Paradise Lost
Gothic

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


"Locked inside this peaceful tomb, entwined on seas of endless bliss…"

Come i Death del compianto Chuck Shuldiner con il loro monicker così anche i Paradise Lost sono riusciti nell'ardua impresa di sintetizzare pienamente un intero modo di concepire la musica Metal semplicemente dando un titolo ad un disco ormai leggenda. Quanti gruppi infatti possono vantarsi di essere stati autori di un disco ispiratore e che ha svolto una funzione quasi evangelizzatrice soprattutto ma non solo, per quelle band all'epoca ai primi passi e che invece ora sono ai vertici assoluti del loro genere? Ormai molto pochi. Registrato con il supporto di una piccola orchestra GOTHIC è invece uno dei dischi fondamentali per capire la successiva evoluzione dei generi che ne sono stati palesemente influenzati ossia il Doom dei primi anni 90 e il Gothic (con Gothic Metal intendo dire il "vero" Gothic Metal; non quelle centinaia di gruppi che sostenuti dalle mode infestano il mercato con dischi di dubbia onestà e valore).

Come al solito incentrato su temi difficili come il dolore e la sofferenza a cui è condannato l'essere umano, a livello lirico l'album risente la pesante influenza del poema di Milton intitolato appunto "Paradise Lost" opera meravigliosa che narra gli eventi della Genesi biblica visti dall'ottica dell'uomo che paga ingiustamente il prezzo del desiderio della conoscenza di se stesso e del mistero della Vita e della Morte con il dolore eterno e la sofferenza perpetua. Ad aprire l'album è la title-track vero manifesto di tutto il disco. Il terrificante growling di Holmes declama parole di disperazione mista a rabbia, le composizioni sono plumbee e le chitarre di Mackintosh hanno un suono talmente cupo da risultare perfettamente inserite nel brano come urla lancinanti di dolore creando qualcosa di maestoso, raffinato ed inquietante. Altro elemento innovativo è l'utilizzo della voce femminile che accompagna con buoni risultati Holmes in gran parte dei brani.

 L'orchestra svolge alla perfezione il suo compito senza mai sovrastare la band e il risultato sono brani come "Rapture" o "Eternal" una delle canzoni più amate dai fan un capolavoro di livello assoluto. Altri highlights sono "Silent" in cui Holmes canta con una voce che farebbe impallidire chiunque ma sopratutto "The Painless" forse il brano migliore, vera gemma nera che rappresenta la sintesi ideale di tutti gli elementi cardini di questa opera magniloquente e profonda come forse mai per quanto riguarda il gruppo di Halifax. Il compito di chiudere è affidato alla strumentale "Desolate" interamente orchestrale e che termina nel modo più nero possibile questa gemma, perchè alla fine tutto ciò che potrete udire sarà il debole suono di una campana a lutto…

Questa DeRecensione di Gothic è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/paradise-lost/gothic/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Diciassette)

jigoro
Opera: | Recensione: |
Evvai,sono il primo.Bravo Norv,sei sempre su livelli alti,questi non li conosco ma credo che siano l'ennesima band doomgothicsuicidiotombanecrofiliaca zzochemerdalavitaviviamotristicheèm egliotrovatemiunapistolachemisuicid o,però basta il fatto che tu mi abbia nominato i Death e Chuck ed ecco un 5 sulla fiducia :))))
BËL (00)
BRÜ (00)

jigoro
Opera: | Recensione: |
Autentication in progress...
BËL (00)
BRÜ (00)

Rooster
Opera: | Recensione: |
Ah, questo disco meritava una buona recensione, anche solo per l'importanza storica. Come già dissi l'ho però ascoltato troppo poco, è moooolto pesante, forse dovrei rimediare.
P.S. Scommetto che parlando di "vero Gothic Metal" intendi sfrecciare i Lacuna Coil.
BËL (00)
BRÜ (00)

Norvheim
Opera: | Recensione: |
Mah non era proprio un preciso riferimento a loro, era più in generale una frecciata a tutti i gruppi pseudo-gothic.
Sicuramente ci sono anche loro nella lista ma ti assicuro che sono in compagnia di gruppi anche molto peggiori.
PS : dovresti ascoltarlo questo disco! Provaci! E' davvero molto pesante però ti assicuro che ne vale la pena...
BËL (00)
BRÜ (00)

Rooster
Opera: | Recensione: |
Mmmmmh....D'accordo!
BËL (00)
BRÜ (00)

Rooster
Opera: | Recensione: |
Sì, in effetti quando l'ho ascoltato la prima volta non capivo un cazzo. Sentito oggi non mi sembra più neanche troppo pesante e ne riconosco appieno il valore, anche storico, il Gothic Metal parte da qua. Piuttosto, presto uscirà il decimo lavoro della band, intitolato proprio "Paradise Lost", e Holmes ha dichiarato che è l'album più heavy che hanno realizzato negli ultimi dieci anni... C'è di che sperare.
BËL (00)
BRÜ (00)

Norvheim
Opera: | Recensione: |
Beh speriamo perchè gli ultimi lavori erano stati una delusione.
Speriamo in bene sai di preciso quando esce?
BËL (00)
BRÜ (00)

Rooster
Opera: | Recensione: |
La data d'uscita credo non sia ancora stata definita, però le registrazioni sono ultimate e la tracklist è già visibile.
BËL (00)
BRÜ (00)

Rooster
Opera: | Recensione: |
Bene, la pubblicazione è prevista per il 21 febbraio.
BËL (00)
BRÜ (00)

Il Grande Hallel
Opera: | Recensione: |
Non mi piace molto ma ha un grandissimo valore storico
BËL (00)
BRÜ (00)

sa morte niedda
Opera: | Recensione: |
Se il valore di questo disco fosse solo storico... Tuttavia credo che parecchi gruppi che subirono l'influenza di questo disco vengano snobbati ingiustamente, e primi tra tutti proprio i Lacuna Coil, che ritengo non avere proprio nulla a che fare con gli Evanescence (ecco un autentico gruppo-virus).
BËL (00)
BRÜ (00)

sa morte niedda
Opera: | Recensione: |
va beh mi taglio le dita... ti do 5 solo x non rovinarti la media anche se meriteresti 4 a mio avviso. Mentre per il disco non basterebbe nemmeno 5x10^97
BËL (00)
BRÜ (00)

Norvheim
Opera: | Recensione: |
Va beh ma se merito 4 secondo te, mettilo pure. Accetto anche le critiche con serenità.
BËL (00)
BRÜ (00)

Fabietto
Opera: | Recensione: |
Bella Recensione..e che gran disco!!!!!!

BËL (00)
BRÜ (00)

SUPERVAI1986
SUPERVAI1986 Divèrs
Opera: | Recensione: |
doppio 5 !!!!!
BËL (00)
BRÜ (00)

Hell
Hell Divèrs
Opera: | Recensione: |
Hellring
Opera: | Recensione: |
Neanche questo mi convince più di tanto, tranne la titletrack che è un capolavoro assoluto.
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: