The Cramps
Gravest Hits

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Prendi il miglior modo di dire vaffanculo e poi trasformalo in una esperiemza tribale. Aggiungi una risata e il gioco è fatto...

________________________________

La bottiglia di bourbon era alla fine e io, Spisni e il maestro Urbani eravamo piuttosto in là. Stavamo ascoltando “Lonesome town”, traccia cinque di “Gravest Hits”...

Ecco, “Lonesome town” è una ballata, anzi più che una ballata è una esperienza trascendentale E questo almeno per due ragioni: (uno) arriva dopo il caos più totale, (due) è quel tipo di pezzo che, scontando e superando se stesso, si eleva chissà come e chissà dove. Merda, eravamo ammutoliti.

Finito il pezzo continuammo a non dir niente per un po', poi rimettemmo il disco da capo, ascoltandolo a ripetizione...

A un certo punto ci fu una strana mutazione del tempo e dello spazio, un vuoto, un varco, un passaggio di energia. Fu in quel momento che apparve un tizio dalla pelle rossastra. Pur non avendo né corna, ne forcone, lo riconoscemmo immediatamente. Si trattenne con noi solo per un attimo, ovvero il tempo necessario per regalarci il più bel sorriso che avessimo mai visto.

_____________________________

Mica facile essere insieme ipnotici e selvaggi.

Tipo io, ascoltando sti pazzoidi, vado in trance. Non una trance mistica, ma piuttosto psicoattiva. Una specie di medicina del corpo, fate conto.

Sarà il voodoo del woodoobilly, sarà il riverbero ondeggiante delle chitarre...

Ecco si, le chitarre, quell'espansivo e disarticolato muro del suono dalle rifrangenze quasi morriconiane. In quei momenti sono Poison Ivy, e mi muovo come lei, un lieve rollio sulla stessa mattonella. E' quella la trance...

Poi quando quelle stesse chitarre (Poison e l'altro tizio col ciuffo) si danno allo sferraglio e fuzzano di brutto, oppure quando il matto che rocka si mette a latrare ecco che arrivano le scosse...

E allora lascio perdere Poison e divento lui...

Divento Lux Interior...

_____________________________

Arrostendo insensibilmente accanto al calore del fuoco, gli occhi puntati sulla terra, il diavolo disse: “finalmente”.

“Finalmente!!!”

Poi, dopo aver roteato gli occhi da gattaccio di strada, trangugiò in un sorso un calice di ambrosia al contrario. Non poteva crederci, per la prima volta il rock'n'roll stava mantenendo TUTTE le sue promesse.

Quel che vedeva e sentiva era infatti piuttosto eloquente.

L'allampanato (und spiritato) licantropo al centro, il lieve e cupo ondeggiare della ragazza a sinistra, il ghigno definitivo dell'altro chitarrista a destra. L'impassibile batterista voodoo dietro.

Insomma, fiamma contro fiamma, il palco restituiva lo stesso calore che lo stava arrostendo

Allora non poté fare a meno di ripensare a tutti quegli anni di duro lavoro. Rivide gli occhi vivissimi degli oscuri pionieri che cantavano come lupi o come bambini. Risentì il tremolio sepolcrale della chitarra di Link Wray e tutte quelle canzoni che finivano dentro raccolte dai nomi improbabili.

Solo che poi con questi Cramps si andava oltre.

Il caos era come decuplicato e, cosa forse ancora più importante, si sentiva una strana risata, se non, addirittura, qualcosa di simile alla gioia di vivere. E lui rispetto alla gioia di vivere aveva l'occhio lungo...

Del resto essere mostruosi è il modo migliore per essere felici.

Ah, non vedeva l'ora di andare al club e sbattere in faccia la sua nuova scoperta a quell'energumeno di Dioniso e a quei fighetti di Orfeo e Apollo. Quei tre credevano di essere i soli a conoscere l'estasi. Beh, gliela avrebbe fatta vedere lui.

______________________________

“Gravest Hits” contiene i primi vagiti della mostruosa creatura: un brano autografo e quattro cover di classici rockabilly degli anni cinquanta.

E quindi ondeggiare sincopato, tratti di blues catacombale, e tutto quello che abbiam già detto sopra: fuzz, riverbero, canto psicotico, tum tum voodoo.

I cinque brani sono tutti favolosi, ma due raggiungono una specie di limite. Ne ho già accennato all'inizio...

“Surfin bird”, favolosa cover dei Trashmen, oltre che uno dei più bei vaffanculo della storia, sparata a mille all'ora e dedita al più assoluto caos.

E “Lonesome town”, voce virile, anima tremolante, slide che penetra sottopelle. Una cosa tipo Elvis nel paese delle ombre. Sapevano pure fare le ballate, sti bastardi...

E poi va beh, c'è“Human fly”, la mosca umana che fa buz buz...

“Ho 96 lacrime e 96 occhi

sono l'uomo mosca e non so perché”...

Direi che non serve altro...

Questa DeRecensione di Gravest Hits è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/the-cramps/gravest-hits/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Quindici)

lector
Opera: | Recensione: |
L'immagine di te che ti trasformi in Poison Ivy mi perseguiterà a lungo....
BËL (01)
BRÜ (00)

luludia: ahahah...spero tu sia riuscito a dormire...
lector: Si, ma male!
luludia: beh, qualche incubo coi cramps ci sta....
Battlegods
Opera: | Recensione: |
Se ti trasformi in Ivy sai chi chiamare per andare a bere ;)
BËL (01)
BRÜ (00)

luludia: ricevuto...
De...Marga...
Opera: | Recensione: |
Soltanto tu, tu soltanto potevi omaggiarli in modo così inquieto!!! Grande al cubo lulù....
BËL (01)
BRÜ (00)

luludia: grazie...ciao dema...con sto caldo ci vorrebbero le tue montagne...
sfascia carrozze
Opera: | Recensione: |
Eppure lo san tutti che introducendo nel cavo orale, e perciò nel esofago e ancor piùggiù discendendo, una adeguata quantità di potassio, nella aerodinamica forma di Musaceae (volgarmente detta banana), il fenomeno crampifero tende ad alleviarsi se non à scomparire.
Ma non è ché Le devo dire tutto io, eh.
BËL (01)
BRÜ (00)

imasoulman: Lei, là, sì che si vede che seguiva le (per un po')mirabolanti imprese pallacordistichae di Michelino Chang. Soprattutto ai cambi di campo
sfascia carrozze: Eggià!
luludia: ma, crissimo, il fenomeno crampifero di cui discetto io è perlopiù augurabile...si faccia anche lei due cramps al sugo...
luludia: crissimo?
sfascia carrozze: Veda cosa succede a crampeggiarsi mattina, sera e noche?
luludia: ma no, io lo consiglio come cura antidepressiva...
sfascia carrozze: Allora me ne porti una carriuola.
Facciamo due, và.
Bubi
Opera: | Recensione: |
Molto bella...
BËL (01)
BRÜ (00)

luludia: grazie...
Bubi: È la verità, scrivi bene e te ne va dato atto.
imasoulman
Opera: | Recensione: |
sì ma...'l'altro tizio col ciuffo'? Di chi pensi di stare parlando? Di Little Tony?
BËL (02)
BRÜ (00)

luludia: little tony nei cramps avrei voluto vederlo....
lector: Eppure Bryan Gregory non è proprio uno qualunque....
imasoulman: soprattutto per chi dice di lavorare a contatto con ‘soggetti di interesse psichiatrico’ ;)
luludia: ah beh, giusto...diciamo che mi son concentrato sulla coppia di innamorati...
hjhhjij
Opera: | Recensione: |
EP assolutamente magnifico.
BËL (01)
BRÜ (00)

luludia: assolutamente...
Caspasian
Opera: | Recensione: |
Mi hai fatto venire in mente "Il Maestro e Margherita" di Bulgakov.
Da paura...
BËL (01)
BRÜ (00)

luludia: libro che prima o poi rileggerò...
Caspasian: Specialmente quando il Re degli inganni fa scivolare la sua vittima che cade sui binari mentre passa il tram venendo decapitata...
Caspasian: ... con una azione "psicoattiva".
JonatanCoe
Opera: | Recensione: |
C'è poco da dire. Si parla dei miei amatissimi Cramps, già questo basta e avanza.
BËL (01)
BRÜ (00)

luludia: grandi grandissimi cramps...
ALFAMA
Opera: | Recensione: |
stavo sudando poi ho lello dei Cramps e ho sudato sangue. Illuso era vino rosso
BËL (01)
BRÜ (00)

luludia: con sto caldo meglio un bianco leggero...
Tucidide
Opera: | Recensione: |
Qual è il pezzo autografo? Purtroppo detesto le cover. A prescindere .
BËL (01)
BRÜ (00)

luludia: "Human fly"...però guarda che queste son cover piuttosto speciali...
Almotasim
Opera: | Recensione: |
Bersaglio centrato in pieno: "Non una trance mistica, ma piuttosto psicoattiva".
BËL (01)
BRÜ (00)

luludia: ho letto più volte "lo zen e il tiro con l'arco"....
Onirico
Opera: | Recensione: |
Meglio tardi che mai. Certe volte meglio mai, ma non in questo caso.
BËL (01)
BRÜ (00)

luludia: grazie signor onirico...
amarolukano
Opera: | Recensione: |
Come si può non dare 5 a sti schizzatoni (e a quella gran fregna di Ivy)
BËL (01)
BRÜ (00)

luludia: in effetti non si puote...
loStraniero
Opera: | Recensione: |
Preside, agita le braccia e corre per la classe facendo buz buz. Quest'è tutto.(.semicit)
BËL (01)
BRÜ (00)

luludia: niente male...

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: