Sto caricando...

Labradford
Labradford

()

Voto:

Versioni: v1 > v2

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


…E quando l’Uomo del Sottosuolo che vagava per le vie di “Spiderland” ritornò al suo scantinato richiudendo la porta alle sue spalle, non si accorse di aver trascinato con sé la sua ombra.

Un pallido sole di armonie scheletriche sbozza volti incerti nel marmo di un giorno dimenticato.

Un violino dolcemente tormentato cristallizza i ricordi, gli attimi si staccano dai quadranti di anni perduti per sempre; si staccano e cadono a terra con un rumore di vetri infranti.

Organi solenni celebrano la ruggine di vecchi cuori svuotati che non battono quasi più, mentre una drum-machine liquefatta scandisce i minuti dell’impassibile Presente.

E poi una voce, una voce stanca e vitrea che apparecchia solitudini sulla tavola di una grigia e dimessa avanguardia che scricchiola incessantemente.

Qualche rintocco legnoso di percussioni catatoniche, arpeggi sfilacciati che penzolano dal soffitto come ragnatele mezze sfatte accarezzate dal vento, sibili lontani, ronzii inquieti, rantoli ardenti dove soffia appena un alito di vita, neri pensieri che divorano sé stessi.

Sì, se “Spiderland” parlava di quest’uomo ribelle, delle sue passioni, della sua carne, questo disco parla della sua ombra: così simile a lui eppure così impalpabile, così sfuggente.

.

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Quindici)

CosmicJocker
CosmicJocker
Opera:
Recensione:
Modifica alla recensione: «.». Vedi la vecchia versione link rotto


ALFAMA
ALFAMA
Opera:
Recensione:
ottimi i primi lavori, poi si sono mezzo persi


CosmicJocker: Un po è vero anche se un paio di dischi del progetto Pan American li trovo notevoli..se non erro è il chitarrista che ha fondato questa successiva band..musica ambientale
aleradio
aleradio
Opera:
Recensione:
COsmic d'estate ho parecchi PRURITI sono POCO incline a MOLTE cose. Tu che dici mi RILASSO o MI INCAZZo con questo disco?


SE MI aiuti per favore-


aleradio: io 4 ho dato non 3
CosmicJocker: Diciamo che sarà una rilassante malinconia, un'emotività autunnale..col caldo di sti giorni era quello che mi ci voleva..per me questo è un capolavoro nel suo genere..io te lo consiglio
aleradio: cosmic io provo ma quell'autunnale GIA' MI FA CAPIRE che dovrò grattare più Forte. Per ora mi faccio una trentina di km in tangenziale con bologna violenta, poi domattina magari mi sveglio e mentre corro provo questo. Ti farò sapere. Eventuaalmente si va avanti per VIE LEGALI
kloo
kloo
Opera:
Recensione:
discao della maddonao


CosmicJocker: D'accordao!
DottZudo
DottZudo
Opera:
Recensione:
Musica sperimentale...
Un'impalpabile rarefazione musicale dai poteri pari a quelli di sostanze stupefacenti
Uhuh


CosmicJocker: Verissimo..ho mandato il disco in loop tutto il pomeriggio e ora le mie pupille sono della grandezza di una palla da golf
sfascia carrozze
sfascia carrozze Divèrs
Opera:
Recensione:
Francamente i Labradafordi non m'hanno mai attizzato granché. Questo mi sà che non l'ho (mai) sentito. Epperò la gradevole DePagina m'istigherebbe a farlo. Sono interdetto. Anzichénò.


CosmicJocker: Ohibò messere..cosa la perplime esattamente? Non capisco..i Labradford fanno molta compagnia, sono abili nuotatori e hanno un bel pelo biondastro
sfascia carrozze: Mi perpl(im)esse ciocché auscultuai di essi. Ma da allora devono essere trascorse due/barra/tré ere geologiche, missà.
Pinhead
Pinhead
Opera:
Recensione:
Bando alla superstizione.


CosmicJocker: Cazzo Pin! Non so da te com'è, ma io pagherei per un bell'acquazzone rinfrescante!
Pinhead: Basta che non piova sabbia e va tutto bene.
Almotasim
Almotasim
Opera:
Recensione:
Ottimo scritto Cozmik! Loro, invece, non mi impressionano.


CosmicJocker: Ciao Almo! Sul serio? Io questo disco lo trovo meraviglioso..
Almotasim : Ciao Cozmik. Allora, mi ci ricimenterò, dai. Qualche anno fa ascoltai questo e il primo, ma senza incanto. Loro sono quotatissimi, su questo non ci piove.
HOPELESS
HOPELESS
Opera:
Recensione:
Questo e Prazision LP sono uno più bello dell'altro, ma effettivamente è roba invernale. Devo dire che preferisco i Pan American, Quiet City e The River Made No Sound in particolare. ma pure Cloud Room/Glass Room.


CosmicJocker: D'accordo su tutto..per i Pan American mi permetto di aggiungere "360 business/360 bypass"
HOPELESS: Si è vero, ma a me piacciono tutti, ti avevo nominato solo i picchi massimi secondo me. Tra l'altro di Quiet City beccai una versione speciale con allegato dvd di un video di immagini sgranate (bellissime, crepuscolari) della periferia americana, avvolta dai vapori del caldo, che accompagnano il disco nella sua interezza e in cui si vede l'orso polare che entra in acqua e da cui hanno ricavato il frame per l'immagine di copertina. Il video stava intero su YT. Il sound dei Labradford forse è invecchiato (a me piace tantissimo sempre) rispetto a cose tipo Stars of the Lid, ad esempio, ma il fascino resta intatto. Io vidi i Pan American a Napoli qualche anno fa. Bell'esperienza.
Johnny b.
Johnny b.
Opera:
Recensione:
Meriti cinque se non di piu solo per il fatto di avermi fatto conoscere tale gioellino Post-Rock. Ipnotico, etereo. Splendido.


CosmicJocker: Felice di averti fatto scoprire cose nuove..ciao Johnny!
Johnny b.: Ottimi anche A Stable Reference e l'esordio Prazision. Mi piacciono molto loro e le cose narcotiche rarefatte di alto livello. Penso che qualcosina di loro piaccia anche ai Sigur Ros.
CosmicJocker: Vero..soprattutto Prazision secondo me è un ottimo lavoro..Ci sta anche la riflessione sui Sigur Ros, anche se credo rimangano più "sinfonici" rispetto ai Labradford che sono più minimali
lector
lector
Opera:
Recensione:
Obnubilanti


CosmicJocker: Si, è la parolina Giusta per loro..
IlConte
IlConte
Opera:
Recensione:
Mi fa "paura" ma devo ascoltarlo ahahah! Di bello c'è che e' autunnale e io adoro quella stagione è tutta la sua atmosfera decadente e malinconica ma così bella. E poi c'è il tuo scritto, come sempre!
Grazie di te, nobil poeta Cosmico @[Pinhead] (5)


CosmicJocker: Nobile se ami le sonorità autunnali, questo è un disco che potrebbe fare al caso tuo..grazie per essere passato!
GhostTrain
GhostTrain
Opera:
Recensione:
vidi i labradford live a bologna e conobbi Carter (organista), l'aria era rarefatta ed i display a cristalli liquidi dei samplers si scioglievano.
Questo è probabilmente il loro lavoro più accessibile, passavano anche il video di midrange su Mtv.
Pan American è il progetto parallelo di Mark Nelson ma secondo me cercare di ripetere queste atmosfere non funziona più.


CosmicJocker: Eppure secondo me, come dicevo sopra, almeno un paio di dischi dei Pan American meritano attenzione..
GhostTrain: si certamente a me non è dispiaciuto il primo omonimo del 1998, tipiche sonorità di Nelson.
Nico63
Nico63
Opera:
Recensione:
Non li conoscevo e ascoltando qualcosa random non mi sono dispiaciuti.


CosmicJocker: Bene..! sono sempre contento quando riesco a far conoscere qualcosa di nuovo a qualcuno
proggen_ait94
proggen_ait94
Opera:
Recensione:

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Labradford è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link