Sto caricando...

Eugenio Finardi
Singoli

()

Voto:

Versioni: v1 > v2 > v3

Per economia ed eleganza raccogliamo in un unico scritto le canzoni singole di Eugenio Finardi, non presenti nei 19 album in studio.

In tal modo completiamo in questa sede la discografia.

Nel 1973 pubblica il suo primo 45 giri, Spacey stacey/Hard rock honey, entrambi buoni brani rock cantati in inglese, il secondo con una evidente presenza di fiati. A entrambe le canzoni 3 stelle.

Nel 1990 si rilancia alla grande con La forza dell'amore, con un bel riff a introdurre e caratterizzare un brano bello e con reminiscenze delle gite scolastiche, sebbene in debito con gli Who di Baba O'Reily. 4 stelle.

Nel 1992, ma pubblicata in un'antologia di autori vari due anni dopo, canta Cinquecento sogni, jingle dello spot della nota automobile, in cui compare di persona. Il brano ha uno stile simile a Katia, e considerando che nasce per essere un jingle di uno spot, bello e suggestivo peraltro, mettiamo 3 stelle.

Nel 1993, per la raccolta "Acustica", pubblica una traduzione di Chico Buarque, che per estensione possiamo considerare alla stregua di un inedito, dal titolo Le donne di Atene. Il pezzo è leggermente malinconico, e descrive la devozione delle donne ai loro mariti. 3.5 stelle.
L'altro inedito, questa volta "puro", è Katia, una meravigliosa canzone sul primo amore platonico a scuola, con tanto di rivale in amore che fa Sansone di cognome. Basta sostituire Katia e Sansone con altri nomi, ed è la storia di tutti noi. Brano superlativo, 5 stelle!

Nel 2002, nella raccolta che celebra il suo mezzo secolo, A mio padre altro non è che Northampton, Genn. '78, il diverso titolo non deve quindi trarre in inganno.

Nel 2003, in un album collettivo intitolato "Danni collaterali", canta una traduzione di Emerson, Lake e Palmer, ovvero Un uomo fortunato. E in un altro album collettivo dedicato al diritto di essere bambino, canta Les nuits d'Afrique, con Fabio Concato. Ad entrambi i brani diamo 3 stelle.

Nel 2007 ci regala un trittico di inediti di buon livello, ovvero Il mare ha deragliato, 14 gocce di Valium e All over you. Tra critica sociale e disagio esistenziale, la terza, con il suo motto "I've got the blues", sembra essere la soluzione... 3.5 stelle a tutti e tre.
Nel cd bonus di "Un uomo" (raccolta) ci sono, oltre a 9 cover, tre pezzi d'archivio! Il primo è Palloncino rosso fuoco, una simpatica canzoncina per bambini a cui diamo, per affetto e per premiare il merito del bambino prodigio, 3 stelle.
Oriente è molto interessante, un po' troppo lunga, ma fare l'amore sotto le stelle piace a tutti; Nina è cantata in spagnolo e si lascia ascoltare: 3.5 stelle a entrambe.

Nel 2012, per i 60 anni, Eugenio canta una grandissima canzone, Nuovo umanesimo (il seme), un trattato sull'uomo moderno. A mani basse 5 stelle!
Maya, sulla profezia del 21 dicembre 2012, con bel riff di chitarra acustica, Why?, cantata in inglese e blueseggiante, e Passerà, estiva e di successo radiofonico con tanto di video, meritano tutte 3.5 stelle.
E tu lo chiami Dio, partecipante a Sanremo 2012, delude in parte, quindi mettiamo 3 stelle.

Infine nel 2020, dopo 6 anni dagli ultimi inediti pubblicati, esce in digitale Milano chiama, che francamente è fiacca e vale non più di 2 stelle.

Oltre a questi 20 brani, Eugenio ha interpretato sugli album 42 cover, e ha contribuito in oltre 20 album di altri artisti.

Facendo la media tra i voti dei brani, siamo tra le 3 stelle e le 3 stelle e mezzo.

FINE-RDI!!

Commenti (Quattordici)

ZiOn
ZiOn
Opera:
Recensione:
Non aveva detto che nel 1976 era finita la musica? Ammazza, guardando la sua discografia non si direbbe. C'è poco da fare, per pagare le bollette ci vogliono i soldi 😃

BËL 00
BRÜ 00

RamirezAlHassar: Anzi mica si è venduto come altri
In quel senso
ZiOn: Scherzavo, caro @[RamirezAlHassar]. Ad essere sincero non conosco molto il buon Eugenio, so solo che non mi piace molto la sua voce o forse il suo modo di cantare. Proverò comunque ad ascoltare i suoi primi album, soprattutto "Sugo".
withor: A me Finardi piace e anche molto, e penso si sia capito. Ma anche lui ha partecipato più di una volta a Sanremo, e quindi almeno un pò si è venduto anche lui, purtroppo
ZiOn: @[withor]: si può partecipare a Sanremo e uscirne con un certo stile, come hanno fatto i Subsonica o i Bluvertigo. Non considero Sanremo il male assoluto 😃
RamirezAlHassar: Bisogna contestualizzare le apparizioni secondo me.
"E tu lo chiami dio" non mi sembra una marchetta

Forse solo "Amami Lara", li posso capirlo.
RamirezAlHassar: Per quanto riguarda Vorrei svegliarti, guardando l esibizione, non mi sembrava un ottimo periodo per Eugenio onestamente.
withor: Nemmeno io considero Sanremo il male assoluto, in fondo ci sono molte cose buone e belle al Festival dei Fiori. Ma mi sembra sia un fatto negativo l'andarci quando si è "in magra" per cercare di risollevare la carriera, ed in quel senso intendevo "un pò venduto": molti fanno così e mi sembra che anche Finardi rientri in questa casistica. Per fare un altro esempio, anche Ivan Graziani portò a Sanremo nel 1994 una bellissima canzone a mio avviso, "Malelingue", ma lo fece per lo stesso identico motivo.
withor
withor
Opera:
Recensione:
"Per economia ed eleganza" è fantastico :-D

BËL 01
BRÜ 00

rafssru: Avrei dovuto fare ALTRE SETTE RECENSIONI!! MEGLIO COSÌ FIDATI!
withor: Ma ti sei fermato sul più bello? 🤔😂
withor: Ho modificato il voto alla recensione, mi ero sbagliato di grosso: con un incipit del genere, non posso mettere meno di 5 stelle
lector
lector
Opera:
Recensione:
Ribadisco: ma non è meglio drogarsi?

BËL 02
BRÜ 00

withor: Mah, chissà: bisognerebbe provare e poi fare il confronto con l'ascolto di Finardi, Nannini, Baglioni. Devo aggiungere qualcun altro?
lector: La Preparazione H, secondo me, tra questi nomi ci sta benissimo!
(Chissà perchè a nessuno è venuto in mente di chiamare così il suo gruppo rock?!)
withor: Eh già, chissà perché
iside
iside Divèrs
Opera:
Recensione:
Le cose più belle di finardi sono in un album di fausto rossi... Ma che ve lo dico a fare?

BËL 01
BRÜ 00

withor: Perché che ce lo dici a fare? Dicci invece in quale album di Fausto Rossi Finardi ha dato il meglio di sé
withor: Grazie @[iside]. Il titolo già promette bene
iside: Intendi dire che non conosci il capolavoro della musica italiana degli snni 90? Ma allora avevo ragione io.
withor: Su cosa avevi ragione? Non ricordo, sarà il caldo che mi offusca il cervello più del solito
Poldojackson
Poldojackson
Opera:
Recensione:
sei alla canna del gas

adesso recensisci i motivetti che canticchiava mentre cacava

BËL 03
BRÜ 00

RamirezAlHassar: ahahahhahahahah
che comunque
finardi>Vasco
Poldojackson: è uno sfigato del cazzo
Dislocation
Dislocation
Opera:
Recensione:
Dici che così completi le recensioni sulle prodezze discografiche di Eugenio ma volontariamente ometti di criticare i primi quattro prodotti della sua produzione (a meno che non mi siano sfuggite le relative recensioni, può certo essere...)
Ho compreso la provocazione ma non ne comprendo appieno il senso... Forse intendi che la parte "settantina" della sua discografia non riveste più importanza alcuna nell'ambito della sa produzione?
Detto tra noi, mi aspettavo che, in coda a questa tua serie di recensioni, tu piazzassi finalmente le uniche opere dell'E.F. degne di essere ricordate in un qualsiasi compendio di musica italiana, stavo per dire "pop" ma tu certo avrai capito cos'intendo...
Eh.

BËL 01
BRÜ 00

iside: La vedo un po' distratta...
iside: Mi sembrava che da qualche parte @[rafssru] disse che recensiva solo quellu mancanti.
Dislocation: Ecco.
rafssru
rafssru
Opera:
Recensione:
Ho scritto solo le recensioni che mancavano qui sul Debasio. I primi 4 sono recensiti già, e molto bene.

BËL 00
BRÜ 00

rafssru
rafssru
Opera:
Recensione:
Volete i doppioni??? A disposizione!

BËL 00
BRÜ 00

Dislocation: Mica per i doppioni in sê, quanto per la curiosità di conoscere i tuoi pareri da vero connoisseur su opere meno marginali di queste, tuttollà...
rafssru: Ho già commentato nelle rispettive pagine.
Dislocation: Ecco, sì, non ci sprechiamo in inutili e disdicevoli ripetizioni e/o riassuntini.
rafssru
rafssru
Opera:
Recensione:
C'erano già 75, 76, 77, 78, 81, 83, 85, 91, 05 e 14.

BËL 00
BRÜ 00

Eneathedevil
Eneathedevil Divèrs
Opera:
Recensione:
Ma a nessuno è venuto in mente che la copertina assomiglia tremendamente al Cristo Dolente di Bramantino? Non so se la cosa è voluta...

BËL 04
BRÜ 00

Poldojackson: Cavoli ma è vero! del resto chi non conosce IL CRISTO DOLENTE DEL BRAMANTINO? (maledizione).
Eneathedevil: Eh, visto? Lo sapevo che un intenditore come te, Poldo, mi avrebbe dato ragione
RamirezAlHassar: Molto probabile
lector: Questi, il Bramantino, lo conoscono solo cotto all'acqua pazza...
Poldojackson: te invece sai vita morte e miracoli eh buffò?
Farnaby: Cazzo! Ecco dove li avevo visto!
RamirezAlHassar: Dare del buffone a lector, c’è ne vuole di coraggio
Poldojackson: e perchè, chi cazzo è? tu invece ti metti in mezzo come il coglione che sei per mettere zizzania, nevvero?
cristoincroce
cristoincroce
Opera:
Recensione:
C'era veramente bisogno di recensire l'intera discografia dell'inutilità fatta cantautore.

BËL 00
BRÜ 01

rafssru: Beh, considerando che su questo sito sono stati recensiti Titty Iron e Laura Littlepauses... Poi Eugenio è uno dei migliori!
Dislocation: E qui appoggio @[rafssru] ...
withor: Non sono per niente d'accordo sull'"inutilità fatta cantautore" riferita a Finardi, anzi tutt'altro. Anche io appoggio @[rafssru], e non solo qui
rafssru
rafssru
Opera:
Recensione:
A proposito dei primi album, l'altro ieri ho acquistato il box "40 anni di Musica ribelle", 5 LP rimasterizzati dai nastri originali, un book con fotografie inedite, tre stampe artistiche e tre stickers! Ed ho preso pure "Spostare l'orizzonte", il libro con Antonio G. D'Errico.

BËL 02
BRÜ 00

Dislocation: Io li ho in lp ma la cosa m'ingolosisce, vista l'entità del remaster....
Del resto è la parte della produzione finardiana che m'interessa...
Dislocation: Voglio dire, me li accatto per la prima volta in cd...
withor: Giusto per curiosità: il prezzo è abbastanza proibitivo?
Dislocation: Una cinquantina d'euri tutti e cinque, in negozio...
rafssru: 60 euro 5lp 1 libro e 6 stampe. Però ho trovato l'occasione. Tutto nuovo e sigillato.
withor: Grazie a tutti e due per le informazioni: pensavo peggio. Nel caso opterei comunque per l'acquisto in blocco, in quanto presi singolarmente costerebbero sicuramente di più. Solo che dalle mie parti i negozi di dischi sono ormai quasi completamente estinti, non so da voi. Ho visto il "prodotto" sul web, ma mi sembra che i prezzi fossero più alti
rafssru
rafssru
Opera:
Recensione:
Modifica alla recensione: «A mio padre non era inedita nel 2002, ma una canzone del 1978 con altro titolo. ». Vedi la vecchia versione Singoli - Eugenio Finardi - recensione Versione 1

BËL 00
BRÜ 00

rafssru
rafssru
Opera:
Recensione:
Modifica alla recensione: «Aggiunta Les nuits d'Afrique, in quanto è artista principale con Concato e non ospite, come in altre collaborazioni esterne.». Vedi la vecchia versione Singoli - Eugenio Finardi - recensione Versione 2

BËL 00
BRÜ 00

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera