The Coral
Nightfreak and the Sons of Becker

()

Voto:

Quando il cuore è un frullar d’ali e quando le dita sono piccoli artigli indiscreti, allora anche la bocca si muta in becco e, con la ghiottoneria di una cornacchia, lo ficco in bazar scintillanti.

Stoffe dalle fogge audaci e dai colori voraci, sfiziosi orpelli dalle forme attraenti, opali ora iridescenti ora smerigliati, brusio, calpestio e poi musica, musica, musica…

…E stordimento…

I variopinti allestimenti dei Coral hanno da sempre sedotto il mio cuor di cornacchia. L’ esordio (omonimo) dove il gusto per il beat anni ’60 si riverberava in una caleidoscopica psichedelia sfrontata e fresca, vorticosa e sguazzante, la cui spuma frizzava di mille bollicine e di altrettante influenze stilistiche.

E poi il successivo “Magic and Medicine”. Più rotondo e solido, forse più maturo, sicuramente più bluesy, impreziosito altresì da accese sfumature country-western. Ciò che acquistavano in coesione però, lo perdevano in spontaneità, nella voglia di stupire…

…E di stordire…

Il mio cuor di cornacchia esulta ora! Nel retrobottega del loro bazar, tra i fondi di magazzino, scova questo EP di vent’otto minuti circa.

La luce è più fioca quì a dire il vero; le chincaglierie psichedeliche sono bagnate da più ombre rispetto al passato, ma le sorprese non mancano e l’attitudine è ritrovata.

Bizzarre schegge sonore in cui Kinks in metanfetamina tirano la volata a soffici interludi simil-Love, sghembe inflessioni dei Blur più sornioni cedono il passo a sfuriate lo-fi che lambiscono il punk, vignette oniriche si risvegliono in morbide lenzuola beatelsiane.

Sono troppo derivativi? Hanno esaurito l’effetto sorpresa? Non è tutto oro quello che luccica?

Che m’importa, con gioia stringo nel becco questo gioiellino! Sarà vero, sarà falso? Bah! Oggi il mio cuore è quello di una cornacchia, amo tutto ciò che luccica, che sgomenta…

…E che stordisce…

Questa DeRecensione di Nightfreak and the Sons of Becker è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/the-coral/nightfreak-and-the-sons-of-becker/recensione-cosmicjocker

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Nove)

ALFAMA
Opera: | Recensione: |
Mi piacciono i Coral, mi piace questo lavoro a diverse velocità e breve quel tanto che non ti lascia il tempo di riflettere.
BËL (01)
BRÜ (00)

CosmicJocker: Totalmente d'accordo..dopo questo disco però li ho un po' persi di vista.
madcat
Opera: | Recensione: |
Ho solo l'esordio, prima mi tocca magic and medicine quindi. Ottima rece.
BËL (01)
BRÜ (00)

CosmicJocker: Ciao Mad! (Di la verità, sei passato solo perche ho citato i Blur..;))..L'esordio è davvero un gran bel disco e questo ne recupera la freschezza.."magic..." è un po diverso, ma sempre meritevole d'attenzione..
madcat: Ah Ah! Ovvio :) Ci sono alcuni che dicono che Magic and Medicine è persino migliore dell'esordio (qui mi sembra @[GrantNicholas] la pensi così, ma potrei sbagliarmi), per questo mi incuriosiva dargli un ascolto almeno. Al momento però sono in fase super stoner :) quindi rimanderò ancora
CosmicJocker: Sicuramente un ascolto anche a magic è da dare.. (e credo anche di capire il perché alcuni lo considerano il loro migliore, ma, per me, la loro cifra è quella fresca strafottenza creativa che hanno nell'esordio e in questo disco..poi, come dicevo sopra, li ho un po' persi dal mio radar)..
Almotasim
Opera: | Recensione: |
Mi ricordo l'esordio. La tua scrittura sontuosa, vedi nei paragoni "Bizzarre schegge sonore in cui Kinks in metanfetamina tirano la volata a soffici interludi simil-Love, sghembe inflessioni dei Blur più sornioni cedono il passo a sfuriate lo-fi che lambiscono il punk, vignette oniriche si risvegliono in morbide lenzuola beatelsiane". Beh, gran classe, Poète Cosmique!
BËL (02)
BRÜ (00)

CosmicJocker: Grazie Almo! E poi mi parli in francese..beh, se solo tu fossi la Morticia degli Addams della mia infanzia...
Almotasim : Beh, e la Fenech, no? Troppo poliglotta...
CosmicJocker: Troppo troppa la Fenech per me!
Almotasim : Poco dark.
sfascia carrozze
Opera: | Recensione: |
E' qvesto lo spirito givsto!
BËL (01)
BRÜ (00)

CosmicJocker: È proprio questo?! Ne è proprio-sicuro-sicuro-(sicuro)?!?!?
sfascia carrozze: Sicurerrimo.
L'avrò rassicurata?
CosmicJocker: Ma sicuro...
sfascia carrozze: Sicuro-sicuro-sicuro?
Mi rassicuri, perdincinbacco.
CosmicJocker: Ha vinto Lei..mi dichiaro sicuro-sicuro-sicuro..
sfascia carrozze: Grazie per avermi rassicurato (al cubo).
odradek
Opera: | Recensione: |
A me pari più una gazza. L'esordio m'aveva rinfrescato l'orecchie, quello dopo non era malvagio, lo dici bene. Questo che è, nuovo?
BËL (01)
BRÜ (00)

odradek: Macchè, del 2004! Guarda un po' che ho trovato, cercando questo (ce n'è pure un altro che non conoscevo) MUSICAL!ASYLUM
CosmicJocker: Caspita odra! Tu sei un ricercatore, grazie mille del link! Io questo EP l'ho trovato al discomane a Milano parecchi anni fa e mi è ricapitato in mano l'altro ieri.
CosmicJocker: (Temo che gazze e cornacchie abbiano lo stesso vizietto..ancora cerco quella che mi trafugo' la biglia di Chiappucci)..
lector
Opera: | Recensione: |
Ma le cornacchie ascoltano Brit-Pop?
BËL (02)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: Solo quando non ascoltano freejazzpunkinglese
CosmicJocker: ...ed anche quando c'è un afa che si taglia con il coltello (gli Dei sono stati clementi con voi: vi hanno risparmiato il clima della Pianura Padana)..
sfascia carrozze: Dice che poteva andarci (anche) peggio?
Ma Lei è un inguarito ottimista, témo.
CosmicJocker: Inguarito? mah, più con-va-lescente..
sfascia carrozze: Le scente va con.
Invertendo l'ordine degli addendi si dicon cose belle.
Anche sé non particolarmente prive di senso.
Johnny b.
Opera: | Recensione: |
Sono troppo derivati? Si come la maggior parte della musica 2000 in poi. Hanno esaurito l'effetto sorpresa? Si gli anni zero caratteruzzati da esordi pompati a regola d'arte tanto da mettere in difficoltà la stessa band perché difficilmente potrà mantenere le aspettative perciò tutti pronti a saltare su un'altro carro-esordio di altra band. Non è tutto oro quello che luccica? Forse, a me personalmente sono sempre piaciuti anche se come te li ho persi per strada da un po.
BËL (01)
BRÜ (00)

CosmicJocker: D'accordo con te Johnny..la ricerca sfrenata e morbosa della famigerata "next big thing" è un boomerang per le band additate come tale..I Coral erano (sono) tra i più interessanti (il loro sound mi ha preso sin da subito)..forse mi cercherò qualche loro disco più recente, anche se la paura di una delusione c'è..
IlConte
Opera: | Recensione: |
Orpo, ti avevo perso nobile!
Questi Coral... c’era una nobile fanciulla a cui piacevano molto tanti tanti anni fa e mi regalo il ciddi di quello che citi... aspetta che vado a leggere... esatto “Magic and Medicine” ... lo ricordo bello ma l’ho messo via... sarà in fondo ad una pila da quanto?! 20 anni, di più forse, lo riprendo fuori allora.

Sul tuo scritto non sono neanche degno di esprimermi, troppo nobile. Hai sbagliato epoca, in altri tempi le avresti conquistate e “amate”
a tuo piacimento “solo” scrivendo loro due righe delle tue...

Il Poeta Cosmico, Assoluto
BËL (01)
BRÜ (00)

CosmicJocker: Ahah Nobile!..Beh, però diciamo che anche in quest'epoca qualche donzella sotto le grinfie mi è capitata (diciamo che come arma di seduzione è preferibile la vodka liscia, ma son dettagli)..secondo me i Coral ti potrebbero piacere, nel disco che hai sono relativamente "tranquilli", in questo e nell'omonimo sono un'esplosione di colori..Un abbraccio!
IlConte: Non ho il minimo dubbio..l
nes
nes
Opera: | Recensione: |
Bravo.
BËL (01)
BRÜ (00)

CosmicJocker: Grazie @[nes]..come andiamo? Hai poi risolto con il lavoro?
nes: Sto fando 'na roba che se va bene sara' 'na figata (piu' o meno). Ma per scaramanzia preferisco star zitto al momento.
CosmicJocker: Giusto..è meglio il silenzio e incrociare le dita (si sa mai che gli Dei ascoltino)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: