Sto caricando...

Ben Frost
Theory of Machines

()

Voto:

Versioni: v1 > v2 > v3

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Alla luce declinante di settembre preferisco quella giallastra e malaticcia dei lampioni.

È importante non grattare le crosticine prima che l'abrasione sia rimarginata: sangue e bruciore, bruciore e sangue.

E carne viva.

Quattro lunghe suites in continua evoluzione e involuzione. Quattro porzioni di pelle sottile stuzzicate ossessivamente dalle unghie di droni psichedelici, puntinismi elettronici e sincopi techno.

Insofferenza che riaffiora, disagio che riemerge, rabbia che monta.

E ferite riaperte.

E allora lacerazioni industrial distorcono i droni psichedelici, glitch purulenti impiastrano i puntinismi elettronici, brucianti sfuriate hardcore si insinuano nel battito delle sincopi techno.

Un disco giocato sull'equilibrio - che si intuisce precario - di una calma/immobilità apparente che porta già in sé (con quel sound minaccioso e oscuro) i germi delle future dissonanze/distorsioni che cambiano continuamente le carte in tavola.

E Ben Frost non si ferma quì.

L'epidermide a volte sembra finalmente compattarsi in sprazzi di un'elegante musica da camera suturata dalle tenui linee di archi ovattati che sfociano nella malinconica presa di coscienza dell'adagio finale.

La mia pelle alla luce del lampione ha qualcosa di irreale, metafisico, estraneo.

E ci sono cicatrici.

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (VentiTre)

CosmicJocker
CosmicJocker
Opera:
Recensione:
Modifica alla recensione: «. ». Vedi la vecchia versione Theory of Machines - Ben Frost - recensione Versione 1


CosmicJocker
CosmicJocker
Opera:
Recensione:
Modifica alla recensione: «.. ». Vedi la vecchia versione Theory of Machines - Ben Frost - recensione Versione 2


TataOgg
TataOgg
Opera:
Recensione:
Ne ho sentito la metà, abbiamo un ammiratore di Gira.


CosmicJocker: Esatto.. Ha campionato qualcosa degli swans nel secondo pezzo..
E il titolo del terzo: beh, inequivocabile..
TataOgg: Ho cercato il disco e ho notato subito il titolo del terzo. Sentendolo poi ho riconosciuto qualcosa anche se non saprei esattamente cosa. Il disco sembra bello, dopo finisco di ascoltarlo.
Devo sentire anche quello delle mammine, oggi mi sembra il giorno giusto.
CosmicJocker: È un disco bellissimo secondo me.. Anche quello delle mammine è tanta roba.. Ce l'hai fatta ad ascoltarli? Com'è andata?..
MikiNigagi
MikiNigagi
Opera:
Recensione:
Quanto cazzo ispira a scrivere Ben Frost ve'?


CosmicJocker: Hai proprio ragione.. Tra l'altro ho ripreso in mano in 'sti giorni i suoi dischi..
Forse ai tempi ero stato un po' troppo impietoso con by the throat.. "Theory..." comunque è il più bello per me..
MikiNigagi: Avevo scritto di The Centre Cannot Hold, alla fine è rimasto il mio preferito, o comunque quello che ho ascoltato di più.
MikiNigagi: Fermo restando che aurora è il meglio
CosmicJocker: Ricordavo che avevi recensito "Cannot..." che invece, per me, è il disco di Frost che conosco di meno..
Ricordo anche che concordavamo sulla soprassedibilità di by the throat.. Ecco, su quello un po' l'idea l'ho cambiata.. Non un capolavoro come "theory...", ma neanche così autoindulgente..
CosmicJocker: Ecco no, aurora lo trovo troppo enfatico..
Però capisco che possa piacere molto..
CosmicJocker: Steel wound secondo me è un altro gran disco..
123asterisco
123asterisco
Opera:
Recensione:
.


123asterisco: @[CosmicJocker]: non c'entra un piffero, ma mi chiedevo se conosci Roly Porter.
CosmicJocker: Caspita sì! Un pochino almeno.. "Aftertime" l'avevo trovato ottimo..
123asterisco: È appena uscito un suo disco: Kistvaen. Cercalo, te lo consiglio!
CosmicJocker: Lo farò, grazie messere!
Cervovolante
Cervovolante
Opera:
Recensione:
Visto dal vivo a Cascina nel 2011 mi sembra.


CosmicJocker: Ne hai visti davvero parecchi dal vivo eh!... Buon per te..
Almotasim
Almotasim
Opera:
Recensione:
Scrittura sempre al top!


CosmicJocker: Ma va là.. È che sei t(r)op(po) buono..
Così come @[Ditta] e @[macmaranza]
Ditta: :)
Almotasim : È il mio punto di vista.
gaston
gaston
Opera:
Recensione:
Stavolta lo abbiamo perso...:)


lector: E da parecchio pure....
CosmicJocker: Ma no dai.. Ritrovo sempre la strada di casa...
#forse
macaco
macaco
Opera:
Recensione:
La prima frase è una citazione che hai rubato alla tua pianta di mariagiovanna.


CosmicJocker: Ahahahah!!
Reminiscenze purtroppo ormai.. Ma certe cose in effetti potrebbero tornare..
lector
lector
Opera:
Recensione:
Si, però mettici della garza su quei tagli, che se no si possono infettare......


CosmicJocker: Ma troppe garze non potrebbero offuscare il mio smisurato fascino?!?!
lector: Secondo me lo aumenterebbero.
Eneathedevil
Eneathedevil Divèrs
Opera:
Recensione:
Non mi lacera nella stessa misura, ma potrei sbagliarmi. Lo riascolterò.


CosmicJocker: Prova Enea.. E sappimi dire..
Del resto tu sei il diavolo e certe lacerazioni a te fanno un baffo..
IlConte
IlConte
Opera:
Recensione:
Non ho capito nulla ma mi sembra bellissimo

Paura!!!



CosmicJocker: Ahahahah!
Bellissimo è il tuo video!! Un classico dei classici della tv italiana...
ALFAMA
ALFAMA
Opera:
Recensione:
Questo, "Aurora " ancora li ricordo ma solo il titolo e la trama. In tutta sincerità per esprimere un giudizio attendibile dovrei riascoltarli. Lei sempre bravo


CosmicJocker: Aurora in realtà non mi fa impazzire..
Questo è forse il più bello. Come dicevo a Miki lo sto un po' risondando Ben Frost e per alcuni dischi, tipo by the throat, ero stato un po' impietoso nel giudizio ai tempi..

P. S.
Ma mi dai del "lei"?....
ALFAMA: ma sai che ci ho fatto caso ora ? Prendilo intanto è gratis
Caspasian
Caspasian
Opera:
Recensione:
Sprazzi di abduction che riaffiorano dalla rimozione psichica del "rapimento", le cicatrici rimangono però.


Caspasian: Mi piaccio quegli innesti da altre dimensioni, molto carnale il disco.
Caspasian: ...piacciono...
CosmicJocker: Sapevo che questo sarebbe stato pane per le tue zanne..
Con quel "carnale" hai centrato il punto..
Caspasian: Appaiono le ginocchia sbucciate e si sentono addosso quando si crepa la crosticina semifresca piegandole, bel lavoro.
luludia
luludia
Opera:
Recensione:
kjijjww lpjwwwkkk polkwwwkks!!!!


CosmicJocker: Ahahah
Dai Lulù, questo non è solo "kjijjww lpjwwwkkk polkwwwkks!!!!"
C'è anche una bella dose di fffrrrrhhtrrt grrwwwuuurrrrtttttt
luludia: il gattino del tuo avatar assomiglia molto alla mia marilyn...
CosmicJocker: Ma sai che fosse più chiara sarebbe spiccicata alla mia goccia (certo, lei è più piccolina)..
sfascia carrozze: Non sarebbe givnto il momento di aggivstarla qvesta benedetta DeTastiera?
CosmicJocker: In realtà Lulù scrive in polacco ed io mi compiaccio di sapere fluentemente il dialetto della baviera del nord..
sfascia carrozze: Poffarbacco!
Non lo facevo così polighrotto.
CosmicJocker: Non faccia il cicisbeo..
Sa benissimo che nella Palude Padana si vive spesso e volentieri nelle grotte per ripararsi dall'umidità degli spazi aperti..
sfascia carrozze: Per vincere l'umidismo l'unico è seccarsi.
Anche se non animosamente.
luludia: ma come aggiustare la tastiera, mia zia è una contessa polacca di Innsbruck....
sfascia carrozze: Poffarbacco!
E da quando ha trasferito la città in Polacchia?
sfascia carrozze
sfascia carrozze Divèrs
Opera:
Recensione:
Sì, ma se si fosse chiamata Beniamino (o Benvenuto, Benedetto, per non dire di Benito) Ghiaccio non lo so se sarebbe stato poi così aspirato.


CosmicJocker: Lei trova sempre una visione "altra"...
Ci è nato così o ha dovuto fare molto allenamento?..
Sarei curioso.
Ecco.
sfascia carrozze: Qvale visione altra ?
CosmicJocker: Non so, è forse meglio dire "ultra"?..
sfascia carrozze: Diciamo eltra e non pensiamoci più.
CosmicJocker: Eja!
sfascia carrozze: Alla fin-fin-fin-fin-fine siamo sempre d'accordo.
E qvesto non è (esattamente) un bene, per Lei, lì.
Eneathedevil: Cosa c'entra il ghiaccio??? Benedetto Brina, per la miseria!
CosmicJocker: Ecco, non lo volevo dire proprio io...
Per fortuna il diavolo ci ha messo la coda..
sfascia carrozze: Inespugnabile!
Farnaby
Farnaby
Opera:
Recensione:
Gran bel disco...gli preferisco il successivo "By the Throat" (per me, il suo capolavoro) ma quando si parla di Frost il livello è sempre molto alto.
Pagina che coglie l'essenza dell'opera tutta del nostro australo-islandese. Bravo...


CosmicJocker: By the Throat lo sto riscoprendo in questi giorni. Ai tempi non mi aveva convinto granché, ma, come dicevo, ero forse stato un po' affrettato nel giudizio..
È un ottimo disco, anche se per me l'apice di Ben Frost è questo..
Grazie mille del passaggio!
Farnaby: Come dicevo, con Frost il livello è altissimo. Secondo me "Theory..." ha il gran merito di aver aperto la strada alle sonorità di "By the Throat". Paradossalmente quello che trovo meno a fuoco è il suo più conosciuto, ossia "AURORA". Grazie a te per i bei ricami...
CosmicJocker: D'accordissimo su "aurora".. Mai piaciuto..
HoldNoSway
HoldNoSway
Opera:
Recensione:
Gran bel disco, Steel Wound è forse più vicino alle mie corde o forse l'ho solo ascoltato di più. By the throat mi manca invece, rimedio? Scrivi molto bene, as usual


Farnaby: Rimedia...
CosmicJocker: Se me lo avessi chiesto qualche tempo fa ti avrei detto che by the throat è tranquillamente soprassedibile..
Ma l'ho riascoltato in questi giorni e devo ammettere che ero stato un pochino tranchant..
È un ottimo disco, per me, comunque, il meglio è "theory of machines"..
Grazie mille del passaggio!..
CosmicJocker: E concordo anche sulla bellezza di "Steel Wound"..
Raskolnikov1789
Raskolnikov1789
Opera:
Recensione:
Devo chiudere da giorni un noiosissimo articoletto, come sempre sono in ritardo, ogni pagina una fatica, scrivere e cancellare, scrivere e cancellare. La ringrazio per la proposta, ha addolcito l'alienazione davanti alla tastiera, come ho letto sopra ben sorregge la scrittura


CosmicJocker: Ma grazie a te.. Felice di esserti stato in qualche modo utile..
Naturalmente puoi pagarmi come e quando preferisci ;)
odradek
odradek
Opera:
Recensione:
Ha fatto un ottimo lavoro anche con le soundtracks di Dark


CosmicJocker: Quelle mi mancano.. Ho visto che ne ha fatte tre..
Farnaby: Verissimo...e ancor di più con le muische per "Fortitude"...
Narcosmicoma: Ha fatto un sacco di soundtrack, per diversi media (cinema, serie tv, videogame, anche teatro). Onestamente parecchie mi son scivolate via, ma da Ben Frost voglio un disco di Ben Frost, che racconti e suggestioni lui, non una colonna sonora di qualcos'altro, raccontato per immagini, raccontato altrove.
odradek: Resta il fatto che lavorare su una serie, realizzando una colonna sonora non solo funzionale e pertinente, ma degna d'ascolto anche senza le immagini, non è cosa da poco.
Ascoltavo distrattamente stralci delle soundratcks, l'altro giorno, e mi paiono ancor meglio di quanto mi parvero guardando "Dark".
Farnaby: Vero. E anche la soundtrack di "Fortitude" vive bene anche senza le immagini. Proprio perché in linea con il Frost pensiero.
Onirico
Onirico
Opera:
Recensione:
Uauh.


CosmicJocker: Lo so, faccio questo effetto alle donne....
Onirico: Cenetta da Cracco? Offri tu, non c'è neanche bisogno di puntualizzarlo.
Narcosmicoma
Narcosmicoma
Opera:
Recensione:
Mi piace come hai definito AURORA tra i commenti, enfatico. Che e' calzantissimo, centra il punto in maniera perfetta, anche se con risultati diversi: per me sta lì su, insieme al ringhiare sanguinolento dei lupi di By the Throat. Piu' sotto Centre e Steel Wound che amo nondimeno, e infine Theory, che a dirla tutta e' anche quello che ho ascoltato di meno. Ecco ho fatto il classificone anch'io. E ci sono cicatrici anche qui.


Narcosmicoma: E nessuno cita mai School of Emotional Engineering, che e' altra cosa, malinconia rappresa. I dischi a suo nome sono ferite aperte, Emotional Engineering e' la cicatrice. School of Emotional Engineering - Falling for Sylvia
CosmicJocker: La cosa interessante è che sono venute fuori "classifiche" una diversa dall'altra..
A dimostrazione della bontà delle opere di Frost: ogni lavoro ha un "umore" ben preciso..
E le cicatrici sono dovunque..
Narcosmicoma: Vero, non ci sono giudizi netti à la "non possiamo prescindere da disco X che e' ILCAPOLAVORO". Che e' poi il modus operandi quando si parla dei mostri sacri da idolatrare, del musicista come istituzione o pietra miliare della musicoteca personale. Qui c'e' varieta' di gusti e preferenze per musica cangiante che (credo) sia "avvertita" in maniera estremamente diversa da ognuno. O almeno cosi mi piace pensare. Bella pagina by the way.

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Theory of Machines è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link