Sto caricando...

Decomposed
The Funeral Obsession

()

Voto:

Versioni: v1 > v2

E' l'esordio della band albionica, dopo due promettenti demo.

Si formano nei neonati anni novanta, seguendo di pari passo il percorso musicale di Cathedral, Bolt Thrower e My Dying Bride.

Ma avranno vita breve, brevissima. Un album sulla lunga distanza, "Hope Finally Died", a cui fa seguito l'immediata fine.

Una promessa del Death - Doom europeo che è svanita nel nulla. Un nulla mortuario, tenebroso come la musica che si può ascoltare nei due brani dell'EP The Funeral Obsession.

Pesantezza ossessiva, ripugnante tipicamente Doomy e un'aggressione sregolata, strozzante di scuola Death Metal.

Giovanissimi guidati da una solida sei corde. Voce ringhiosa, con un growl saturo, malato, profondissimo.

Lugubre la sezione ritmica che va ad imbastire un magma catacombale.

Due soli brani; gli oltre sei minuti di "At the Rest" dove domina la chitarra mai ferma di James Ogawa. Riff ragionati, a tratti dal sapore decadente e romantico. Passaggi più contorti al rallentatore, che mi rimandano per forza ai già citati Cathedral nella loro primigenia fase, quella più Doom e di esasperante lentezza.

La successiva "Spawn of Maternal Cadaver" vira brutalmente verso territori Death Metal; velocità di esecuzione pazzesca, balorda, prossima al mortale deragliamento. Frenesia incontrollata che d'improvviso si quieta, si interrompe. Una quiete di breve durata, per riprendersi, respirare profondamente e ripartire a tutta seminando cieco terrore uditivo.

Retro copertina grottesca e ripugnante ma che ben asseconda la musica (de)composta: i volti di cera dei quattro membri della band che si sfaldano, si decompongono, si sciolgono. Una geniale e rivoltante trovata.

Diabolos Rising 666.

Commenti (Dodici)

Marco Orsi
Marco Orsi
Opera:
Recensione:
Almotasim
Almotasim
Opera:
Recensione:
tia
tia Presidénte onoràrio
Opera:
Recensione:
Allegriaaaaa!


JonatanCoe
JonatanCoe
Opera:
Recensione:
E vai, spaccatutto!


lector
lector
Opera:
Recensione:
Quanta leggerezza!


dsalva
dsalva
Opera:
Recensione:
oh signur (2)


JOHNDOE
JOHNDOE
Opera:
Recensione:
macmaranza
macmaranza
Opera:
Recensione:
Rôbis di mas! Ce ligríe!


GenitalGrinder
GenitalGrinder
Opera:
Recensione:
Modifica alla recensione: «aggiustamenti...». Vedi la vecchia versione The Funeral Obsession - Decomposed - recensione Versione 1


GenitalGrinder
GenitalGrinder
Opera:
Recensione:
Grazie ai "soliti ignoti" per i commenti e la lettura. Vi adoro...sondando le tenebre...


luludia
luludia
Opera:
Recensione:
Funerale? Sta roba la vedo più adatta ai matrimoni...


Elfo Cattivone
Elfo Cattivone
Opera:
Recensione:
Recensioni di ep di gruppi meteora death metal! 5 fisso
Questi mai sentiti, molto male!
@[GenitalGrinder] NUMERO UNO


Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di The Funeral Obsession è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link