Rook
Parasite

()

Voto:

Versioni: v1 > v2 > v3 > v4 > v5

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Ciao! Mi chiamo rook e sono una ragazza.

Una ragazza trans, arrabbiata, sofferente ed emarginata.

Le Black Dresses. Se non le avete mai ascoltate, vi prego: fatelo. Un duo al (trans)femminile canadese che parla della propria terribile condizione in questo mondo di sciacalli e iene; parla col linguaggio di una musica che tira pugni nello stomaco e attorciglia le viscere. "Hell is Real", il loro primo EP, è una mazzata allucinante; Noise e Post-industrial abbinati a video che ho troppa paura di guardare per una proposta che, in termini di aggressività, disperazione e furia repressa non ha niente da invidiare al Death Metal e altri generi estremi. I loro album, l'ultimo uscito quest'anno, continuano su questa falsariga: album di denuncia, di ribellione misantropa, di sputi in faccia alla discriminazione e alla chiusura mentale di tante, troppe persone.

MOTHERFUCKER, YOU DON'T KNOW

rook - va minuscolo - è una delle due ragazze in questione; e da poco ho scoperto che la sua carriera solista è per me ancor più degna di nota. "Parasite", uscito sette mesi fa, è il suo ultimo lavoro, l'ultimo che pubblicherà con questo nome, e potrebbe essere un sogno depresso del Trent Reznor più malinconico e incazzato, fuso con Noise e Art Pop. Alcuni elementi dell'aggressione sonora delle Black Dresses (che avevano già pubblicato il loro primo album, "WASTEISOLATION") sono sicuramente riscontrabili, ma a permeare tutto il disco è un'atmosfera mesta, oppressa e oscura, talvolta surreale ("Forget"), talvolta letteralmente spaventosa (l'urlo di "Tomorrow", "Ok", l'agghiacciante "Damage").

"Shed Blood" affrontava il tema del trauma e dell'alienazione; "Parasite" parla dei disturbi psichici dell'autrice, delle loro feroci conseguenze, delle loro contraddizioni. E lo fa in maniera egregia.

Uno sguardo rivolto ai tralicci elettrici sotto un cielo triste e livido.

Lo sguardo di rook, una ragazza alienata e discriminata con un talento artistico cristallino.

I want to be a hole in your memory...

Supportate lei, sopportate me.

Questa DeRecensione di Parasite è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/rook/parasite/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Dodici)

Giangiorgio
Opera: | Recensione: |
Modifica alla recensione: «.». Vedi la vecchia versione Parasite - Rook - Recensione di Giangiorgio Versione 1
BËL (00)
BRÜ (00)

luludia
Opera: | Recensione: |
poi ascolto...
BËL (01)
BRÜ (00)

luludia: bella pagina, secca e incisiva...
luludia: sto ascoltando, mi sembra parecchio bello....
Giangiorgio: Grazie Luludia
Giangiorgio
Opera: | Recensione: |
Modifica alla recensione: «..». Vedi la vecchia versione Parasite - Rook - Recensione di Giangiorgio Versione 2
BËL (00)
BRÜ (00)

Giangiorgio
Opera: | Recensione: |
Modifica alla recensione: «..». Vedi la vecchia versione Parasite - Rook - Recensione di Giangiorgio Versione 3
BËL (00)
BRÜ (00)

Giangiorgio
Opera: | Recensione: |
Modifica alla recensione: «.». Vedi la vecchia versione Parasite - Rook - Recensione di Giangiorgio Versione 4
BËL (00)
BRÜ (00)

Hcerebilnavols7: Loro, molto brave. Lei, sì, piuchealtrosisopporta.
Falloppio
Opera: | Recensione: |
Tutti che parlani di buco in questo periodo.
Sarà per la foto al buco nero.
O forse si dice buco di colore.
Non so
Sono poco politically correct.
BËL (01)
BRÜ (00)

puntiniCAZpuntini
puntiniCAZpuntini Presidénte onoràrio
Opera: | Recensione: |
Ma quindi si veste da uomo? Cioè cosa vuol dire "ragazza trans"? Da dove parte, e dove arriva? Era uomo e si transragazza? Era ragazza e si Transuomo?

E la mamma, cosa dice? eh? Educazione, niente? A scuola, tutto bene?

Quest'anno ti bocciano.
BËL (01)
BRÜ (00)

Carlos: Beh ragazza trans a rigor di logica e di transgenderismo significa che era un uomo che si sente donna e che sta o ha già adeguato il suo aspetto esteriore (in termini più o meno estesi, non ti so dire in questo caso specifico) al suo sesso interiore.
Carlos: Infatti sarebbe scorretto definire "UN trans" "un nato uomo che ora è donna". Bisognerebbe dire LA trans.
Carlos: Quindi è la prima: "Era uomo e si transragazza". Aspettiamo conferme dal recensore.
puntiniCAZpuntini: La mia domanda era sincera, è stata una di quelle occasioni in cui scopri di non aver mai pensato a "come si dice quello". Su DeBaser c'è sempre qualcuno che sà.

Detto questo, al sud si usa il contrario (NB: si usa, non che sia corretto), un uomo con le tette è Nu'Drans, può anche operarsi ma rimaràà Nu', mai Na'.
Carlos: Beh non che qui da noi polentoni sia tanto diverso ;DD
puntiniCAZpuntini: A Cagliari invece è un Caghineri a Carrasciari. a Sassari un bruttuvrosciudiggazzu.
Carlos: Quello che ti ho detto me lo spiegò tanti anni fa (quando appunto come te "scopri di non aver mai pensato a "come si dice quello"") un mio amico trans (da donna a uomo, appunto).
Carlos: "bruttuvrosciudiggazzu" vince su qualsiasi cosa
Giangiorgio: Penso parta come ragazza e che poi il suo sesso interiore, come ha detto Carlos, non corrisponda. Dalle risicatissime notizie che ho trovato non saprei dire altro. Francamente non ci avevo neanche pensato...
Carlos: ? Io ho detto esattamente il contrario. Quindi vuoi dire che è un ragazzo trans e non come hai scritto?
Giangiorgio: No, una ragazza trans.
Carlos: ? Ahahhaha allora: era uomo ed è diventato donna o prima donna e poi uomo? Rispondi. Se è la prima allora è una ragazza trans. Se è la seconda un ragazzo trans. Confermi ragazza trans? ;D
aleradio: Ha detto bene Carlos perché è il contrario di quello che ha detto Carlos.
ALFAMA
Opera: | Recensione: |
sopportare è il mio hobby, non conosco questo personaggio ma lo ascolterò con interesse e magari con gusto
BËL (01)
BRÜ (00)

proggen_ait94
Opera: | Recensione: |
Hai parlato poco del disco ma mi hai incuriosito, lo provo.
BËL (01)
BRÜ (00)

Giangiorgio: Per me è difficile parlare estesamente del disco che recensisco. La musica sconfigge le mie parole… però ci provo. Grazie del passaggio
Carlos
Opera: | Recensione: |
Crazy Feeling.
BËL (01)
BRÜ (00)

lector
Opera: | Recensione: |
Interessante
BËL (01)
BRÜ (00)

Giangiorgio: Prova, sono certo che non ne rimarrai deluso
Tucidide
Opera: | Recensione: |
Mi hai fregato, solo un po', io mica ci credo a tutte ste robe di sti disturbi gnifici, di sta aglienazione di sta gente che mangia troppo aglio che gli fa male al cervello, omini che fanno le donne che fanno gli omini, hai miei tempi giacevano mica tutte ste cavallette per la testa, andate a lavurar
BËL (00)
BRÜ (00)

Giangiorgio: Posso assicurarti che rook lavora e il suo lavoro lo fa molto bene. La sessualità è una sfera fondamentale dell'essere umano, ognuno la vive come crede, e che la transfobia sia estremamente diffusa è un fatto
Tucidide: Sorry, oggi avevo ospite a pranzo Barba Trucido, ha pasticciato un po' con il mio pc e deve aver usato il mio nick, non è cattivo, ma vive da solo in Frazione Becetto, Valle Varaita

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: