Patto
Patto

()

Voto:

In principio furono i Timebox.

Dopo una serie di singoli pubblicati e delle fugaci apparizioni televisive, che evidentemente non fecero aumentare il successo del gruppo, il tastierista Chris Holmes, decise di lasciare la band. In seguito suonerà con i Babe Ruth della cantante Jenny Haan (chiii?!?!), altro gruppo interessante dell' immenso underground inglese del periodo. Dopo la defaiance del mai rimpianto tastierista, i quattro ragazzi rimasti, al secolo Mike Patto (voce), Clive Griffiths (basso), John Halsey (batteria) e Peter "Olly" Halsall (chitarra, piano e vibrafono), cambiarono nome del gruppo. Da qui, siamo intorno al 1970, saranno i Patto, dal soprannome del loro cantante.

Il loro primo album omonimo, uscito lo stesso anno, non ebbe molto successo commerciale, anzi non ne ebbe affatto, così come quelli che verranno, ma la loro musica era semplicemente unica.Una miscela di jazz - rock elettrico con qualche spruzzata di progressive; la solita roba, starà già pensando chi non li ha mai ascoltati, ma la voce rovente di Mike Patto, adagiata su una sezione ritmica in continuo movimento, con alla chitarra le dieci dita più impressionanti del periodo (e non so se sia leggenda o verità, ma la povera anima di Olly Halsall aveva imparato a suonare solo un paio di anni prima) li rendono qualcosa di mai sentito prima d' ora. Provare per credere.

Già la prima traccia del disco dovrebbe bastare per convincere anche i più scettici. "The Man" è (Luca Giurato mi passi il termine) sempliscemente meravigliosa, con un inizio che è una sorta di trabocchetto per l' ascoltatore, che dopo un assolo di vibrafono viene travolto da un crescendo a dir poco impressionante. La perfetta dimostrazione di come il gruppo sappia spaccare (per dirla in maniera giovanile) senza necessariamente fare rumore. Eh sì, troppo facile così. Sentitevi cosa fa la batteria, va là... Altro ottimo esempio dell' alchimia che avevano insieme i musicisti è "Hold Me Back", con le evoluzioni alla chitarra a farla da padrone. Ma i nostri se la cavavano anche in fase acustica e la prova è "Time To Die", dove abbiamo la possibilità di renderci conto dell'evocatività alcolica della voce del cantante. Compongono l' opera altre cinque tracce, tutte spettacolari per un motivo o per l' altro, che siano i fraseggi della SG di Halsall, non limitati alla sola pentatonica, ma in continua evoluzione, per il rullante raffinato di Halsey, per la voce roca e potente del cantante simile per certi versi a Joe Cocker o per i ricami del bassista, che disegna il giusto sfondo per le pennellate dei solisti.

Ecco come era composta la tracklist su LP, in cui la prima facciata vedeva canzoni composte da tutti i componenti, mentre la seconda solamente da Halsall e Patto:

- Lato A:

  The Man

  Hold Me Back

  Time To Die

  Red Glow

- Lato B:

  San Antone

  Government Man

  Money Bag

  Sittin' Back Easy

Questa DeRecensione di Patto è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/patto/patto/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (VentiSei)

ArnoldLayne
Opera: | Recensione: |
Bello anche Hold your fire
BËL (00)
BRÜ (00)

Festwca
Festwca Divèrs
Opera: | Recensione: |
Bellissimo, potrebbe stare tra i classici. Mi ricordano un po' i May Blitz. La mia preferita è Hold Me Back (che tiro funkettaro), Money Bag è una randellata sulle bolas però.
BËL (00)
BRÜ (00)

Slim
Opera: | Recensione: |
E San Antone dove la mettiamo? Ollie Halsall, insieme a Allan Holtzworth uno dei più grandi virtuosi del suo tempo....
BËL (00)
BRÜ (00)

psychopompe
Opera: | Recensione: |
beddo sto disco! cioè devo ancora digerirlo per bene(purtroppo ce l'ho ancora in mp3 aspetto l'acquisto per sentirlo con la necessaria calma) ma mi sembra molto interessante.
BËL (00)
BRÜ (00)

Opel
Opera: | Recensione: |
Un gruppo incredibile che nn ha avuto il successo meritato. Mike grandissimo cantante, Ollie Halsall (nn Olly) per quanto mi riguarda uno dei chitarristi più sopraffini che conosca. Money Bag è un pezzo a dir poco eccezionale, sono i Patto che apprezzo di più, pure sfuriate chitarristiche senza (apparentemente) un filo logico. Bello anche "Hold Your Fire", + curato nei particolari ma meno incisivo di questo (grande) lavoro! Il voto sarebbe un 4,5.
BËL (00)
BRÜ (00)

Opel
Opera: | Recensione: |
xSlim: Holdsworth :)
BËL (00)
BRÜ (00)

the green manalishi
Opera: | Recensione: |
eh kaiser non ho mai tempo di ascoltarlo bene!
BËL (00)
BRÜ (00)

OleEinar
Opera: | Recensione: |
Oddio! Finalmente qualcuno l'ha fatta la rece di 'sto disco della madonna, così mi hai tolto dagli impicci perchè volevo farla io ma non mi veniva niente di adeguato. @Fest, May Blitz? Ok, ma più blueseggianti i Patto no? E poi, anche se il primo dei May mi piace parecchio, questo gli sta decisamente sopra, ma di netto proprio. @Psycho, ma scherziamo? Non ti parlerò più finchè non avrai raccattato la ristampa Repertoire mini-LP, ti giuro che non le staccherai gli occhi di dosso tanto è bella. Vabbè comunque meno di 5 non dò, questo è tra i miei 10 ascolti preferiti degli ultimi tempi. Ah, sulla ristampa Repertoire c'è anche una bonus-track di 14 minuti che è tutto grasso che cola. Vedete di ascoltarvelo per bene questo mi raccomando ;-)
BËL (00)
BRÜ (00)

psychopompe
Opera: | Recensione: |
stà zitto ole sono in bolletta sparata, mi è aumentato l'affitto, devo comprarmi una macchina, ho appena acquistato una miniatura 25 cm di Cthulhu dall'America, fra 6 mesi mi nasce un figlio, e mi sa che c'ho pure i pidocchi, quindi vaderetrorepertoire! Anche se a marzo torno a Tokyo per lavoro e mi ricordo si trovavano a due lire i Patto, per cui....
BËL (00)
BRÜ (00)

OleEinar
Opera: | Recensione: |
Mi sta scendendo la lacrimuccia psycho. Dai, mandami l'indirizzo che per la nascita del pargolo al posto dei soliti vestitini ti mando in regalo una copia dei Patto, che mi sa che apprezerai di più :-)
BËL (00)
BRÜ (00)

OleEinar
Opera: | Recensione: |
Oh, nei miei ultimi 100 commenti ho scritto 50 volte "ristampa Repertoire in mini-LP"... che debba preoccuparmi?
BËL (00)
BRÜ (00)

psychopompe
Opera: | Recensione: |
almeno fatti fare un calco in gesso del pene da quelli della repertoire. Stai diventando un loro PR in pratica! Cmq i Patto si trovano pure Akarma o sbagghio?
BËL (00)
BRÜ (00)

OleEinar
Opera: | Recensione: |
E' probabile ma vuoi mettere la bellezza? Se decido di avere un disco originale a quel punto mi spendo 5 euro in più e mi prendo l'edizione più bella! Comunque sì, sto dando da mangiare a quelli della Repertoire, sto raccattando tutti quelli in edizione limitata: l'altro giorno ho preso certi Gravy Train (speriamo bene) e ora sto cercando gli Still Life, i Tudor Lodge, i Fuzzy Duck e i Clear Blue Sky... Decisamente devo disintossicarmi.
BËL (00)
BRÜ (00)

psychopompe
Opera: | Recensione: |
prenditi st radigunds degli Spyrogira della repertoire, me piace proprio. I Tubor Lodge mi sembrano insopportabili, ma sentiti male. Dimmi come sono still life e gravy train, visti ma mai acquistati (non perchè non volessi,ma perimotividicuisopra)
BËL (00)
BRÜ (00)

Cristo
Opera: | Recensione: |
gravy train li recensii. gran bel disco (A Ballad Of) A Peaceful Man, l'unico che ho ascoltato, la prima facciata di quello che era l' LP è qualcosa di straodrinErio
BËL (00)
BRÜ (00)

OleEinar
Opera: | Recensione: |
Il disco degli Spiro lo conosco Psycho, anche se non ce l'ho originale (ma l'avrò :D), mentre di folk ho preso i Dando Shaft (quello coi giocattoli in copertina) che sono decisamente belli se ti piace il genere. I Tudor Lodge li prendo perchè la versione in mini-LP apribile con svolazzi vari è troppo bella, spero non mi facciano proprio cagare ma non penso :-) Dei Gravy Train ho sentito solo due o tre pezzi e non erano male, ma ti saprò dir meglio. Ah, gran belli i T2 che se non sbaglio m'avevi consigliato tu.
BËL (00)
BRÜ (00)

Cristo
Opera: | Recensione: |
allora già che ci siamo, ascoltatevi il primo dei Toad e anche i circus 2000 di an escape from a box. Mamma miaaaa!!!!
BËL (00)
BRÜ (00)

psychopompe
Opera: | Recensione: |
si e grazie al mio consiglio mi sa che ti sei preso l'ultima copia esistente a prezzi abbordabili su cdbox.it....grrr...dai almeno ho pensato anche alle tue tasche. E indirettamente alle mie. Adesso Cristo vado a leggermi la tua rec, sorry non l'avevo proprio vista.
BËL (00)
BRÜ (00)

trellheim
trellheim Divèrs
Opera: | Recensione: |
Porca zozza, congratulazioni psycho!
BËL (00)
BRÜ (00)

puntiniCAZpuntini
Opera: | Recensione: |
Bellissimo.
BËL (00)
BRÜ (00)

OleEinar
Opera: | Recensione: |
Azz davvero psycho? Non sai quanto mi dispiace :-))
BËL (00)
BRÜ (00)

Lord
Opera: | Recensione: |
Non l' ho
BËL (00)
BRÜ (00)

Slim
Opera: | Recensione: |
Mah, secondo me le stampe della Karma sono di qualità veramente scarsa.... Molto meglio Repertoire.
BËL (00)
BRÜ (00)

psychopompe
Opera: | Recensione: |
beh hai ragione, non tanto per il booklet (se volessi VERAMENTE un'edizione di un disco vecchio BELLA mi compro il 180 gr in vinile) quanto per la rimasterizzazione, che in alcuni album della beneamata Akarma è fatta alla pene di canide.
BËL (00)
BRÜ (00)

fabrizio_71
Opera: | Recensione: |
disco bellissimo pieno di idee, originale e graffiante
BËL (00)
BRÜ (00)

R13566776
Opera: | Recensione: |
Sentendo Money Bag (o forse era L'Alternate Take di "Air Raid Shelter" da Hold Your Fire...non ricordo) dall'altra stanza,mio padre pensava stessi sentendo un qualche fiato dei Soft Machine....la fluidità di Halsall è impressionante!
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: