A Pale Horse Named Death
And Hell Will Follow Me

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


"Quando dici che la musica dark si intrica nella melodia metallica di un sussuro d'amore, riempiendo ogni sua molecola oscura in un sound profondo, ove mille particelle volano nel cielo, e come un corvo  nella notte sfiorando le sue dolci ali, toccano le corde più profonde di ogni essere umano".

Sal Abruscato con questo album, ha voluto ricreare le sue paure, la sua angoscia e la sua depressione di quando era bambino. Ttutte le 13 tracce di questo album tengono bene nell'essere molto malinconiche, il suono delle note rispecchia una certa vena "GROOVY DARK" e tengono a galla l'ascoltatore, lo stile musicale è difficile, a volte doom o stoner, alternative rock, gothic metal-rock tutto immerso negli abissi più oscuri che toccano la vita.

E' il classico cd da sentire a musica ad alto volume per gli appassionati di oscurità dipinta da quel velo di rabbia interiore.

Questa DeRecensione di And Hell Will Follow Me è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/a-pale-horse-named-death/and-hell-will-follow-me/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Sette)

gate
Opera: | Recensione: |
Addirittura 5 stelle? Boh, mi aspettavo molto di più...di gothic ce n'è poco e fatto male, per il resto c'è un mucchio di canzonette gradevoli, qualcuna imbarazzante ("Die Alone", non l'ho potuta sopportare)...insomma, fondamentalmente uno stoner non troppo esaltante (a volte ho trovato indecenti anche i testi). Insomma, 2,5. Recensione troppo concisa.

Hell
Hell Divèrs
Opera: | Recensione: |
"Quando dici che la musica dark si intrica nella melodia metallica di un sussuro d'amore, riempiendo ogni sua molecola oscura in un sound profondo, ove mille particelle volano nel cielo, e come un corvo nella notte sfiorando le sue dolci ali, toccano le corde più profonde di ogni essere umano". ---> sembri il fratello di supervai :D (a proposito, ma dov'è finito?!)

Hell
Hell Divèrs
Opera: | Recensione: |
P.S. comunque io non seguo una ceppa di nessuno, tzè.

Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Opera: | Recensione: |
Ma nella supercazzola iniziale non mancano almeno 7 verbi?!? E il verbo "intricarsi" siamo sicuri esista?!? Bella però l'idea di riesumare il supervaiese!

Nico63
Opera: | Recensione: |
markus82
Opera: | Recensione: |
si è un po come fosse della tarapio tapioco...:-)!!

Alex_Sunshine
Opera: | Recensione: |
Molto corta la recensione, non dice nulla sul disco...
Lavoro interessante invece...qualcuno ha definito Die Alone imbarazzante, per me invece è stata una traccia molto azzeccata per chiudere un album che ha spaziato agevolmente tra diversi generi.

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: