Vinicio Capossela
Ballate per uomini e bestie

()

Voto:

Versioni: v1 > v2 > v3 > v4 > v5

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Basta una canzone per fare di un album un capolavoro?

Forse no, forse si.

Non ne conoscevo la storia, ma pare che nel 2012 se ne parlò un bel po' e fece abbastanza scalpore.

Oggi la storia de "La Giraffa di Imola" me la ha raccontata per la prima volta Vinicio Capossela, e mi sono commosso, per la bellezza e tristezza della storia, per come è raccontata e per come è musicata.

Una meraviglia, non ho altro da dire, solo l'ascolto può portare un giusto giudizio.

Basta una canzone per fare di un album un capolavoro?

Forse no, forse si.

Due probabilmente si.

Un selfie scattato con in primo piano il faccione follemente gitano di Capossela e sullo sfondo la follia del mondo moderno, fatta di tweet, like, fake news, ecc, ecc.

Immaginate una "Moskavalza", con i suoi ritmi tecno-folli, su scala mondiale, questa è "Peste".

Bastano due canzoni per fare di un album un capolavoro?

Forse no, forse si.

Tre sicuramente si.

Il più geniale omaggio a Fabrizio De Andrè (ed in particolare alla sua "Il Testamento") che si potesse immaginare, una canzone sul testamento di un maiale e su tutti i lasciti ereditari lasciati agli uomini, meritevoli e meno meritevoli.

Lungo tutto l'album storie, reali ed immaginarie, di uomini (con tratti animali) ed animali (con tratti umani), a cominciare da quella del proto-bue dipinto nelle grotte di Lascaux da un proto-uomo.

Un album completamente folle, non solo e non soltanto per i "soliti" pezzi folli alla Capossela, ma anche e sopratutto per come le canzoni (della durata media di cinque minuti, quindi "impegnative") sono raggruppate al suo interno, senza nessuna concessione al miglioramento della sua fruibilità.

Un inizio prettamente sfavillante, percussivo, ritmico.

Un finale (per ben tre canzoni di seguito) mesto, lirico, soffuso.

Un grande album, una summa di quanto di meglio Capossela ha saputo fare nei suoi album a partire da "Il ballo di San Vito".

Un capolavoro?

Definitivamente si, quello definitivo.

Questa DeRecensione di Ballate per uomini e bestie è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/vinicio-capossela/ballate-per-uomini-e-bestie/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (VentiDue)

zaireeka
Opera: | Recensione: |
sfascia carrozze
Opera: | Recensione: |
La risposta givsta, in questi casi ma anche come sempre è stato e sempre sarà, è #forse
Prima o poi lo ascolterò.
#forse

BËL (00)
BRÜ (00)

zaireeka
Opera: | Recensione: |
zaireeka
Opera: | Recensione: |
Raskolnikov1789
Opera: | Recensione: |
Ascoltato una sola volta. Mi è sembrato molto denso ed affascinante, necessito di altri ascolti per farmi una qualche idea nello spirito della 'lumaca', che mi pare racchiuda l'anima di questo disco del novello 'Boccaccio'. La lentezza contro un mondo che scorre a velocità supersonica. A proposito,

Ripasso più avanti.

P. S. Effettivamente commovente la storia della giraffa, trasmette una profonda malinconia.

BËL (00)
BRÜ (00)

luludia
Opera: | Recensione: |
Beh, io sono di imola e la giraffa l'ho incontrata in un viale: a un semaforo, lei veniva dalla parte opposta. Una cosa folle. Riguardo a Vinicio, ecco, l'ho molto amato, poi l''ho perso di vista. Recensione molto bella, che invoglia...
BËL (01)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: Non ricordo con esattezza quante volte l'ho visto dal vivo dalle mie parti.
Direi svariate.
Considerato che adora il Cannonau e per questo praticamente ha ottenuto la cittadinanza onoraria in Sardigna ora come ora è più probabile incontrarlo da queste parti ché, lì da Lei, là.
zaireeka: @[luludia] Grazie. Onestamente non mi aspettavo un album di questo livello, con questa libertà creativa, anche eccessivo in certi momenti, ma davvero meraviglioso in molte sue parti
luludia: beh, lui dal vivo era una potenza...
Falloppio: Ho avuto il piacere di suonare con lui al palazzetto di Torino. Ho ancora una foto dove ci eravamo scambiati gli abiti di scena. A lui il mio chiodo a me la giacchetta. Era il 1992. È una brava persona oltre ad essere un ottimo compositore.
voiceface
Opera: | Recensione: |
Mi esprimeró al decimo ascolto
BËL (00)
BRÜ (00)

zaireeka
Opera: | Recensione: |
Modifica alla recensione: «Il voto». Vedi la vecchia versione Ballate per uomini e bestie - Vinicio Capossela - Recensione di zaireeka Versione 4
BËL (00)
BRÜ (00)

Falloppio
Opera: | Recensione: |
Grazie Zai ti aspettavo.....
BËL (00)
BRÜ (00)

zaireeka: Grazie. Sinceramente avevo pensato di sparire per un po’, ma non ci sono riuscito.. Colpa della dipendenza, e di Capossela..
musicanidi
Opera: | Recensione: |
Non ho mai ascoltato un suo album intero...forse potrebbe essere il momento giusto per iniziare. Inizio dal principio o cos’altro?
BËL (00)
BRÜ (00)

Falloppio: Inizia da......
Un'altra volta bionda
la serata sta finendo
e servi la mia birra dietro al bar
zaireeka: @[Falloppio] La avete cantata insieme alle origini, quando vi siete scambiati chiodo e giacchetta, vero? All’una e trentacinque circa lo comprai più o meno quando uscì sulla fiducia. Devo dire che non mi appassiono particolarmente. Poi comprai Camera a sud, o il Ballo di San Vito, non ricordo in quale ordine, che invece lo fecero. Di conseguenza tornai ad apprezzare come dovuto certe cose del primo album, ma anche di Modi e di tutti gli altri. Onestamente non penso ce ne sia uno che non valga la pena di non essere ascoltato. Probabilmente quello del primo periodo che mi folgorò più di tutti fu Camera a Sud, il brano di apertura in particolare.
zaireeka: “Il silenzio fa il rumore dei tuoi passi andati” Vinicio Capossela - Non è l'amore che va via (videoclip)
Falloppio: Zai era un festival rock e per Vinicio fischiarono perché aveva piano e contrabbasso. Al terzo pezzo ci fu la standing ovation...
Geo@Geo
Geo@Geo Divèrs
Opera: | Recensione: |
Bello scritto Zair, Capossela lo digerisco solo con della Magnesia Bisurata Aromatic (vecchio preparato, come me d'altronde)
BËL (01)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: Erano almeno trentanni che non sentiva nominare la mitologica
#magnesiabisurataromatic
che sarebbe anche un bel nome di #gruppo , ora che ci penzo
zaireeka: @[Geo@Geo] Ciao Geo, da quanto tempo!
Geo@Geo: Eja sfascia, Già te l'avevo detto che sono datata :)))
Zair passo spesso in giro, magari faccio perdere le mie tracce ;))
dsalva
Opera: | Recensione: |
bello lo scritto....Caposella lo prendo a piccole dosi, ma ci proverò
BËL (00)
BRÜ (00)

Almotasim
Opera: | Recensione: |
Gran bella pagina, Zaireeka! Ho assaggiato l'album e mi ha fatto una grande, ottima impressione.
BËL (00)
BRÜ (00)

tia
tia
Opera: | Recensione: |
Ascoltato ieri per intero come sottofondo durante il lavoro. Mi è piaciuto molto subito al primo ascolto...ma devo ovviamente riascoltarlo! Me lo gusterò piano piano; i dischi di Capossela vanno metabolizzati con calma! Buona recensione
BËL (00)
BRÜ (00)

pacificamente
Opera: | Recensione: |
Il Capossela "viulento" lo digerisco un po' a fatica, ascolto dopo ascolto spesso però ci riesco. Ho fatto meno fatica a digerire "Canzoni a manovella" o il bellissimo "Da solo", più fatica con "Canzoni della cupa" e ancora di più con "Marinai, profeti e balene", ma una volta digeriti sono stato molto molto soddisfatto!
Anche questo mi sa che farò un po' fatica a mandarlo giù, ma mi metterò d'impegno certo che ne varrà la pena. Inizio però con "La belle dame sans merci", il porco ci metterò un po' di più: tutta quest'allegria va presa a piccole dosi.
BËL (01)
BRÜ (00)

pacificamente
Opera: | Recensione: |
Comunque alla sua "perfetta letizia" preferisco quella di Branduardi, se non altro perché mi sembra più autentica. Non me ne vogliate.
BËL (00)
BRÜ (00)

macmaranza
Opera: | Recensione: |
Capossela aveva un po' stancato, come molti dei precedenti "recensori" hanno fatto notare. Ma questa rece mi spinge all'ascolto: in fondo uno come lui, dopo qualche album (diciamo gli ultimi tre) tutt'altro che memorabile può benissimo aver tirato fuori un altro cilindro dal coniglio. Haw!
BËL (01)
BRÜ (00)

cabernet
Opera: | Recensione: |
ci vuole tempo e pazienza, poi uno si potrà anche domandare se per ascoltare un disco di musica valga la pena investire tempo e pazienza. Ebbene a volte si, questa probabilmente è una di quelle, ma non ne sono sicuro, ci vuole tempo e pazienza. Piacere di ritrovarti Zaireeka!
BËL (01)
BRÜ (00)

macmaranza: Merlot tutta la vita! Ma se è Franc va bene anche il Caber. Salût! Nicnéim strepitoso, comunque.
cabernet: macmaranza: ahaha se scrivevo Franc mi pareva di fare lo snob, ma sono d'accordo con te!
Zimmy
Opera: | Recensione: |
Vinicio, mannaggia a lui, non sbaglia un disco. Ne ho ascoltato, al momento, solo la prima metà, ma è tanta roba, ispiratissimo e vulcanico come ci ha ben abituato. Chapeau
BËL (01)
BRÜ (00)

lector
Opera: | Recensione: |
Basta una bella recensione a farti venire voglia di ascoltare un disco? Direi di si.
BËL (00)
BRÜ (00)

zaireeka: Troppo buono, come al solito 🙂
voiceface
Opera: | Recensione: |
Ho superato i 5 ascolti.
Diciamo che è un album monumentale, come tutti quelli scritti da Capossela dal 2000 in poi. C'è dentro tutta la sua poetica. I primi ascolti mi hanno lasciato spiazzato perché non coglievo ancora la bellezza di molti brani. Punti deboli non ce ne sono, come accadeva invece nel disco doppio precedente, che era innanzitutto troppo dispersivo.
Sono però ancora nella fase in cui l'ascolto di ogni brano mi richiama a pezzi precedenti. Che non è ancora una condizione tale da farmi esprimere un giudizio compiuto.
BËL (01)
BRÜ (00)

zaireeka: Se per disco precedente intendi l’ultraletterario Marinai , profeti e balene, onestamente penso che l’unico difetto vero di quell’album è la sua ultraletterarieta’. Quest’album contiene dei capolavori assoluti in un brodo fatto della migliore follia Caposselliana. Grazie del passaggio.
voiceface: Per disco precedente mi riferisco a Canzoni della Cupa.
proggen_ait94
Opera: | Recensione: |
m'ha sempre fatto dormire di brutto
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: