AA.VV.
What the Bleep Do We Know!?

()

Voto:

“Se io cambiassi la mia mente, cambierei le mie scelte? Se io cambiassi le mie scelte, la mia vita cambierebbe?
Io creo la mia realtà: mi sveglio e creo coscientemente la mia giornata nel modo in cui voglio che accada.”

Ci sono film che non appartengono a nessun filone, nessun genere e che hanno una forza persuasiva talmente forte da rappresentare uno shock emotivo e un’esperienza di vita intensa per chi li guarda.
È da parecchio tempo che circola negli Stati Uniti questo What the Bleep Do We Know!? (2004), un film strano e inclassificabile, un mix tra un documentario, una storia fantastica, un trattato di filosofia e una tesi di Fisica Quantistica applicata ma che in realtà parla di Spiritualità e di Altri Mondi Possibili.
Un evento mediatico e cinematografico davvero sorprendente che ha fatto gridare al miracolo in chi lo ha visionato e ha dato forse l’avvio ad un nuovo genere cinematografico orientato alla metafisica e all?indagine esoterica e spirituale dell’Anima.
Dopo la proiezione del film, ad esempio, pare siano aumentate le richieste di approfondimento riguardo le tematiche affrontate facendo impennare l’interesse verso la ricerca spirituale e la crescita intellettuale con un fiorire di libri e testate dedicate al film e ai mondi evocati. Non sorprende che il film continui a essere proiettato incessantemente nelle sale cinematografiche statunitensi da più di tre anni con entusiasmi unanimi tra pubblico e critica riuscendo ad essere distribuito in più di 35 stati. Per non parlare del relativo DVD che ha venduto circa un milione di copie negli USA…

Chiaramente questo What the Bleep Do We Know!?, non sarà mai un facile successo commerciale e verrà trasmesso (forse) solo su Rai3 in tarda notte ma nonostante ciò, è e si sta rivelando un successo impensabile: le persone evidentemente hanno anche bisogno di pensare a “qualcosa di più” che non a questa monotematica realtà che ci è stata inculcata e di cui pare, non possiamo fare a meno.

Il docu/film (girato da un’equipe di professionisti non ben identificati) si sviluppa attorno alla figura di Amanda, interpretata da Marlee Matlin (premio Oscar in Figli di un Dio Minore), una fotografa divorziata, depressa e in crisi, che affronta la vita ingoiando pillole antidepressive e ansiolitici. Un puro pretesto per parlare evidentemente d’altro.
Intermezzato da parti di Computer Animation davvero notevoli, il film si sviluppa su un doppio livello: narrativo (prescindibile) e filosofico /esistenziale (il più interessante e innovativo) con l’inserimento di micro testimonianze di fisici, biologi molecolare, medici, un anestesista, mistici, insegnanti, scienziati e studiosi che trattano le vicissitudini di Amanda in maniera sia scientifica che spirituale parlando alla fine della vita e le scelte di ognuno di noi.

Peccato solo che il film NON sia stato ancora distribuito in Italia (forse che non c’è interesse da noi per queste cose? Manca forse il pubblico?) ma si possono comunque trovare delle copie sottotitolate in italiano o, per chi ha dimestichezza con l’americano, in formato pressoché integrale qui.

Consigliato a chi sta cercando un cammino spirituale, agli appassionati di filosofia o a chi vuol porsi, una volta almeno, delle domande su chi siamo e come interagiamo con la realtà circostante e la nostra mente.

Questa DeRecensione di What the Bleep Do We Know!? è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/various-artists/what-the-bleep-do-we-know/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti anonimi. Quindi Accedi!


Commenti (Quindici)

iside
Opera: | Recensione: |
sicuramente se ha venduto tanto negli U.S.A. non mi piacerà.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Defender85
Opera: | Recensione: |
interessante...
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Mariaelena
Opera: | Recensione: |
grazie per la segnalazione, è un film per me, senza ombra di dubbio :-)))) bacio
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

The Punisher
Opera: | Recensione: |
Iside... non essere banale nell'equazione AMERICA = MERDA. Esistono molte "sotto-realtà" in America che NOI non conosciamo o che non viene dato a sapere. Da noi arrivano SOLO i filmoni, le chewing-gum, le stronzate bambinone e poco altro. Questo giovhetto lascialo a chi è OTTUSO e a chi piacciono gli slogan facili e gli estremismi di bassa lega!
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

ThirdEye
Opera: | Recensione: |
Bella proposta, complimenti! A tal proposito non so se hai visto il docu-film Zeitgeist...
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

iside
Opera: | Recensione: |
certo caro the puniscier. ma credimi, se ha conquistato le masse statunitensi difficilmente può conquistare me, tieni a mente che a me il cine non piace rai tre la vedo solo il sabato sera per 22 minuti (la domenica per 19 minuti).
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Stronko
Opera: | Recensione: |
No...non conosco Thirdeke... di che parla?!
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Stronko
Opera: | Recensione: |
Beh Iside... 1 MILIONE di dvd venduti in America non li puoi definire certo "numeri da masse"... briciole, forse!!! :-)
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Rip_Van_Winkle
Opera: | Recensione: |
vedo se riesco a vederlo, ma non credo che qua in "colleggio" si possa (come un ombra o croce, me stessi in fondo al mare , o no non guardare, those heavy metals dragging their feet the saxophnist swallowing)

BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

ThirdEye
Opera: | Recensione: |
Leggendo la tua recensione mi è venuto in mente Zeitgeist, anche se quest'ultimo tratta essenziialmente della religione cristiana in maniera fortemente critica e di come quest'ultima abbia influenzato le nostre società ed una certa visione del mondo, dall'antichità sino ai nostri giorni....E' un pò difficile da spiegare a parole poichè l'argomento è molto vasto ed articolato; invito te e tutti gli altri utenti a dare un'occhiata a questo documentario molto particolare, fatto benissimo ed iluminante
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

uxo
uxo
Opera: | Recensione: |
puni sei bravo davvero
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

The Punisher
Opera: | Recensione: |
Oh si... e sono anche alto, bello, aitante, prestante, con gli occhi azzurri e con un conto in banca che fa invidia a ogni debaseriano :-)))
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

chienandal
Opera: | Recensione: |
cos´e`? un ironia sullo stereotipo dell´intellettuale new age altrnativo e snob´?..ci ho azzeccato?
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Stronko
Opera: | Recensione: |
No... perfortuna è qualcosa di Davvero Intelligente e Illuminante :-)))
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Lord Mirror
Opera: | Recensione: |
Ma per favore! Illuminante quest'ammasso di fanfaluche! Siamo ai confini del delirio... di scientifico c'è poco e niente, tranne qualche concetto di base sui neurotrasmettitori.
Chiendal non ci hai azzeccato: sembra un film realizzato da gente sotto l'effetto di droghe pesanti che portano l'astrattizzazione dell'esistenza a livelli iperbolici. Quella sulle caravelle di Colombo è una boiata incommensurabile priva di qualsiasi fondamento storico. Per avere tutto questo successo negli States doveva essere una scemenza colossale. Esistono delle eccezioni alla regola USA=Merda? Sicuro. Ma non lo è di sicuro questa roba ultrasuperficiale per ignoranti creduloni.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: