Tangerine Dream
Atem

()

Voto:

Che fare ora?

Se il fluttuante scirocco di “Electronic Meditation” aveva già gonfiato le vele dello spirito accompagnandolo fino agli scintillanti golfi di “Alpha Centauri”, se il nero scoglio di “Zeit” aveva già infranto il successivo viaggio del nostro misero catamarano arenandolo in secche di disumana angoscia…

Che fare ora?

Rimane una sola cosa: salpare verso l’unico abisso necessario, noi stessi.

Fanfare trionfanti; tripudio di mellotron, percussioni e pluviali synth che fondono il metallo delle apparenze lasciandoci soli con il cielo stellato dell’inconscio.

Gelide costellazioni raffiguranti miserie nascoste, saremo sempre troppo umani di quanto non vorremmo essere.

Futuro, Passato e Presente.

Sintetizzatori inquieti che predicono le ombre che saranno, neri cristalli dove si specchiano le piccole galassie delle nostre età che furono, lento fluire di sonde gettate nell’orbita del nostro quotidiano che ci mostrano come Narciso non può far altro che piangere fissando la sua immagine riflessa.

Ascesa e discesa.

Artificiali derive su opachi fiumi cosmici, urla campionate di maestosi uccelli marziani, lontane spiagge plutoniane dove risuona lo scrocchiare convulso delle corazze di crostacei sintetizzati, anelli di Saturno su cui inseguiamo una vuota insegna per l’eternità.

Antinferno stridente eppure ordinato. Gemme purissime gocciolano dalla volta di caverne lunari, buchi neri a basse modulazioni dove palpita l’eco cupa di una passione trattenuta a stento. Cuore stridente eppure ordinato.

Infine urla, grida e grugniti di feti spaziali che popolano le spelonche dei nostri pensieri e che nasceranno e moriranno mille e mille volte; un eterno compiersi, un eterno ritorno.

Che fare, che fare ora?

Questa DeRecensione di Atem è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/tangerine-dream/atem/recensione-cosmicjocker

Area sponsor. La vedono solo gli utenti anonimi. Quindi Accedi!


Commenti (Dodici)

nes
nes
Opera: | Recensione: |
bella pagina, lo spirito di debaser vive. loro sono uno dei miei vergognosi buchi.
BËL ( 01 )
BRÜ ( 00 )

nes: forse era meglio "buchi vergognosi" se no sembra che loro siano un mio buco di culo, non sia mai...
CosmicJocker: Ahah puntualizzazione necessaria!Ti ringrazio e parli con uno che ha così tanti buchi vergognosi da sembrare un gruviera..
Almotasim
Opera: | Recensione: |
Bella pagina introspettiva! Suoni e visioni... direbbe qualcuno.
BËL ( 02 )
BRÜ ( 00 )

CosmicJocker: Grazie Almo! suoni, visioni e deliri a milioni!..
ALFAMA
Opera: | Recensione: |
Tutto molto bello. Del gruppo conosco solo "Electronic Meditation".
BËL ( 01 )
BRÜ ( 00 )

CosmicJocker: questo secondo me è un disco che potrebbe piacerti..per me è il loro apice
Nico63
Opera: | Recensione: |
Mi manca, e me ne fai avvertire più grave la mancanza. Adoro "Zeit" e questo, dalle tue parole, gli sembrerebbe deliziosamente complementare.
BËL ( 01 )
BRÜ ( 00 )

CosmicJocker: Per certi versi sì..dove Zeit era disumano, Atem è più intimo..Zeit è il nero monilite di Kubrik, questo è suna spiaggia deserta in una giornata nuvolosa..più a misura di essere umano ecco..tenendo presente che Zeit è un capolavoro, gli preferisco questo..risuona di più in me
Kotatsu
Opera: | Recensione: |
Il Poeta Cosmico colpisce ancora: ottima rece. Questo disco mi manca, per ora conosco (e adoro) solo Alpha Centauri e Zeit... Più qualcosina degli anni '80. Questo me lo procuro :)
BËL ( 01 )
BRÜ ( 00 )

CosmicJocker: Grazie mister K.! Guarda se ami i Tangerine ma questo disco ti manca, il mio consiglio è di ascoltartelo il prima possibile..
Battlegods
Opera: | Recensione: |
L'unico album del primo periodo (lo facciamo finire con "Phaedra") che non mi emoziona. Qui c'è il concetto di texture, come nella titletrack, ovvero un blocco sonoro equivalente ad un ambiente, ad un'immagine. Però, "Birth of liquid pljeades" ha variazioni, luce ed oscurità, "Atem" titletrack è un soffio di vento, una poesia minimalista, con suoni che si scorgono appena e pochi effetti sonori spettacolari (tipo del moog).
BËL ( 01 )
BRÜ ( 00 )

CosmicJocker: Ed è proprio questo che mi affascina Battle..queste impercettibili variazioni che si depositano nello spirito..piccole gocce di rugiada che lentamente formano un acquerello..
Battlegods: Il minimalismo afro di "Vernal Equinox" di Hassel ti piace? il raga è molto vicino alla kosmiche drone, vedi i Popol di "Vuh" (beh. lì di minimalismo c'è poco, è un trionfo di moog e cori mantrici). Di certo "Atem" è qualcosa di unico, perchè venti minuti di puro minimalismo elettronico, neanche Schulze di "Irrlicht" o Gottsching ce l'hanno fatta...prendi anche la divina "Suche & Liebe", tanto alla fine partono batteria, chitarra ed assoli...(ah, si c'è un loro saggio soffuso, ma vai a finire sulla nota statica di "Jenseits", che però non raggiunge nè "Suche" e nè "Atem", dai...)
Nico63: "Vernal Equinox" mi procura sensazioni inesprimibili e impareggiabili, grazie anche solo per averlo nominato.
Battlegods: Cacchio, quelle botte di tabla sono un orgasmo. Che bellezza sentire John pure su "Houses in motion" dei Talking ;)
Nico63: Quando ascolto "Vernal" mi sento in una sorta di acquitrino primordiale, in una condizione di totale libertà da affanni, e al tempo stesso... commosso.
Battlegods: Assolutamente, la titletrack è qualcosa di perfetto. Magari i brani dove c'è soltanto la tromba di Hassell sono interessanti, ma quando partono anche le tabla si crea subito la magia.
CosmicJocker: Vernal è uno dei dischi di una delle mie nove vite..mi avete messo voglia di riascoltato! Grazie ragazzi
Battlegods: Però mi aspettavo qualcosa di più da"Fourth world" con Eno, eccheccacchio!
Nico63: Gran disco anche quello, dai. Come "Evening Star" di Eno-Fripp.
hjhhjij
Opera: | Recensione: |
Ci sta una recensione così per un disco così. Lo ascolti una-due volte, figo e poi basta, personalmente; e sempre personalmente a me piacciono di più "Zeit" "Phaedra" e ovviamente Centauri ;)
BËL ( 02 )
BRÜ ( 00 )

CosmicJocker: Ciao hj! Guarda il mio podio è: medaglia d'oro Atem; argento Zeit; e il bronzo se lo giocano Centauri e Phaedra..però c'è anche Rubycon che è un'ottima medaglia di legno..
Battlegods: Bronzo "Alpha"? Io credo che quella d'oro vada ad "Alpha", d'argento a "Zeit" e bronzo a "Phaedra" / "Atem" :P
hjhhjij: Oh si anche "Rubycon" è ottimo, poi mi entusiasmano meno. Se è per questo nemmeno l'esordio sfigura affatto, eh.
Battlegods: L'esordio ha "Genesis" che è un intro assurdo. "Rubycon" poteva fare qualcosa di più, visto che è solo un giro risentito già da "Phaedra" di pseudo trance e con qualche arpeggio gotico...
Battlegods: Anzi, ora che me la "ricanto", "Rubycon" ha ancora grande fascino, ma la 2 parte è new age...
CosmicJocker: Ma forse è perché la mia anima è piuttosto ambient..comunque si, anche l'esordio non è mica da buttare via. Per me fino a Rubycon compreso hanno mantenuto un ottimo livello piazzando almeno un paio di capolavori
Battlegods: Il concetto di ambient non è restrittivo. Ambient possono essere i lavori dei Cluster con Eno, i Popol, lo stesso "Zeit", ma anche i Nurse with wound, i Throbbing gristle. Ambient, per me, sono i suoni che ti permettono di spaziare con la mente, di immaginarti scenari, di intripparti osservando un tronco di un albero, un prato, un cielo, la forma di una nuvola :)
MikiNigagi
Opera: | Recensione: |
Conosco quello che conosce alfano e mi fa dormire, che non è che sia un male, anzi
BËL ( 01 )
BRÜ ( 00 )

CosmicJocker: Prova questo allora..siesta assicurata!
MikiNigagi
Opera: | Recensione: |
Poi conosco anche quelli che dice Kijiji
BËL ( 01 )
BRÜ ( 00 )

CosmicJocker: Idem come sopra..
Johnny b.
Opera: | Recensione: |
Non so se possa far dormire a me ha portato un'angoscia, specialmente la title track poi il brano finale con urla da incubo. La penso come Hjhhjij lo ascolti due volte e poi basta. Recensione come tuo solito ben fatta adatta al disco. Album per appassionati del genere.
BËL ( 01 )
BRÜ ( 00 )

CosmicJocker: Verissimo..ma per me questo è il picco dei Tangerine..angosciosamente minimale..
Zosimus
Opera: | Recensione: |
Non amo questo tipo di recensione, ma leggerti è stato piacevole.
BËL ( 01 )
BRÜ ( 00 )

nes: senza offesa: sei sul sito sbagliato mi sa...
nes: o forse non ho capito, ma debaser è (o almeno, dovrebbe essere, ) questo tipo di recensioni. Le altre, quelle "professionali" qui stonano: di siti di recensioni internet è strapieno, debaser affogherebbe nel marasma dei siti fotocopia.
Zosimus: Capisco cosa intendi e ti ringrazio, ma preferisco comunque basarmi sul mio metodo di valutazione.
nes: non volevo fartelo cambiare, volevo farti rpesente che di pagine che non ti piaceranno qui ne troverai a quintali.
Zosimus: E' possibile. Sta di fatto che 3 è un buon voto, qualcosa significherà.
nes: mi sono espresso malissimo, riformulo: volevo farti presente che di recensioni a te utili qui ne troverai veramente poche.
Zosimus: Anche entrare in contatto con realtà diverse può essere stimolante, in ogni caso. Grazie comunque per le indicazioni.
CosmicJocker: Grazie Zosimus..devo dire che spesso è volentieri indugio in recensioni come questa..contento ti sia moderatamente piaciuta anche se non proprio affine ai tuoi gusti..
Zosimus: Piacere mio.
giovanniA
Opera: | Recensione: |
Piaceva molto a John Peel (il leggendario dj e speaker radiofonico della Bbc) che, al tempo, lo elesse album dell'anno. Piace anche a me, come tutti i Tangerine, anche se per me il top è rappresentato dai successivi Rubycon e Ricochet. Appunto alla rece: sono pochi i synth in questo album, anzi l'unico è il VCS3, tutto il resto sono mellotron, organo, pianoforte, ecc.
BËL ( 01 )
BRÜ ( 00 )

Battlegods: "Ricochet" meglio di "Alpha" o "Zeit"?! Mh, "Rubycon" possiede ancora bei tessuti ritmici, che proseguono la "trance gotica" di "Phaedra", ma da "Ricochet" in poi ci sono le chitarre (penso che era l'unico strumento di cui non avevano bisogno...sembrano i Sensations' Fix ahahah) e frasi elettroniche già trite e ritrite nel 1975. Poi son gusti, a certi piace perfino "Stratosphere" ;)
CosmicJocker: Dove peschi nei Tangerine del primo periodo, peschi bene (se non benissimo)..grazie per l'appunto sulla rece, di errori "tecnici" ne faccio sempre troppi

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: