Sto caricando...

Akercocke
Antichrist

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Aristocratici, elitari e satanici, ecco una di quelle band che, durante il corso della propria carriera, non ha mai mollato nè cambiato il proprio genere musicale per sperare in un trionfo particolarmente maggiore. Differenziandosi da quello che è ormai il trend generale e accostandosi esclusivamente a chi intende seguire le strade impervie, dure e solitarie del blackened death metal, gli Akercocke hanno sempre compiuto egregiamente il proprio dovere, a maggior ragione se si abbia avuta l'opportunità e soprattutto il tempo di seguire la loro costante crescita compositiva: ovviamente essa è scaturita, gradualmente, attraverso il corso della pubblicazione di questi cinque full-length (il terzo full-length Choronzon è un lavoro che consiglierei sino all'infinito).

Affascinati fino all'orlo delle proprie esasperazioni sadiche da temi quali il satanismo, il sesso e le incontaminate passioni masochistiche, per gli amanti di autori dell'età illuminista come il marchese francese de Sade o come l'austriaco del diciannovesimo secolo e dell'età romantica Leopold von Sacher-Masoch i loro testi risulterebbero aderenti e completamente piacevoli soltanto ai gusti di una cerchia ristretta di lettori. D'altro canto, se appartenessimo a questa famosa cerchia, avremmo, senz'altro, riconosciuto, in alcuni parti di determinate tracce, la voce del leader come quella di un intellettuale lucido, un conoscitore raffinato ed ideale per esprimere al meglio i propri temi attraverso le musica. Ci troviamo in un periodo nel quale certe tematiche ormai vanno al di sopra dei soliti e nauseanti pregiudizi da parte di critici più sofisticati o alquanto sensibili.

Chi ha seguito da sempre questa band, avrebbe desiderato un definitivo salto di qualità ed ecco che gli Akercocke prontamente ci hanno accontentati con questa pregevole pietra miliare, nella quale, ancora una volta, abbiamo scoperto una brillantezza qualitativa fuori dal comune ed un nuovo carico di migliorie tecniche. Non vorrei esagerare però ritengo che la travolgente "Axiom" sia una delle tracce più importanti dell'intero genere, dove risulta magniloquente la loro capacità di saper estremizzare al limite delle possibilità e nella quale è particolarmente nota la capacità di aver saputo enfatizzare a proprio piacimento tematiche che si intrecciano fra di loro così appassionatamente: sogno ed impatto, violenza e feeling, amore come sentimento e praticità nei rapporti sessuali.

"The Promise", una perla davvero rara che vieterei a tutti gli ascoltatori di considerare come l'ennesimo e inutile pezzo strumentale di un qualsivoglia album metal, merita un'attenzione pari alle altre tracce, nella quale verremo catapultati nel più vicino cimitero del nostro paese a festeggiare insieme alle creature della notte assetate di sangue e di sesso e a partecipare, dinanzi all'altare della sacra cappella, alla gloriosa proclamazione della dannazione eterna, al risveglio delle figlie della notte e ad un tempestoso ed apocalittico elogio rivolto esclusivamente al Signore Oscuro. La danza divinamente satanica di "Summon the Antichrist" invoca le creature supreme dell'oscuro regno (Leviathan, Baphomet, Lilith...) dove Satana ha donato loro un'inesauribile bellezza e tutti quei doni che sulla Terra risulterebbero incomparabili. La possente e tecnicamente elaborata "Man Without Faith or Trust", rivela il "vero" mistero circa le gesta di Giuda Iscariota e l'oscura "The Dark Inside", costituita da un ritornello molto convincente ed impreziosito da una voce esclusivamente pulita, pone come temi principali il contrasto tra sangue e vino, tra giorno e notte, tra luce ed oscurità. 

Potrei parlare ancora a lungo delle tematiche più imponenti di questo capolavoro ma mi soffermo ad elencare quelle più inquietanti: distinzione dettagliata tra essere umano e disumano, l'inesistenza di Dio, la freschezza notturna opposta a quella mattutina, l'ascesa di un Anticristo che smentisce che Gesù Cristo sia il Cristo e nella traccia strumentale ed estremamente romantica "Epode" per via dello scorrimento fedele di una chitarra acustica accompagnata dalla voce pulita del leader si parla dell'onnipotenza assoluta e della completa fedeltà nei confronti del Signore Oscuro. Tutti temi per i quali son stati contestati ferocemente per via anche dei loro numerosi videoclip (vedasi ad esempio "Leviathan" o "Axion" di quest'ultimo lavoro) che ovviamente son stati censurati. L'unica vera pecca è forse il growl poco ricercato, profondo soltanto in rare occasioni e povero di espressività che danneggiano parzialmente questo consigliatissimo lavoro da parte soprattutto degli amanti del genere. In effetti, il lavoro compiuto sul basso, sulle chitarre elettriche e sulla batteria ha dimostrato di saper intrecciare in un album così estremo parti godibili anche di puro progressive ed armonie con fortissimi influssi black.

Ovviamente consiglierei il tutto ad un ascoltatore amante del genere e che soprattutto sia alla ricerca di un lavoro unico ed estremamente perverso sui mercati internazionali: un prodotto che si distingua facilmente dalle quotidiane inondazioni discografiche dove impulsività ed arroganza, classe ed irriverenza non fanno altro che valorizzarlo per quello che realmente rappresenta. Uno dei gioielli estremi del 2007, l'ulteriore perla di una carriera priva di cali. Tagliente, romantico ed unico nel suo genere.

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Ultimi Trenta commenti su QuarantaQuattro

GustavoLamazza
GustavoLamazza
Opera:
Recensione:
che fanno cacare?


Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Opera:
Recensione:
Da osservatore estraneo alla querelle, mi sembra che il discorso di Fallen trovi riscontro oggettivo nel testo: "un trionfo particolarmente maggiore", "questi 5 full length" (senza che vengano specificati quali), "Affascinati fino all'orlo delle proprie esasperazioni sadiche", "estremizzare al limite delle possibilità", "tematiche più imponenti", "growl poco ricercato (...) che danneggiano", "un lavoro unico ed estremamente perverso sui mercati internazionali". In ogni caso non vedo perchè incazzarsi, mettersi a fare i ragazzini e andare a vendicarsi, stroncando le recensioni altrui. Tra l'altro è davvero curioso che così tanti utenti si siano registrati in pratica solo per esprimere il proprio apprezzamento a questa recensione... Un saluto a Fallen che non incrocio da parecchio.


darkHaem
darkHaem
Opera:
Recensione:
@Fallen: nessuna vendetta! Ho voluto soltanto vedere quali fossero effettivamente le tue competenze contenutistiche di qualche recensione fa. Fui criticato anche da Larrok, andai a leggere qualche sua recensione e gli misi 5. Amen
@Bartleboom: delle frasi che hai preso in considerazione, non saprei cosa ci trovi di tanto strano; boh pensala come vuoi, bye!


OleEinar
OleEinar Divèrs
Opera:
Recensione:
Le frasi citate da Bartle o sono inutilmente magniloquenti e ampollose o sono grammaticamente/sintatticamente scorrette. E di espressioni brutte ce ne sono anche altre nella tua recensione. Concordo con Fallen. Sarebbe ora di smetterla di fare i bambini stizziti ad ogni critica motivata e non offensiva che vi viene rivolta. Incuriosisce poi che sia tu a reagire così quando poi sono mesi che vai a fare il professorino con la penna rossa sulle recensioni degli altri. Riguardo ai post numero 3 e 11, spero tanto che non sia come penso io, sarebbe triste. Haloah.


darkHaem
darkHaem
Opera:
Recensione:
@Oleeinar: c'è stata tantissima gente che, da quando mi son iscritto qui su debaser, ha apprezzato le mie rece e non ha avuto nulla da ridire sulle mie capacità formali/grammaticali. Per me quelle frasi non risultano nè eccessivamente magniloquenti, nè scorrette dal punto di vista grammaticale. E' un vostro pensiero e, a differenza di tantissima altra gente che vi avrebbe molto probabilmente mandato gentilmente a fare in culo, non voglio contestare tutto ciò che avete, obiettivamente, puntualizzato circa il mio modo di scrivere.
"Riguardo ai post numero 3 e 11, spero tanto che non sia come penso io, sarebbe triste".
Guarda in queste situazioni il voto è l'unica cosa che realmente non mi interessa. Mi hai visto criticare Gustavolamazza? Se ne è uscito, come sempre, con una delle sue molteplici idiozie e mi ha "appioppato" il solito ed immancabile 1 dei suoi commenti. Me la son presa per l'uno che mi ha messo? Ciò che non sopporto è venire criticato su cose che neanche i professori di scuola superiore me l'hanno fatto notare; vabbè dai probabilmente anche loro potrebbero appartenere ad una fascia di competenza linguistica pressocchè media. Per me la questione si può considerare chiusa, continuerò a scrivere finchè posso, bye bye!


darkHaem
darkHaem
Opera:
Recensione:
Siccome siete sempre alla ricerca del pelo nell'uovo ammetto di aver fatto un errorino nel commento precedente. Correzione: Me la son presa per l'uno che mi ha messo? Ciò che non sopporto è venire criticato su cose che neanche i professori di scuola superiore (mi hanno) fatto notare..bye! (non si sa mai con voi)


OleEinar
OleEinar Divèrs
Opera:
Recensione:
<< L'unica vera pecca è forse il growl poco ricercato, profondo soltanto in rare occasioni e povero di espressività che danneggiano parzialmente questo consigliatissimo lavoro da parte soprattutto degli amanti del genere. >> In questa frase c'è un errore grave (concordanza soggetto singolare con verbo plurale), inoltre "consigliatissimo lavoro da parte degli amanti del genere" non significa nulla, forse volevi dire consigliato AGLI amanti del genere? Questo tanto per dire che se questi errori non te li correggono neanche a scuola forse fareste meglio a cambiare professori. Poi, veramente sei un dio: sono mesi che ti piove merda addosso perchè ti permetti di fare il professorino sulle recensioni degli altri (spesso migliori delle tue) e poi ora vieni ad accusare noi di cercare il pelo nell'uovo? Veramente sei spassoso, giuro. Riguardo alle espressioni magniloquenti, certo che è un nostro pensiero e non vedo perchè non dovremmo fartelo notare. E soprattutto non vedo perchè dovresti mandarci a fare in culo per questo. Mi fai venire in mente un detto delle mie parti: "Voler parlar in cichera e cascar sul piatel".


claISdead
claISdead
Opera:
Recensione:
ciò che ha detto Fallen rispecchia in tutto e per tutto il mio pensiero riguardo le tue rece, senza offesa. eppoi, come ha giustamente fatto notare bartleboom, nelle tue rece si presentano sistematicamente 2-3 utenti che vengono a piazzare il proprio 5 e i loro complimenti, per poi svanire nel nulla. qui la faccenda puzza, barare è anche un'arte!


darkHaem
darkHaem
Opera:
Recensione:
@Oleeinar: Oh scusa ho sbagliato la concordanza, mi dispiace...starò più attento!
Oleeinar, mi raccomando, statti fino a stasera (mentre io me ne sto andando a mare dal momento che è anche Ferragosto) a controllare e ricontrollare se vi siano ancora altri errori sintattico/grammaticali! (non si sa mai!)
@claisdead: no ti sbagli caro mio! Controlla meglio, me ne frego dei voti! E c'è gente che si è iscritta da tantissimo tempo qui su debaser e mi ha valutato le mie recensioni positivamente. Provare per credere, non sparare ulteriori cazzate, ciao!


claISdead
claISdead
Opera:
Recensione:
"ANDATE A LAVORAREEEEEEEEEEEEEEE BRUTTI LAVATIVI!!!!!! DarkHaem:perch è sprechi il tuo grande talento con questi lavativi quarantenni" 'sta frase è da far accapponare la pelle. consiglierei la lettura di recensioni di gente come Odradek o Supersoul, perchè qui il concetto di TALENTO mi pare si sia perso.


OleEinar
OleEinar Divèrs
Opera:
Recensione:
A parte che qui diluvia ed essendo festa non ho nulla di meglio da fare che divertirmi a prendere per il culo i babbi di minkia permalosetti come te, a parte questo, stare fino a sera a controllare e ricontrollare se vi siano ancora altri errori sintattico/grammaticali! (non si sa mai!) è esattamente quello che fai tu da quando ti sei iscritto su questo sito. Ti rode eh che qualcuno ora ti faccia notare i tuoi di errori? Direi che con questa discussione e con la sparata sui metallari che fanno rissa coi rapper ti sei guadagnato ampiamente la nomina a caso umano doc! Avanti il prossimo.


darkHaem
darkHaem
Opera:
Recensione:
"i babbi di minkia permalosetti come te"
Wow, si inizia ad offendere andando oltre il mio stile di comporre recensioni. Senti qua, ho insultato te, tua madre o qualche altro componente della tua famiglia?? Cosa cazzo c'entra quello che sono? Potrei essere anche un andicappato, ciò non vuol dire che tu debba avere la presunzione di insultare qualsiasi utente a tuo piacimento! Qui stiamo parlando di recensioni e fin quando mi insulti per il mio modo tortuoso di esprimere determinati concetti posso anche accettare, ma se sorpassi di gran lunga questo vertice inizierò a comportarmi di conseguenza anche io. Ciao coglionazzo di 'sto cazzo!


GustavoLamazza
GustavoLamazza
Opera:
Recensione:
susu i ragazzi a fare a botte e noi a tifare. i tifo oleEnair che il babbo minkia dark mi sta oltremodo sul cazzo (scuasate il modo tortuoso d'esprimermi).


CoolOras
CoolOras
Opera:
Recensione:
Posso fare il raccattapalle?


darkHaem
darkHaem
Opera:
Recensione:
@Gustavolamazza: mi dispiace devo proprio andare a mare (è Ferragosto! :D), non posso stare dentro casa a ricevere ed inviare ripetute offese. (siccome sta diluviando dalle sue parti e non ha un cazzo da fare per oggi, non ho alcuna intenzione di assecondarlo, stiamo scherzando?). Sarà per un'altra volta, aspè lascio anche il mio uno ;)


Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Opera:
Recensione:
Cazzo, me ne ricordo di stati comatosi postprandiali, ma mi sa che questo di oggi è nella top ten! Pure da me è da ieri sera che piove a vasche da bagno: in pratica sono stato COSTRETTO a riempirmi di cibo come un orso e a vegetare sul divano con sigarette e cioccolatini. Mi vado a fare un caffè. Prima, però, voglio lasciare anch'io un detto delle mie parti: "Giò là càna sù là tròtà!"


Runner
Runner
Opera:
Recensione:
Mah, è vero che c'è qualche passaggio un po' contorto e alcune inesattezze grammaticali, ma dopotutto mi pare che la recensione sia buona e non mi sembra il caso di fare tutto 'sto casino. Ce ne sono di peggiori ultimamente.


Fallen
Fallen
Opera:
Recensione:
DarkHaem, dovresti essere un minimo più umile. Hai una scrittura arrogante, che invoglia alla critica...e purtroppo offre più di un appiglio alla critica, come qualcuno ti ha fatto notare. Oltretutto, oggi, alle cinque di mattina, mentre guidavo la moto, ho imboccato una corsia preferenziale con rilevazione elettronica delle infrazioni, e sono in trepidante attesa di questi 70 euro di multa, quindi mi rode un po' il culo.


darkHaem
darkHaem
Opera:
Recensione:
@runner: Tornato da mare :D. Runner, com'è bello però il mare a Campomarino! ;-) Ringrazio vivamente un tuo concittadino che, in questi giorni, me l'ha consigliato. [...] Lasciali divertire, secondo te uno che non ha un cazzo da fare durante il giorno perde l'occasione di rompere a crepapelle?


darkHaem
darkHaem
Opera:
Recensione:
@Fallen: mi dispiace Fallen, le multe sono la cosa che più odio nei periodi estivi.


Runner
Runner
Opera:
Recensione:
@DarkHaem: se fossi venuto ieri sera a Campomarino ti saresti divertito non poco, ragazze a non finire e tradizionale bagno di mezzanotte. Non abbiamo niente da invidiare alle tanto osannate (per quanto organizzatissime) spiagge della Riviera Romagnola.


Defender85
Defender85
Opera:
Recensione:
secondo me scrivi benissimo...


Anatas
Anatas
Opera:
Recensione:
anche secondo me ma non c'era neppure il biosgon di starl a ripetere.....


aristogatto
aristogatto
Opera:
Recensione:
secndo em nvec cè tnt biosgon di rptrl!


IcnarF
IcnarF
Opera:
Recensione:
blackened death metal?


Hell
Hell
Opera:
Recensione:
Lo sto ancora scaricando ma mi fido.


katharsys
katharsys
Opera:
Recensione:
Sì, Fallen ha pienamente ragione... ma ciò non significa AFFATTO che sia una cattiva recensione, anzi! Le cazzate morfosintattiche vengono fuori facilmente quando sei carico nello scrivere una cosa a cui in fondo tieni tanto. Sei stato/a abbastanza bravo/a, DarkHaem (sei un ragazzo o una ragazza, non l'ho ancora capito... credo maschio, però non si sa mai...) In ogni caso, per quanto riguarda gli Akercocke, buoni deathsters, forse anche blackened, ma in fondo, a me non risultano niente di particolare: ho "Words that go unspoken, deeds that go undone", e non gli do più o meno di 3...


Metallo Nero
Metallo Nero
Opera:
Recensione:
Un ottimo album dove convivono molto bene il progressive, il brutal death ed il black metal... Jason Mendonça è un vero e proprio fuoriclasse dietro al microfono... il suo growl, scream e voce pulita sono quanto di meglio il metal abbia da offrire.
Highlights dell'album: Summon the Antichrist, Axiom e Man without faith or trust


Core-a-core
Core-a-core
Opera:
Recensione:
Peccato che ogni recensione di questo gruppo su Debaser sia finita in merda. Peccato davvero.


nes
nes
Opera:
Recensione:
forse è epr il genere che propongono...


Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Antichrist è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link