Polvo
Celebrate the New Dark Age

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Riuscire ad infilare un capolavoro in una discografia non è cosa da tutti, ancor meno da tutti è infilarne almeno (e dico almeno) quattro, questo è quanto fecero i Polvo negli anni 90, tra le cose migliori uscite dalla scena indie americana di quegli anni, le chitarre di Bowie e Brylawski sono state le più geniali ed inventive del periodo (insieme a quella di Duane Denison, doveroso dirlo) questo ep datato 1994 fa parte della sfilza di capolavori tirata fuori dai nostri. I Polvo sono i Polvo e... cazzo non c'è niente da fare, sono storti, meravigliosamente storti, sono un' anomalia vivente, indie rock trasandato cammuffato da math-core oppure math-core cammuffato da indie rock trasandato, alla fine non importa, perchè questi ci davano assai dentro e con una personalità tale da essere quantomeno unici e non somigliare a nessun' altro, ed anche questo non è da tutti. Questo ep rappresenta forse l' apice per quel che concerne il puro songwriting della band, dal suo souno secco, impastato in dense viscosità noise fuoriescono delle gemme sbilenche ed intricate, "Tragic Carpet Ride" è semplicemente debordante, ansiogena, nevrotica e con una cazzo di melodia che ti si stampa nel cervello, le strutture dei brani sono deformi, come nel caso della pazzesca opener "Fractured (Like Chandeliers)", tutto un susseguirsi di caos organizzato e svolazzi noise puntellati da melodie strepitose, ci sono poi episodi come "City Spirit", "Solitary Set" o lo strumentale "Old Lystra", enigmatiche, sfuggenti e contorte su loro stesse in trame disordinate e circolari. Il disco è trabordante di un' espressionismo istintivo, in "Every Holy Shroud" la foga esecutiva e le intelaiature sonore razionali collidono in maniera decisiva, generando sconvolgimento e confusione, un continuo scontro tra raziocinio e istinto, il cerchio si chiude con "Virtual Cold", un' intorpidito, ipnotico e melanconico moto circolare posto sul finale di questa celebrazione della nuova età oscura.

Questa DeRecensione di Celebrate the New Dark Age è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/polvo/celebrate-the-new-dark-age/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Sette)

Caspasian
Opera: | Recensione: |
"I Polvo sono i Polvo e... cazzo non c'è niente da fare": è perfetta...
BËL (01)
BRÜ (00)

sfascia carrozze
Opera: | Recensione: |
Mi sembra che in effetti mi piacevano.
Ma non mi ricordo più gnente-di-nulla.
As usual.
BËL (00)
BRÜ (00)

macaco: Glielo ricordo io, glielo...
Receita de Polvo à lagareiro | Winepedia
sfascia carrozze: Ottimo!
In effetti (NON) ricordavo bene.
ALFAMA
Opera: | Recensione: |
fondamentali ma rimasti da qualche parte che non ricordi ,qualche KG di vinile a prendere polvere, se non usati del tutto inutili. Quasi come la mia persona, anzi io rimango a ben vedere sono più inutile io. Poi loro hanno due lati io ho un lato. Una condanna
BËL (00)
BRÜ (00)

Caspasian: Fai riaffiorare un pochino la tua leggenda personale, sei antico a 360 gradi come i Polvo. Ciao!
Rocky Marciano: a me non sembrano per niente invecchiati, anzi, la musica che alle mie orecchie suona vecchia è altra non certo i Polvo.
ALFAMA: be guarda che invecchiato non è insulto, importante essere stati giovani . Ma piuttosto questo lavoro non lo conosco
@[Caspasian] Guarda che la foto è stata ritoccata, lo sfondo bianco,i bordi della figura, lavorato sulle ombre
grazie dell'interessamento
Rocky Marciano: lo so che non è un insulto, piuttosto un punto di vista, ognuno ha il suo, e l'ep mi sento assolutamente di consigliarlo.
ALFAMA: e llora mi cerco questoEP "This Eclipse
Caspasian: @ALFAMA che cosa vuoi che sia un po' di mistificazione (indispensabile) tra amici...
macaco
Opera: | Recensione: |
Questo non l´ho mai ascoltato.
BËL (00)
BRÜ (00)

Rocky Marciano: ti consiglio anche l'altro ep uscito un anno dopo "this eclipse".
Battlegods
Opera: | Recensione: |
Tragic carpet ride su tutte!
BËL (00)
BRÜ (00)

Devixn1
Opera: | Recensione: |
Esattamente unici, almeno una volta nella vita vanno ascoltati, Consiglio di farlo quando siete disorientati, il risultato finale sarà di perdervi nella nebbia fitta dell Animo umano
BËL (01)
BRÜ (00)

proggen_ait94
Opera: | Recensione: |
dei Brainiac che funzionano, con tutte le considerazioni del caso
BËL (01)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: Addiritura?
Mica me li ricordavo proprio così!
Dovrò riprenderli uno di qvesti lustri.
proggen_ait94: è solo un'impressione a caldo in hangover

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: