Sto caricando...

Fear Factory
Aggression Continuum

()

Voto:

Versioni: v1 > v2

M I C I D I A L I !!!

Da non crederci...mai avrei immaginato di godere così tanto...di provare sadico piacere...sana ed incontenibile violenza!!

Sono tornati Dino Cazares e Burton C. Bell; ancora una volta insieme per incidere un disco. Prima dell'ennesima rottura, credo la definitiva.

Ma non è tempo di rimpianti oggi. Ho voglia di raccontarvi di questa autentica sassata, di questi 50 minuti di Groove-Techno-Industrial-Thrash Metal come solo i Fear Factory sanno produrre, deliziando i miei frastornati e malandati timpani.

Mettiamo da subito in chiaro le cose: per il momento è il mio disco del 2021. Spietato, a tratti claustrofobico, con quei suoni così "chiusi" e compressi. Che mi rimandano ai due capolavori di inizio carriera, soprattutto a Demanufacture anno domini 1995.

E per una volta (una rarissima eccezione) la produzione della label Nuclear Blast si dimostra azzeccata, tremendamente adatta al macigno uditivo costruito dalla band californiana.

Suoni di una pesantezza multiforme, dominati dalla chitarra di Dino, con quel suono così personale, futurista, proveniente da lontani gelidi mondi. Musica glaciale, siderurgica, da colata lavica. Una batteria frammentata, "balorda", spezzata che ti inchioda al muro. E quella voce di Burton che mi fa impazzire da tanto policroma, variegata: tirata allo spasimo, con le corde vocali vicino alla rottura...poi d'improvviso le aperture vocali pulite, i cori "clean" che spezzano in parte l'incalzante ritmo di quasi tutti i brani.

Dieci canzoni.

Almeno cinque prodigiose, vertiginose in particolare il clamoroso trittico iniziale: "Recode", "Disruptor" e la title track. Ma tutte le rimanenti non sono da meno: perfette...furibonde cavalcate all'arma bianca, anzi nera visto la consistenza ed il brutale peso specifico dei singoli secondi. Doveroso per me a questo punto citare la monumentale "Manufactured Hope", che rimanda clamorosamente al lontano passato dei Fear Factory, sia nella musica che nel titolo della canzone.

Massimo dei voti e per la milionesima volta mi inchino davanti a questa istituzione sonora!!!

Ad Maiora.

Commenti (Diciannove)

Insect_Reject
Opera:
Recensione:
A parer mio, il loro miglior album dai tempi di "Mechanize". Molte tracce sanno un po' di canto del cigno per la band per quanto sono drammatiche, ma con tutto me stesso spero non sia il caso e che zio Dino trovi un/una cantante all'altezza e i FF continuino ad esistere. 'Monolith' la mia preferita!


De...Marga...: Era da Obsolete, 1998, che non mi mandavano così fuori di testa!!
Pinhead
Pinhead
Opera:
Recensione:
Chi ti da la voglia di ascoltare 'sta musica quando fuori sono 40 gradi boh.


sfascia carrozze: Lo si ascolta perlappunto per raggiungere il punto di fissione.
Ma non è che Le si deve dire proprio tutto, eh.
Pinhead: Magari se lo ascolto in spiaggia mi abbronzo meglio.
De...Marga...: Qui si arriva a stento ai 30...ed è già caldissimo per me. Per fortuna che appena posso fuggo in montagna.
Farnaby
Farnaby
Opera:
Recensione:
Se come coordinate siamo in zona "Demanufacture" è senz'altro un discone...ascolto e ripasso...


De...Marga...: A parer mio, conoscendo molto bene l'intera discografia dei Fear Factory, è il lavoro che più si avvicina a Demanufacture. Fidati!!!
Farnaby: Vabbè, mi sono belato da solo...su certi "argomenti" non posso che fidarmi...
algol
algol
Opera:
Recensione:
Non è il primo parere di questo tenore che leggo.
Ero scettico, sembrava una formazione in calo di ispirazione ma se si trattasse di un colpo di coda ben venga il deja vu.
Anche perché non è che attorno pulluli di gelide mazzate come queste.
Procedo all'ascolto.


De...Marga...: Avevo il medesimo scetticismo; spazzato via già dal primissimo ascolto dell'intero lavoro.
lector
lector
Opera:
Recensione:
Due buone notizie: che quei vecchiacci dei FF sono ancora vivi e lottano con noi e che tu stai godendo come un porcello!


De...Marga...: Concordo in toto fratello!
Almotasim
Almotasim
Opera:
Recensione:
Wow DeMa. "Spietato, a tratti claustrofobico", un tour de force. Stritolante.


De...Marga...: Roba "grassa" difficile per te credo; magari mi smentisci ascoltando queste mazzolate.
Almotasim : Le fucilate, che dico fucilate, le mitragliate del brano collegato sono state d'impatto.
sfascia carrozze
sfascia carrozze Divèrs
Opera:
Recensione:
Caro il mio generos(issim)o et infaticabile camminatore Periboscky.
Ho sentito il primo DeBrano, quello con quelle tastiere terrificantemente tristi e vieppiù banalotte che fanno da corollario e, sinceramente, mi son chiesto pecchè?
Poi la abusatissima alternanza canto melodico/urlo dell'huomo di Neanderthal, non so a Lei, lì, ma ammè m'aveva già annoiato ammorte fin dai tempi di "Demanufattura".
Insomma:
lo sè, dico sempre la stessa cosa (essendo anziano), ma per quel che mi riguarda, dopo il primo meraviglioso LP e il devastante EP "Fear Is The Mindkiller" dell'anno successivo, avrebbero potuto serenamente chiudere baracca & burattini in soffitta e gettare la chiave nel pozzo.
E invece.


De...Marga...: Ci sono le tastiere in alcuni brani, ma onestamente carissimo non le ho quasi nemmeno avvertite. Mi sono concentrato su quelle cose che ho ben messo in evidenza nella recensione: la chitarra con quel suono identificativo ed unico di Dino, la voce alternata di Burton (per me il marchio di fabbrica assoluto dei Fear Factory) ed anche la batteria che ti annienta come sempre. Abbiamo opinioni diverse sulla band e ne abbiamo discusso tantissime volte sul deb.
sfascia carrozze: #eja
Però è givsto dire che (comvnque) c'ho ragione io.
As usual.
De...Marga...: Al 66,66 %...
luludia
luludia
Opera:
Recensione:
Groove-Techno-Industrial-Thrash Metal, direi che non posso farne a meno...


sfascia carrozze: Non dichi così!
Son molto più vicini a Gionbongiovicheil di quanto Lei immagini.
#forse
luludia: Sono piuttosto dotato nelle facoltà immaginative e quindi ho ben pochi dubbi in proposito..
De...Marga...: Passa oltre lulù...
sfascia carrozze: @[luludia]
Io son più(ttosto) dotato di Lei, lù.
Sé Le dico chè assomigliano a Sidbarretta vuol dire che c'avrò le mie buone ragioni, no?
Ah, no, volevo dire Gionbongiovicheil.
Vabbè fà lo stesso.
macmaranza
macmaranza
Opera:
Recensione:
Un lessico che ti attorciglia le budella in fantasmagoriche spirali. Un uso devastante di aggettivi che sembrano trapanarti il frenulo. Viene persino voglia di ascoltarli, questi qua. Anche se vanno piuttosto male da vedere. Bravissimo tu!


De...Marga...: Scritta come quasi sempre accade in una manciata di minuti, ascoltando il disco in cuffia. In effetti l'uso di tanti aggettivi è uno dei miei punti di forza quando scrivo di musica. Del resto non so nulla di tecnica e devo agire conseguentemente.
macmaranza: Bráo!
JURIX
JURIX Divèrs
Opera:
Recensione:
Stiquà han fatto 2-3 dizchettoli veramente bboni. E poi c'è "DemanuFUCKture", capolavoro assoluto. Se mi dici cusssì OfMarg, me lo auZculto secco-fa-un-ciodo!


De...Marga...: Ripassa per dire le tue opinioni Jurello!! Ma sono sicuro che ti soddisferà!!
De...Marga...
Opera:
Recensione:
Modifica alla recensione: «Aggiustamenti...». Vedi la vecchia versione Aggression Continuum - Fear Factory - recensione Versione 1


ZiOn
ZiOn
Opera:
Recensione:
YEEEEEAAAAHHH!


De...Marga...: YESYESYES!!!
Alì Murtacc: Ma che OOOOOOOOOH!
ZiOn: "Ma chi è quel mona che sbatte la porta e chiude urlando??"
joe strummer
joe strummer
Opera:
Recensione:
Lo sto ascoltando, bello. Non mi viene di dare 5 per alcune melodie un po' poco convincenti e ripetute, ma per il resto suona da dio


De...Marga...: Suona da paura!! Che gran ritorno davvero.
MrDaveBoy73
MrDaveBoy73
Opera:
Recensione:
Onirico
Onirico
Opera:
Recensione:
A volte ritornano.
Demanufacture è stato il mio disco dell'estate scorsa.
Chissà che questo non possa diventare quello dell'estate 2021.


ZiOn: Chiaramente dopo "Hit Mania Dance '98".
Onirico: Sono indeciso tra quello, Festival Bar 2021 e il greitest its annuale di M20.
Tu che faresti, al posto mio?
ZiOn: "Hit Mania Dance '98", senza ombra di dubbio.
Falloppio
Falloppio
Opera:
Recensione:
dsalva
dsalva
Opera:
Recensione:
Come vorrei avere lo stesso entusiasmo......


Penny
Penny
Opera:
Recensione:
I gusti sono gusti e vanno sempre rispettati , questo album suona ovattato , non mi trasmette niente , la produzione però la trovo più che buona


De...Marga...: Differenti opinioni; a me il disco mi ha davvero preso come non mi accadeva da tempo immemore con i Fear Factory.
JURIX
JURIX Divèrs
Opera:
Recensione:
Mahhhboh. 'Sti diZchettoli mi fan capire quanto son diventà veccccio, forse eh. E' bello, ma non mi accaparra. Forse mi aspettavo un altra DemanufuckturiZZazione, impossibile da ripetere capolavoristicamente parlando. O forse... anZi più che altro son passati 25 anni. Per me e per la voce di Burton C.Bell. Eppppoi non c'è Raymond Herrera qui....


De...Marga...: Che siamo diventati vecchi è un dato di fatto caro Jurello. Ti ripeto che questo lavoro mi ha letteralmente entusiasmato.

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Aggression Continuum è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link