Biglietto Per L'Inferno
Biglietto Per L'Inferno

()

Voto:

Il Biglietto Per L’Inferno nasce a Lecco nel 1972 dalla fusione di due gruppi (Mako Sharks e The Gee). Questo primo ed omonimo album, datato Marzo 1974,  rientra sicuramente nella discografia essenziale del prog – rock italiano. La copertina rappresenta l’inquietudine che attraversa questo disco e ci si può notare  l’ambivalenza dell’uomo, in cui si intravede la forza del bene  e del male (il demonio) che si dibattono.

La classica apertura strumentale spetta ad “Ansia” con le chitarre di Mainetti e le tastiere di “Baffo” Banfi che si intrecciano e formano un tappeto sonoro che potrebbe  competere con le migliori composizioni del rock progressivo inglese.  Il secondo brano (“Confessione”) è un esempio del miglior hard rock nostrano, in cui le chitarre sono in primo piano e colpiscono l’ascoltatore con un riff travolgente accompagnato dalla voce di Claudio Canali che si fa sempre più tagliente nei toni e nelle composizioni. “Una Strana Regina” è un brano in cui la band mette in luce le proprie doti strumentali e si cimenta in cambiamenti di tempo repentini, mentre i testi si fanno meno diretti rispetto al brano precedente; “Il Nevare” è il miglior brano dell’album, percorso da un ritornello accattivante e da un mix chitarre-tastiere che si fondono alla perfezione con il testo di Canali che raggiunge gli apici della poesia. Immancabile, in un buon album di progressive-rock, arriva “L’Amico Suicida” che con 14’29’’ riassume le influenze musicali della band. Il brano parte lentamente per  poi esplodere  nelle continue improvvisazioni del superlativo Banfi e nel virtuosismo chitarristico di Mainetti e conclude nella cosiddetta calma apparente che appartiene ai migliori musicisti prog-rock. L’epilogo dell’album è rappresentato da “Confessione” che viene ripresentata in chiave strumentale.

I membri della band, sono divisi, oggi, dalle diverse scelte di vita; da segnalare, la più originale e coraggiosa, quella del vocalist e grandissimo strumentista (da notare le improvvisazioni al flauto) Claudio Canali che, in seguito ad un viaggio in India, ha deciso di intraprendere la vita monacale nella provincia di Lucca.  Il Biglietto Per L’Inferno lascia al suo esiguo pubblico questo grandissimo disco che non può essere ignorato dai cultori del progressive rock. Questo disco, è l’ennesimo esempio che evidenzia le capacità e il valore di musicisti che, troppo spesso, rimangono ignorati dal grande pubblico e non hanno il riconoscimento che meritano.

 

Questa DeRecensione di Biglietto Per L'Inferno è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/biglietto-per-linferno/biglietto-per-linferno/recensione-t-rex

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Otto)

BeatBoy
Opera: | Recensione: |
Il disco purtroppo lo devo ancora ascoltare. Un anno fà in uno stand, vidi una produzione Giapponese di un live del "Biglietto...", ora rimpiango di non averlo preso! La tua rec mi ha dato una minima idea di cosa mi posso aspettare dal gruppo, e per questo ti do un 3,5...
BËL (00)
BRÜ (00)

mayhem
Opera: | Recensione: |
uno dei migliori esempi di prog italiano...
BËL (00)
BRÜ (00)

Cronos
Opera: | Recensione: |
dark_kingdom
Opera: | Recensione: |
Magnifico!
BËL (00)
BRÜ (00)

GATTINATOR
Opera: | Recensione: |
sei stato troppo cattivo per questo lavoro che assolutamente vale più di 5 e merita la lode!!!
BËL (00)
BRÜ (00)

BeatBoy
Opera: | Recensione: |
Sono riuscito ad ascoltarlo, è molto bello, specialmente i primi tre brani...
BËL (00)
BRÜ (00)

DeBeer
Opera: | Recensione: |
Eccolo! Essenziale! Nella top ten italiana di tutti i tempi!
BËL (00)
BRÜ (00)

bruscopan
Opera: | Recensione: |
considerando l'eta' media del gruppo,l'anno di uscita(in italia si era ancora all'archeologia del rock)e le possibilita' oggettive,non posso che considerarlo un capolavoro,senza guardare alle virgole.....eccezionale
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: