Andrea Laszlo De Simone
Uomo Donna

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Penso di avere un serio problema con la musica italiana. Un po' meno con quella passata, molto, direi moltissimo con tutto quello pubblicato negli ultimi venti anni.

Non c'è un motivo reale che mi allontani dalla musica italiana, è probabilmente una mia tara mentale. Ho iniziato a sentire musica fin da piccolo, e da quando ho avuto capacità di scegliere, ho sempre ascoltato musica in inglese (fu molto utile per imparare la lingua). In pratica condanno l'italica musica ma non la conosco se non di sfuggita (anche perchè non sento la radio da più di venti anni) Per quanto riguarda lo pseudo underground italiano degli ultimi 10 anni, penso di aver sentito 30 secondi di I Cani e Calcutta, e ancora ne porto i segni.

Premessa fatta per mettere clamorosamente le mani avanti, come si suol dire, perchè nell'ultimo mese si è fatto prepontentemente largo fra il mare di dischi vecchi e nuovi in ascolto, questo tizio torinese che sembra Frank Zappa. Non conoscendo niente del panorama attuale italiano, non so se la mia sia una cantonata o una esaltazione dovuta all'ignoranza dell'ambito, ma raramente mi è capitato di essere così risucchiato da un disco lungo (siamo sugli 80 minuti per dodici tracce) con canzoni anche da 12 minuti, pieno di arrangiamenti complessi e soprattutto con uno che canta di amore, dolori e politica senza troppi fronzoli. Ci vuole coraggio, nel 2017 a cantare a squarciagola “Ti Amo, Amore” come su “Meglio”, ma Andrea lo fa e sembra l'unica cosa giusta da cantare.

Musicalmente siamo in una cuspide interessante fra cantautorato italiano (Battisti e Battiato dei '70) e rock anglosassone di varia estrazione (a sentimento direi I Mercury Rev di “Deserter Song”ma anche un po' prima, I Flaming Lips chitarristici, I Radiohead post Kid A, I Beatles e qualcosa di psych sixties americano).

Difficile scegliere un brano, li ho già mandati tutti a memoria, per cui ogni mio giudizio è clamorosamente offuscato dal tifo che mi anima. Dall'intro politica di “Gli uomini hanno fame” che sublima una ritmica sintetico analogica fine '70, passando per la poesia alla Arthur Lee di “Fiore Mio”, o la metamorfosi quasi disco di “Eterno Riposo”. E su tutto la differenza la fanno i dettagli: la linea melodica discendente del piano in “Meglio”, il crescendo di cori e handclaps sullo sfondo della bellissima “Solo un uomo” o infine il furore rumorista alla fine dell'epica “Vieni a salvarmi”. Personalmente l'apice, emotivo e musicale, lo si raggiunge nella dichiarazione d'amore verso nessuno di “Sogno l'amore”, uno di quei brani capace di riportarvi al nucleo stesso dei vostri sentimenti, dove non ci sono barriere, ma solo lo specchio di noi stessi con cui fare I conti, che lo si voglia o no.

Probabile disco dell'anno, di sicuro del cuore.

Questa DeRecensione di Uomo Donna è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/andrea-laszlo-de-simone/uomo-donna/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Diciannove)

algol
Opera: | Recensione: |
stesso approccio aprioristicamente snobista verso la musica italiana. Molto rispetto per alcuni antichi mostri sacri (De Andrè, Battisti, Conte ... insomma, quelli validi) e disgusto per tutto il resto. Che mi porta a fare di ogni erba un fascio e magari a perdermi qualcosa di valido. Addirittura ho snobbato gli Ufomammut all'inizio perchè erano italiani. E non va bene. Insomma, the same for me, con la differenza che Calcutta mi piace (e pure il primo Bugo).
BËL (00)
BRÜ (00)

algol: mi hai molto incuriosito, ultimamente sono alla ricerca di germi di genialità nella produzione italiana. Stasera mi ascolto l'ascoltabile sul tubo.
alia76
alia76 Divèrs
Opera: | Recensione: |
disco coraggiosissimo sia per le sonorità che per la durata. personalmente un pezzo di 8-12 minuti mi spaventa tantissimo. ho colto il mood del disco ed è giustificato l'interesse per questo artista che rimane ahimè lontano dal mio circuito. bravo tu.

BËL (00)
BRÜ (00)

tia
tia
Opera: | Recensione: |
Letta ieri sera e mi hai incuriosito.. L'ho ascoltato ed ho visto i video strampalati.. Il "nipote di zappa" mi piace, così come le tue recensioni, sempre valide!
BËL (00)
BRÜ (00)

Stanlio
Opera: | Recensione: |
come tia, tranne che questa è la tua prima recensione che mi capita di leggere ma rimedierò, ciao
BËL (00)
BRÜ (00)

Stanlio: p.s. avevo letto male il nick, non è la prima, e non sarà l'ultima...
sotomayor
sotomayor Divèrs
Opera: | Recensione: |
Lo conosco solo perché so della sua partecipazione al prossimo Psych Fest a Roma. Comunque mi sto procurando il disco.
BËL (00)
BRÜ (00)

psychopompe: che di psych tout court ha ben poco come festival. Volevo andare per laszlo invece amici me lo portnao direttamente a casa, meglio pure.
sotomayor: Sì lo so, avrei voluto comunque farci un salto, ma non riesco.
ALFAMA
Opera: | Recensione: |
preferisco i " Dischi del Cuore" a i dischi "Dell'anno" . Ancora sconosciuti
BËL (00)
BRÜ (00)

zaireeka
Opera: | Recensione: |
Ho sentito qualcosa a 24x... Sarà che non sono in un periodo particolarmente psichedelico.. ma onestamente dalle citazioni (Battisti, Flaming Lips) mi aspettavo molto di più. C’e’ solo a mio avviso il lato weird della psichedelica, ma mi sembra completamente assente il gusto melodico dei FL e sopratutto di Battisti. I Verdena che sono spesso citati in relazione a questo qui sono distanti anni luce. Possiamo prendere Wow o uno qualsiasi degli Enkadenz a confronto. Questo chiaramente e’ un mio parere. Forse lo devo ascoltare meglio
BËL (00)
BRÜ (00)

zaireeka
Opera: | Recensione: |
Ho sentito tutti i brani linkati, lo trovo ai limiti dell’inascoltabile, per testi e musiche.. Sembra che il tutto abbia degli intenti parodistici, se non fosse che la banalità impedisce anche quelli. Dato che il genere è uno dei miei preferiti, come puo essere tutto ciò, che mi sta succedendo, starò invecchiando????
BËL (00)
BRÜ (00)

zaireeka: Ho ascoltato anche qualcuno dei pezzi non linkati e onestamente li trovo migliori, meno psichedelici ma migliori. Uno addirittura mi piace un bel po’
psychopompe: Attenzione zaireeka, capisco che possa non piacere (difatti io premetto che non pratico musica italiana, per cui il mio è lungi dall'essere un giudizio poco più che soggettivo), ma parodistici i testi proprio no. E' che parla spesso in modo semplice di cose semplici. Ci vuole più coraggio a scrivere un testo come "Meglio" che a parlare di aperitivi, gente delle borgate romane, e stronzate varie come i sopracitati pseudo cantautori italici. Ah nell'elenco mancano pure coglioni totali tipo Lo Stato Sociale. Quelli mi fanno veramente incazzare
zaireeka: psycho, io mi riferivo allo stile musicale, ai testi non ho dato molta attenzione, Ciomunque con gli ascolti lo ho abbastanza rivalutato
aleradio
Opera: | Recensione: |
Ti ho voluto beene, psychoo

Ti ho voluto beene, pompee
BËL (01)
BRÜ (00)

aleradio: Al torino film festival comunque c'è presentazione del nuovo video.
lector: Ti ho voluto beene, Ale
Ti ho voluto beene, Radio
Loconweed
Opera: | Recensione: |
Per me Verdena e Flaming Lips c'entrano poco con lui.
BËL (00)
BRÜ (00)

psychopompe: Flaming Lips difatti solo in alcune parti e in caso solo quelli pre Soft Bullettin
masturbatio
Opera: | Recensione: |
Ho ascoltato le canzoni linkate, pure riascoltate. E posso dire una cosa: no.
BËL (00)
BRÜ (00)

zaireeka: Ascolta anche le altre.. io lo sto riascoltando e, sarà che ci si abitua a tutto, mi sta quasi quasi iniziando a piacere..
ALFAMA
Opera: | Recensione: |
Ho sentito dei pezzi e non mi sono dispiaciuti. Mi ricordano tanto un vecchio disco dei Lombroso, 2004 ma come se fossero nei 70. magari è solo una mia impressione.

BËL (00)
BRÜ (00)

MikiNigagi
Opera: | Recensione: |
Non lo conosco ma adesso vorrei quindi grazie
BËL (00)
BRÜ (00)

sfascia carrozze
Opera: | Recensione: |
Si, però, anche Vossignoria: I Cani e Calcutta é robba davvero che farebbe trasecolare un non-udente. Questo non saprei (minimamente) chi sia: sembra interessante. Mo lo cerco. E poi (magari, ma magari anche no) Le dico.
BËL (00)
BRÜ (00)

algol: Non mi toccate Calcutta :-)
sfascia carrozze: Che poi Santa Madre Teresa dicevano fosse di Calcutta. Invece era Macedone. Così per dire, a volte.
hjhhjij
Opera: | Recensione: |
Di sicuro io non ho pregiudizi riguardo alla musica italiana e non mi spaventano i brani da 12 minuti, questo pare interessante e lo metto tra le cose nuove da ascoltare al più presto.
BËL (00)
BRÜ (00)

ygmarchi2
Opera: | Recensione: |
Interessante Psych, non posso non provare ad ascoltare, poi anche la copertina è così...
BËL (00)
BRÜ (00)

nes
nes
Opera: | Recensione: |
lector
Opera: | Recensione: |
Krautrock?
BËL (00)
BRÜ (00)

psychopompe: Ci sta sempre bene :)
psychopompe
psychopompe Divèrs
Opera: | Recensione: |
Comunque ragazzi per me è un bel disco, tutto da vedere come renderà dal vivo, ma per ora heavy rotation in casa da Luglio
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: