Sto caricando...

Sadistik
Ultraviolet

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Nel mulino che vorrei, SICURO COME IL MIO CAZZO CHE NON CI VOGLIO ANTONIO BANDERAS CON LE SUE CAZZO DI GALLINE. No, nel mulino che vorrei, le aspettative dovrebbero essere cancellate. Prendi Banderas: fai mille film e poi ti trovi a flirtare con una gallina. Eh insomma mica bene!

Hai compe papà Roby Facchinetti e ti aspetti che il figlio faccia nuone cose. solo che poi ti ritrovi tra le palle Dj Francesco e capisci che la vita è zoccola, ma tanto tanto tanto. Fanculo Capitan Uncino.

Magari conosci una bionda fighissima, provi qualche sentimento e ti fai qualche castello in aria: pianifichi cene, pomeriggi al parco, vacanze e poi CAZZO CROLLA TUTTO. Tranne il fatto che lei è figa e tu sei pirla. Io sono pirla. ECCERTO.

Il capo del nulla resto io e nessun altro. Ho un ego smisurato, ma sono prossimo al collasso. In giro per locali con la mia compagnia a uccidere i demoni che il diavolo mi scaglia: fottiti merda, la mia anima te la puoi tenere, ma il mio fottuto ego è solo mio. E anche qui, vendi l'anima al diavolo pensando di ottenere chissà cosa e poi ti ritrovi a 40 anni a pippare cocaina con il figlio di 7 anni che ti rompe le balle dicendoti "minchiajonny pa, caccia il grano che mi compro Fifa 15 !"

"Sai, la vita diventa migliore nel momento in cui credi all'amore" . Seeeeeee io ci credo anche, solo che è l'amore a non credere in me. E anche qui, mille aspettative sul trovarti la donna della tua vita e poi, una volta che la incontri, fare di tutto perchè lei arrivi ad odiarti, andandosene via e lasciandoti solo con i tuoi sensi di colpa alternati a deliri di onnipotenza. Maledette aspettative, maledetto Sabato Del Villaggio....

Sadistik: e porca minchia ho detto nulla. Allora Sadistik è IL rapper: flow micidiale, tecnica spropositata e testi profondissimi. Un rapper della madonna in pratica, dilaniato dalle sue fallimentari relazioni amorose, dalla morte del padre e dall'abuso di eroina. Al nostro piace pungersi con la spada. BRAVO PIRLA. Ecco, visto che la sua discografia parla da sola, era lecito avere aspettative esagerate su questo Ultraviolet: COGLIONI! Intendiamoci, il disco non è brutto, ma certo è distante dall'essere un capolavoro. Optare per un maggior minimalismo ( tanto caro al rap), a discapito di quelle orchestrazioni sonore (ancora presenti, seppur in numero minore) che hanno reso grandi i suoi lavori precedenti, non è stata una mossa poi così saggia. Il problema risiede infatti nelle produzioni, troppo a volte davvero troppo scialbe; certo, Sadistik fa di tutto per valorizzarla, ma ahimè, seppur egli brilli come una stella, a poco servono i suoi sforzi. Il disco suona compatto, ma a lungo andare diventa noioso, fino a spegnersi. Tuttavia tracce di grande spessore non mancano: dalle sfuriate cyberpunk della introduttiva Cult Leaders fino alla celestiale Into The Night, un vero e proprio viaggio in una metropoli notturna, senza ovviamente dimenticare l'ambient gelido di Blue Sunshine, per chi scrive, il pezzo migliore del disco. Non meno intrigante è Orange, quasi a ripercorrere una linea trance, o l'incredibile Chemical Burns in collaborazione con il scomparso Eyedea, che rilascia una delle migliori strofe da almeno 10 anni a questa parte. 

Insomma, mille aspettative e poi tutto crolla.Tutto va in vacca e non ci puoi fare niente. Bè, oddio, qualcosa ci puoi fare: tipo che dovrei smetterla di automutilare ogni mio tentativo di abbracciare un quarto di felicità e smetterla di pensare ad annientare tutto. Perchè è questo il mio problema e so che lo è anche per molti di voi: sfruttare mille occasioni e quando arriva quella che davvero conta, si manda tutto in vacca. Una regola. IL MOTIVO PER CUI NOI SIAMO FIGLI DI PUTTANA, E ALLORA FRATELLI MIEI, ABBRACCIAMO LA NOTTE, CERCHIAMO UN PO DI LIBERTà SU UNA PISTA DA BALLO IN COMPAGNIA DI GRIGNANI CHE PEGGIO DI UN ASPIRAPOLVERE SI TIRA SU TUTTA LA BAMBA, CONSUMIAMOCI LENTAMENTE IN LABILI RAPPORTI SESSUALI FINO A CHE IL MATTINO NON ARRIVERà A RICORDARCI QUANTO SIAMO IDIOTI!!! 

Tutto un discorso di aspettative: anche la morte, che fa così tanto paura, sarà molto meno di come ce l'hanno messa giù. Parola di Little Horn. Io fossi in voi non mi fiderei di me.....

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Dodici)

whocares
whocares
Opera:
Recensione:
Merda negra


little horn 2.0: Ma il rapper è bianco e pure le produzioni sono fatte da bianchi !
TSTW: Infatti è pure biondo
masturbatio
masturbatio
Opera:
Recensione:
minchiajonny fra sei stiloso quanto le cravatte di mio pa


Don_Pollo
Don_Pollo Divèrs
Opera:
Recensione:
A me a dire il vero è piaciuto un bel po', abbastanza da mettergli un voto in più. Però Flowers For My Father resta LI', intendo proprio LI' in alto che ci guarda e sputa in un occhio. No vabbè questo no, però ci siamo capiti


little horn 2.0: Eh si, Flowers è proprio il suo apice. Questo non è un brutto disco, i suoi momenti li ha, però mi ha deluso troppo.
puntiniCAZpuntini
puntiniCAZpuntini Presidénte onoràrio
Opera:
Recensione:
E quando è morto Eyedea, ecchill'hammazzato?


little horn 2.0: Mi pare sia morto per overdose o qualcosa di simile :)
TSTW: Nel 2010,nel sonno,overdose di non si sa di preciso cosa
puntiniCAZpuntini: Bàh, sti rapper niu generescio, ai miei tempi morivano ammazzati per strada come i veri uomini, altro che droghe sonnolente :-)
little horn 2.0: Eh ma è perchè sono bianchi Caz. I real negri sono tutta un'altra roba :)
nes
nes
Opera:
Recensione:
del disco non me ne potrebbe fregare di meno, ma la recensione è notevole.


TSTW
TSTW
Opera:
Recensione:
Sticazzi invece io mi ci sono impallato quanto con Flowers For My Father


seagullinthesky
seagullinthesky
Opera:
Recensione:
A me è piaciuto molto perché soprattutto mi ha sorpreso molto il suo tappeto sonoro. Solo dopo un anno a Flowers sto qua ti fa un lavoro completamente diverso con un sound immerso al 100% nel mondo Fake Four. Ultraviolet ti fa capire tutta la necessità di scrittura intesa come terapia di Sadistik, secondo me di fronte a certi testi le basi bisogna metterle un pochino da parte. Per la serie "sono allo sfascio mentale ma ci faccio un disco". Double 5 e tutti a casa.


Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Opera:
Recensione:
Mi ero segnato di leggerla perchè tu sei uno di quelli che scrive meglio qua dentro. Come fa notare di Nestlè in un commento di queste ore ad un'altra recensione, tu sei uno dei pochissimi (forse l'unico) dei recensori attuali che ha davvero colto lo spirito di questo sito. O meglio: che intende questo sito come lo intendevo/intendo io. Sei bravo, cornetto.


little horn 2.0: Guarda Bart, non so da che parte iniziare. Potrei liquidarti con un semplice "dimmi quando la finirai di dirmi cose che già so", ma sarebbe troppo limitante. Inanzitutto il fatto che sono uno dei migliori a scrivere è una cagata immonda, visto gli errori grossolani che purtroppo commetto in ogni recensione. Poi, grazie mille per i complimenti. Ripeto, questo sito è il mio luogo felice e rifugio terapeutico. Alla fine sono un fenomeno da baraccone, faccio ridere qualche figlio di puttana e magari faccio riflettere qualche stronzetto che come me sa di aver capito quanto basta dalla vita. Debaser è un sito di frustrati, megalomani, figli di cagna e sfigati: il posto più bello di internet in pratica. Grazie mille, sul serio :) non sai quanto mi facciano piacere le tue parole
hjhhjij: "Debaser è un sito di frustrati, megalomani, figli di cagna e sfigati" E di bellissimi ragazzi come me.
TSTW: "Debaser è un sito di frustrati, megalomani, figli di cagna e sfigati: il posto più bello di internet in pratica. cazzo questo è da mettere come sottotitolo al posto di "recensioni scritte da chi vuole"!
little horn 2.0: Hj è uno dei motivi per cui potrei diventare omosessuale. Katy Perry e le sue tette sono il motivo per cui continuo a restare etero. Vi voglio bbbene ragazzi
hjhhjij: Chtulhu benedica Katy Perry e le sue tette, soprattutto le sue tette!
hjhhjij: Sottoscrivo TSTW ma sto ancora aspettando la zot sulla Portman e la Kunis, adesso poi è il momento migliore che aspetti ?
hjhhjij
hjhhjij
Opera:
Recensione:
Tutto giusto tu sei ancora uno di quelli che apprezzo di più qui dentro, il "cosa" scrivi però mi piace meno.


little horn 2.0: Grazie mille Grande H. Un abbraccio forte forte
hjhhjij: Ricambio. L'avevo già detto bentornato ?
little horn 2.0: Yess my nigga
hjhhjij: Nessuno mi aveva mai chiamato "my nigga", è bellissimo.
Don_Pollo
Don_Pollo Divèrs
Opera:
Recensione:
Oh, ogni tanto bisogna ricordarsi di che robe sono uscite quest'anno


little horn 2.0: Eyedea mostruoso. A breve una recensione su By The Throat
little horn 2.0
little horn 2.0
Opera:
Recensione:
Che onore, addirittura recensione della settimana? Ahahah grazie Debaser


odradek: Come minimo.
odradek
odradek
Opera:
Recensione:
Eh, mica lessila. Scopertolo ora, ringraziandoti metto u linku, per chi volesse
Download file www.NewAlbumReleases.net_Sadistik_-_Ultraviolet_(2014).rar
e anche dell'ultimo che non ho sentito ancora
Zippyshare.com - Sadistik - Altars.7z


Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Ultraviolet è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link