The Fall
Are You Are Missing Winner

()

Voto:

Versioni: v1 > v2

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Com'è The Fall annata 2001? Sicuramente molto diverso dall'anno precedente visto che Mark E Smith rimpiazza tutti i membri della band (eccetto se stesso, ça va sans dire) con una nuova line-up. Anche lo stile vira bruscamente verso un punk-rock propulsivo e diretto.

Mark, poco più che quarantenne, è già mezzo sdentato e avvezzo a dissetarsi direttamente dalla bottiglia di whisky, e questo si sente nello stile canoro un po' biascicato e approssimativo. Ciò nonostante, il leone ruggisce ancora e le canzoni trasmettono un senso di indomabile energia, enfatizzato da una sezione ritmica solida ed allo stesso tempo pulsante.

La poetica del disco esprime un senso di precaria inclusione in una società che induce l'individuo alla depressione ("I'v got the burgeois blues", dalla cover di Lead Belly "Bourgeois Town"), senza possibilità di realizzazione ("Kick the Can"). Ciò che rimane è solo l'indomita vitalità della persona divenuta indifferente al proprio stesso malessere.

Può capitare di vedere Mark E Smith sui palchi di mezza Europa, in sale minori, come ad esempio in Interzona a Verona, dove tra il pubblico non si nota un anonimo cultore che da lì a qualche anno avrebbe recensito il disco su un noto portale di appassionati dell'arte ispirata dalla Musa. Ma questa è un'altra storia.






Questa DeRecensione di Are You Are Missing Winner è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/the-fall/are-you-are-missing-winner/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Sette)

ygmarchi2
ygmarchi2 Divèrs
Opera: | Recensione: |
Modifica alla recensione: «v2». Vedi la vecchia versione Are You Are Missing Winner - The Fall - Recensione di ygmarchi2 Versione 1
BËL (00)
BRÜ (00)

sfascia carrozze
Opera: | Recensione: |
Segnalo, en passant, che per gli eventuali estimatori del compianto Mr. Smith sul Blow Up mensile di marzo (solo in edicola, niet scarichio illegale) c'è un articolo davvero imponente, di ben 20 pagine, su di Lui e sul gruppo.

BËL (02)
BRÜ (00)

hjhhjij
Opera: | Recensione: |
Troppo produttivo e quindi non sono mai arrivato fino a qui, ma so che ha sempre mantenuto livelli di qualità dignitosi.
BËL (00)
BRÜ (00)

ygmarchi2: Nemmeno io li benissimo, però a questo disco, che ho preso la sera del concerto e che ogni tanto ascolto volentieri, sono affezionato.
ygmarchi2: *li conosco benissimo...
IlConte
Opera: | Recensione: |
“rimpiazza tutti i membri della band”, già per me non ci siamo...
BËL (00)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: In che senso?
I The Fall sono sempre stati solo ed esclusivamente Lui
Gli altri, i molti altri che gli sono stati a fianco, erano solo gregari della Sua folle genialità.
IlConte: Eccheccazzo ne so IO, manco so chi è?!
E allora chiamati Smith bande non fare casini zioporco!
hjhhjij: Eppure coi King Crimson stai messo maluccio allora ahahahah
IlConte: Tu lo sai quale è il mio concetto di band... poi ognuno fa ciò che gli pare, ovvio.
sfascia carrozze: Ma infatti il DeBasio dovrebbe servire (anche) a venire à conosc(i)enza di certuni non esattamente universali dettagli.
Eh.
IlConte: Però i Crimson li conosco, ho 3 album (a memoria) e per me sono Fripp, questo non lo conosco meaculpa
hjhhjij: Esatto Fripp + qualche eventuale collaboratore strettissimo che ha resistito di più, ad esempio negli anni '80 son diventati molto più band come la intendi tu, nei '90 al massimo aggiungevano gente più che cambiarla mentre nei '70 erano più un laboratorio musicale in costante cambiamento sotto la guida di un dittatore-genio e in questo senso a loro si avvicinano i Fall di Mark E. Smith
IlConte: Ho i primi tre + Red, già troppo per me visto il genere.
Comunque immensi ovvio mica sono scemo.
hjhhjij: "Red" dovrebbe essere quello che fa più per te, così a naso. Ed è anche il mio preferito. Con quel suono tagliente, metallico eppure caldissimo che ancora oggi sembra fatto ieri anzi, domani.
IlConte: Se devo essere sincero mi ricordo bene solo “In The Court.... “ che mi piaceva molto.... prima o poi lì riprendo e magari mi faccio qualche altro acquisto dei più rock e meno progr ossessivo ahahah
Storia del rock da prima fila al di là dei gusti
hjhhjij: Ma guarda che di progressive in senso stretto già da "Lizard" ne trovi poco. Comunque potresti oltre che "Red" che hai già, i dischi degli anni '80 o "Thrak". Vai liscio che li di progressive 0. Altra musica. Non so se ti piaceranno ma di sicuro non c'è il prog :-)
IlConte: Eh vedi conosco poco e ricordo meno, dopo Waits ci facciamo un riepilogo Crimson se ti va di assistere un vecchio Nobile ahahah
hjhhjij: Quando vuoi :D
ygmarchi2: La cosa incredibile è che oggi ho su i King Crimson da qualche ora e ho letto giusto adesso la vostra conversazione!
IlConte: Non e’ incredbile, io lo sapevo!
Johnny b.
Opera: | Recensione: |
Con artisti come Fall-Smith (troppi album) tendo a fare molta selezione che nel caso loro fino a This Nation's Saving Grace 1985 e un paio anni 90. Gli darò un'ascoltata a loro non si nega mai.
BËL (01)
BRÜ (00)

Senmayan: io ho ascoltato "the real new fall lp" di inizi anni 2000 ed è molto bello, non sembra un gruppo che ha così tanti decenni di carriera, pieno di energia e suonato come si deve.. Dei the fall penso bisogna pescare da tutti i decenni, anche se naturalmente (da quello ascoltato), gli anni 80 sono il loro periodo d'oro.
Johnny b.: Forse il loro ultimo capolavoro. The Real New Fall album straordinario ch'era uno di quelli da me conosciuti anni novanta. Ricordavo male (2000). Ygmarchi2 come detto nel commento ho dato una chance a quest'album. Non un capolavoro ma nemmeno la bocciatura in toto che subì da addetti ai lavori e non.
lector
Opera: | Recensione: |
Mark, quanto ci manca!
BËL (01)
BRÜ (00)

Almotasim
Opera: | Recensione: |
Questo album non lo conosco... e' l'occasione giusta.
BËL (01)
BRÜ (00)

ygmarchi2: A mio avviso è un gran bel disco, magari niente che ha cambiato la storia della musica, ma averne di dischi così.

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: