Gluecifer
Tender Is the Savage

()

Voto:

Versioni: v1 > v2

"Norvegesi completamente immersi in un tempestoso sound Hard-Rock; con una velocità di esecuzione dei singoli brani feroce ed incontrollata. Tra i migliori esponenti di quella scena scandinava votata al culto di MC5, Stooges e Motorhead...I GOT A WAR..."

Non del tutto casauale la mia autocitazione odierna.

Che subitamente spiegherò: il terzo lavoro della band si apre con il terremoto uditivo di I Got A War.

Gluecifer: "la colla del diavolo" la libera traduzione del nome scelto da questa congrega di pazzi.

Tender Is The Savage: "tenero è il selvaggio"...idem come la riga sopra.

Hard en Roll suonato senza freni; con quella esagerata carica punkeggiante da inchiodarti nell'ascolto.

Da uscirne con le ossa fratturate dopo averli visti in concerto per il tour del disco nel leggendario Rainbow di Milano.

Non si inventano nulla ma ci mettono tanta di quella grinta che non ti aspetteresti da una band proveniente dalle gelide lande norvegesi.

Copertina fumosa che ben introduce al dinamico e rabbioso suono del lavoro.

Foto interna del booklet ancora più esplicita: i cinque immortalati in un sordido bagno. Due di loro impegnati nell'espletare le personali escrezioni; altri due "stesi" e messi al tappeto da qualche libagione alcolica di troppo. Solo il cantante Biff Malibu (un nome un programma!!) sembra in apparenza ancora reggere, appoggiandosi agli stipiti della porta del proprio wc.

In alcuni passaggi del disco provano a rallentare l'andatura, grazie alla produzione di un certo Daniel Rey (qualcuno del Lago di Bracciano dovrebbe conoscerlo visto che ha lavorato con quella masnada di agitatori sonori provenienti da Portorico...).

Ma quando spingono a tutta regalano i momenti migliori dell'album: ed allora è consigliato spararsi in cuffia le mitragliate di Ducktail Heat, Drunk And Pompous e Sputnik Monroe. Con in aggiunta la già citata I Got A War.

Una batteria che conosce, nemmeno troppo bene, un solo tempo; un basso messo a caso tanto per fare del sano rumore in più; due chitarre arroventate che supportano gli sgraziati proclami di Biff. Cori e coretti sparsi lungo il percorso.

Tutti ingredienti perfetti per un disco che sfiora la perfezione.

Esagitati Gluecifer!!!

Diabolos Rising 666.

Questa DeRecensione di Tender Is the Savage è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/gluecifer/tender-is-the-savage/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Nove)

Pinhead
Opera: | Recensione: |
gate
gate Divèrs
Opera: | Recensione: |
Coz I got a feeling...
BËL (01)
BRÜ (00)

GenitalGrinder: Dici il giusto!
Almotasim
Opera: | Recensione: |
Il culto di MC5 e Stooges e' cosa molto buona! Booklet immaginifico.
BËL (01)
BRÜ (00)

GenitalGrinder: Quoto in toto Almo; band della Madonna (non Ciccone).
IlConte
Opera: | Recensione: |
Ahahahahahahahah mi sono arrivati i Coc, ho ascoltato le prime due perché avevo già roba in testa. Possono piacermi direi ti dirò... certo che con quelle bestie che ascolti di solito tu ormai chiami blues un hardrockmetal tirato ahahahah
Favoloso Dema, pure questi sentirò.... con calma.
Calma?! Chi ha detto calma?! ... gli spacco la faccia
Ahahahahahah
BËL (01)
BRÜ (00)

GenitalGrinder: Credo di averti consigliato Deliverance dei Corrosion; questi avvinazzati norvegesi fanno per te Conte. Fidati di uno zoticone delle montagne!!
GenitalGrinder
Opera: | Recensione: |
Modifica alla recensione: «le abituali minime correzzzioni...». Vedi la vecchia versione Tender Is the Savage - Gluecifer - Recensione di GenitalGrinder Versione 1
BËL (00)
BRÜ (00)

sfascia carrozze
Opera: | Recensione: |
(Praticamente) mai sentiti.
Come quasi tutti i neo-rockenrollers della benemerita Scandinavia.
E' che proprio il DeGenere in sè, se non è proprio costruito in maniera iper-personale ed eccellenterrima, non mi ha mai stimolato particolarmente neanche pensando ai capostipiti che l'inventarono.
Magari mi son perso tanta bella robba.
Ma checcevofa?

BËL (00)
BRÜ (00)

lector
Opera: | Recensione: |
Miiiiiiiiiiiii i Gluecifer!!
BËL (01)
BRÜ (00)

GenitalGrinder: Yes Sir!!!!!!!!
Johnny b.
Opera: | Recensione: |
Gustoso Hard-Rock. Alcuni brani ma direi quasi tutti trascinanti.
BËL (01)
BRÜ (00)

GenitalGrinder: Hai ben ragione.
puntiniCAZpuntini
puntiniCAZpuntini Presidénte onoràrio
Opera: | Recensione: |
"Gluecifer: "la colla del diavolo" la libera traduzione del nome scelto da questa congrega di pazzi."
Aveva a che fare con colla da sniffare, perchè lo sniffo è rapido e la loro musica pure... non ricordo bene l'interessantissimo nonchè utile cineracconto del perchè 'sti quattro drogati hanno deciso proprio quel nome.

Ma un giorno, quando proprio sarai impegnatissimo e al limite di una crisi di nervi pure con le mani occupate di roba bollente, ti telefonerò e te lo racconterò con calma.
BËL (01)
BRÜ (00)

GenitalGrinder: Quando vuoi...

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: