Rush
Caress Of Steel

()

Voto:

Uno dei più sottovalutati album del rock è la definizione giusta per 'Caress of steel'.

Uscito nel 1975, segna il confine fra il periodo hardrock e il periodo progressive dei Rush. Se infatti pervadono ancora elementi come canzoni corte dai duri riff di chitarra con voce al limite dell’urlo, possiamo anche notare come comincino a comparire le prime suite, il cui ascolto risulta meno immediato a chi non ci abbia fatto l’orecchio. Forse è per questo che la critica lo ignora totalmente e il pubblico tende a snobbarlo, allora come oggi. Tuttora 'Caress of Steel' è l’album meno venduto dei Rush. Ma perché? E’ forse per la copertina poco bella? Fatto sta che tanto bene riesce a conciliare due generi musicali tanto diversi, che viene naturale un sospiro di dispiacere per la triste sorte di questo Lp.

I musicisti sono in sintonia totale, con l’eccellente Neil Pert alla batteria che scrive anche tutti i testi delle canzoni e si dimostra essere anche un bravo paroliere, Alex Lifeson alla chitarra più in forma che mai e poi il Colosso con la C maiuscola, Mr. Geddy Lee, che con la sua granitica voce mette tutti a tacere. Vogliamo poi parlare del suo maestoso modo di suonare il basso dalla tecnica straordinaria? Trascinante è infatti un pezzo come Bastille Day, un sano pezzo di hardrock con innumerevoli sovraincisioni, frutto di un notevole lavoro in studio, ed un fantastico assolo di Alex Lifeson. I Think I’ m Boing Bald rappresenta il lato comico che la band ha sempre amato, infatti narra le (dis)avventure di un uomo che diventa pelato. Il riffettino è semplice ma efficace. Lakeside Park è una delle belle ballate tipicamente Rush, in cui ci si stupisce di come Geddy Lee riesca a cantare e suonare le linee di basso allo stesso tempo. Nel finale troviamo la bellissima chitarra arpeggiata con quell’effetto che Alex Lifeson adora così tanto (e che risentiamo anche in '2112'). Il primo lato lo chiude la prima suite della storia dei Rush: The Necromancer, racconto di un negromante che riesce a incantare le terre con il suo potere nero, come si sente nel cupo primo pezzo Into The Darkness. Stacchi di batteria eccezionali nel pezzettino Under the Shadow e Geddy spezza le casse dello stereo con la voce, poi il basso comincia a viaggiare, sfociando nel conclusivo Return of the Prince, dopo il velocissimo assolo di chitarra. Un po’ come nel Ritorno del Re nel Signore degli Anelli, il ritorno del principe segna la fine della magia nera e la restaurazione della pace e della prosperità nelle terre incantate e la melodia si fa più allegra: di nuovo arpeggio, un simposio in musica.

Lato B: The Fountain Lamneth divisa in: - In The Valley, fantastico intro acustico e riff principale della suite dai primi toni prog. - Didacts and Narpets, veloce virtuosismo di Neil Peart. - No One at the Bridge, grandissimo e suggestivo lento dalla linea melodica piuttosto notevole. - Panacea, un altro fantastico intermezzo acustico, da lacrime. - Bacchus Plateau, rientra la chitarra elettrica e ricomincia una nuova magia, grande come sempre Geddy Lee. - The Fountain, conclusione in grande stile, con ripresa del theme principale iniziale e fine in punta di piedi con l’ acustica. Una suite degna di tale nome, nulla in più da aggiungere.

Do 5 a 'Caress of Steel' perché è suonato alla perfezione, perché è un bell’album, perché sono un fan dei Rush e quindi poco parziale e critico, perché è un piacere ogni volta riascoltarlo, perché compatisco la sua triste sorte ma soprattutto gli do 5 perché sono stufo dei soliti cagacazzo che arricciano il naso quando gliene parlo.

Questa DeRecensione di Caress Of Steel è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/rush/caress-of-steel/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Ultimi Cinquanta commenti su SettantaSei

Fidia
Opera: | Recensione: |
Ti ritieni una persona costruttiva, Lexus?
No fai ridere, non sei nemmeno simpatico.
BËL (00)
BRÜ (00)

lexus
Opera: | Recensione: |
CARI CARISSIMI.....................SONO FELICE DI ESSERE STATO NOMINATO CASO UMANO
PERCHè QUESTO CASO UMANO NON ASCOLTA IL SOLITO METAL TARGATO VOCE FEMMINILE DI SIGNOR PALESTRATO DI TURNO.......
PERCHè NON ASCOLTA IL SOLITO HARD ROCK DA COPERTINA CHE DIO C'è L'ABBI IN GLORIA........
IO ASCOLTO TUTTO QUELLO CHE POSSIBILMENTE NON CATALOGABILE IMMEDIATAMENTE IN UN GENERE CHIUSO E STANTIVO
TIPO: GLI EARTH ( GRANDISSIMO GRUPPO DRONE), I PRIMUS UNO DEI GRUPPI PIù STRANI DELLA DELLA MUSICA,
I DEVO(OHIO FOREVER), I CAN, I FAUST, I TAD ( FIGLI DEL GRUNGE)ECCCCCCCC................... ................................... ........
BËL (00)
BRÜ (00)

Fidia
Opera: | Recensione: |
Ok, ma non hai risposto alla mia domanda.
BËL (00)
BRÜ (00)

lexus
Opera: | Recensione: |
NELLA VITA BISOGNA ESSERE PER FORZA COSTRUTTIVI LIDIA..........
BËL (00)
BRÜ (00)

Fidia
Opera: | Recensione: |
Credi che con i tuoi commenti da pagliaccio, acquisterai maggiore credibilità a sostegno delle tue preferenze musicali?
BËL (00)
BRÜ (00)

lexus
Opera: | Recensione: |
E DIMMI TU CREDI DI ESSERLO VISTO CHE SENZA CONOSCERMI GIUDICHI LA MIA EVENTUALE SIMPATIA, CHE TRA ALTRO UTILIZZO CON CHI MI è AMICO FIDIA
BËL (00)
BRÜ (00)

Fidia
Opera: | Recensione: |
O meglio, ritieni, che le tue preferenze musicali ti facciano apparire migliore?
Ti rispondo io, la tua bella figura l'hai già fatta.
Puoi sentirti pure Beethoven, ma rimarresti una persona infantile, date questa uscite da pagliaccio
BËL (00)
BRÜ (00)

Fidia
Opera: | Recensione: |
Io baso il mio giudizio dai tuoi commenti, e i tuoi commenti denotano una totale assenza di simpatia.
BËL (00)
BRÜ (00)

lexus
Opera: | Recensione: |
OGNI TANTO NELLE RECENSIONI E NEI COMMENTI BISOGNA UTILIZZARE DEL SARCASMO.....PERCHè LA MUSICA è PASSIONE E GIUDIZIO A VOLTE ANCHE MOLTO NEGATIVO......QUASI VOLGARE COME VOLGARE è STATO IL COMPORTAMENTO DI ALTRI CHE CHE GIUDICANO

BËL (00)
BRÜ (00)

Roby86
Opera: | Recensione: |
Fidia renditi conto che sei davanti ad un caso umano, non puoi pretendere molto. Quando avete finito qui date un occhio all'epico duello tra casi umani Poletti VS PowerDrift.
BËL (00)
BRÜ (00)

Fidia
Opera: | Recensione: |
"arrivo........................ .....si arrivo il fluido bianco........................ ............sborro............ .........ahhhhhhhhhhhhhhhhhhhh hhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh hhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh hhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh hhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh hhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh hhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh hhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh hhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh hhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh hhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh hhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh hhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh hhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh hhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh hhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh hhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh hhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh hhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh hhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh hhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh hhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh hhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh hhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh sono arrivato "
Questo ti sembra un commento simpatico oppure, come lo chiami tu, volgare?

BËL (00)
BRÜ (00)

lexus
Opera: | Recensione: |
FIDIA... A ME NON INTERESSA SPECULARE O NO SULLA MIA SIMPATIA
A ME QUELLO CHE INTERESSA E ESORTARE LA GENTE AL DIALOGO E ANCHE ALLA PROVOCAZIONE PERCHè COME TI RIPETO LA MUSICA è COMUNICAZIONE MOLTO VARIEGATA
BËL (00)
BRÜ (00)

Fidia
Opera: | Recensione: |
Si, Lexus, ma quel commento lo hai postato su un'artista che non è affatto metal.
Quindi, come vedi, cadi in contraddizione, oltre a non essere simpatico.
La tua è solo volgarità, altro che sarcasmo
BËL (00)
BRÜ (00)

lexus
Opera: | Recensione: |
non è solo questione di metal cara fidia
BËL (00)
BRÜ (00)

MaledettaPrimavera
Opera: | Recensione: |
lexus ma chi sei.... ARMANDO??! Armando!!! Come stai? Ma minkia ti ho lasciato merluzzo e ti ritrovo baccala'...
BËL (00)
BRÜ (00)

lexus
Opera: | Recensione: |
è anche un gioco provocatorio come faceva ad esempio david thomas dei pere ubu in alcuni dei suoi primi live cara fidia conosci questo fantastico gruppo
BËL (00)
BRÜ (00)

lexus
Opera: | Recensione: |
si chi sei metallaro magari ti conosco
BËL (00)
BRÜ (00)

Fidia
Opera: | Recensione: |
Basta, prima o poi me lo cambeierò sto cazzo di nick, ma nessuno lo conosce sto diavolo di Fidia?
Mi scambiate tutti per donna!
BËL (00)
BRÜ (00)

Roby86
Opera: | Recensione: |
O MIO DIO UN ALTRO BABBO CHE PENSA CHE FIDIA SIA UNA RAGAZZA. GRANDE LEXUS
BËL (00)
BRÜ (00)

Bartleboom
Opera: | Recensione: |
..se ho ben capito il tuo ragionamento, Iron, Judas (e a sto punto anche i Rush) ti fanno cagare perchè non sono innovatori. E anche se li si volesse definire innovatori, quello che hanno inventato fa cagare perchè a te non piace. Quindi si può dire tutto quello che non ti piace fa cagare!..mmm... ragionamento affascinante..
BËL (00)
BRÜ (00)

MaledettaPrimavera
Opera: | Recensione: |
lexus non ti ricordi di me? Mannaggia a te! Ti ho lasciato merluzzo e ti ritrovo baccala'...
BËL (00)
BRÜ (00)

MaledettaPrimavera
Opera: | Recensione: |
armando come stai? hai trovato una donna?
BËL (00)
BRÜ (00)

lexus
Opera: | Recensione: |
dimmi chi sei devo andare
BËL (00)
BRÜ (00)

lexus
Opera: | Recensione: |
sei luca vero
BËL (00)
BRÜ (00)

MaledettaPrimavera
Opera: | Recensione: |
mannaggia a te! vai a toccare le femmine invece di fare il baccala'!
BËL (00)
BRÜ (00)

lexus
Opera: | Recensione: |
si comunque una ragazza c'è l'avevo

BËL (00)
BRÜ (00)

lexus
Opera: | Recensione: |
si sei luca
BËL (00)
BRÜ (00)

Venusiano Sarcastico
Opera: | Recensione: |
Io sono il più grande fan italiano dei Primus e se tu li apprezzassi almeno la metà di quanto li amo io sapresti che Les Claypool ha sempre citato i Rush come sua fonte di ispirazione, oltre ad aver fatto loro da gruppo di supporto in tante occasioni...ed oltre ad essersi fatto firmare da un certo signor Geddy Lee la paletta del suo Carl Thompson, come un fan qualsiasi...per inciso: non tutta la musica non catalogabile è "fica"...c'è tantissima merda anche nei "non catalogati"...
BËL (00)
BRÜ (00)

the green manalishi
Opera: | Recensione: |
Fidia è mica quello che ha costruito il Partenone qualche millennio fa ad Atene? Fidia sei tutti noi!
BËL (00)
BRÜ (00)

ocram
Opera: | Recensione: |
gran rece green... come tuo solito... album stupendo anche se preferisco i successivi...
BËL (00)
BRÜ (00)

Queen_Emma
Opera: | Recensione: |
Grazie alla recensione molto interessante mi sono deciso a comprarlo. Ed ho fatto bene: le melodie sono molto interessanti, in particolare quella di "The Necromancer"... L'unica cosa che non mi convince, a gusto personale, è la voce del cantante: mi sembra uno strano incrocio tra Steve Welsh dei Kansas e Rod Stewart... però, di fronte ad un prodotto ben riuscito come questo, si può anche sorvolare. - Recensione, come già detto in precedenza, ottima. Disco da 4 (abbondante) su 5.
BËL (00)
BRÜ (00)

Senmayan
Opera: | Recensione: |
bene roby l'hai comprato! dagli parecchi ascolti che merita, anche se hai cominciato da uno degli album più criticati dei Rush, io lo adoro, ma sono di parte. Ascoltati bene anche bastille day e fountain of lamneth! Comunque devo dire la verità, steve walsh non lo sento, per me il cantante dei rush negli anni 70 (soprattutto nella prima fase) assomiglia molto a plant, comunque in quest'album la sua voce è meno urlata e acuta! Questo è un grande album di transizione, si trova tra la fase hard rock degli esordi e quella prog che verrà in seguito (soprattutto a partire da a farewell to kings)!
BËL (00)
BRÜ (00)

Grendel
Opera: | Recensione: |
Non è il solo sottovalutato dei Rush (tralasciamo il fatto che in Italia li hanno sempre sottovalutati: ma lasciamo perdere, perchè c'è da discuterne per una vita!). Mi piace la tua schiettezza e genuinità.
P.S.: lexus, riparcheggiati in garage ed abassa la saracinesca. E' un consiglio da "amico"...

BËL (00)
BRÜ (00)

Pibroch
Opera: | Recensione: |
Beh, caspita...
BËL (00)
BRÜ (00)

Francescobus
Opera: | Recensione: |
Adoro il basso zeppeliniano di "Lakeside Park" (à la "Ramble On" direi) e il riff di "Bastille Day" clonato dagli AC/DC per "Walk All Over You".per il resto sono tre gradissimi musicisti ispirati.Bravissimo!
BËL (00)
BRÜ (00)

Pibroch
Opera: | Recensione: |
Una spanna sotto l'inarrivabile "2112", ma fantastico.
BËL (00)
BRÜ (00)

ArnoldLayne
Opera: | Recensione: |
mi mette una carica in corpo cazzo!!!
BËL (00)
BRÜ (00)

TheDarkMaster
Opera: | Recensione: |
caspita bella recensione, bravo assai. sul disco concordo appieno, è una fase di passaggio ma è moolto moolto bello e i testi di peart sono sempre fantastici, basta veder think I'm going bald.
BËL (00)
BRÜ (00)

Pibroch
Opera: | Recensione: |
"Bastille day" tra le canzoni migliori di tutto il repertorio, comunque.
BËL (00)
BRÜ (00)

Runner
Opera: | Recensione: |
Bellissimo l'ultimo capoverso. Buon disco, voto 3,5.
BËL (00)
BRÜ (00)

pi-airot
Opera: | Recensione: |
Magari non è il capolavoro dei Rush, ma è il loro album a cui sono più affezionato. Qui suonano con un'eleganza davvero ragguardevole, ma si sa: l'eleganza, nel rock, è considerata quasi un peccato.
BËL (00)
BRÜ (00)

splinter
Opera: | Recensione: |
Sottovalutato! Sicuramente sì... forse perché i migliori sono quelli che verranno dopo.
BËL (00)
BRÜ (00)

Roby86
Opera: | Recensione: |
Ripasso di qui dopo parecchio tempo per rettificare il mio giudizio. Devo ammettere che all'inizio non ero riuscito ad apprezzarlo appieno... era la prima volta che ascoltavo i Rush, e dovevo ancora assimilate il loro stile unico. - Ora mi sento di dire certamente che anche questo disco è un capolavoro (come tutti i loro album da "Fly By Night" a "Grace Under Pressure)... tutti grandissimi brani. "Bastille Days", "The Necromancer" e "Lakeside Park" da urlo; "The Fountain Of Lameth" un po' sfilacciata, ma dal grande impatto... simpatica anche "I Think I'm Going Bald". - Il giudizio si innalza a 5 stelle.
BËL (00)
BRÜ (00)

DELETERIORIVOLI
Opera: | Recensione: |
sbagliero'ma gli arpeggi negli ultimi 3-4 minuti della suite "necromencer" mi ricordano tangerine dei led zeppelin...
BËL (00)
BRÜ (00)

Hellring
Opera: | Recensione: |
fedezan76
Opera: | Recensione: |
Tra i migliori dei Rush, perfetto preludio al capolavoro 2112.
BËL (02)
BRÜ (00)

Radioactive Toy
Opera: | Recensione: |
Disco sottovalutato, ma di livello. L'unica che non mi piace è "I Think I'm Going Bald", altrimenti darei il massimo dei voti. Stupende la blueseggiante "Lakeside Park" e "Bastille Day" (Wow, this song is so majesty! Majesty?? Uhm...sounds good!). Ottima la prima suite "The Fountain Lamneth", strepitosa "The Necromancer".
BËL (00)
BRÜ (00)

JohnHolmes
Opera: | Recensione: |
Sarebbe bastato dire "Uno dei più sottovalutati album del rock". Condivido in pieno! Forse non è da 5 totale, ma alla fine glielo do un po' per affetto, un po' per le stesse motivazioni che (giustamente) elenchi tu in conclusione. Le due suite sono da brivido, pura magia dalla prima all'ultima nota, specialmente quel volume swell in fondo a The Fountain of Lamneth.
BËL (00)
BRÜ (00)

JohnHolmes
Opera: | Recensione: |
P.S. due piccole precisazioni: l'effetto di Lifeson è il phaser; riconosco l'abilità di Lee a cantare e suonare, ma è improbabile che lo faccia in studio. Ciao.
BËL (00)
BRÜ (00)

Hetzer
Opera: | Recensione: |
Bho, per me è il migliore album dei Rush; almeno, è il mio preferito.. Sincermente non capisco come si possano avere dubbi sul valore di un disco così.. E tu, bravo!
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: