Sto caricando...

Black Sabbath
Born Again

()

Voto:

Dopo l'addio ai Sabbath di Ronnie Dio, Iommi decise di ingaggiare per il seguito in studio di Mob Rules, un altro mostro dalle corde vocali sovraumane, e cioé sir Ian Gillan, per dar dita all'album forse più discusso della storia della band, "Born Again". I fans di allora, infatti, non digerirono Gillan e Iommi non fece niente per agevolare l'entrata del frontman nei cuori dei sabbathiani della vecchia guardia, anzi. I continui screzi tra i due, infatti, portarono alla fuoriuscita di Gillan dopo poche date del tour successivo all'album. Due personalità troppo forti per vivere in amore e armonia. Un vero peccato, dato che dall'ascolto della'album in questione si evince che, se il sodalizio fosse continuato, i Black Sabbath ci avrebbero sicuramente deliziato di altre perle musicali.

"Born Again" è l'abum forse più pesante e più dark della discografia dei Sabbath. Il connubio tra la voce di Gillan e i riffs di Iommi è avvincente e ben assortito. Magnifica "Trashed", song dal ritmo e dal testo hard rock (parla di un tipo che dopo essere scampato ad un incidente d'auto perché brillo, per riprendersi va ad assaporare un whisky nel bar più vicino), meravigliosa "Disturbing The Priest", classico dei Sabbath, la canzone più dark e malata scritta dalla band, "Zero The Hero" (altro classico) dal riff pesantissimo, copiato dai Guns in Paradise city, immensamente onirica la title track, una delle mie canzoni preferite dei Sabbath (inclusi quelli di Ozzy) in cui eccelle la voce di Gillan in tutta la sua bellezza, potente "Digital Bitch", sulla falsariga di Thrashed. L'album , a mio avviso, cala un po', con le finali "Hot line" e "Keep It Warm", anche se un tale calo non inficia assolutamente la bellezza di questo disco, da troppi sottovalutato e che, amio parere, è un vero capolavoro. Imprescindibile.

Commenti (QuarantaDue)

CycoCiccio
CycoCiccio
Opera:
Recensione:
no sapevo che (anche) i Guns tenessero un orecchio ai Sabbath. Album da ascoltare, recensione da leggere.

BËL 00
BRÜ 00

CycoCiccio
CycoCiccio
Opera:
Recensione:
....dimenticavo le votazioni...

BËL 00
BRÜ 00

Fidia
Fidia
Opera:
Recensione:
Chiedo venia per gli errori di battitura, la prossima volta cercherò di stare più attento.

BËL 00
BRÜ 00

Mandrocker
Mandrocker
Opera:
Recensione:
L'album è buono.Hai completamente ragione nel dire ke è l'album + dark e pesante dei Sabbath. Secondo me invece "Hot Line" nn ha questo gran calo...a me è piaciuta moltissa, anche grazie alle urla (nn + imponenti cm quelle degli anni '70) di Gillan

BËL 00
BRÜ 00

Revolver
Revolver
Opera:
Recensione:
A me piace moltissimo anche Keep It Warm, l'ultima, per me l'album non cala affatto alla fine. Hai ragione sul riff dei GnR, praticamente spiaccicato a questo. I Black Sabbath non deludono mai!

BËL 00
BRÜ 00

Fidia
Fidia
Opera:
Recensione:
Per dovere di corretteza mi preme dire che il fatto che il riff di paradise city sia praticamente uguale a quello di zero the hero non è una mia perla, ma è notorio, pacificamente ammesso dallo stesso Slash

BËL 00
BRÜ 00

sfascia carrozze
sfascia carrozze
Opera:
Recensione:
Album maligno und maleficarum sin dalla (orrida) de-copertina: Disturbing The Priest nonchè Zero The Hero a distanza di molteplici anni lasciano ancora un piacevole/notevole riquerdo anzichenò. Gillan urla e si dimena vocalmente come ai bei tempi et come poco spesso lo si è sentito fare (soprattutto in tempi recenti) da altre parti. Ossequi sabbathici a iosa. Your s.c. di (s)fiduciam.

BËL 01
BRÜ 00

sfascia carrozze: Accidempoli qvanto tempo!
Son più vecchio dei Bleckciabatt!
DioG_à!
ossian1973
ossian1973
Opera:
Recensione:
Mi sono incuriosito, ascolterò il disco ma impossibile mettergli 5 sempre per la stessa storia: quanto si deve mettere ai primi 5 dischi? vabbè sarà anche un pregiudizio ma i Sabs senza Ozzy....

BËL 00
BRÜ 00

metalmaniac
metalmaniac
Opera:
Recensione:
mi piace

BËL 00
BRÜ 00

strawberryNgarlic
Opera:
Recensione:
gran ian gillan..cmq copiata o no paradise è immensa..grande slash

BËL 00
BRÜ 00

strawberryNgarlic
Opera:
Recensione:
suona cmq in maniera molto differente ovviamente...il riff di zero è molto più pesante,a differenza di quello di paradise..è la trasposizione paradisiaca di un riff infernale insomma..Grande Slash e grande Iommi , tra i più grandi chitarristi hard di sempre(insieme a Page)

BËL 00
BRÜ 00

Mandrocker
Mandrocker
Opera:
Recensione:
E Blackmore dove lo metti??

BËL 00
BRÜ 00

andreus90
andreus90
Opera:
Recensione:
Il disco e molto bello ma la tua recensione scusa se telo dico fa un po cagare.

BËL 00
BRÜ 00

Fidia
Fidia
Opera:
Recensione:
Bravo Andreus, ti sei preso la tua rivincita....
Non ti è andata giù come ho criticato la tua recensione sui Megadeth (che oggettivamente sembrava scritta da un bambino di terza elementare e, visto la tua età, non ci sono andato poi così lontano).. ed hai colto la palla al balzo per vendicarti...
Bravo, non c'è che dire .... ma sappi che da uno come te non può che farmi piacere quello che hai scritto

BËL 00
BRÜ 00

Vinsex
Vinsex
Opera:
Recensione:
..una perfetta contaminatio tra i Black Sabbath ed i Deep Purple..o meglio,potrei anche dire..i Deep Purple mefistofelici...forse in alcuni tratto il disco abusa un pò troppo delle oscurità sonore (vedi l'ossessiva Zero the Hero, ad esempio). Tuttavia, nel complesso quest'lp mi coinvolge sempre di più..grazie forse anche all'approccio poroto- doom dei riff del maestro Iommi...Gran disco, davvero...Dopo di allora, Gillan non canterà mai più così....Ah proposito Fidia..ho ricevuto il tuo msm privato, tuttavia (non so perchè) ma non riesco a leggerlo..Anche Punischer aveva tentato tempo fa....Sullogin mi dà sempre "errore"!! Come mai, secondo te? Dovevi dirmi qualcosa in camera caritatis? Ciao bello. Vinsex

BËL 00
BRÜ 00

Vinsex
Vinsex
Opera:
Recensione:
Ovviamente attriuite alla mia fretta grafomane i numerosi refusi!!!!

BËL 00
BRÜ 00

Fidia
Fidia
Opera:
Recensione:
Ciao Vin, ti ho scritto perchè una volta mi chiedesti un parere sui Symphony x, dicendomi, inoltre, di essere un appassionato del prog.
Bene, un mio amico mi ha prestato un album uscito di recente che è molto bello di un gruppo che, in tutta sincerità, non conoscevo.
L'album si chiama Christ 0 dei tedeschi Vanden Plas e ti invito caldamente ad ascoltarlo (c'è anche una recensione del disco che puoi trovare su heavymetal.it
A presto

BËL 00
BRÜ 00

Vinsex
Vinsex
Opera:
Recensione:
..ok grazie 1000 x il consiglio...io invece continuo a ribadirti i Pain of Salvation...tuttavia se ascolti il loro ultimo cd (BE) devi essere pronto ad abandonare il metal verso un'opera a tutto tondo, pretenziosa e praticamente circumnavigante del paineta musicale...O lo considererai un capolavoro o lo detesterai...Inoltre, mi piacerebbe molto ascoltare 2 gruppi di cui ho sentito parlare molto bene...GLi IQ...(gruppo prog Inglese attivo da oltre 20 anni..) e i Transatlantic...(Pregetto parallelo di Mike Portnoy, il bassista dei MArillion altri due big...). Non li ho ascoltati, ma stando a quello che ho letto devono essere molto ma molto interessanti.... Ciao!!

BËL 00
BRÜ 00

Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
é in assoluto il disco che preferisco dai black sabbath, al di là del suono duro e potente i testi sono intrisi di una cattiveria e continui riferimenti alla mediocrità umana da far spavento.

BËL 00
BRÜ 00

Viva Lì
Viva Lì
Opera:
Recensione:
La vendetta è dietro l'angolo: carissimo Fidia, ti ho già detto che non amo i Black Sabbath, e non lo dico su basi astratte, ma sul fatto che li ho ascoltati. Riconosco che nella loro discografia qualcosa di buono c'è ("Paranoid", ad esempio), e devo dire che la tua recensione, benchè un pò scarna, sia intrisa di affetto e amore per questo gruppo che, come mi hai raccontato, ami moltissimo. Ciò detto, Fidia, mi scuso da subito per quello che dirò, e non avrò sorprese nel momento in cui tu mi dirai che non ho ragione e che non capisco niente (in fondo, quando uno la penso diversamente da te sei sempre pronto a offendere), e quindi, appioppo un bell'1 a questo pessimo album che, per colpa della voce in falsetto di Ian Gillan, sembra avvicinarsi più ai Deep Purlpe piuttosto che ai veri Black Sabbath. Mi spiace Fidia, come vedi, non ci troviamo mai d'accordo (poi puoi anche dire che questa è una provocazione, ma saresti solamente monotono e bugiardo...).

BËL 00
BRÜ 00

Fidia
Fidia
Opera:
Recensione:
Poletti, ti rispondo subito visto che casualmente siamo in rete nello stesso momento.
Ammetto che la rece è un pò scarna (anche perchè è stata la mia seconda recensione) e, quindi, il tuo voto lo accetto con serenità e rispetto.
Quello, ripeto, che mi dà fastidio di te non sono le tue opinioni (ah, tra l'altro, non ti ho mai offeso, a meno che tu intenda il fatto che io ti dica spesso che scrivi cazzate, ma questo, non mi risulta essere un'offesa), ma è la tua ostinata volontà di commentare a tutti i costi bands di cui hai forse sentito nominare, ma che non conosci.
C'è sempre qualcosa di che mi convince che tu di alcuni albums spari commenti a casaccio come in questo, ad esempio.

BËL 00
BRÜ 00

Fidia
Fidia
Opera:
Recensione:
Ti spiego subito: hai scritto che la voce di Gillan è pessima perchè tu reputi che canti in falsetto.
Dico io, ma lo hai ascoltato il disco?
Può essere criticata la produzione sicuramente non eccelsa, il suono troppo alto della chitarra che non fa sentire il basso, ma, dio, la voce di Gillan, proprio no, cazzo, visto che da Born Again, Gillan non ha emesso mai più ululati della stessa potenza.

BËL 00
BRÜ 00

Fidia
Fidia
Opera:
Recensione:
Poi è chiaro che quest'album (che come ho detto su nella rece è il più pesante e più oscuro della band), possa piacere o non piacere (soprattutto se lo paragoni a quelli con ozzy), ma, per favore poletti, non usare argomenti che non stanno nè in cielo nè in terra.
Ed è pure normale che abbia, in alcune canzoni, un suono quasi Purpliano (ad esempio nell'opener Trashed.
Del resto stiamo parlando di Ian Gillan, e non di un pinco pallino qualsiasi.
Ossia di un frontman con un carisma molto forte che, tra l'altro, ha causato l'allontanamento dalla band.

BËL 00
BRÜ 00

Fidia
Fidia
Opera:
Recensione:
Se tu non sparassi constantemente fesserie (come ad esempio il commento sui Fates Warning che hai definito Nu Metal), io accetterei con tranquillità il tuo pensiero, ma adesso proprio no.
Quando ti farai una cultura (vera) sul genere ne possiamo riparlare, ma ora proprio no.

BËL 00
BRÜ 00

babbANO
babbANO
Opera:
Recensione:
Il grande fidia sempre in combattimento con qualche povera vittima. Bella la recensione comunque. Anche l'album, me lo sono scaricato ora da emule.

BËL 00
BRÜ 00

Enrico Martello
Enrico Martello
Opera:
Recensione:
Tu dici che alcuni brani di Headless Cross non ti scendono e mi metti 5/5 a Born Again! Ah ah ah ah ah ah ah ah! Mio Dio! Perdonami, se avessi saputo prima con chi avevo a che fare non ti avrei dato mezza lira. Ma per carità!

BËL 00
BRÜ 00

Fidia
Fidia
Opera:
Recensione:
Te lo scrivo anche qui, sia mai che tu no lo legga. Ma tu hai presente il significato della parola latina "de gustibus" o spari frasi a caso nel giudicare il tuo interlocutore, i suoi gusti e le sue opinioni? A me piace molto di più Born Again rispetto a Headless Cross e allora? Cosa diavolo c'è da ridere? Scusami Enrico ma dal tuo commento si evince soltanto risentimento nei miei confronti, per lo più ingiustificato visto che non ti ho scritto che non capisci un cazzo o chicchessia mentre tu non hai esitato a dirmi che non valgo mezza lira. Atteggiamento tipico dei ragazzini e di chi non ha niente da dire, altrimenti avresti cercato il dialogo, come lo chiami tu, costruttivo, anzichè cercare vendette. Sappi che mi stai scadendo sotto i piedi. Spetta a te recuperare.

BËL 00
BRÜ 00

the green manalishi
Opera:
Recensione:
Fidia sei un grande, recensione stupenda. Sapevi che il tipo del whisky in trashed è Gillan stesso? Esiste una track extra che puoi scaricare di questo periodo dei Sabbath. Si chiama The Fallen ed è magnifica.

BËL 00
BRÜ 00

Francescobus
Francescobus
Opera:
Recensione:
Bravissimo! Non ho mai sentito l'inedito registrato e mai pubblicato delle session :" The Fallen"

BËL 00
BRÜ 00

the green manalishi
Opera:
Recensione:
la vuoi? te la passo

BËL 00
BRÜ 00

Bubi
Bubi
Opera:
Recensione:
Caro Fidia non devo mica scrivere un romanzo quando elaboro una critica, è per questo che non ho digerito il tuo commento. Affermi che non ho neanche scritto la recensione mentre mi pare di aver fatto capire molto bene come scrive DeVille e quanto sia bravo anche dal vivo. Non voglio neanche portare la luce in queste pagine, desidero solo fare informazione e mi pare che un artista come DeVille meritasse qualche riga visto che nessuno l'ha mai fatto. Forse non ti è piaciuto che ho messo i Black Sabbath tra i gruppi più sopravvalutati, rassegnati, il loro album che hai recensito fa cacare come del resto quasi tutta la loro produzione. Ho letto alcune cose che hai scritto e devo ammettere che sei una buona penna, ma ho avuto l'impressione che cerchi più che altro l'approvazione di chi legge tramite il tuo "straordinario" talento di scrittore. In quanto alla critica che ho fatto alla lista del Cibicida, ho voluto mettere a fuoco quella che io ritengo una mancanza, se hai letto bene ho scritto che i gusti non si discutono e non li considero certo dei poveretti che non sanno niente di musica. Forse tra un pò scriverò su Hank Williams, inizia ad informarti perchè forse pensi che sia un dopobarba. Ciao dal tuo amico Bubi.

BËL 00
BRÜ 00

ZeroTheHero_
ZeroTheHero_
Opera:
Recensione:
watch you gonna do watch you gonna do brother?,zero the hero

BËL 01
BRÜ 00

MaZo
MaZo
Opera:
Recensione:
Stupenda Born Again (ricorda Eternal Idol). Cmq dei Guns apprezzo la cover di It's Allright (canzone di Technical Ecstasy dove canta Ward) cantata e suonata al piano (live) da Axl Rose

BËL 00
BRÜ 00

Workhorse
Workhorse
Opera:
Recensione:
Born Again! Sublime!

BËL 00
BRÜ 00

gbrunoro
gbrunoro
Opera:
Recensione:
Disco immenso, sia nei suoi pregi che nei suoi difetti. Purtroppo la produzione è qualcosa di tremendo (in giro si trovano i demo che non sono niente male, chi è interessato può cercarlo nell'hub dei purple online). Comunque nel suo ultimo dvd biografico Gillan e Iommi ha raccontato un sacco di aneddoti su quest'album: preciso subito che l'addio di Gillan ai Sabbath fu dovuto alle sirene dei purple, che si riunirono l'anno dopo. Disturbing the priest è dedicata al prete del paese vicino alla villa di Richard Branson (perchè era lì che registravano l'album), che venne a lamentarsi per il casino che i 4 facevano in continuazione; trashed parla dell'incidente con cui gillan ha completamente distrutto la macchina di Geezer Butler (Branson aveva una pista d'auto in giardino).... e così via. Comunque l'album è sempre stato criticatissimo ma io ogni volta che lo ascolto resto di sasso: probabimente è il più violento dell'intera discografia sabbathiana... splendido!

BËL 00
BRÜ 00

Cimbarello132
Cimbarello132
Opera:
Recensione:
Zero the Herooo !!!

gnr = merda allo stato puro. Ogni canzone circa. Ogni membro del gruppo...su tutti Axl e Slash.

Buona recensione...ottimo disco.

BËL 00
BRÜ 00

JohnWinston
JohnWinston
Opera:
Recensione:
Piacevolissima sorpresa. Un ritorno ai livelli dei primi 5 album.

BËL 00
BRÜ 00

SIGFRIDO76
SIGFRIDO76
Opera:
Recensione:
Ottimo disco Born Again!
Peccato per una produzione un po troppo grezza (ma che rende, comunque, la chitarra di Iommi molto tagliente).
Gillan se la cava anche bene (specie nella title track), ma il genere dei Sabbath non è per lui.

BËL 00
BRÜ 00

sarced
sarced
Opera:
Recensione:
A BREVE RECENSIRO' UN BOOTLEG DAL VIVO DEI SABBA CON GILLAN AI VOCALS!!!

BËL 00
BRÜ 00

il giustiziere
il giustiziere
Opera:
Recensione:
qualcuno sa dirmi perchè il cd originale di born again è introvabile?

BËL 00
BRÜ 00

hjhhjij
hjhhjij
Opera:
Recensione:
L'ultimo capolavoro dei Black Sabbath

BËL 00
BRÜ 00

ZeroTheHero96
ZeroTheHero96
Opera:
Recensione:
Tony Iommi ha reso i Black Sabbath una band storica,non solo grazie al suo gusto musicale, ma anche alla sua capacità di adattare il suo stile ad ogni singolo cantante dietro al microfono...A mio parere, questo è l'esperimento meglio riuscito di tutti, perchè ha potuto plasmare un sound totalmente differente da quanto fatto con tutti gli altri singers:oscuro, potente e unico...Un grazie va anche a Gillan, che è artefice di una performance notevole

BËL 00
BRÜ 00

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera