto:

L'avevo lasciato davanti al Big Club, sera umida , traffico scarso, figura caracollante che si allontanava sul marciapiede con lo sciccosisssimo abito appeso alla gruccia che ballonzolava sulla schiena.

Era stato uno strano concerto, lui e i suoi sassofoni, solitario e affascinante: quella vecchia spada tirata a lucido mi aveva dapprima perplesso, ma dopo un paio di pezzi avevo accettato il mood, e funzionò. Non ricordo i dettagli, se non quel mezzo sorriso un po' sbilenco e il saluto, dopo poche chiacchiere nel mio improponibile inglese, fuori dal locale. Un bel tipo, John Lurie.

Poi son passati eoni, mi capitò di leggere della sua malattia, il virus di Lyme, di un abbandono dell'attività, poi avevo visto i quadri che aveva iniziato a dipingere (grazie a un link in una recensione su DeBaser, credo), non esattamente memorabili. Mai più pensato a lui, negli ultimi anni. Oggi, però, ho rifatto un salto sul sito di un signore, un vero signore, Borguez, e ho scoperto il recentissimo parto del vecchio Lurie, questo "The Asylum Tapes". Ma non solo: ho scoperto che già nel 1999 aveva inciso un album, sotto le mentite spoglie della figura appositamente generata di Marvin Pontiac, e appena iniziato l'ascolto di quel disco mi son tornati davanti agli occhi la mezzaluna storta del sorriso e quello sguardo beffardo e sornione. Gran disco quello, sorprendente. Qualcuno ci aveva provato, a segnalarlo, qui, sul DeB, ma quella pagina mi era sfuggita, https://www.debaser.it/marvin-pontiac/the-legendary-marvin-pontiac-greatest-hits/recensione , così come la nuova vita di Lurie. Si, "The Legendary Marvin Pontiac Greatest Hits" è un gran bel disco, che la breve pagina di Paolos centra abbastanza.

Ora sto ascoltando questi pezzi, che fatico a descrivere. Siccome Borguez lo fa bene, incollerò le sue parole. Di mio un paio di links nei commenti e la trascrizione di una piacevole sorpresa (sono così rare) che m'è parso giusto condividere (soprattutto con quelli sufficientemente stagionati da associare il nome di Lurie alla memorabile creatura Longue Lizards)

Da Borguez:

"...24 tracce grattate via dal tempo recluso, 24 brandelli di non senso e insanità: perlopiù brevissime ossessioni, tormenti illogici, art brut da rigattiere. hollerin’, canti di prigionia, invocazioni, echi pastorali malsani. l’universo recluso di Marvin Pontiac è abitato da nani da giardino, Godzilla, orsi, maialini fuggiti, rane e un Santa Claus che si presenta in aprile senza pantaloni. ma anche invocazioni di (presunta) sanità e identità, impulsi organici, ingiurie e sconcerie, non sense e la supplica I Want to Get out of Here che assomiglia tremendamente a quel I Scream You Scream We All Scream For Ice Cream reso celebre dal film Down by Law (Jim Jarmusch, 1986) di cui John Lurie curò la colonna sonora e che, nelle ambientazioni sonore, ricorda molto il suono di questo disco.
si sono perse quelle influenze africane presenti nel disco precedente ma sono giunti dal sottosuolo gli echi dei nativi americani (I’Am A Man è un un mantra per il grande spirito): e del resto ci fu un Pontiac ben prima di Marvin!"

http://www.borguez.com/marvin-pontiac-the-asylum-tapes/

Da Dagospia (ebbene si, l'ho trovata lì) intervista a Lurie del 2014:

http://www.dagospia.com/rubrica-2/media_e_tv/john-lurie-vivo-vive-caraibi-new-york-purtroppo-non-pi-87952.htm

Questa DeRecensione di The Asylum Tapes è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/marvin-pontiac/the-asylum-tapes/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Venti)

odradek
Opera: | Recensione: |
The Legendary Marvin Pontiac Greatest Hits
The Legendary Marvin Pontiac - Greatest Hits
The Asylum Tapes
Not Found


BËL (00)
BRÜ (00)

odradek: Nn dare retta a "not found": funziona perfettamente.
JonatanCoe
Opera: | Recensione: |
Bingo! Due piccioni con una fava: a parte il bel disco suggerito ho scoperto una sfiziosa radio con tanto di podcast!
BËL (01)
BRÜ (00)

odradek: Borguez è un giovanotto che da anni cura un posto ricchissimo di musiche non banali. Ed è persona gentile. - Guarda il commento sopra, per trovare i 2 dischi del signor Pontiac
JonatanCoe: The Legendary Marvin Pontiac Greatest Hits è partito mentre The Asylum Tapes mi risulta realmente Not Found
odradek: L'ho appena usato, era perfettamente attivo. Prova a passare da Borguez, cliccando su autore e titolo nei commenti
JonatanCoe: Trovato per vie traverse! Poi ti dico, eh!
imasoulman
Opera: | Recensione: |
scusi, di quale Big Club parla? Per caso quello che...
BËL (01)
BRÜ (00)

imasoulman
Opera: | Recensione: |
Ella ha scambiato due parole con John Lurie? E poi dice che uno non deve invidiare..
BËL (00)
BRÜ (00)

odradek: Era un po' fatto, non ricordo di cosa parlammo, mi sembra che io avessi sentito parlare di un film che si vociferava stesse girando, lui sembrava non saperne niente, ma sembrava anche fingesse di. Poi arrivò un giovanotto, gli disse che dovevano andare, rimanemmo ancora un po', poi mi disse: devo andare a mangiare questa pizza, vuoi venire? Declinai e lui andò via da solo, verso 'sta pizzeria, con la gruccia con l'abito anni '50. Mentre l'osservavo allontanarsi nell'aria si sentiva echeggiare Harlem Nocturne... Lounge Lizards - 02-Harlem Nocturne
imasoulman
Opera: | Recensione: |
PS: la foga Le ha fatto storpiare il sacro nome di Lounge Lizards...poco male, chi sapeva, sa e chi doveva capire ha sergio caputo
BËL (00)
BRÜ (00)

odradek: Eh, andrebbe riletta, prima di cliccare... Lascio così, anche per Caputo.
imasoulman
Opera: | Recensione: |
passeremo dunque dalla Biblioteca di questo munifico sig. Borguez...gracias
BËL (00)
BRÜ (00)

Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Opera: | Recensione: |
Conosco The Legendary (forse proprio grazie alla rece di Paolos, chissà...) ed è un ascoltare meraviglioso, di quelli che mi immagino invitare a cena una donna bellissima nel mio open space all'ultimo piano di un palazzo in centro, io molto disinvolto e sicuro di me tra i fornelli, lei molto molto eroticamente disinvolta nel suo vestito che le lascia nuda la schiena. La faccio entrare, le prendo il cappotto, le verso del vino e poi le dico: "Ti va un po' di musica?" e senza aspettare che lei risponda metto su Marvin Pontiac... ed è a quel punto che lei, mordendosi il labbro, mi confida che solo quando sono dentro di lei si sente veramente donna. Subito dopo, mia moglie mi sveglia con un rutto, ricordandomi che domani ritirano l'umido, quindi smettila di ascoltare sto tizio con la voce da tranz che c'è la crosta del gorgonzola che fa una puzza che non si può stare...
BËL (04)
BRÜ (00)

odradek: Sapessi che a ogni roba che scrivo ti palesi con questi commenti la cui natura sentimentale mi commuove ogni volta di più, scriverei ogni giorno. Ma so che devo farmi bastare la grazia di ogni singolo, preziosissimo post. Grazie d'esistere.
MikiNigagi
Opera: | Recensione: |
Beh ma di Dagospia bisogna avere tuttora un gran rispetto, nonostante tutto
BËL (00)
BRÜ (00)

MikiNigagi: Bentornato in rece, mandane mandane
odradek: Maddai, e perché mai, di grazia?
MikiNigagi: beh hanno il cinema dei giusti. poi di approfondimenti interessanti, e raramente tendenziosi, ne pubblicano, e il fatto che siano spersi in un mare di stronzate (dichiarate) rende il sito una specie di roccaforte storica della meta-informazione. hanno un'impaginazione che rasenta il clickbait, ma lo fa con uno stile unico (molto più stile che della clickbait policy delle maggiori testate online, molto più "titoli" dei titoli stile vice). esteticamente poi è spettacolare, e anche le forme espressive stile cronaca vera, applicate al gossip e al costume, evidenziano l'idiozia della roba idiota come forse in nessun altro posto nel www
MikiNigagi: e non è possibile che non siano scelte consapevoli, appunto perché c'è anche roba buona. d'agostino once sul pezzo, forever sul pezzo
odradek: Insomma, la tua è una apologia della merda , della sua estetica, associata al tentativo di conferimento di dignità etica. No, sono troppo basico per accettare quel piano: meta qui, meta lì, s'è salvato tutto, e anzi, le frattaglie hanno il sopravvento. invece spazzerei quasi ogni cosa, lasciando solo l'osso, anzi il midollo. Senza meta minchie possibili. Ma so che ormai è impossibile, il che non implica il fatto che m'adegui. Di D'Agostino non parliamo.
MikiNigagi: e invece dico che nella sua esagerazione, merda merda non è. è un'operazione chiara almeno, zero ambiguità. e non lo dico per la logica del meno peggio, ma anche per conferire la giusta dignità pionieristica. poi d'agostino è quello che è, però ospita giusti, ad esempio, e i giornali li ho sempre valutati anche in base alle scelte di chi fa cosa. cioè, al fatto quotidiano hanno scanzi: cosa ne possiamo pensare del fatto quotidiano?
se è venuto fuori un elogio del postmoderno per cui la merda è bella, mi sono espresso male.
odradek: Dignità pioneristica de che? Non temo di apparire per quel che sono, un vecchio babbione con poche, malferme ma inderogabili opinioni: la qualità oggettiva di quanto si definisce "cultura" e "informazione" è talmente irrisoria, da tempo, che chiunque sia "pioniere" di tali derive è pioniere della merda. Non escludo dall'ambito il Giusti. Solo la deprimente condizione del cinema italiota poteva conferire all'epopea archeologica delle minchiatine il rango e la visibilità che hanno. I giornali, poi, tranne rarissime eccezioni, sono ancor più deprimenti, per l'appiattimento verso lo sprofondo (il basso è poco, il basso sarebbe già qualcosa). I personaggini che li abitano ritagliano i loro spazi di visibilità pigiando sui tasti più funzionali, nell'orticello che le varie testate presidiano: Scanzi è insopportabile, insostenibile, ma non peggio di molti altri. No, davvero, non riesco (ho proprio riluttanz fisica) ad entrare nella logica che proponi.
MikiNigagi: Beh epopea archeologica delle minchiatine mi pare tanto, ma tanto riduttivo. L'agiografo Giusti non mi interessa, mi interessa il Giusti come uno dei più lucidi e versatili sul contemporaneo. E poi è uno che ha l'approccio da appassionato, da tifoso, prima di quello da studioso.
MikiNigagi: Per il resto, ovvio che scanzi non sia l'anticristo in un mondo di opinionisti retti, però emblematico lo è. E sì, rappresenta l'avversario da combattere. In generale non so neanche se sono in disaccordo con te, ma ultimamente ho le categorie di giudizio molto flessibili e sono accondiscendente, forse anche arreso. Ti ho bruttato il commento perché scrivo dal cellu con le dita gelate.
odradek: Beh, ma tieni conto di quel che ti ho detto: un vecchio babbione con poche, malferme ma inderogabili opinioni. Sarà pure versatile, sarà pure lucido, ma riguardo a 'sto contemporaneo, che mi fotte? Mai stato contemporaneo, neanche da piccolo: il mio regno non è di questo mondo :)
MikiNigagi: Zio da una parte sono alle prese con le novelle del bandello, dall'altra coi poeti post-neoavanguardisti. Non ho lo sguardo contemporaneo come diceva bugo: ho lo sguardo sincronico e ubiquo. Lo vedo da qua che non è vero per niente che non ti fotte del contemporaneo
lector
Opera: | Recensione: |
Il vinile del primo Lounge Lizard consumato dagli ascolti e conservato come una reliquia, Down by Law che per un sacco di tempo, dopo essere riusciti con inenarrabili difficoltà finalmente a vederlo, io ed i miei amici ci siamo chiesti se fosse il film più bello che avessimo mai visto, il gratest hits di Marvin Pontiac che rimane uno dei dischi da portarsi sulla famosa isola deserta.....
Ed ora ecco un nuovo Marvin Pontiac, accompagnato dalle righe di Odradek (bello il ricordo del suo concerto).
Natale si avvicina.
BËL (01)
BRÜ (00)

odradek: Quindi, come al solito, son l'ultimo a sapere le cose, conoscevate tutti The Legendary ecc . Beh, almeno così mi consento sorprese postdatate. - Sai cosa? A me fece quell'effetto "Stranger Than Paradise". - P:S. approfitta del blog di Borguez, dei podcast e soprattutto del blog siamese Uabab: cose buone dal mondo (la paginetta l'ho scritta anche per dare visibilità a lui)
lector: Davvero utile il link a Borguez, gran bella segnalazione. Grazie Odra.
nangaparbat
Opera: | Recensione: |
Recensione davvero fica!
BËL (00)
BRÜ (00)

proggen_ait94
Opera: | Recensione: |
Hai scritto troppo poco
copertina che mette molta pace
torno ci torno
BËL (00)
BRÜ (00)

proggen_ait94
Opera: | Recensione: |
stica è impossibile da scovare. mi scarico quello che consigli nella rece
BËL (00)
BRÜ (00)

proggen_ait94: aspetta aspetta, tutto si risolve
bel bloggone
odradek: Ma com'è che non riuscite a scaricare da uploaded? Ogni volta che clicco su link che ho messo nel commento si apre e funge...
proggen_ait94: sisi è che non sono proprio il massimo io in ste robe
proggen_ait94: hai soulseek odra?
odradek: no
nes: (Fischi dal pubblico)
proggen_ait94: te lo consiglio un sacco, è il miglior programma per trovare musica "rara" su internet
per di più puoi condividere la tuaaaa
link rotto
dovrebbe partire subito il download
sfascia carrozze
Opera: | Recensione: |
Oh, yés: grande Borguez!
BËL (00)
BRÜ (00)

dipsomane
Opera: | Recensione: |
questo nuovo del buon Lurie non lo conosco, come non conoscevo il buon Borguez... buon pro mi faccia. bella e utile rece, buon odradek...
BËL (00)
BRÜ (00)

Festwca
Festwca Divèrs
Opera: | Recensione: |
Lo sto ascoltando, mi piace molto e mi ricorda per certi versi il compagno di cella Tom.
BËL (01)
BRÜ (00)

odradek: Eh, si, più o meno quel che ho pensato al primo ascolto :)
nes
nes
Opera: | Recensione: |
mai sentito nominare, ma incuriosisci.
Cerco. Non so quando. Lavoro anche oggi. Anche domani. Anche dopodomani. Domenica potrei cercare, ma credo affogherò nella droga. Comunque cercherò, grazie.
BËL (00)
BRÜ (00)

odradek: Scarica il primo, i links sono nel primo commento. Buona domenica.
ALFAMA
Opera: | Recensione: |
non conosco manco di striscio, ma ammetti di non essere un grande consapevole conoscitore dell' universo Blue. Poi a ben pensarci molti dischi che amo contengono una molecola Blues. Ma non è mai troppo tardi per godere.
BËL (00)
BRÜ (00)

odradek: E poi non è davvero blues, anche se l'attitudine c'è, ma come carsica... lo descrive bene il testo di Borguez che ho appiccicato in fondo. E comunque si, quella molecola è quasi sempre presente.
hjhhjij
Opera: | Recensione: |
Proprio un bel tipo John Lurie. La creazione di un vero e proprio nuovo artista è stata una mossa degna di quel cervellino vulcanico e il progetto Marvin Pontiac è francamente davvero valido. Tu, splendido.
BËL (00)
BRÜ (00)

omahaceleb
Opera: | Recensione: |
Battiato docet, ci vuole un'altra vita regà. Per starvi dietro, dico, per ascoltare tutto quello che proponete, devo fare qualcosa. Sono davvero pagine degne dell'ometto che sei,odra. Grande.
BËL (00)
BRÜ (00)

omahaceleb
Opera: | Recensione: |
ma Borguez è quello dell' Alef?
BËL (00)
BRÜ (00)

Bartleboom: No. È il tennista che stava con la Bertè. Quello che una modella gli ha fatto un pompino, poi si è tenuta la crema pasticciona in bocca, l'ha messa in una provetta e ci si è fatta inseminare, così oggi Borguez è costretto a fare il DJ personale a casa di Odra per mantenere il pupo.
omahaceleb: Con la formaggia di Borguez c'è chi ha tirato su tre gemelli. Sai gli assegni familiari.

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: