Brainiac
Hissing Prigs In Static Couture

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Temerario drappello di pseudo-noise devianti, scalcinati suono sfasciatori/innovatori, i Brainiac (Dayton - Ohio) rappresentarono realisticamente, giusto alla metà dell’ultimo decennio del millennio scorso, una sferzante, sferragliante, vitale boccata di ossigenante, impalpabile, godibile substanzia nel magmatico/vitreo panorama indie/alternative/rock a stelle et strisc(i)e.

Pienamente consci del non trascurabile fatto che Dead Kennedys (recentemente riformatisi), Butthole Surfers e compagnia mutante hanno già, a loro tempo, fatto straniante (s)comparsa sul pianeta Terra, costringono l’improbabile folta audience ad uno sbilenco e spesso scellerato, sanguigno baillame, fortemente primi-Devo oriented [letteralmente und supinamente, omaggiati sulla (scon)quadratissima “Nothing Ever Changes”: una (im)POSSIBILE novella “freedom of choice”(!!!) ..con un “drive” pazzesco], abilmente et gioco-forzosamente mescolato col “tipico” (si fa per dire..) marchio Albiniano apprezzabile in casa Touch and Go, mid-nineties periodo: suoni arcigni, squadrati, spesso pesantemente et elettronicamente illuriditi, spigolosi quantunque elegantemente frastornanti: un (im)probabile (e parecchio riuscito, a modesto sfascievole parere) tentativo di ulteriormente destabilizzare il (precedentemente et diversamente) destabilizzato marasma-sonicheggiante made in U.S.A.

Oltre al falcidiante impatto naif/modernista tratteggiato ad abbaglianti multicromate tinte, il tratto sonico epidermicamente distintivo, si scorge nel melodicamente/sguaiato (davvero formidabile) vocalizzatore e mente pensante del Brainiac-progetto, Timmy Taylor: “melodie” corrotte, improbabili, sghembe, scorticate, talvolta disumanamente filtrate da chissà quali improponibili aggeggi distorsivi: si ausculti in questo senso, forse l’episodio più significativo dell’intera (sub)umana raccolta, la devastata/nte “I Am A Cracked Machine”: 4 primi e 34 secondi di follia “pop” devoluzionista/visionaria: uno degli esempi più fiammeggianti di cosa dovrebbe/potrebbe (se credibile) essere il “rock (davvero) alternativo” (e di come difficilmente in realtà, ora più che mai, lo si trova) d’oltreatlantico et non.

Macabra ironia della sorte volle che la avvincente e poco più che abbozzata (tre lavori sulla lunga distanza, qualche singolo ed un promettentissimo, praticamente postumo, mini cd: stratosferica avvisaglia di un nuovo intero lavoro mai pubblicato..), sfolgorante Brainiac-avventura, guidata dall’eccentrico vocalist, cessò improvvisamente ed incontrovertibilmente: Tim prematuramente dipartì, causa incidente stradale, l'anno successivo all'uscita del descritto spiazzante lavoro.

Fenomenale progetto, grandissima quanto potenzialmente e definitivamente inespressa band: date Loro una (ancorché postuma) chance: la Statica Couture vi affascinerà indelebilmente.

Questa DeRecensione di Hissing Prigs In Static Couture è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/brainiac/hissing-prigs-in-static-couture/recensione-sfascia-carrozze

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Quindici)

trellheim
Opera: | Recensione: |
i brainiac su debaser!!!! non ci credo... onore e gloria, signor sfascia carrozze. bel disco, bel gruppo, folle quanto basta. bellissimo anche bonsai superstar.
BËL (00)
BRÜ (00)

Anonimo
Opera: | Recensione: |
ALBUM ENORME....
BËL (00)
BRÜ (00)

antimo_d
Opera: | Recensione: |
eh, belle emozioni eh trell? grande gruppo, album geniaccioidale
BËL (00)
BRÜ (00)

lukin
Opera: | Recensione: |
io purtroppo conosco solo Bonsai superstar, bravo sfascia.
BËL (00)
BRÜ (00)

Anonimo
Opera: | Recensione: |
Ma non puoi scrivere in un più comprensibile e leggibile italiano? Coglione !
BËL (00)
BRÜ (00)

sfascia carrozze
Opera: | Recensione: |
Cordiale (si fà per dire) Signor Hermann, se Lei è un povero mentecatto-ignorante che non comprende la madre lingua italiana (sebbene arzigogolata) non ne faccia colpa al prossimo, per cortesia. La prego dimostra appieno la Sua essenza: continui pure nei gratuiti insulti; la avviso peraltro che non otterrà alcuna replica. Ossequi non troppo cordiali.
BËL (00)
BRÜ (00)

kosmogabri
Opera: | Recensione: |
... fui qui.
BËL (00)
BRÜ (00)

Festwca
Opera: | Recensione: |
Bella recensione, bel disco.
BËL (00)
BRÜ (00)

Anonimo
Opera: | Recensione: |
sì gran disco vabbè, ma come cazzo scrivi?
BËL (00)
BRÜ (00)

shermanoaks
Opera: | Recensione: |
ottima pagina, adoro questo disco!
BËL (00)
BRÜ (00)

lux
lux
Opera: | Recensione: |
ci vedo un pò di Pixies(un poco però), quindi guadagnano punti stima, mi sono simpatici.
BËL (00)
BRÜ (00)

lux
lux
Opera: | Recensione: |
extro91
Opera: | Recensione: |
Vai Bella Sfascia Carrozze.... me li procuro IMMEDIATAMENTE!!!
BËL (00)
BRÜ (00)

brainiac
Opera: | Recensione: |
"Most underrated band" e "most underrated album" of the century. Divertentissima la recensione.
BËL (00)
BRÜ (00)

SilasLang
Opera: | Recensione: |
Capolavoro. Una delle band più svitate e geniali e criminalmente oscure dei '90.
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: