Suzanne Vega
Live @ Vox Club, Nonantola 08.03.97

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


8 Marzo 1997, partiamo da casa poco dopo le 5 del pomeriggio, non prima di esser passati dall'Unico Negozio di Fiori di Castelgomberto per ritirare l'Ordine del Giorno prima:

"F.: Mo, tira fuori un cinquantino...
Mo.:
Di grazia, per farne che?
F.: Per il concerto di domani...
Mo.:(pensando che 50 testoni a testa per del Fumo fossero tantini...)
Vabbè..."

...quindi ritirate le centomila lire di Mimose dall'onesto commerciante prendiamo la Brennero direzione Modena, facciamo Benza in autostrada ed F. comincia a distribuire alle rappresentanti del gentil sesso che incontriamo piccoli rametti (non possiamo abbondare, dice F., bisogna trovare il modo di darne a più ragazze possibili...), in particolare la tipa del distributore ci fa tenerezza, ricevuti i fiori ci fa notare che siamo i primi a ricordarsi della data... penso che saremo anche senza fumo ma qualcuno l'abbiam pure fatto felice...

Arriviamo a Nonantola, il tempo di rifocillarci a base di Gnocchi e Tigelle nel ristorantino davanti al Vox (intanto la paziente Opera FiloBotanica veniva portata avanti...) ed entriamo in Sala...

Se qualcuno c'era e ha dei ricordi io ero l'imbecille che con quell'altro, simile, girava ad importunare tutte le signore presenti nel Locale a base di Odorosi Fiori Gialli...

Suzanne sale sul palco con una mezz'oretta di ritardo, con se c'è la band che l'accompagna oramai da qualche anno (se non ricordo male già dalla Tourneè di "Solitude Standing"), il tutto è molto familiare nessun orpello inutile sul palco, nessun proclama, nessun bisogno di farsi notare... lei è li, elegante, delicata e professionale (che tendo a ribadirlo nel Rock non è un difetto...).

A dominare la scaletta sono i pezzi dell'Album "Nine Objects of Desire", la cui Recensione del buon Juanito è apparsa su DeB poco prima che postassi questa mia (che bella la Vita...), ma ovviamente ampio spazio la cara Suzanne lo regala anche ad Album Storici come il già citato "Solitude Standing" e a quello che considero il mio preferito della sua produzione e cioè " 99.9 F°" e qui ci scappa un interludio...


99.9 F°, una Mini Recensione, a cura di Captain Howdy:


Uscito nel '92 "99.9 F°" è l'album in cui la Folk Singer Americana sperimenta di più, infatti insieme all'esperienza del rmx di "Tom's Dinner" qui è dove si può apprezzare maggiormente l'infatuazione che l'artista ha avuto nei primi '90 per l'Elettronica, infatti anche se siamo distanti dal poter dare una definizione di "Folktronica" (cosa che per esempio si può dire delle produzioni di Beth Orton) a quest' opera, pezzi portanti come la Title Track e la bellissima "Blood Makes Noise" sono piacevolmente imbastarditi da venature sintetiche che oltre a portare del vento fresco su un genere che spesso rischia (eccessivi) malinconici attaccamenti a clichè del passato, esaltano ancor più la bellissima e calda voce della nostra e a dare ancora più spessore al disco sono i pezzi che vanno controcorrente e cioè quelli più tradizionali (nello stile della brava cantautrice), su tutti la stupenda In Liverpool".

Son passati dieci anni perciò i ricordi oggettivi rischiano di esser mescolati alle "Leggende" che posson essersi create nella mia testa, ma penso che ormai avrete già capito che questa mia è solo un pretesto per omaggiare una grandissima Artista, troppo poco presente su DeB, cercando inoltre di non far doppioni...

Quello che posso dire, perchè lo ricordo con certezza è che Suzanne ipnotizzò con la sua consueta leggerezza tutto il pubblico presente compiaciuta dal fatto che, si pezzi come "Luka" e altri già citati sopra fossero conosciuti a memoria dai presenti ma che anche altri meno noti come "Fat Man and Dancing Girl" venissero vissuti da tutti con commozione...

Carino il fatto che proprio prima di questo pezzo chiese la traduzione in Italiano del termine "Dancing Girl" e alla risposta "Ballerina" divertita si lasciò scappare un "Like in Spanish..."

Per il sottoscritto i momenti clou furono il primo Bis con "In Liverpool" suonata in versione estremamente dilatata con il ritornello finale che pareva non finire mai (come ancora adesso ogni tanto frulla nella mia testa) e il lancio di Mimose sul Palco con lei a raccoglierne un mazzetto... non so se fosse quello lanciato da me, ma statisticamente un'alta percentuale di fiori dentro al Vox passarono prima nelle mie mani perciò mi piace pensare di averglielo donato io...

Uscendo soddisfatti F. mi porse un suo "manufatto" dicendomi "Non avrai mica pensato che sarei venuto senza?"

"Per un Attimo si..."

Mo.

P.S: Una Curiosità, Qui potete trovare un'Articolo uscito il giorno dopo, non riguarda proprio il concerto ma tant' è....

Questa DeRecensione di Live @ Vox Club, Nonantola 08.03.97 è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/suzanne-vega/live-at-vox-club-nonantola-080397/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Otto)

CaptainHowdy
Opera: | Recensione: |
Per qualche Motivo i Link (2) delle Recensioni Debaseriane non si aprono, Editors potete far qualcosa? Grazie...
BËL (00)
BRÜ (00)

juanito
Opera: | Recensione: |
eh si, è proprio curiosa la Vita ;)
BËL (00)
BRÜ (00)

CaptainHowdy
Opera: | Recensione: |
Vabbe? ecco il Link che mancano, RECE DI "SOLITUDE STANDING": Solitude Standing - Suzanne Vega - Recensione di Grasshopper RECE DI "NINE OBJECTS OF DESIRE": Nine Objects Of Desire - Suzanne Vega - Recensione di juanito ,ps: Grazie Juanito!
BËL (00)
BRÜ (00)

fusillo
Opera: | Recensione: |
Bravo Mò, bel racconto...

BËL (00)
BRÜ (00)

JakeChambers
Opera: | Recensione: |
Bella. Notevole sforzo di memoria, immagino, rievocare un concerto di dieci anni fa... Almeno lo sarebbe stato per me! ;-)
BËL (00)
BRÜ (00)

maledimiele
Opera: | Recensione: |
Già Capitano,nn è un difetto essere eleganti e delicati nel Rock...;-)
Di Suzanne conosco meglio "Solitude Standing",ma questo "99.9 F°" va ascoltato dai...
E' bello il tuo modo di raccontare le cose....e nn penso sia stato un grande sforzo di memoria ricordare questa serata di 10 anni fa....le cose belle nn si dimenticano....
BËL (00)
BRÜ (00)

sylvian1982
Opera: | Recensione: |
Non è che ti condivido un granchè su 99.9 F°, giacchè considero la Suzanne un'artista in continuo declino. Ovvero, ogni suo album lo trovo un pochino peggiore del precedente. A 99.9 F° mi sono fermato e questo la dice lunga sul suo apprezzamento. Andrò a riascoltarmelo.
BËL (00)
BRÜ (00)

CaptainHowdy
Opera: | Recensione: |
Grazie a tutti per i commenti! @Fusillo: Onorato... @Jake:cosa vuoi fu uina serata particolare ;-) @Male:neanche le brutte.. ;-) @Sylvian: che non abbia prodotto piu' dischi come inizio carriera e' apcifico pero' almeno fino a "Nien Objects" secondo me vale al pena ascoltate..su "99.9°F" penso che molto dipenda dal periodo..ero giovane percio' molto la fa pure la nostalgia, e' comunque un disco diverso rispetto ai soliti di Suzanne e va considerato anche sotto sto punto di vista.

Ciao,ancora a tutti!
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: