The Pogues
Peace and Love

()

Voto:

Il graduale allontanamento dei Pogues dalla sonorità folk irish per arrivare ad una forma-canzone differente, viene nel bene o nel male imputato a Peace And Love del 1989.

Gridlock ad esempio è un jazz frenetico che apre le danze, ma alcune tracce tratte da questo disco rischiano -secondo le mie orecchie- di essere le vere perle compositive che brillano maggiormente nell’universo della band.

Si tratta senza dubbio di Lorelei (scritta e interpretata dallo scomparso Phil Chevron) e Tombstone (scritta e interpretata da Jim Finer). La prima, che vede la collaborazione di Kirsty McColl ai cori, è un imponente ballad con il protagonista a struggersi alla ricerca della Lorelei scomparsa. La proposta di Finer (che al secondo posto dopo al mastro MacGowan è sempre stato il membro più prolifico a livello compositivo) delinea la profondità della notte tra suggestivi paesaggi che sono ricoperti da tristezza e desolazione

gli alberi sono spogli come scheletri

mentre ripete a se stesso che rivedrà la sua terra all’arrivo dell’alba.

Shane dal canto suo si mostra pacatamente in Down All The Days e inserisce una poco sobria dedica al produttore Steve Lillywhite in Cotton Fields. I pezzi aggiunti nella versione rimasterizzata vedono gli Stati Uniti attaccati in maniera (ovviamente) politically incorrect in Everyman Is A King e una cover di Honky Tonk Women degli Stones.

Le circostanze ben note, soprattutto legate alla salute psicofisica e alla decadenza sempre più profonda del leader, spinsero gli altri componenti a fare del proprio meglio affinchè il lavoro acquistasse quanta più originalità possibile.

L’eterogeneità di Peace And Love non evitò comunque l’inizio di una fase discendente per i rapporti all’interno della band.

Questa DeRecensione di Peace and Love è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/the-pogues/peace-and-love/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti anonimi. Quindi Accedi!


Commenti (Sei)

DottZudo
Opera: | Recensione: |
Oh miei Pogues
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

RinaldiACHTUNG: Eh sì ❤
Almotasim
Opera: | Recensione: |
Eh, I Pogue Ma Hone, dal gaelico "Baciami il cuolo", grandi! Ottima scelta e ottima recensione. Difficile ripetersi dopo I due eccellenti predecessori. Misty Morning, Albert Bridge e' un gran bel pezzo.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

RinaldiACHTUNG: Concordo, apprezzo anche la carriera solista di Shane
nes
nes
Opera: | Recensione: |
hanno dato il la ad un genere che praticamente è venuto bene solo a loro.
Se mi sbaglio sciorinatemi i nomi che mi son perso perchè mi interessano veramente tanto.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

nes: faccio riferimento al irish folk rock ( o quel che è) non a questo disco (che mi sa che non conosco, a meno che non ci siano brani dentro il best of)
RinaldiACHTUNG: Gli unici che metto alla pari con i pogues per stile sono i dubliners, poi sono davvero tanti gli irlandesi che hanno mischiato il folk con altro tipo i dropkick murphys che hanno unito il suono del loro folk natio con l'hard rock, ma in genere se si parla d'Irlanda preferisco i più eterei come i clannad.
RinaldiACHTUNG: Ma i nomi sono tanti , troppi. Sinéad, i Cranberries, gli u2, i my Bloody Valentine, Van morrison... Ovviamente intendo a parte il folk
nes: ma i dubliners son quelli di The dubliners? esiste altro oltre alla colonna sonora del film??? Minchia, volo a recuperare TUTTO!
Gli altri che citi li conosco tutti, ma non mi sembra riescano a interpretare così bene lo spirito irlandese. forse i dropkick, ma lo fanno in una canzone ogni dieci.
nes: ho appena aprto la pagina discogs dei the dubliners. ne hanno fatti uno sfacelo!!!! ma il cantante è sempre lui?
nes: ah ma non sono loro... va beh, intanto cerco e ascolto.
RinaldiACHTUNG: Penso di sì, considera che esistono dai primi sessanta sti pazzi. Ti consiglio un live :)
RinaldiACHTUNG: Perché questa è aria di pub
nes: io non so perchè ogni volta che penso a the Commitments, come titolo mi viene "the Dubliners..."
RinaldiACHTUNG: tra l'altro bella colonna sonora
hjhhjij: Ma i Dropkick Murphys chi cazz sono ?
hjhhjij: Ah ecco, ero sicuro di averne anche già sentito il nome.
De...Marga...
Opera: | Recensione: |
Non ho un buon ricordo del disco e faccio fatica a rammentare i brani; sicuramente un lavoro molto meno ispirato e riuscito rispetto ai suoi due predecessori causa le condizioni di salute di Shane ormai avviato all'alcolismo cronico. Bravo come al solito con le tue puntuali, incisive e sintetiche pagine.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

RinaldiACHTUNG: Grazie Dema, adesso è pure sulla sedia a rotelle per una caduta...
hjhhjij
Opera: | Recensione: |
Eh, i Dubliners, sono un po' la loro versione "vecchia". Immensi. Immensi anche i Pogues, certo dopo tre dischi di livello tanto alto era difficile continuare a ripetersi, questo è comunque un buon album.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

RinaldiACHTUNG: Concordo, poi praticamente hanno tutti abbandonato a cominciare da cait
Johnny b.
Opera: | Recensione: |
Vado controcorrente a me quest'album che non conoscevo piace più di Rum che è il loro migliore e l'unico che ho. Per me siamo alle solite con album che soffrono il successo di critica dei predecessori che alla lunga staccati da quel periodo guadagnano e di molto in giudizio positivo. Bravo bella proposta.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

hjhhjij: Discorso che potremmo fare allora per il terzo album, quello prima di questo, a volte un poco oscurato forse dai primi due. Be, il terzo per me è il migliore.
Johnny b.: Non l'ho conosco non saprei.
hjhhjij: The Pogues - Turkish Song Of The Damned The Pogues - Lullaby Of London Il loro capolavoro della maturità. Col maestro Woods in formazione viene tutto più facile.
RinaldiACHTUNG: Grazie Johnny, come scrive hj merita tanto anche if I should fall ecc.. poi secondo me addirittura pogue mahone del 96 ha dei bei pezzi freschi

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: