Slowdive
Souvlaki

()

Voto:

Ma come si fa a recensire Luca Dirisio ed ignorare questo capolavoro? Vabbè iniziamo.

Gli Slowdive nascono a Reading (Inghilterra) nella seconda metà degli anni 80, capitanati dai due leader appena maggiorenni Neil Halstead e Rachel Goswell. I primi demo, "Slowdive", "Morningrise" e "Holding our breath" escono all'inizio dei 90' evidenziando una grande maturità nel songwriting dei due ragazzotti, vicino alla psichedelia e al dream pop.

Il loro primo lavoro, "Just for a day", permette loro di uscire dall'anonimato e di formare insieme a gruppi come My Bloody Valentine, Ride e altri piu' o meno noti il movimento Shoegazer, una sorta di evoluzione del Noisy pop dei mitici Jesus & Mary Chain meno rozzo, piu' riflessivo e sognante, reverberi non necessariamente distorti. Proprio queste splendide sonorità riescono a far scomodare persino mr. Brian Eno, che decide di partecipare alle sessions del successivo "Souvlaki", a mio parere un capolavoro assoluto, una spanna sopra il primo ed il successcivo "Pygmalion". Gli Slowdive reincarnano l'anima piu' pop del movimento, e la straordinaria triade che apre le danze ne è la dimostrazione. Spicca la traccia "Machine gun" in cui la voce angelica di Rachel ci porta in un mondo speciale, il mondo dei sogni. Pezzi come questo o come la quasi title-track "Souvlaki Space Station", interamente strumentale, sono viaggi nell'infinito, ideali per un passo indietro nei ricordi che ci piace rivivere nella mente, colonne sonore dell'ipotetico film della nostra vita.

La malinconia è padrona in "When the sun hits", un pezzo che parte piano per poi scoppiare nel ritornello ma senza far male, con quei tappeti di chitarre e tastiere e un testo che parla d'amore, cosi' dolce e semplice:

"Sweet thing, I watch you
Burn so fast it scares me
You burn so fast it scares me
mind games don't leave/lose me
I've come so far don't lose me

It matters where you are
As the sun hits, she'll be waiting
With her cool things and her heaven
Hey hey lover you still burn me
You're a song yeah, hey hey"

Un disco che non ha cambiato nulla, ma ha influenzato buon parte della musica degli anni 90' come l'elettronica ("Missing you"), e madchester (Some velvet morning, non a caso coverizzata dai Primal Scream) . Non conosco i progetti successivi dei mebri delle band e gradirei qualche consiglio.
THANKS FOR READING
Vota la recensione:

Questa DeRecensione di Souvlaki è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/slowdive/souvlaki/recensione-julianhampshire

Area sponsor. La vedono solo gli utenti anonimi. Quindi Accedi!


Commenti (Quindici)

Vivio
Opera: | Recensione: |
mi sembra più recensita la loro vita che il loro disco...
BËL ( 0 )
BRÜT ( 0 )

sylvian1982
Opera: | Recensione: |
Hai fatto bene a parlare di questo disco poichè è un lavoro ignoto ai più. Però ci andrei piano prima di definirlo capolavoro. Dalle ceneri degli Slowdive sono nati i Mojave 3 capitanati sempre da Neil Halstead e non c'è niente nelle sonorità che rimanda a quanto hai recensito. Propongono in realtà una sorta di west coast intimista, molto suggestivo. Ti consiglio Excuses For Travellers e l'ultimo Puzzles Like You. Quest'ultimo lavoro mi ha lasciato positivamente stupito per la riuscitissima virata pop del gruppo. Ciao.
BËL ( 0 )
BRÜT ( 0 )

geek_the_boy
Opera: | Recensione: |
Disco straordinario...recesione stringata ma efficace
BËL ( 0 )
BRÜT ( 0 )

zigghio
Opera: | Recensione: |
capolavoro fottuto, altro che cazzi, migliore di just for a day? si! di poco ma si! nonostante tutti ricordino solo quell'esordio di questa band, stratosferico ci mancherebbe, ma qua c'è l'animo più pop a contorno del trance shoegaze, Eno si sente, alison una delle piu belle canzoni di tutti i tempi.
BËL ( 0 )
BRÜT ( 0 )

Anonimo
Opera: | Recensione: |
Questo, DaveJonGilmour, non lo conosce.
BËL ( 0 )
BRÜT ( 0 )

Mr. Wolf
Opera: | Recensione: |
disco bellissimo, anche se secondo me Just For A Day rimane il loro capolavoro. con questo disco hanno intrapreso altre strade..ci sono canzoni incredibili, ma non tutto è riuscito alla perfezione: brani come altogether, some velvet morning e sing (con brian eno) sono abbastanmza trascurabili. belle, ma sinceramente hanno fatto di meglio. comunque some velvet morning mi sembra che sia un brano di lee hazelwood insieme a nancy sinatra. sli slowdive l'hanno coverizzata qui, come l'hanno fatto i vanilla fugde e poi i primal scream. non capisco poi perchè si continui ad accostare i jesus & mary chain agli slowdive. sono completamente diversi per attitudine e suono. se basta usare tanto il feedebck di chitarra, allora....
BËL ( 0 )
BRÜT ( 0 )

Mr. Wolf
Opera: | Recensione: |
i voti
BËL ( 0 )
BRÜT ( 0 )

trellheim
Opera: | Recensione: |
mi devo decidere a sentirlo 'sto disco...
BËL ( 0 )
BRÜT ( 0 )

RegularJoan
Opera: | Recensione: |
è troppo bello
BËL ( 0 )
BRÜT ( 0 )

Ashluke
Opera: | Recensione: |
L'ho ascoltato soltanto 2837854329 volte ma giá mi piace.
Sono commosso anzichenó...
BËL ( 0 )
BRÜT ( 0 )

waties
Opera: | Recensione: |
Nessuno che citi here she comes?!? minchia!! ti purifica l'anima!!
BËL ( 0 )
BRÜT ( 0 )

lelemora
Opera: | Recensione: |
Some Velvet Morning originariamente non è degli slowdive, bensì di Lee Hazelwood. Ossequi.
BËL ( 0 )
BRÜT ( 0 )

Anonimo
Opera: | Recensione: |
Primo disco che ho sentito degli slowdive..bellissimo.era la prima volta che mi accingevo ad ascoltare un intero album di shogaze anche se nei suoi tratti fondamentali conoscevo già il genere.secondo me è stata la migliore partenza...
BËL ( 0 )
BRÜT ( 0 )

northernsky
Opera: | Recensione: |
capolavoro si.
BËL ( 0 )
BRÜT ( 0 )

RIBALDO
Opera: | Recensione: |
oggi sono meglio disposto dell'altra volta quando ho vomitato addosso ai MY BLOODY VALENTINE. questi mi piacciono un pò di più (ma sono diversi più puliti) ma insisto nel dire che li incensate troppo... musica paradisiaca esperienza mistica... I VIAGGI NELL'INFINITOOOO ...davvero un'esagerazione... tutte ste 5 stelle... e vi dirò... ste melodie non sono manco troppo originali.
BËL ( 0 )
BRÜT ( 0 )

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

DeBaser non è un giornale in linea ma una "bacheca" dove vengono condivise . DeBaser è orgogliosamente ospitato sui server di memetic. Informativa sulla privacy