Sto caricando...

Boris De Rachewiltz
Massime degli antichi egiziani

()

Voto:

Versioni: v1 > v2 > v3 > v4 > v5

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Nei giorni odierni, le enigmatiche Sfingi, si arroventano al sole lungo misteriosi percorsi, in una vacua attesa, celando segreti inconfessabili. In un'epoca ormai dissolta e mummificata, furono testimoni di fastose processioni di una immaginifica civiltà aristocratica. Dalle statiche e imponenti divinità zoocefale, emergono dal remoto passato papiri ingialliti dagli effetti implacabili del tempo.

Scritti illuminanti e comprensibili a tutti.

Qualche giorno fa, osservavo la mia incartapecorita libreria, nell'improbabile tentativo di creare un po' di ordine, individuai, in un mal riposto angolino, un minuscolo e singolare libriccino di 48 pagine (6X10 cm).

Un'originale selezione di scritti, scelti e tradotti da Rachewiltz.

I suddetti sono tratti da: Ptahotep (c. 2675 a.C..), Kagemni (2778-2723 a.C.), da Re Kati per il figlio Merikara (II metà del III millennio a.C.), dalla stele di Antef figlio di Sent, da Anij, e da Amenemapt.

La sintetica introduzione si addentra nella natura pratica del pensiero egiziano, che impiegava un processo prioritario di interscambio con lo Stato Teocratico. In particolare sulla realizzazione di massime e sentenze, chiamate “Sbòjet”, ovvero “Istruzioni”. Un genere formativo per eccellenza, risalente a un'immemorabile antichità.

Per il ristretto spazio a disposizione del mini-libro, non è fattibile esaminare in modo esaustivo l'argomento. Conseguentemente, trattasi tout court, di una ristretta raccolta di massime. Un fugace e suggestivo viaggio nella quarta dimensione, immanente e infinita, dove giusti e onesti si incontrano per dialogare. Per curiosità, ne sono stati estratti alcuni.

“Colui che comanda deve guardarsi dai giorni che debbono ancora venire.”.

“Io mantengo la calma, senza frettolosi impulsi, quali circostanze possono sorgere e comprendendo la possibilità di sbagliare.”.

“Meglio è pane di farina ed acqua con un cuore che ama che ricchi cibi con dispute e discordia.”.

“Io sono un uomo che sta saldo, i cui disegni vengono ben ponderati e che sollecita la discussione con lui.”.

“Meglio è la lode con l'amore della gente che la ricchezza rinchiusa nel Tesoro.”.

“Io sono un uomo che tace di fronte all'infuriato e di fronte allo sciocco, onde sopprimere l'ira.”.

“Non essere arrogante a causa della tua cultura e non avere eccessiva confidenza in te stesso. Prendi consiglio dall'ignorante come dal saggio, poiché gli estremi limiti del sapere non possono essere raggiunti e nessun artista possiede appieno la sua arte. Un buon discorso è più nascosto di un prezioso smeraldo, eppure lo possiamo udire da una schiava alla macina.”.

L'immagine di copertina raffigura la regina Nefertari, moglie di Ramses II, condotta dalla dea Iside (Affresco tombale, 1333 a.C.).Il volumetto (n.772), a cura di V. Scheiwiller, è stato stampato il 15/7/1954 in 2000 copie.

F©

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Diciannove)

IlConte
IlConte
Opera:
Recensione:


IlConte: Pensa che ho pure letto...
Massimo dei voti... che si chiama Boris l’ho capito
IlConte: Occhio però che mancano degli spazi... per un vero capish trattasi di fatto gravissimo, savansadir
Dr.Adder: Per intanto un Bel...vado ad eseguire "micro-correzione 1.1".
Dr.Adder: Ho visto anch'io il film.Mi è piaciuto molto.Sono innumerevoli i significati profondi che, attraverso le parole del protagonista, fanno riflettere sui tempi odierni.Azzeccato il collegamento (con secoli di distanza).
IlConte: Boris è divino... sembra me anche se lui è brutto...
Dr.Adder
Dr.Adder
Opera:
Recensione:
Modifica alla recensione: «Micro-correzione.». Vedi la vecchia versione Massime degli antichi egiziani - Boris De Rachewiltz - recensione Versione 1


123asterisco
123asterisco
Opera:
Recensione:
I livretti della mini-casaeditrice di Vanni Scheiwiller è piena di perle, troppo spesdo esaurite e introvabili.


123asterisco: *spesso
123asterisco: *libretti

(Cellulare non collaborativo)
123asterisco: Il volumone Einaudi della letteratura egizia è una delle mie letture prediletti nei tempi morti in cui fatico a leggere cose nuove.
Che c'importa, direte voi. Nulla, però ve lo consiglio
Dr.Adder: Tre Bel in successione per 123asterisco.Bellissime le pittografie/geroglifici egizie.
Dr.Adder
Dr.Adder
Opera:
Recensione:
Modifica alla recensione: «"Micro-correzione 1.1".». Vedi la vecchia versione Massime degli antichi egiziani - Boris De Rachewiltz - recensione Versione 2


Dr.Adder
Dr.Adder
Opera:
Recensione:
Modifica alla recensione: «Micro-correzione 1.2 (Capish)». Vedi la vecchia versione Massime degli antichi egiziani - Boris De Rachewiltz - recensione Versione 3


iside
iside Divèrs
Opera:
Recensione:
io che c'entro?


Dr.Adder: Ah!Nella storia ci sono diver_ Iside...
iside: Doc non per fare il rompicoioni però è meglio scrivere "egizi" o "antichi egiziani". io farei una piccola correzione alla undicesima riga...
Dr.Adder: ...Sono già alla v4
iside: A te zio Adolfo fa 'na sega
TataOgg
TataOgg
Opera:
Recensione:
Qualcuno dica a @[iside] che si spettegola su di Lui/Lei.
Interessante lettura, queste poche massime riportate dimostrano che in fondo tra loro e noi la differenza di Qi è forse inesistente. Dopo quasi 5000 anni.


zaireeka
zaireeka
Opera:
Recensione:
5 a prescindere (sulla fiducia) solo per l’argomento 👍💪😂


Dr.Adder: Ciao Zaireeka, grazie+Bel.
zaireeka
zaireeka
Opera:
Recensione:
Due cose 1) Se dopo i segni di interpunzione (essenzialmente dopo i punti che chiudono frasi senza andare a capo) riesci ogni tanto a metterci uno spazio è cosa buona e giusta (diciamo che fra una frase e l’altra riesco a prendere respiro 😉) 2) 2000 copie??? Ma hai un tesoretto in casa!


Dr.Adder: Grazie del consiglio.Hai ragione, lo facevo per rendere più "compatta" la recensione.Credo che il libriccino possieda più che altro un valore storico.
MikiNigagi
MikiNigagi
Opera:
Recensione:
Non voglio convincerti di nulla ma secondo me sono inventate


Dr.Adder: Tutto può essere, ma i personaggi citati sono esistiti, e anche lo stesso autore le ha tradotte e scelte, essendo un archeologo ed egittologo.La maggior parte sono comunque interessanti.
123asterisco: Possediamo molte cose della letteratura egizia, @[MikiNigagi]
MikiNigagi: Ovvio, era per aggiungere una nota di carisma al compilatore
123asterisco: Beh, allora hai ragione.
lector
lector
Opera:
Recensione:
Sono d'accordo con @[MikiNigagi] !


CosmicJocker
CosmicJocker
Opera:
Recensione:
La Scheiwiller ha sempre delle chicche, spesso introvabili e quand'anche reperibili.. Costosissime (sono anni che cerco "poesie scelte" del Tarkovskij pater a un prezzo confacente alle mie tasche)..

L'argomento della pagina non è privo d'interesse (devo ammettere che un pochino il dubbio venuto a Miki e lector lo condivido)..


123asterisco: Io le poesie di T. Padre ce l'ho, tutto rotto ma ce l'ho (pagato 10 euri circa ad una bancarella).
CosmicJocker: Oh la peppa!! E perché io non sono stato così fortunato?
123asterisco: Devo dire che per queste cose ho un gran fiuto (leggi: coolo).
Anche della collana originale dello specchio ho moltissimi pezzi difficili da trovare (sinisgalli, cattafi, ecc.)
proggen_ait94: no title la mia ragazza s'è comprata questo, non vedo l'ora di incularglielo. È un'ottima edizione
luludia: per la miseria, sinisgalli e cattafi!!!...ma allora sei capish capish!!!...
123asterisco: Credo che Cattafi lo conosciamo solo noi due, @[luludia].
luludia: ma no, lo conosceranno anche altri...e comunque non voglio millantare , lo conosco si, ma appena appena, sta nel meridiano sui poeti italiani del secondo novecento, per me però è quasi solo un nome...belli comunque, e molto, i versi che hai messo nella rece...
123asterisco: Fino a qualche mese fa non c'erano ristampe in commercio, ora hanno stampato in unico volume tutte le poesie, te lo consiglio davvero. Anzi, lo consiglio a tutti.
CosmicJocker: Grazie per la dritta @[proggen_ait94]. Non sapevo ci fosse un'altra edizione e, a quanto pare, è pure con costi relativamente contenuti..
proggen_ait94
proggen_ait94
Opera:
Recensione:
macaco
macaco
Opera:
Recensione:
L´antico Egitto é una fonte di grandi saperi e di insoluti misteri, i quali, per motivi che ignoro, son bistrattati dall´egittologia ufficiale.
Se dovessi dare un interpretazione alla citazione: "Meglio è pane di farina ed acqua con un cuore che ama che ricchi cibi con dispute e discordia”, non sarebbe di certo di carattere morale quanto "energetico". Conosco poco le varie discendenze e credo che gli egizi fossero eredi di un sapere di civilizzazioni piú antiche, anche se la loro spinta in avanti nel processo civilizzatore é innegabile, in questo proposito si impone la figura di Akhenaton, ilo primo monoteista. L´autore mi é sconosciuto.


Raskolnikov1789
Raskolnikov1789
Opera:
Recensione:
Nelle pagine di un grande penalista (F. Carrara Programma del corso di diritto criminale dettato nella Regia Università di Pisa. Parte speciale, vol. V, Tipografia Giusti, Lucca, 1870, p. 58) si legge "l'accettazione di doni per parte dei magistrati si tenne vituperevole anche nella più remota antichità . Ricorda Thonissen ( organisation judiciaire de l ' Egypte : revue istorique vol. 14 , pag . 21) che gli egiziani per designare nei loro geroglifici un magistrato rappresenta vano un busto senza braccia a mostrare che i giudici non dovevano avere mani , cioè non ricevere doni". Affascinante il cuore antichissimo del presente, la prospettiva mi rincuora nelle tempeste della quotidianità


Caspasian
Caspasian
Opera:
Recensione:
"e non avere eccessiva confidenza in te stesso", qui grande scuola per un'istradazione allo stato del non pensiero, per scrollarsi di dosso un po' di ego. Posizione del faraone, viaggio astrale, visualizzazione del Tempio, distacco dall'illusione, incontro col proprio Dio interiore, luce... Arie da "Corpus Hermeticum" del tre volte maestro.


Phil62
Phil62
Opera:
Recensione:
Dr.Adder
Dr.Adder
Opera:
Recensione:
Modifica alla recensione: «Nove spaziature». Vedi la vecchia versione Massime degli antichi egiziani - Boris De Rachewiltz - recensione Versione 4


tia
tia Presidénte onoràrio
Opera:
Recensione:
Impossibile non rimembrare!


Dr.Adder: Bellissima meta-analogia.Me le ricordo anch'io, brave e belle!

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Massime degli antichi egiziani è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link