Septic Tank
Rotting Civilisation

()

Voto:

Versioni: v1 > v2

Nel 2017 erano stati i Dead Cross ad aggiudicarsi il mio personale premio per il lavoro più intransigente e brutale in campo estremo.

Quest'anno la mia scelta sarà indirizzata dalle parti dei Septic Tank e del loro debutto sulla lunga distanza Rotting Civilization.

Band nata già nel 1994 come side project dei Cathedral; posta poi sottoterra a macerare fino al 2013 quando vengono riesumati dall'oltretomba ed esordiscono con un Ep di sette minuti.

Ma il passo decisivo avviene alla fine dello scorso anno: decidono di chiudersi in uno studio di registrazione e ne escono con questi dannati e dannosi 40 minuti divisi in 18 fucilate assassine che guardano al passato, ispirandosi ad una miriade di band che hanno fatto storia. Ma aspettiamo un attimo e parliamo di chi ha creato questa creatura selvaggia, rozza, bastarda.

E' Lee Dorrian che ritorna alle sue primitive origini; mette per una volta da parte il Doom Metal che ha riportato in auge prima con i Cathedral e, al termine della venticinquennale carriera della gelida Cattedrale, con gli ancora più macilenti e mefistofelici With The Dead. Un ritorno ai suoni Crust-Punk-Hardcore dei primi Napalm Death.

Lo seguono, in questa folle dimostrazione di violenza, Garry "Gaz" Jennings e Scott Carlson.

Ma torniamo ai riferimenti per dare consistenza a quanto messo in piedi da questa ciurma di diseredati, di galeotti, di avanzi di galera. Discharge, Motorhead, Terrorizer, GBH, Celtic Frost vengono posti in un frullatore; tra sangue ed interiora ne viene fuori un suono cieco, stracarico di nerissima ferocia. Con dei testi che vomitano odio contro la società odierna.

"Social Media Whore", "Fucked", "Digging Your Own Grave", "Lost Humanity", "Living Death" gli squallidi titoli posti ad alcune di queste sassate che non danno tregua. Un bombardamento ossessivo, intransigente, assillante.

Senza respiro...

...Non mi serve altro.

Diabolos Rising 666.

Questa DeRecensione di Rotting Civilisation è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/septic-tank/rotting-civilisation/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Nove)

Pinhead
Opera: | Recensione: |
Un massacro uditivo a cui tributi il meritato bagno di sangue con questo tuo ultimo sforzo recensorio.
Inizio a scrivere come DeMa :-(

BËL (01)
BRÜ (00)

GenitalGrinder: E così che ti voglio; basta con i gruppettini della Nuova Zelanda così easy e carini.
Carlos
Opera: | Recensione: |
Da come li hai descritti li pensavo addirittura più violenti. Sembra roba validissima comunque.
BËL (01)
BRÜ (00)

GenitalGrinder: In effetti ho volutamente "calcato" la mano più del solito con i miei deliri. Ma sono certo che apprezzerai il tutto, con riferimento anche alla gustosa copertina.
sfascia carrozze
Opera: | Recensione: |
Discharge+Motorhead+Terrorizer+GBH+ Celtic Frost
Almeno due di quei cinque nomi sono irrinunciabili: ovvero ci/mi sta dicendo che dovremo (devo) proprio ascoltarlo?
Tèmo però di non aver più lo spirito ribelle per certe melodiche prelibatezze, soprattutto sulla lunga distanza.
BËL (01)
BRÜ (00)

GenitalGrinder: Ascolta un brano al giorno così per 18 giornate sei a posto e sempre più vicino al Natale...
sfascia carrozze: Pensavo di ascoltare le 18-tracc(i)e-18 tutte assieme appassionatamente direttamente il 25-12.
Magari a volume proibitivo: ciò mi consentirà di evitare d'udire tante idiozie natalizie.
IlConte
Opera: | Recensione: |
Ma tu sei un bel soggetto eh....
Senti dei fucili lontano e ti caghi sotto e poi ti prendi 18 fucilate DI GUSTO!
Cathedral e Motorhead conosco...però sti generi strambi spesso mi gustano...
Lunga vita GG!!!
BËL (01)
BRÜ (00)

GenitalGrinder: Era quel cagasotto del DeMa domenica con i cacciatori; se c'ero io vedevi come andava a finire!!!
Almotasim
Opera: | Recensione: |
La materia purulenta che gronda da quel frullatore fa inorridire. "Creatura selvaggia, rozza, bastarda" e' molto ben detto! Si sente l'influenza del tuo lato DeMa.
BËL (01)
BRÜ (00)

GenitalGrinder: Oramai siamo un tutt'uno noi altri due...
Almotasim : Simbiosi...
lector
Opera: | Recensione: |
Genital, il Conte e Pinello tutti in fila in home page..... e poi dicono che uno non deve drogarsi....
BËL (03)
BRÜ (00)

IlConte: Ahahahahahahahahah belisim!!!
GenitalGrinder: Mi sento di sconsigliare a lector l'ascolto di tale musicaccia per far addormentare la famigliuola!!
lector: Io, quei due, li faccio dormire con la dodecafonia!
sfascia carrozze: Lei è un manesco!
GenitalGrinder
Opera: | Recensione: |
Modifica alla recensione: «Avevo messo una "i" di troppo...». Vedi la vecchia versione Rotting Civilisation - Septic Tank - Recensione di GenitalGrinder Versione 1
BËL (00)
BRÜ (00)

proggen_ait94
Opera: | Recensione: |
Molto succosi, me li segno per una futura nuova primavera hc come quella che ho passato quest'anno
BËL (00)
BRÜ (00)

Johnny b.
Opera: | Recensione: |
Ne ho ascoltato un paio la title track da paura con Stop & go pazzesco. Domani me lo godo tutto per intero.
BËL (01)
BRÜ (00)

GenitalGrinder: Yes!!!!!
Johnny b.: Disco bomba, sarà perché mi piace il genere ma l'ho trovato veramente interessantissimo. Inserisco nei miei migliori artisti 2018.
GenitalGrinder: Il classico lavoro che non mi sarei più aspettato da Lee Dorrian; ma è bello scoprire che non ha abbandonato quella fiera violenza, quei suoni così tesi, cattivi, offensivi. Tornerà ora a deliziare i miei malandati timpani con qualcosa di molto più lento ed asfissiante. Un maestro il ragazzo di Coventry.

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: