Sto caricando...

andisceppard e i suoi ascolti

andisceppard
andisceppard |
andisceppard
andisceppard |
Mariella Devia - Caro Nome - Tokyo 2004
Minchia! (ma per caso vi ho mai parlato di una ragazza? E di cosa - secondo me - quest'aria dice? Credo di no. Fa niente)
Si può scrivere Minchia?
Numera una del mondo mondiale.
Il pianista potevo farlo io... Schiaccia i tasti...


andisceppard
andisceppard |
andisceppard
andisceppard |
Joni Mitchell - Blue Motel Room

Alle donne. Tanto sceme (se dio vuole) da chiedersi se le amerai ancora. Invece di chiedersi perché ti amano ancora...


andisceppard
andisceppard |
andisceppard
andisceppard | Komatsu
Bandabardò Venti bottiglie di vino

Ciao Erriques... eqqueppalle... BASTAAAAA!


andisceppard
andisceppard |
Enzo Jannacci - La costruzione - Official Audio

1977. La canzone - ovviamente - non è sua. E' di Chico Buarke De Hollande (u malandru, come lo chiamano lì, che non sembra proprio un complimento, ma sono latini, si sa, i valori son diversi...).
1977. Ti amo Enzino! E, ps: NON AVETE CAPITO UN CAZZO, BASTARDI!


andisceppard
andisceppard |
Mercedes Sosa - Todo Cambia (Videoclip)

Buon 23 gennaio. Che già di suo, il 23, non avrebbe bisogno. Ma fa niente. Buon 23 gennaio, che è il compleanno della mia panettiera preferita, sarà per quello. O forse perché tutto cambia. Ma non cambia...


andisceppard
andisceppard |
Povera Consuelo-Banda Bardò

Che se becco chi ancora non le ha fatto arrivare il regalo di compleanno...


andisceppard
andisceppard |
Miles Davis - Fran-Dance (Audio)

Al mio avvocato. Che sa tutte le parolacce. E che è bellissima.


andisceppard
andisceppard |
Sfera Ebbasta - Ciny (Prod. Charlie Charles)
La C con la mano è da dove veniamo...
Considerazioni:
1. voglio la felpa Crocetta (anche se ai miei tempi era il quartiere dei fasci)
2. offro una cassa di bira (rigorosamente una ere) a chi mi sa dire se la piazza dedicata al poeta è a Cinisello o a Balsamo (e non mi dite che non sapete la differenza).
3. tutto ciò, naturalmente, mentre con la mano fate la C. No, perché la C con la mano è da dove veniamo!


andisceppard
andisceppard |
When Johnny strikes up the when johnny strikes up the when JOHNNY STRIKES UP THE BAND!
Warren Zevon - Johnny Strikes Up The Band


andisceppard
andisceppard |
andisceppard
andisceppard |
andisceppard
andisceppard |
Paul McCartney - Young Boy (Dir: Alistair Donald)
Che volevo mettere gli auguri a Paul. Ma come si sa è morto... Per cui, come dire, c'è uno, giovine, che conosco, e che ha appena vinta la Coppa Italia!


andisceppard
andisceppard |
Prince - Purple Rain (Official Video)
Sì, lo so, di solito ascolto altra roba. E magari qualcuno si aspettava (ma arriverà) una canzone da Comacchio... Però, cazzo, che meraviglia. Sul serio.


andisceppard
andisceppard |
TITO SCHIPA SINGS "IL LAMENTO DI FEDERICO"

Facciamo che non ve lo dico. Facciamo che non sapete che il lamento di Federico è un po' come Ortis o Werther (ps: Werther, quella di Massenet, evitatela!). Facciamo che non sapete del figlio di Tito Schipa. Facciamo che non sapete che Tito Schipa è andato al capezzale del RE, mentre gli mancavano poche ore di vita. E che - il RE - lo vede. E a suo figlio dice: inginocchiati (tipo Kaepernick!). E il figlio dice: sì, ma chi è sto qua?, Gesù Cristo? Il RE si alza e gli tira una sberla. Ecco. Facciamo che non ve lo dico. Pensate solo all'ultima frase dell'aria. Solo a questo. Il resto, il resto nol dico. Già ognuno, già ognuno lo sa...


andisceppard
andisceppard |
Crepuscule with Nellie Thelonious Monk

Ci sarebbe da scriverne, da tanto che è bella...


andisceppard
andisceppard |
Eugenio Finardi - Hold On (Tributo a Demetrio Stratos) LIVE

Addio a Massimo Villa. Suo fratello, piccolo, in classe con il mio fratello grande, me lo ricordo ancora che spiegava a mia mamma come si fa una canna...


andisceppard
andisceppard |
andisceppard
andisceppard |
Tam Lin
La bella Janet era la figlia di un conte delle Terre Basse che viveva in un grigio castello circondato da campi verdi. Un giorno, stanca di ricamare e di giocare a scacchi con le altre dame del castello, decise di andare a esplorare i boschi di Carterhaugh: indossò un mantello verde, raccolse i capelli biondi e partì.

Vagò attraverso quiete radure erbose piene di ombre, dove le rose selvagge crescevano rigogliose e le campanule dai verdi stami formavano un soffice tappeto. A un certo punto Janet allungò una mano per cogliere una rosa bianca da appuntare alla vita, ma appena staccò il fiore un giovane uomo le comparve davanti sul sentiero.

«Come osi tu cogliere le rose di Carterhaugh e vagare per questa foresta senza il mio consenso?» chiese a Janet. «Non intendevo fare alcun male» rispose la ragazza «lo sono il guardiano di questi boschi e devo fare in modo che nessuno disturbi la loro quiete» le spiegò il giovane.

Poi lentamente sorrise, come se lo facesse dopo molto tempo, e raccolse una rosa rossa che cresceva vicino alla rosa bianca. «Eppure ti darei tutte le rose di Carterhaugh tanto sei bella» disse. Prendendo la rosa Janet gli chiese: «Chi sei tu che parli così dolcemente?». «Il mio nome è Tam Lin» replicò il giovane. «Ho sentito parlare di te!» gridò atterrita Janet. «Tu sei un cavaliere degli Elfi!» e spaventata allontanò da se la rosa. «Non devi temere, dolce Janet» disse Tam Lin «perché anche se tutti pensano che io sia un cavaliere degli Elfi, in realtà sono un essere umano proprio come te.» E mentre Janet meravigliata ascoltava, egli raccontò la sua storia.
«I miei genitori morirono quando ero un bambino e mio nonno, il conte di Roxburg, mi portò a vivere con se. Un giorno mentre stavamo cacciando nel bosco profondo, uno strano vento gelido proveniente dal nord cominciò a soffiare scuotendo ogni foglia.

Un profondo torpore mi avvolse e caddi da cavallo. Quando mi risvegliai mi trovai nel paese delle Fate; la regina degli Elfi mi aveva rapito mentre dormivo.» Poi tacque per un attimo, ripensando a quella verde terra incantata. «Da quel giorno sono prigioniero dell'incantesimo della regina degli Elfi. Durante il giorno sorveglio i boschi di Carterhaugh, e la notte torno nel bosco fatato. Oh Janet, ho una grande nostalgia della vita mortale; vorrei con tutto il cuore liberarmi dall'incantesimo che grava su di me!» Le sue parole suonavano così addolorate che Janet disse: «Non c'è alcun modo per liberarti?».
Tam Lin prese la mano di Janet fra le sue e disse: «Stanotte, Janet, è Halloween, e ogni anno, in questa notte, è possibile ricondurmi alla vita mortale. Nella notte di Halloween le creature fatate cavalcano oltre i confini del loro regno e io vado con loro».

«Dimmi cosa posso fare per aiutarti» disse Janet. «Con la forza del mio cuore ti ricondurrò fra gli uomini.»
Tam Lin disse: «A mezzanotte dovrai andare al crocevia e aspettare che passi la schiera fatata a cavallo. Resta ferma e


andisceppard
andisceppard |
#coronavirussuka
1/3 R.E.M. - Everybody Hurts (Video) (eh...)
2/3 Noi no Live (apoligizing... ahahahah)
3/3 Lou Reed - Perfect Day (lo so che lui voleva dire altro... ma...)