The Brotherhood of Lizards
Lizardland - The Complete Works

()

Voto:

Versioni: v1 > v2

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Sei un grande scrittore di canzoni e allora perché cavolo vai a caccia di farfalle nel buio? Ti prego, non raccontarmi ancora la storia del tuo amico batterista, quello che accennava un ritmo e poi andava a ramengo. Come? E' su quel mare assai incerto che navigava la zattera proveniente da Venere e quindi l'imprinting, le ochette e quant'altro? Ok, siamo alle solite, adesso mi dirai che, in ogni caso, ci deve essere vento e che i pensieri sono belli solo se spettinati, Tutti a dire che le tue canzoni sono come la primavera (oh sapessi, sapessi, sapessi, all'improvviso si apre una finestra!!!) e poi, e poi alla fine vogliono l'ordine. Ma la primavera, cazzo, la primavera è disordine, un attimo piove, un altro c'è il sole e i prati son tutto un brusio. Non solo, tre nebbie fanno una pioggia, tre pioggie una fiumana, tre feste da ballo una puttana e maggio. maggio è il mese dei matti e delle rose. Insomma è tutto un casino. E quindi viva il ramengo, il ramengo e l'inciampo. Anche se poi quando ti ha prodotto Andy inciampavi un po' meno. Come? Solo chi è davvero storto può permettersi di andar liscio? Ok, un modo per cavartela lo trovi sempre.

E quelli che “cazzo, Martin, se suonassi con dei veri musicisti, allora si”, mio dio è una vita che squali e squaletti provano a migliorarti, allora...allora sai che facciamo? Gli sbattiamo in faccia lo zio Oscar, hai presente l'aforisma numero 138? Quello che dice “non c'è miglior modo di peggiorare una persona che cercare di migliorarla”? Non male, eh? Anche per tutti quei tizi barbuti che entrano in studio e dicono cose del tipo “spostate quelle centomila comparse un po' più a destra”. Oh Martin, perdonali...perdonali, perché non sanno quello che fanno. Non sanno che le cose non sono che un attimo, una specie di esperimento. Vanno fatte, tutto qui e se il risultato non è perfetto, tanto meglio.

Però, insomma, Martin, c'era proprio bisogno di ricominciare con le cassettine? D'accordo, l'ultima è stata forse il tuo miglior disco coi Cleaners, ma ti sei dimenticato che subito dopo avevi pensato di lasciar perdere? E, non fosse spuntato quel contrattino, l'avresti pure fatto? Come? Le cose han cominciato ad andare troppo lisce? La zattera è diventata un barcone e hai cominciato a pensare che il vero spirito Cleaners from Venus fosse andato a farsi fottere? Davvero? E, senti, com'è esattamente sta faccenda dello spirito?

Lo spirito. Quella cosa tipo Syd, no? Quando, spingendo tutti i bottoni. faceva impazzire il produttore di “Piper”...oh merda, che gioia!!! Il pesce ancora a mezz'aria, il pesce e il retino da acchiappaqualcosa, cosa non importa. Quindi fanculo tutti, ciao Cleaners, e via con il tuo nuovo giochino esoterico, ovvero la confraternita delle lucertole.

E quindi di nuovo Mail Art, di nuovo le cassetine spedite per posta. Dentro qualche strumentale fatato e poi quel cazzo di effetto giostrina, il jangle argentato, din din. Poi quella canzone, si quella finita anche nel disco che hai fatto col capitano sensibile, ovvero “Carmosine”. Ecco, quante recensioni psych-pop ho fatto? Di quante caramelline ho parlato? E, soprattutto, quante volte ho scritto “effetto carillon”? Ho perso il conto. Beh, in “Carmosine” c'è il più bell'effetto carillon di sempre, punto.

Il secondo album invece si torna in studio. E, mamma mia, è champagne il giorno dopo, magari meno buono, solo che non ti ricordavi di averlo e quindi è più buono. Low-fi heaven dice qualcuno in rete, verissimo cazzo!!! Un sogno cristallino con una punta di anonimo, appena un niente (o un niente appena) sotto la soglia percettiva. Quasi non lo noti. E comunque quale grazia, quale delicatezza. La luce è morbida e non abbaglia e, tra gentilissime ipnosi da giardino e qualcosa di “Skylarking”, tutto scorre. E' il mattino scintillante o il pomeriggio malinconico? Tutte e due contessa, tutte e due. In ogni caso, latte o limone a piacere. Trallallà.

ps...in questo album sono presenti sia la cassettina, sia il disco successivo...

Questa DeRecensione di Lizardland - The Complete Works è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/the-brotherhood-of-lizards/lizardland-the-complete-works/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Undici)

Dislocation
Opera: | Recensione: |
"Lo spirito. Quella cosa tipo Syd....."
Che ti si può dire? Che Calliope ti conservi.
BËL (02)
BRÜ (00)

luludia: ahahah...mi sa che la mia musa sia un po' più smandrappata...
Dislocation: Dalle da mangiare, ogni tanto. Un po' di Caproni, gocce di Saffo, sacchi di Pasolini e poi Leopardi come piovesse.
Giangiorgio
Opera: | Recensione: |
Sai, se si è intrappolati dietro le linee nemiche e si è sotto un milligrammo di LSD, le tue recensioni non sono poi malaccio
BËL (02)
BRÜ (00)

luludia: ahahah...ma intrappolati dietro le linee nemiche è la condizione dei più, l'acido invece magari no...
sfascia carrozze
Opera: | Recensione: |
Si, ma, esattamente, cosa sarebbe, esattamente, qvesto effettocarillon ?
C'ho associato il DeBrano lì a destra, nell'apposito DeSpazio sotto la DeCopertina, ma:
micca l'ho capito.
Micca.
BËL (01)
BRÜ (00)

luludia: un din din din stranito che sta dove non te lo aspetteresti mai...
sfascia carrozze: Ah, ecco.
Ora son men stranito di prima.
luludia: peccato, adoro gli straniti...
sfascia carrozze: Non si allarmi.
La mia soglia di stranimento è decisamente elevatissima.
Quasi siderale.
luludia: ah ecco, meno male...
Pinhead
Opera: | Recensione: |
Ma non è aprile il mese dei matti?
BËL (01)
BRÜ (00)

luludia: ah no, è maggio, almeno dalle mie parti...
luludia
Opera: | Recensione: |
Modifica alla recensione: «corretto errore ...». Vedi la vecchia versione Lizardland - The Complete Works - The Brotherhood of Lizards - Recensione di luludia Versione 1
BËL (00)
BRÜ (00)

lector
Opera: | Recensione: |
Lulù, il miglior spacciatore di dolcetti del web....
BËL (01)
BRÜ (00)

luludia: tutti alla pasticceria trallallà...
lector: La mia povera dieta!
Falloppio
Opera: | Recensione: |
Io non ho capito nulla.
Forse il Metal mi ha bruciato l'ultimo neurone. È lì che brucia ancora. Mi accendo una sigaretta...
BËL (01)
BRÜ (00)

Falloppio: Loro così così.....
luludia: ahahah...fa niente è scrittura pissichedelica....se non si capisce è quasi meglio...
Falloppio: Ahahahah
Allora 5 meritato tutto.
aragnof
Opera: | Recensione: |
Un 5 senza nemmeno ascoltare, basta solo nasare l scritto, meglio della colla Cow
BËL (02)
BRÜ (00)

luludia: ti ringrazio...
Almotasim
Opera: | Recensione: |
Sì.
BËL (01)
BRÜ (00)

luludia: o, mal che vada, forse...
ALFAMA
Opera: | Recensione: |
da qualche parte ho dei cd scaricati da Soulseek, come tutti quelle dei Cleaners. Se la memoria non m'inganna in questi pezzi ci si allontana( il tempo passa ) dalla New Wave e la deriva mentale porta a lidi Hitchcok periodo "Fegmania". Destino che porterà il nostro Martin nell'inevitabile terra XTC. Se la memoria non mi ha abbandonato
BËL (01)
BRÜ (00)

luludia: si, niente new wave....
imasoulman
Opera: | Recensione: |
porca miseria, ma sta roba da dove caspita è mai uscita?
BËL (01)
BRÜ (00)

imasoulman: e per ‘sta roba’ intendo sia la proposta musicale sia (soprattutto) quella roba che usi tu per scrivere cose così, caro il mio baudelulu’
imasoulman: in più alfama ci mette il carico da (cento)undici dicendo che siamo dalle parti di Hitchcock...ma dove sono vissuto io, finora?
luludia: ma guarda, io ci son finito per caso...ricordavo una cover cleaners from venus di late night di barrett e un giorno mi sono apparsi sul tubo...comunque a sto signore un disco (molto molrto bello) l'ha prodotto andy partridge, non so se mi spiego.. .
luludia: registrato in quel di swindon...guarda io mi son fatto prendere, mi sono innamorato sia della musica sia della persona, insomma sono in uno stato di eccitazione, tendo ad esaltarmi, però, insomma, non mi spiego come il "ragazzo" non sia più noto...partridge, hitchcock, il livello è quello...
imasoulman: boh...mi sembra incredibile che non ne abbia mai sentito neanche parlare prima...
luludia: caviamocela con un meglio tardi che mai...

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: