Pitchshifter
Desensitized

()

Voto:

Versioni: v1 > v2

Già l'ho scritto e già l'ho detto molte volte: il 1993 è stato un anno spaventoso, disturbante, micidiale dal punto di vista delle uscite discografiche targate Death Metal et generi similari. A memoria, ormai fallace ma non troppo, mi vengono in mente Death, Morbid Angel, Carcass, Pestilence, Atheist, Sepultura, My Dying Bride, Cynic, Entombed, Dismember, Katatonia, Anathema. Tutti lavori che hanno enormemente contribuito a danneggiare il mio apparato uditivo (e non soltanto quello di apparato...). E tra queste devastazoni bisogna annoverare anche i terrorsti sonori Pitch Shifter che pubblicarono, sotto la sicura guida della label "Earache Records", il loro secondo lavoro sulla lunga distanza.

Si formano a Nottingham nel 1989 guidati dai giovanissimi fratelli Clayden. Pubblicano il primo grezzo, e non ancora del tutto a fuoco, Industrial nel 1991; poi è la volta del capolavoro Industrial-Death Submit dell'anno seguente. Un mini album che per me rimane ancora il loro vertice non più raggiunto, nemmeno da Desensitized.

Ci troviamo dinnanzi ad un concept album inerente la disumanizzazione della società umana con uno scopo ben preciso: ridurre tutti in schiavitù.

Dodici brani con alcuni brevi spezzoni parlati della durata di pochi secondi.

Con un uso sempre maggiore della sperimentazione a livello sonoro; aumentano a dismisura le parti campionate, elettroniche.

Si affidano ad una batteria umana squadrata, tagliente, secca, martellante.

E' il suono imperioso, onnipresente, ciclico di un basso a dettare le trame iniziali di ogni singola canzone; vengono aggiunti nel crogiolo siderurgico assordanti rumori di chitarra dai toni ribassati alla Godflesh. La voce di uno dei due fratelli Clayden si avvicina in alcuni frangenti a quella del profeta Al Jourgensen dei Ministry. Termini di paragone schiaccianti, importanti per un disco che a pochi istanti di tregua.

Un martellamento continuo, incessante con un riuscito tentativo di dare un'impronta "di facile ascolto" rispetto ai sulfureo mini LP dell'anno prima.

Proseguiranno la carriera abbandonando quasi del tutto il Death-Industrial; Dub e loop elettronici diventeranno gli ingrendienti principali degli altri album pubblicati a seguire. Non sarà più la stessa cosa per me.

Ad Maiora.

Questa DeRecensione di Desensitized è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/pitchshifter/desensitized/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Otto)

sfascia carrozze
Opera: | Recensione: |
In effetti credo sia da allora che non lo sento (ascolto).
Mi sembra di ricordare che il loro primo Lp e forse anche il secondo non mi dispiacesse.
Forse.
Ma all'epoca avevo gusti assai bifolchi.
Più o meno come quelli di oggi.
In pratica mi ricordo che non mi ricordo gnente-di-nulla.
As usual.
BËL (01)
BRÜ (00)

spiritello_s: Non sa e non si ricorda gnentedinulla...o come ci ri3sce?
spiritello_s
Opera: | Recensione: |
Recensione completa ed esaustiva. 5 per contribuire al manteninento della cosca autoreferenziale di debaser.
BËL (01)
BRÜ (00)

De...Marga...: Ben detto...
Pinhead
Opera: | Recensione: |
Al posto di papà Clayden li avrei presi a calci in c##o a tutti e due e via a lavorare, altro che death metal.
BËL (01)
BRÜ (00)

spiritello_s: Detmetal solo se portavano a casa una sufficienza.
De...Marga...: Ecco mi mancava questo Pinhead!!!
Pinhead: Beato che lo sopporti :-)
De...Marga...
Opera: | Recensione: |
Modifica alla recensione: «Qualche minimo ed abituale aggiustamento». Vedi la vecchia versione Desensitized - Pitchshifter - Recensione di De...Marga... Versione 1
BËL (00)
BRÜ (00)

lector
Opera: | Recensione: |
Questo mi passò tra le mani quando uscì. Li ricordo come una promessa non mantenuta.
BËL (02)
BRÜ (00)

De...Marga...: In effetti dopo questo disco si misero troppo a "giocare" con l'elettronica rovinando in parte una carriera che molto prometteva.
Johnny b.
Opera: | Recensione: |
Non mi sono dispiaciuti anzi li ho apprezzati molto. Sicuramente approfondiro gli album precedenti.
BËL (01)
BRÜ (00)

De...Marga...: Parti dal mini "Submit" che ho recensito...non ricordo se come De.Marga o Genital Grinder però!!
IlConte
Opera: | Recensione: |
Ahahahahah sei il migliore ... Dopo quello che se ne e' andato perché era il miglioooooore ma non glielo dicevano!!!
BËL (02)
BRÜ (00)

spiritello_s: Sono sempre i migliori ad andarsene.
sfascia carrozze: Anche qvesta è una mera leggenda metropolitana: io, peresempio, sono (ancora) qùà.
spiritello_s: Allora io sono Qui ed il nobile decaduto è Quo.
De...Marga...: .....AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA....sbadabam.. ..ribaltato!!!!!!!!
Kagayama
Opera: | Recensione: |
Il Sommo Imperatore Kagayama, nonchè Cosmopavone e Arcivescovo pro-tempore di Costantinopoli, approva questo dattiloscritto e lo promuove a status di Illustre Panegirico, il tutto a decorrere da oggi e con effetto immediato.
BËL (02)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: E' qvesto l'imperatore giusto!
spiritello_s: Saluti dalla Regina Himika.
De...Marga...: Orgoglio e dignità...

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: