Rita Pavone
Che M'Importa Del Mondo

()

Voto:

Versioni: v1 > v2

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


È stato un caso. Facevo pulizie tra le cose accantonate nel ripostiglio ed è ricomparsa in una
nuvola di polvere: la magica fonovaligia Lesa!
Fono.Valigia.Lesa. Ma molto più di tre parole. Un caleidoscopio di colori e memorie da far
invidia all'Istituto Luce! Un attimo e mi si è aperto dinanzi un TARDIS avvolto da una bianca
coltre fumosa che ho imboccato senza esitazioni. E giù.
Giù.
Giù, giù.
A ritroso nel tempo...
...
odnassaP ad ebutuoY ehc ah osiccu li nemklaW, allad arreug ilged inacirema a amabO,
allad arreug ilged inacirema a maddaS, allad arreug ilged inacirema ella eraznaz e ia
iniciv isoromur, odnaigudni allus attircs "omecs ihc eggel la oirartnoc", alla arocep ylloD,
ilopotnegnaT
...fino all'anno 1982.

Pertini gioca a scopone scientifico con Franco Causio, Zoff ed il buon Bearzot
con il prezioso bottino in bella vista mentre io giù, ad una distanza imprecisata,
inizio a mostrare un vivido interesse per le anatomie della Gloria Guida. Argentina e
Inghilterra, quello stesso anno, decidono di scambiarsi confetti per le Falkland.
Il mondo è un gran trambusto negli '80 e non tiro in ballo nemmeno la causa palestinese
che attraversa decenni manco fosse un vino d'annata. Ma la mia mente frivola e pigra
ha altro a cui pensare; si accende solo in bagno con la Guida e la Fenech (con grande
soddisfazione di mia nonna, convinta di aver risolto i miei problemi di stitichezza).
Tutta questa accozzaglia di sensazioni, eventi e "checcazzomenefrega" vari, sono
conditi dai 45 giri di mia mamma e le sue sorelle, custoditi da mia nonna in un posto
segreto del ripostiglio, lo stesso posto segreto dove nasconde i dolcetti fatti in casa,
il medesimo mio posto segreto, dove dispongo dei dolcetti di mia nonna fatti in casa
e ascolto i 45 giri custoditi da mia nonna in un posto segreto. Per farla breve, di segreto
non c'è proprio niente, tranne la convinzione di mia nonna di avere un posto segreto.

Dicevo, i 45 giri:
Bobby Solo con " Credi A Me / Le Cose Che Non Ho",
Barbara / Rudy Rickson – La Bambola / Chimera,
Adamo – La Notte / Non Sei Tu,
Peppino Gagliardi – Piango / Ascolta Mio Dio,
Georgie Fame – La Ballata Di Bonnie E Clyde /Try My World,
Wilma Goich – L'Amore Al Mare / Un Bacio Sulle Dita,
Enzo Parise - Santa Rita da Cascia (?!?!?!?!?!?!?) e
la Rita Pavone con 'Datemi Un Martello' e il suo lato B,
'Che m'importa del mondo'.

Mi sono sempre piaciuti i lati B e lo dico senza doppi sensi, riferendomi solo ed
esclusivamente alle natiche. Ma la Pavone è l'eccezione che conferma la regola.
Che m'importa del mondo se ho i biscotti fatti in casa.
Che m'importa del mondo se posso chiudermi per ore in bagno con la benedizione
di mia nonna.
Che m'importa del mondo a tredici anni.
La musica fluisce, scorre dolce nei solchi del dischetto, aleggia nelle ore pomeridiane,
nei giorni della mia adolescenza, mentre faccio le mie brave cazzate, le mie conquiste
(poche) e compilo l'antologia dei miei fallimenti.

'...Io non chiedo più niente al cielo
se mi lascia te.'
♫ ♫

Ma te chi, poi?? Non c'è ombra di fanciulla; ma va bene così, dopotutto sono già
impegnato con la Gloria e quando va via ci son sempre i biscotti fatti in casa.
Così, tra il mondo della Pavone, la biondona spiata da Banfi e da me ed i famigerati
biscotti, passano gli anni e la Linetti dove regalava lucentezza, regala un altro tipo
di lucentezza. E mi è tutto più chiaro circa mia madre seduta di lato dietro mio
padre sulla Lambretta, che beffeggia le forze vettoriali.
Tutto corre via. Veloce.
Mia nonna siede in cucina, entro in bagno.
Esco. Non c'è più mia nonna, la cucina e lo stesso bagno.
Quarant'anni in un alito di vento.
Niente più bolle di sapone sul balcone e piante di basilico da annaffiare.
Niente Stereo8 e salsa fatta in casa.
Più niente.
Fine.
Solo una fonovaligia sbucata dal nulla,
un 45 giri con un viso lentigginoso in bella mostra
e un bel lato B che difficilmente dimenticherò.
Niente doppi sensi, ovvio.

Questa DeRecensione di Che M'Importa Del Mondo è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/rita-pavone/che-mimporta-del-mondo/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (VentiSei)

Dislocation
Opera: | Recensione: |
Eh, le fonovaligie 'sti scherzi li fanno, oh, se li fanno. Se vuoi possiamo proporre alla tua fonovaligia Lesa un matrimonio in vecchiaia con la mia fonovaligia Philips del 1962.... così, perché passino assieme, nei ricordi e nella nostalgia, le serene ore che le separano dall'oblio.... a proposito, è funzionante?
Per l'opera m'astengo dalle stellette, capirai.....
BËL (01)
BRÜ (00)

JonatanCoe: La puntina è andata e trovarne una compatibile è un'impresa!
JonatanCoe: D’accordissimamente, è una suggestione d'adolescenza non una lode per la Pavone. Grazie!
Dislocation: Qualcuno mi suggerisce che sull'Internetto qualcosa puoi trovare, specie sulla Baia.
mrbluesky
Opera: | Recensione: |
Come raccontare quelli anni a chi non li ha vissuti,il 3 a 1 alla Germania, il gol di Spillo, scendere in strada e abbracciare chiunque,c'era speranza voglia di divertirsi,un economia che girava a mille e tutto costava poco,un po come oggi no? ovviamente avevo la fonovaligia,marca Armstrong (l'astronauta?)Rita Pavone era il passato e poi non mi è mai piaciuta,ma questo è irrilevante
BËL (01)
BRÜ (00)

JonatanCoe: L'urlo del Marcone che mette i brividi tutt'oggi. È rinfrancante il dopolavoro per pensionati quando non si è soli! Tra una partita a carte e un aneddoto... Grazie!
IlConte
Opera: | Recensione: |
Ahahahahahahahahahah... che belle ste cose!!!
Vorrei “risponderti” tanta roba... quegli anni per me sono stati leggermente più tragici a livello famiglia ma, nonostante ciò, i pochissimi ricordi sono veramente “forti”. Tra le “situazioni” che da bimbo ricordo con una energia che avrei voluto vivere, nonostante tutto, erano le “riunioni” politiche a casa dei miei (prima del divorzio) o dei vicini; solo più tardi capii ovviamente di cosa si parlava e cosa stava succedendo in quegli anni in Italia, a Reggio, a Cavriago... del resto ho già detto varie volte.
La Guida, ma soprattutto l’Edwige che roba... che Gnocca Imperiale... per iniziare di meglio non si poteva chiedere.
Sulle Nonne di quel periodo ci vorrebbero cento editoriali.
Gran pezzo, emozionante come solo il debaser ed i Nobili possono... e consueta personale impaginatura di merda che ormai non può mancare
Ahahahahahahah
BËL (01)
BRÜ (00)

IlConte: Ah io però, con Bruno... tifavo Brasile nell’82.
Ricordo le bestemmie di papà al ritorno dal lavoro mentre vedeva quel Brasile prendere il terzo gol.
Mai tifato Italia neanche nel calcio.
JonatanCoe: In finale ho tenuto per l'Italia e mi sono emozionato tantissimo, ma col Brasile anche io ero schierato con il 'nemico'. Per prova una testimonianza di qualche giorno fa sul DeB. Ola Nobile e grassie!
l'ascolto di JonatanCoe: Lucio Battisti - Abbracciala Abbracci...
JonatanCoe: Mi dispiace per quel che hai vissuto in adolescenza, veramente. Allo stesso tempo credo che tu sia speciale proprio per questo, le avversità della vita ti hanno reso quella persona che io stimo!
IlConte: Non dobbiamo dispiacerci, credo tutto non succeda per caso. Cerchiamo di “approfittare” delle avversità che questa merda ci propone quotidianamente.
Che i demoni siano con noi ahahahah!!!
JonatanCoe
Opera: | Recensione: |
In finale ho tenuto per l'Italia e mi sono emozionato tantissimo, ma col Brasile anche io ero schierato con il 'nemico'. Per prova una testimonianza di qualche giorno fa sul DeB. Ola Nobile e grassie!
l'ascolto di JonatanCoe: Lucio Battisti - Abbracciala Abbracci...
BËL (00)
BRÜ (00)

madcat
Opera: | Recensione: |
Eh sì, anche (e a volte soprattutto) questo è debaser, prendere come scusa un qualcosa di legato a musica/libri/cinema e altro per condividere riflessioni, momenti, esperienze, emozioni, ricordi. Mi è piaciuta molto
BËL (01)
BRÜ (00)

JonatanCoe: Grazie Mad, credo che questa sia la mia prima autobiografica. Certe cose vanno appuntate prima che la senilità prenda il sopravvento!
hellraiser
Opera: | Recensione: |
Bella, bei ricordi. Potrei andare avanti ore a parlare di lati B ma non mi sembra il caso, buona cena Joe, dacci di carboidrati che ti fan sparare begli ascolti ;^))
BËL (01)
BRÜ (00)

JonatanCoe: AHAHAH Uno studio ha stabilito che con i giusti carboidrati si partoriscono grandi ascolti! Grazie Hell!
imasoulman
Opera: | Recensione: |
beato te, che nell'82 ti chiudevi in bagno
però è un po' come da militare (per nonn dire, nella vita tout court): non è che sei più figo, sei solo partito prima
io (noi) sono (siamo) solo partiti prima.
PS: oggi anch'io tiferei Brasile '82 (juniorfalcaocerezosocrateszicoeder ).
ma allora, no (ero partito prima)
BËL (01)
BRÜ (00)

JonatanCoe: Credo, anzi no, lo asserisco con assoluta certezza: il Brasile '82 è stato l'11 più forte di tutti i tempi (un pochetto sotto il grande Torino) e la fortuna della nazionale italiana è stata la riluttanza dei verdeoro nell'amministrare il pareggio. Chiudo dicendo che la rete ha ucciso il bagno! Ola Anima!
imasoulman: per 9/11mi, ingiocabili per chiunque
Eppure dicono - i brasiliani medesimi - che Waldir Peres e (soprattutto) Serginho sbagliarono solo i Mondiali.
Beh...come dire...nella vita ci vuole culo (non basta, ma diciamo che un po' aiuta)
imasoulman: PS: sì, ok...Gli Invincibili...sì ok un po' di circostanziata retorica ci sta
Ma (con dieci/undicesimi) in nazionale, ricordo un Italia-Inghilterra 0-4 in casa al Comunale di Torino
Proprio proprio i più forti di tutti i tempi...uhm...diciamo che si sarebbe dovuto verificare, questo refrain...
Senza nulla togliere al Mito dei Cugini
JonatanCoe: Direi soprattutto il primo. Nessuno voleva fare il portiere sulle spiaggie di Rio. Pensare che Alisson Becker indossa oggi lo stesso numero che una volta copriva la spalla di Peres...
JonatanCoe: Ps. Da annoverare anche la Juve che naufrago con l'Amburgo. Quando l'irrazionalità vince ineluttabilità, trallallerotrallalla.
imasoulman: perchè vuoi farmi venire la gastrite?
JonatanCoe: Mal comune mezzo gaudio.
IlConte: Con tutto il rispetto per il Brasile 82
Il Brasile 70 e soprattutto quello 1958 gli danno due spanne... Garrincha-Didi-Vava-Pelé-Zagallo per tutti quelli che li hanno visti, insuperabili.

Poi vabbè la ns Arancia Meccanica dei sogni...
imasoulman: quello del '58 me lo raccontarono. quello del '70 invece un po' lo (ri)vidi. Micidiale, probabilmente aiutato anche dall'altitudine messicana (con la condizione fisica ridotta al minimo, impossibile non fare la differenza con le doti tecniche). Difficile far classifiche, dico solo che nelle quattro partite precedenti quella sciagurata con l'Italia, un dominio come quello dimostrato da quella squadra dell'82 raramente si vide ai Mondiali (tipo, creare una ventina di nitide palle goal a ogni incontro...)
Poi certo...l'Arancia Meccanica
Ma pure - sempre per chi ebbe l'onore di vederla - la Grande Ungheria del '54...
certo
IlConte: Vero vero, ma leggendo la formazione un cinque davanti come quelli del 58 non li ha mai avuti nessuno (per l’83 Eder sopravvalutato, Serginho nullo). L’Ungheria sicuramente ma tranne mio papà qualche partita in quei mondiali non me ne ha parlato nessuno di cui mi fido; sicuramente immensi e avanti anni luce. Ah in quel Brasile c’erano pure Djalma e Nilton Santos, Zito e Bellini... praticamente un solo vero difensore di ruolo ahahahah.
Comunque, Nobile, di secondo nome faccio Gerson... fa te ahahahah
IlConte: Si quel mondiale 1970 è al rallenty ahahahahah
IlConte: *82
JonatanCoe: ahahah !
imasoulman: Conte Gerson! (che regista-incontrista-tuttocampista.. .peccato che certi giocatori con la chiusura delle frontiere in europa non si videro che ai mondiali...penso a Carlos Alberto, Jairzinho, Tostao, Rivelinho - a proposito di quest'ultimo: mai visto in vita mia nesssuno calciare così, con quei palloni di allora...)
imasoulman: *Rivelino
IlConte: No comment, hai ragione
JonatanCoe: @[imasoulman] e @[IlConte] ricordatevi di chiudere la porta quando finite.
IlConte: The Doors - Peace Frog
Le Porte non si chiudono mai...
JonatanCoe: T'aspettavo al varco, un assist impossibile da rinunciare, vero Nobile?!
IlConte: Ahahahahahahah
algol: una squadra che non sa difendere non può essere nemmeno lontanamente collocata tra le più forti di sempre. Tutto molto bello nel Brasile 82, dalla cintola insù. Peres e la fortissima difesa verdeoro avranno toppato solamente al mondiale, ma secondo me sarebbero andati a gambe all'aria anche con Germania o Francia.
imasoulman: ci può stare, la tua analisi. La Francia giocava da Dio ma anche lei era vittima della sindrome da 'troppa bellezza', col Brasile sarebbe stata una partita memorabile. La Germania era...la solita Germania: inguardabile nel girone (sconfitta dall'Algeria e avanti grazie al biscottone con l'Austria...come se il '38 non fosse mai esistito...), scarsa anche dopo, giocò solo più o meno bene coi francesi che però fecero sul 3-1 uno dei più memorabili harakiri della storia. No, dai la Germania '82, no...
lector: URUGUAY 1950!!
imasoulman: Obdulio Varela!
ecco, sì...'Football' di Osvaldo Soriano...dobbiamo parlarne?
lector: Màspoli, Varela, Andrade, Gambetta....
ma soprattutto Schiaffino! E Ghiggia? GHIGGIA!
algol: Francia Germania, partita assurda. Si narra che quella merda umana di Platini introdusse l'orribile golden gol nei supplementari proprio perché memore di quella sciagurata (per loro) semifinale. Beh, il "risarcimento" con quella regola aberrante che chissà quante partite pazzesche ci ha negato lo ha avuto le roi, vedi finale europea con gg di Trezeguet. Partita memorabile anche per il terribile frontale Battiston Schumacher. Contro un tir si sarebbe fatto meno male: espianto di incisivi in diretta.
JonatanCoe
Opera: | Recensione: |
Modifica alla recensione: «link rotto». Vedi la vecchia versione Che M'Importa Del Mondo - Rita Pavone - Recensione di JonatanCoe Versione 1
BËL (00)
BRÜ (00)

CosmicJocker
Opera: | Recensione: |
La leggenda vuole che nell'82 io vomitassi un giorno si e l'altro pure..
2 considerazioni:

1) la Pavone è una delle tre cose che più mi hanno fatto paura nella vita (le altre sono: Gargamella e la bolletta del gas)

2) tu sei parecchio bravo ad ammantare di sabbia magica le tue pagine (e mi piace parecchio come impagini)..
BËL (02)
BRÜ (00)

JonatanCoe: AHAHAhahhaha, Grazie Cosmico!
Per l'impaginazione parla con @[IlConte] che mi sminuisce sempre!
tia
tia
Opera: | Recensione: |
Io possedevo un lussuosissimo lettore di 45 dal nome penny e dall'ammiccante color arancione al quale facevo ingurgitare ( più o meno in quegli anni lì!) i 45 giri di mio fratello di quasi 13 anni più grande! C'era la Pavone, c'era Tenco, c'erano Morandi ed Endrigo… e pur anche i Doors in uno dei loro ultmi 45 giri.. bei ricordi in bianco e nero. Tranne il Penny: quello era arancionissimo! sempre piacevoli questi sforzi mnemonici che fissano un momento della nostra vita. Scrivendoli li fissiamo e li rendiamo immortali.
BËL (01)
BRÜ (00)

JonatanCoe: Arancione '70, il colore nato già retrò! Beato te che potevi disporre delle Porte, per me solo ciuffi impomatati e odore di mare e salsedine. Eppure, quanto mi mancano ora... Grazie Tia, analisi finale impeccabile!
imasoulman: pure io! il MANGIADISCHI arancione!! con scocca marmorizzata!!! Mi chiedo come facesse a funzionare con tutte le botte che prese per un triennio abbondante
Mio must dell'epoca: 'Ma Che Bella Giornata' - Ugolino (poi di tutto un po', dalle Fiabe Sonore Fabbri Editori a un Beatles 'Come Together / Something'...)
tia: Fiabe sonore sopra tutto e tutti!
algol: a mille c'e n'è ...
tia: Ho tramandato ai miei piccoli la passione per qs fiabe!! Le ascoltiamo spesso.. in viaggio... a casa... la sera prima di dormire... Penso di saperne a,memoria una ventina!!.. la,mia preferita rimane e rimarrà: quella di Aladino !!!
JonatanCoe: Vorrei tanto essere tuo figlio!
JonatanCoe
Opera: | Recensione: |
Arancione '70, il colore nato già retrò! Beato te che potevi disporre delle Porte, per me solo ciuffi impomatati e odore di mare e salsedine. Eppure, quanto mi mancano ora... Grazie Tia, analisi finale impeccabile!
BËL (00)
BRÜ (00)

lector
Opera: | Recensione: |
Allora, cominciamo col dire che non ci sono più i cantieri di una volta, i lavori pubblici diminuiscono e pure le transenne sono sempre più scomode.....così i pomeriggi si allungano. Per cui vai di ricordi!
"La Notte" di Adamo, se lo mangia il 45 della Pavone
Sempre odiati i mangiadischi, vuoi mettere il mio primo giradischi a tre velocità (33, 45 e 78)?
Il Tarvis senza i Dalek?
Si il Brasile '58, '70, '82....si l'"Arancia Meccanica"....si il grande Toro....si l'Ungheria del '54.....
Allora diciamolo una volta e per tutte: la più grande squadra di calcio di tutti i tempi è stata L'URUGUAY DEL 1950!!
E poi zzzzzzzzzzzzzzzzz
Cosa?
Sono sveglio!
zzzzzzzzzzzzzzzzzzz
Eh??
C ome ti chiami ragazzino?
Comunque tu saresti il miglior recensore del sito se imparassi ad impaginare!
INFERMIERA!!
Chi sei caro?
zzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzz
BËL (02)
BRÜ (00)

JonatanCoe: AhAHAhahhaha, con tutto stò bbenddiddio mi adombri lo scritto! Grazie per le belle parole spese Lec, ma io rimango fedele alla mia impaginazione demmmerda!
lector: Eh, voi giovani....
INFERMIERAAAAA!!
Falloppio
Opera: | Recensione: |
Ah beh....
BËL (01)
BRÜ (00)

JonatanCoe: Ooh beh!
De...Marga...
Opera: | Recensione: |
Gloria Guida tutta la vita!!! Per me non aveva rivali in quelle magiche ed indimenticabili annate. Riguardo i mondiali del 1982 ricordo che il fratello di mio padre in Abruzzo aveva verniciato d'azzurro una vecchia 500, scrivendo i nomi della formazione sul cofano anteriore. Quando Cabrini nel primo tempo sbagliò il rigore prese un coltellaccio e trafisse il nome del terzino tagliando di brutto parte del cofano!!! Quanti ricordi....e ti ringrazio ragazzo!!!
BËL (01)
BRÜ (00)

JonatanCoe: Chi più, chi meno, ognuno di noi conserva dei teneri ricordi di quell'annata. Ricordi che purtroppo non potranno cancellare il dolore e lo sgomento per la tragedia di Alfredino, appena un anno prima. Quell'evento mi ha segnato profondamente procurandomi una fobia per i pozzi. Grazie De'!
Grazie De'!
Almotasim
Opera: | Recensione: |
Chapeau! Nulla accade mai per caso. Speriamo tu faccia le pulizie più spesso! Bravissimo, Coe! Pagina grandiosa. Nell'82 ignoravo il calcio. Via, via che passavamo i turni fui contagiato fino alla apoteosi finale e al delirio popolare. Bearzot, Zoff erano orgoglio locale. Io avevo il mangiadischi Penny, rosso fiammante. Lo portavo anche in "gita". I primi due 45 che potei scegliere furono Ti Amo (con dimentica dimentica sul retro) e Goldrake. Un giorno arrivarono Secondo te che gusto c'è di Jannacci e Sì... Buonasera di Renato Rascel. Per la tenzone Guida-Fenech sto con la Fenech, nave scuola che segnò inesorabilmente la rotta.
BËL (02)
BRÜ (00)

Falloppio: ...aggiungo Causio unico giocatore dell'Udinese....
Fenech tutta la vita!!!
JonatanCoe: Con la Fenech è stata proprio una bella lotta. Mi è piaciuto molto Jeeg ma ero e sono un inguaribile Goldrake-ano. Buonasera di Renato Rascellll, la conosco a memoria tutt'ora...lacrimuccia! Grazie Almo!
Almotasim : Noi siamo piccoli, ma cresceremo!
JonatanCoe: Allora vuoi proprio farmi male!
Almotasim : Chiusa parentesi.
JonatanCoe: Ecco!
sfascia carrozze
Opera: | Recensione: |
!ittut rep eigilavonof ùiP
!HU
BËL (01)
BRÜ (00)

JonatanCoe: !ottaf itserva'l ehc ovepaS
Caspasian
Opera: | Recensione: |
Eterni ritorni!
BËL (01)
BRÜ (00)

JonatanCoe: Si va dove la mente vuole andare e la mia va sempre li!
Flame
Opera: | Recensione: |
Bel racconto. Nei miei ricordi più antichi c'è il mangiadischi in cui ci finivano dentro i 45 delle sigle TV.
BËL (01)
BRÜ (00)

JonatanCoe: Quelli li ho avuti dopo, fino ad allora Solo Bobby & Co!
algol
Opera: | Recensione: |
Bel viaggio nel tempo. Nell'82 avevo 12 anni, quindi parecchi ricordi condivisi. Inorridisco solamente per il tifo pro Brasile. Detesto da sempre la loro cialtroneria, squadra formidabile eh, cose che nemmeno alla playstation. Basta rivedersi i gol a Nuova Zelanda, Scozia e URSS. Peccato che il calcio sia uno sport (forse lo è ancora, ai tempi sicuramente) e non uno spettacolo. Se non difendi perdi, per quanto bello e lezioso possa essere il tuo gioco. Ma oramai è dato per assioma che il calcio deve divertire, altrimenti è cacca (guardiolismo dilagante). Come se il bel gioco fosse un modulo. Personalmente mi fa ribrezzo questa visione, nel calcio e nello sport di squadra in genere conta vincere. E bisogna farlo con tutti i mezzi a disposizione, anche facendo giocare male l'avversario se non hai Messi o Ronaldo in squadra, esaltando le proprie qualità. La bellezza non conta un cazzo, mi esalto mille volte di più per l'Uruguay campione del mondo e per chi mette in campo tutto quel che ha, per vincere. Mi sta sulle palle questa retorica sul calcio "spettacolo". Cazzo c'è di spettacolare in un 5-3 tra City e Tottenham di CL dovete spiegarmelo, con due compagini totalmente incapaci di gestire il risulato, orrore. Stessa stupidità tattica carioca che l'Italia punì con infinito godimento. Fine della deriva filosofico/sportiva, altrimenti divento pesante.
BËL (01)
BRÜ (00)

IlConte: Ahahahahahahah.... io la penso come te, cosa c’entra il Brasile. Io tifavo e tifo contro chiunque giochi contro l’Italia è quella squadra di club che non nomino. Sarà un retaggio familiare o qualcosa che ho dentro dalla pancia di mia mamma... Brasile perché mio padre era mezzo Brasiliano tutto qua.
Sul vincere ad ogni costo e con ogni mezzo dissento... mi sembri un po’ quelli la che citavo prima.
In merito la Nord è stata chiara col gobbo parrocco “Qui la vittoria non è l’unico valore... anzi”
Ciao Doc
IlConte: Che sembri quelli la... scherzo ... non vorrei ti venisse un infarto ahahahahahah
hjhhjij: Spiacente al, abbiamo due modi completamente differente di considerare e vedere il calcio :D Certo, sicuramente sei molto più interessato tu di me allo sport in generale, qualcosa vorrà anche dire.
JonatanCoe: Parliamo della Guida e Fenech che sono più 'stimolanti'! Grazie Algol!
@[IlConte] ma ti sembra possibile, appena vedi roteare un pallone ti intrufoli nei miei rettangoli di gioco!
Rosso diretto a te e al compare @[imasoulman]!!
algol: Non so, lo sport esiste in funzione del risultato finale. Le tattiche, l'approccio, le innovazioni in una disciplina. E'lo sport stesso ad essere un sistema codificato per prevalere entro certi confini regolamentari. Non mi sembra di aver detto una cosa strana. Nemmeno ritengo quale unico valore la vittoria, certo è importante anche il modo con cui si concorre. Ma relegare lo sport a "spettacolo" è un'aberrazione peggiore della vittoria a tutti i costi. Io semplicemente sostengo che il raggiungimento del risultato è connaturato all'attività sportiva e finalità ultima dell'agonismo. Altrimenti ci sono il teatro o il nuoto sincronizzato o altre consimili amenità.
Poi @[IlConte] non ero a conoscenza del tuo sentimento anti italiano, che non condivido ma apprezzo nel suo estremismo.
IlConte: Questione che per me non ha senso, quella dello spettacolo/vittoria. Il senso di una competizione (perché lo sport è comunque competizione... che dovrebbe essere però una “sana” competizione) è ovviamente il risultato finale; quindi con il materiale che hai devi fare il meglio possibile. Inutile fare “il fenomeno” se non ne hai le qualità per farlo; in queste condizioni preparazione atletica, determinazione e cattiveria agonistica sono le risorse. Una non esclude l’altra. Sono fobici quelli che vedono una sola di queste due cose (spettacolo o risultato a tutti i costi).
Io amo chi riesce a dare tutto indipendentemente che sia un fenomeno o un “gregario”. La “mia” squadra o il “mio” atleta deve dare il massimo, se gli altri sono più forti e bravi, fortunati o ladri no problem. L’importante è averci provato con tutte le proprie forze (ecco perché la vittoria non è essenziale). Poi oggi in tutti gli sport anche il talentuoso se non ha le palle non va da nessuna parte. E poi la coerenza... nello sport come nella vita. Ero e sono così quando ho fatto sport e lo sono nella vita con pregi e difetti impliciti.
E poi tutti quei giornalai che dietro la scrivania parlano di spettacolo li trovo patetici... ma ormai fa parte di tutta sta pantomima ridicola (di solito abbasso l’audio in quasi tutti gli sport). Nel calcio ho amato e “odiato” sia medianacci che talentuosi trequartisti perché non sono un estremista infatuato di schemi o cagate varie... quanto era favolosa l’inter di Simoni con tre passaggi era in porta Simeone-Moriero-Ronaldo e quante palle mi faceva venire il Milan di Sacchi con partite bruttissime e duemila fuorigioco (metà inesistenti) - molto meglio il Milan di Capello. Togli quei grandi giocatori a Sacchi e col cazzo che avrebbe vinto (e infatti dopo ridicolo).
algol: allora siamo d'accordo Conte. Perchè il concetto di "spettacolo" ha molto a che fare con la mercificazione dello sport e, conseguentemente, del declino dei valori sani e più autentici. Siano anche tentare di vincere con tutto quel che si ha a disposizione, con la furbizia, la tattica, la sagacia e perché no, il cuore. Mai sostenuto che la vittoria sia essenziale, lo è in quanto motrice della gara, non in quanto valore assoluto. Ma ripeto, il voler vincere a tutti i costi è un concetto meno aberrante dello spettacolo quale unico contenuto.
algol: su giornalismo sportivo (praticamente un ossimoro) e piacere nell'essenzialità del gioco verticale sfondi una porta aperta. Sacchi bene, più che altro per aver instillato una mentalità differente.
IlConte: Assolutamente, il mio infatti era un discorso complessivo. Altrimenti giocherebbe a qualunque sport solo il “fenomeno” di turno. E poi chi decide cosa è “spettacolare”?!
Sono tutti questi inutili che riempiono giornali e televisioni e non sanno un cazzo ma devono “convincere” il popolino ignorante.
Se penso a tutte le trasmissioni sul calciomercato vomito... tutti da prendere a badilate!
algol: ma infatti. Per me sarebbero "spettacolari" anche 10 fabbri in grado,con le buone o le cattive, di non fare toccare palla a Ronaldo. Per dire.
IlConte: Ahahahahahahah
hjhhjij: Momento momento momento: qui non si tratta, per me, di sport come "spettacolo" ma di trovare una partita di calcio giocata in modo bello e divertente, vivace, agonistico ovviamente. Non si tratta di "guardiolismo" o di certe idee sponsorizzate dal cancerogeno giornalismo sportivo, il "guardiolismo" migliore mi diverte molto, ma certe partite giocate in quel modo sono anche state capaci di istigarmi al suicidio, esattamente come se vedessi una partita di 11 medianacci che non fanno toccare palla a questo o quello. Quello che voglio dire è che per appassionarmi ad una partita devo vedere un bel gioco, un gioco divertente e può essere anche il gioco in verticale che dite voi, oh io adoravo certe inglesi dei primi '00, squadre che simpatizzo molto tutt'oggi, come lo United, l'Arsenal e il Newcastle di Alan Shearer. Così come il Barcellona di quello spettacolare giocoliere, ma concreto assai, che è stato Ronaldinho, per dire. Per dire, invece questa italia manciniana, trovo che giochi bene a calcio, ma cazzo certe volte tentano di passarsi la palla dentro l'area piccola, quando potevano tirare già 2-3 volte, lamadonn. Comunque volevo chiarire questa cosa dello "spettacolo" e del "guardiolismo" lontano dall'essere il mio unico criterio di divertimento in una partita di calcio. Però discordo su cose come il City-Tottenham che dicevi prima, partita divertente, emozionante, piena di gol, sti cazzi se non hanno saputo gestire. UH. In questo senso di sicuro concepisco lo sport in modo diverso e ben più disinteressato di te.
algol: Se c'è intensità, impegno allo spasmo e voglia di buttare il cuore oltre l'ostacolo allora per me la partita ha contenuti. Poi personalmente preferisco squadre pratiche e "verticali", che cercano la porta senza inutili leziosismi. Il contrario del Barcellona per intenderci, che come dici tu spesso indugiano al tiro per il sottile, è tutto loro, piacere di entrare in porta con il pallone. Disgustoso atteggiamento, quasi quanto l'orribile estenuante possesso palla orizzontale, che se non avessero Messi sarebbero ancora lì a farla girare assieme alle mie di palle. City Tottenham con i londinesi che in vantaggio 1-2 riescono a prendere i tre (dico tre) gol sufficienti a farsi eliminare solamente perché non mettono un autobus davanti all'area è qualcosa che grida vendetta. Poi passano di culo all'ultimo secondo, emozionante ma squadra di merda. La stessa che due anni prima riesce a perdere in casa dai gobbi quando erano in vantaggio 1-0 e a qualificazione in cassaforte. In contropiede. Perdonami, questo è anticalcio.
Caspasian: Poche cose per me dal calcio: il Foggia di Zeman, Evaristo Beccalossi, vivere soltanto sulla verticale (o verticalizzazioni) dove tutto è permesso. Il calcio è un grande bluff. Ci vorrebbe, come dice Carmelo Bene, che i calciatori vengano pagati a prestazione, tanto tra mignotte e casini l' ambiente è quello...
Carmelo Bene parla di Calcio e della nazionale italiana parte 1/2
Carmelo Bene parla di Calcio e della nazionale italiana parte 2/2
IlConte: Ahahahahahahah ma che cazzate... Carmelo Bene molto meglio parlasse di altro. Che lasci stare calcio e sport che sembra Biscardi mamma mia... smesso al quarto minuto.
IlConte: Da bambino ho amato Beccalossi che al giorno d’oggi non giocherebbe neanche a calcetto, aveva già la panza e correva dieci minuti a partita (scusa Evaristo)
JonatanCoe: Paolo Rossi (il comico) ne ha fatto un esilarante monologo!
IlConte: IO C’ERO... ragazzino...
Zio bestia ahahahahahahah
algol: il monologo di Rossi stavo per linkarlo, praticamente più famoso della sciagurata prestazione stessa.
zaireeka
Opera: | Recensione: |
Non avrei voluto dirlo, ne’ intervenire, ma questa cosa è bellissima.. l’altro giorno sono stato a casa mia (ops, a casa dei miei..). Da quando c’era mia nonna è cambiata tantissimo. Hai detto tutto tu benissimo. L’altro giorno dopo tre anni che la casa è completamente vuota l’orologio a muro in cucina si è stancato di girare a vuoto e ticchettare sempre da solo, si è suicidato..
BËL (02)
BRÜ (00)

zaireeka: E’ difficile scrivere una cosa così dannatanente malinconica con tanta leggerezza, bravissimo.
JonatanCoe: Il suono delle voci di casa riempie più della mobilia. T'accorgi della loro importanza nel momento in cui non ci sono più.
Veramente lusingato, grazie Zaireeka.
zaireeka: Figurati, ultimamente non ho molta più voglia di intervenire, non è per snobismo, è proprio che non mi va .. Scrivo cose (una giusto ieri) e me le rimangio. Il tuo scritto mi ha costretto, avrrei voluto io scrivere una cosa del genere.
JonatanCoe: Nuovamente lusingato, grazie!
nangaparbat
Opera: | Recensione: |
Che bella pagina.
BËL (01)
BRÜ (00)

JonatanCoe: Grazie!
BortoloCecchi
Opera: | Recensione: |
Bel racconto
BËL (01)
BRÜ (00)

JonatanCoe: Grazie sig. Cecchi!
JonatanCoe
Opera: | Recensione: |
Grazie sig. Cecchi!
BËL (00)
BRÜ (00)

proggen_ait94
Opera: | Recensione: |
sono in pieno scavo "vecchia italia" e lei è decisamente una delle cose peggiori
BËL (01)
BRÜ (00)

JonatanCoe: Non posso darti torto, purtroppo a quell'età sono le canzoni che scelgono noi; avrei voluto legare i ricordi sopracitati ad una, che ne so, 'A Pillow of Winds' dei Floyd ma mi sono beccato la Pavone! Grazie proggen, i tuoi commenti sono sempre essenziali e brillanti.
proggen_ait94: grazie a te, tanto più che per me sono tutte suggestioni ritrovate, essendo cresciuto in una famiglia priva di musica fino al millesimo grado di parentela
JonatanCoe: A parte il capitolo 45 giri a casa di mia nonna, anche la mia è stata priva di musica. Mia madre era sempre affaccendata nel governare casa e mio padre, di ritorno dalle acciaierie, non voleva udire un sol rumore. Oggi lo capisco, eccome.
proggen_ait94: ci credo
Dislocation: Per anni costei sostenne di essere presente nel testo di Saint Tropez dei Foyd......
Dislocation: *Floyd, eccheccazzo.
JonatanCoe: Millantava più che altro. Quando chiesero a Waters delucidazioni a tal riguardo lui rispose candidamente: Pavone chi?!
Dislocation: Figuremmérd.
JonatanCoe: ahaahahha, bella grande pure!
dsalva
Opera: | Recensione: |
stupendo!!.....scriverei un libro sui ricordi, sui 45 sulla nonna e sui mondiali dell'82....l'82, cazzo, la maturità, l'ascesso al dente sotto esame, la fidanzatina nuova....e poi a me il Brasile stava sui maroni, certo grande squadra (senza portiere e centravanti), ma presuntuosi come pochi e giustamente castigati!
BËL (02)
BRÜ (00)

dsalva: ah, la Pavone faceva paura anche a me, non ricordo il perchè...troppo aggressiva?
Dislocation: Neanche il tempo di gioire che partivo per la naja.
JonatanCoe: E facciamolo un memorandum! Grazie Ds'!
pi-airot
Opera: | Recensione: |
La Lesa rimane un tasto troppo dolente per la mia città (ma perché mi ostino a dare indizi sulla mia identità?)
BËL (01)
BRÜ (00)

JonatanCoe: Ahahah, anche un serial killer lascia indizi! Grazie per il passaggio!

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: