Love Unlimited
In Heat

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Memorie di un broccolatore, parte 2.

Perché non può andarti sempre male.

E così sei lì a gongolarti dall’alto dei tuoi tre minuti e mezzo di durata, consapevole di aver dato il massimo, di avere onorato la maglia, di averci creduto sino in fondo.

Poi verranno acrobazie e colpi proibiti, lattice, umori, liquidi, corde, cuoio, ginocchia sbucciate, peli, sudore, efelidi, catene, cartilagini e contorsioni varie….

Persino qualche partita in serie A.

Ma, per adesso, è mooolto più importante partecipare che vincere!

Ed anche lei, mentre è lì che sceglie i nomi per i futuri bambini e soppesa le parole per raccontare tutto alle amiche, che ne sa che verranno biondi Olaf vikinghi, bagnini di Fregene e mandinghi caraibici a mostrarle l’arte del palleggio e le gioie dei tempi supplementari?

Si fotta il domani. Adesso è perfetto.

E lei sorride.

Ora, se non sei mai stato illuminato da quel sorriso di sedici anni, se non sai di cosa parlo, ecco, magari è per questo che crescendo sei diventato un po’ una merda.

Io, anche se non sono certo di ricordare il suo nome, sono sicuro che è grazie a lei se ancora oggi non conosco i partecipanti dei talk show sui VIP, non giro abbronzato a Natale, non ho mai creduto che amare una donna giustifichi il volerla possedere né ho mai votato per la Lega…

E’ grazie a quella luce se la notte non ho più paura.

E’ tutto perfetto.

Però lo sai che la perfezione è più fragile di un cristallo di Boemia, instabile come il posto di lavoro di un millenial, effimera come la bellezza.

Cioé, basta un colpo di vento, una risata fuori posto, una scorreggina non trattenuta, un telefono che squilla, un calzino che spunta all’improvviso, insomma un niente, perché gli dei beffardi si riprendano quel che ti stanno donando.

Così lei si alza per mettere un po’ di musica.

Vedi, a casa mia c’è sempre stato - c’era allora e c’è ancora oggi – un giradischi e, su quel giradischi, c’è sempre stato – c’era allora e c’è ancora oggi – un qualche disco (uno qualsiasi) che aspetta.

Così lei si alza per mettere un po’ di musica (e per farti vedere il culo) e tu hai un colpo al cuore: che cosa ci sarà sul giradischi?

Passi in rapida rassegna i nomi delle divinità maggiormente accreditate alla Borsa Valori delle Grazie Concesse e le preghi tutte in un tripudio di tolleranza religiosa.

- “Fa’ che su quel giradischi non ci stia dormendo il disco sbagliato!”

Non un cantautore piagnone, né uno sperimentatore con ferraglia e oscillatori, niente pallidi vampiri gotici di nero vestiti o jazzisti incazzati!

Ma soprattutto, fa’ che su quel piatto NON CI SIA UN DISCO PROG!

In certi momenti il prog è il più potente degli anticoncezionali.

In quel preciso istante realizzi che il prog è musica per segaioli (ed io ne ho ascoltato tantissimo!).

Ma invece – si fotta Murphy e la sua legge! – l’aria della stanza si riempie delle note di “Move Me No Mountain”, la prima take da “In Heat” delle Love Unlimited.

Bollente! Che groove!

Ora, a quel tempo, di certo non sapevi che quelle tre sgallettate erano in giro almeno dal ’69 e che ci credevano davvero di poter essere le nuove Supremes. E che dietro quel disco c’è una storia d’amore, Amore illimitato.

Orbene, le due sorelle James (Linda e Glodean) e la loro cuginetta Diane Taylor non sono certamente le nuove Supremes (anche se non sono mica male!), però Glodean - oltre ad avere uno strano nome, una voce di velluto, le unghie più lunghe delle dita (provate a guardare qualche foto!) ed un sorriso che sembra una lampada alogena – ha sempre avuto gli occhi lunghi.

E quegli occhi li mette su Barry Eugene Carter che, forse, detto così non vi dirà niente, ma che all’anagrafe dei beneficiati da Euterpe fa Barry White.

Barry ha 28 anni, un matrimonio fallito alle spalle e ben quattro figli; ed è già un genio della musica: compositore e produttore tra i migliori e, insieme al suo sodale Gene Page, è uno con le idee chiare.

Ma non è ancora un cantante, lo diventerà - per puro caso – nel ’74.

Si, ma questa è un’altra storia, così come non è questo il luogo per domandarci il perché (forse imprigionato in un’immagine che puntava troppo a piacere ad un pubblico prevalentemente bianco o forse – erroneamente – ingabbiato nel calderone della Disco e trascinato nella sua damnatio memoriae, oppure per quel suo cantato, personale, ma ben presto divenuto un cliché) il nostro Barry non sia assiso nell’Olimpo della Black Music a fianco di uno Stevie Wonder o di un Isaac Hayes.

Allora, in quei primi anni settanta, Barry non ci pensava proprio a cantare, così si prende le tre sgallettate di cui sopra e se le porta in studio (e Glodean se la porta pure all’Altare) a cantare le sue canzoni.

E fanno subito il botto: “From a Girl's Point of View We Give to You... Love Unlimited” nel ’72 vende più di un milione di copie ed il successivo, “Under the Influence of... Love Unlimited”, fa pure meglio arrivando al numero 3 della Billboard Pop Albums chart. Tutti con dentro un bel po’ di singoli di successo.

Questo “In Heat” è del ’74 e, per chi scrive anche per evidenti motivi sentimentali, è il più bello. Certo qui c’è la versione cantata (quella solo strumentale era nel disco precedente) di “Love’s Theme” che, poi, era il vero motivo per cui quel disco – già piuttosto vecchio e gracchiante – stava su quel giradischi.

Chissà a quale festa te l’eri ciulato, chissà quale abilissima milf lo stava rimpiangendo….

E Priapo, a cui per lungo tempo hai educato allori e innalzato inni, ti ha beneficiato della sua grazia facendotelo trovare proprio lì e proprio in quel momento.

“In Heat” è anche il canto del cigno delle Love Unlimited, perché proprio in quel ’74, per puro caso (come si è già detto) Barry decide di mettersi a cantare; così le tre chicks diventano le sue tre coriste e la Love Unlimited diventa Orchestra (un’orchestra di oltre 40 elementi con dentro gente stellare tipo Ray Parker Jr. o Wha Wha Watson, Lee Riteneur e Ed Greene ed un mucchio di altri) e la stella di Barry offusca tutto il resto.

Le Love Unlimited registreranno altri due dischi, non brutti ma leggermente più anonimi, poi Diane morirà di cancro a soli 38 anni e la storia finisce lì.

Glodean rimarrà al fianco di Barry e nell’81 lui inciderà un disco con lei “Barry & Glodean”, poi anche la loro storia finirà.

Tu, invece sei ancora lì, ad ascoltare quel soul soffuso e sinuoso. Quel morbido, caldo ed appiccicoso groove.

- Baby, ooohhhh baaaby, oh yeah, mmmmmhhhhh, baaby….babyyyy

Perfetto.

Lei si gira, ti guarda e torna da te, accennando qualche passo di danza. E tu, lo giuro, invece di sbavare sulle tette sballonzolanti o rimanere ipnotizzato dal Bosco di Venere, luogo di ogni delizia, la fissi negli occhi!

E’ tutto perfetto.

E giù a pomiciare duro come se non ci fosse un domani.

E sei troppo ubriaco di vita per soffermarti a pensare che, magari, da qualche altra parte, qualcuno, forse reo di non aver creduto sufficientemente nel potere di Dioniso o, magari, condannato soltanto dal suo cattivo gusto, è lì nella sua stanzetta – solo – ad ascoltarsi del metal tamarro o qualche assolo di mellotron da 15 minuti….

Qualcuno che, forse, oggi si porta a spasso un buco enorme mentre va in giro a gridare: “prima gli italiani!”.

Questa DeRecensione di In Heat è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/love-unlimited/in-heat/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (VentiQuattro)

MikiNigagi
Opera: | Recensione: |
Non mi porto a spasso buchi enormi e non vado a gridare "prima gli italiani" ché son sardo, però ammetto che nell'atto ho ascoltato spesso i cripple bastards
BËL (04)
BRÜ (00)

lector: Miki!
Bello sapere che ci sei!
Non credo che tu abbia buchi da portare a spasso e, mi sa che i Crpple Bastards vadano benissimo, se uno riesce a stargli dietro.....
Per il resto, cinque alto.
ALFAMA
Opera: | Recensione: |
IO CI SENTO UNA VERSIONE FUTURIBILE

BËL (01)
BRÜ (00)

lector: Vero!
ALFAMA
Opera: | Recensione: |
CENTRFUGATAIN UN DOMANI

BËL (01)
BRÜ (00)

Bubi
Opera: | Recensione: |
Al tempo odiavo tutto quello che sapeva anche lontanamente di disco. Loro non le conoscevo a parte lo strumentale Love’s Theme. L'ho ascoltato nella versione cantata e non mi ha entusiasmato. Poi un altro paio di canzoni su YouTube, ma non mi pare che possano entrare nelle mie grazie anche se oggi non ho più tanti pregiudizi riguardo al quel genere. La recensione è buona.
BËL (03)
BRÜ (00)

Bubi: Scusa mi sono messo BÊL da solo 🤷🤷
lector: Grazie Bubi
Bubi: Lo vedi? Ho seguito i tuoi consigli e non me ne pento. Vorrei cambiare qualcosa, ma per ora lo lascio così. Ciao e buona notte
Bubi: Scusa, questa era per l'editoriale. Non ho guardato. Fa niente. Però quello che ti ho detto vale. Come scrivi, a me mi piace
Bubi: Riguardo al commento, come hai scritto, non sono le Supremes. C'è il mare di mezzo. Per me.
lector: Ciao Bubi, grazie per l'apprezzamento. Certo non erano le Supremes e neanche le Ronettes se è per questo....ma con me hanno funzionato!
Bubi: No, no, né Supremes né Ronettes e anche quelle della scuderia di Spector. Però sono gusti...
ErosGiannini
Opera: | Recensione: |
Sempre grande Lector. Per quello che riguarda il Soul non mi pronuncio. Non l'ho mai ascoltato seriamente.
BËL (01)
BRÜ (00)

lector: Ciao Eros, grazie per le parole di apprezzamento.
E per il Soul, ci sarà tempo.
Almotasim
Opera: | Recensione: |
Oh yeah, mmmmmhhhhh...
Eccellente, Lector. Grandiosa la descrizione di Glodean, giusto omaggio a Priapo.
BËL (01)
BRÜ (00)

lector: Sempre sia benedetto Priapo :-))
De...Marga...
Opera: | Recensione: |
Sono un metallaro duro e puro...Sul duro alla mia età stenderei un mezzo velo pietoso. Punto ormai sulla purezza!!! Tu ragazzo sempre uno dei pilastri fondamentali qui da noi. Un saluto ai tuoi pargoli!!!
BËL (05)
BRÜ (00)

lector: Noi siamo puri....
I pargoli ricambiano!
sfascia carrozze
Opera: | Recensione: |
E' qvesto lo amoreillimitato givsto!
BËL (02)
BRÜ (00)

lector: HuH!
sfascia carrozze: La vedo incollato, stamane.
lector: Sagace!
nes
nes
Opera: | Recensione: |
Se ho una donna nel letto nello stereo c'e' medulla. Da che e' uscito. Se la driade mi vuole, medulla si deve cuccare. La prossima volta provero' con questo.
BËL (03)
BRÜ (00)

Dislocation: La paperotta islandese ha sempre il suo perché, nelle occasioni più svariate ed inimmaginabili.
lector: Anche Medulla c'ha il suo perché....
sfascia carrozze: Ma quale Medulla..
Nonostante anni-e-anni di DeBaserizzazione Voi, lì, non avete ancora compreso che solo tramite il primo Burzum si può comprendere l'incomprensibile.

Se il-lo-la-gli Vostr_ spasimant_ alla fine dei giochi chiederàn di rimetter daccapo "Det som engang var" allora sì ché sarete veramente certi di aver trovato la personcina givsta.
E ma non è che vi devo dire tutto io.
Eh.
lector: Quanta sapienzita'
sfascia carrozze: E' qvesta la sapienzità givsta!
CosmicJocker
Opera: | Recensione: |
Certo, certo..È sempre bene avere nella propria faretra dischi col groove giusto..
Epperò non sottovaluterei la bellezza dei coup de théâtre..
In una delle prime uscite con la mia (attuale) ragazza, nel tragitto Pavia-Camogli le feci sorbire Basinski..
Contro ogni aspettativa, una volta arrivati, ci avvinghiammo come due alligatori che giocano in uno stagno..
Lì ho capito che era una cosa che poteva durare..
BËL (01)
BRÜ (00)

lector: Basinski sulla Pavia-Camogli ha effetti che sono ancora oggetto di studio! (E attenzionati dalla narcotici....)
sfascia carrozze: Ma, quindi, è durata?
CosmicJocker: Sta curando..
Ma come Lei ben sa, i rapporti umani sono difficili..
Pieni di "anche se", "però", "quantunque", "cionondimeno"..
Insomma, c'è quella parolina che sovrasta il tutto, quel sempiterno...
... #forse
CosmicJocker: *durando
sfascia carrozze: Le dirò: era molto più migliore sta curando
Se nè renda (sempre seppur moderatamente) conto.
lector: Vero!
Dislocation
Opera: | Recensione: |
Di te m'è sempre piaciuta la qualità che in qualche modo dividi con @[luludia] , quella di saper allacciare fatti privati, lontani e chissapiusesonveri in un abbraccio potenzialmente mortale con la nostra suggestione di vita favorita, la musica. Efotteséga se non è proprio nella declinazione che preferiamo. Sette note.
BËL (05)
BRÜ (00)

lector: Grazie Dislo
Dislocation
Opera: | Recensione: |
Per cambiare ho scritto scordando le stellette.
BËL (02)
BRÜ (00)

algol
Opera: | Recensione: |
Tutto molto intimo. Pure troppo. Bravo lo stesso.
BËL (01)
BRÜ (00)

lector: Ciao Algol, grazie del passaggio e dell'apprezzamento anche se, lo so, questo non è proprio il taglio che preferisci.
Comunque questa non è esattamente una pagina di diario....
algol: No, per niente. Comunque riusciresti a rendere accattivante anche un pezzo sul giardinaggio. Sei troppo bravo.
lector: Thanx
imasoulman
Opera: | Recensione: |
ah quindi tu alla fine sei un tombeur de femmes con qualche pizzico di passione ‘black’ di contorno?..Ma vai a scrivere su Donna Moderna, va’...
BËL (03)
BRÜ (00)

imasoulman: ormai urge la serie ‘diacci ideali per una copula’
Attendo fiducioso
imasoulman: *dischi ideali
lector: Ma magari "Donna Moderna" mi pubblicasse qualcosa!
lector: Anche una rubrica di cucina....
lector: Però non mi hai detto il tuo (autorevole) parere sul nostro Barry Eugene Carter
imasoulman: il mio (debole) parere è che merita tutte le rivalutazioni possibili. La sua sinfo-disco può ben dirsi seminale
Caspasian
Opera: | Recensione: |
Conosco un bagnino di Fregene, vivo in Boemia, fino a 17 anni si ascolta solo prog, l' ultima volta che ho votato, fine '80, è stato per Autonomia Operaia, il giradischi è in cantina ma funzionante, sul sound si conferma il groove d' acchiappo. Per quanto riguarda gli attuali camerieri della plutocrazia, io mi sono fermato a Bettino Craxi, l' ultimo vero patriota italiano. E questi partiti populisti sono solo degli apripista per Mario Draghi futuro primo ministro se non presidente della repubblica (minuscolo). L' amore ci salverà?
BËL (01)
BRÜ (00)

Dislocation: Autonomia alle elezioni?
Caspasian: Hai ragione, era Democrazia Proletaria...
lector: Bei tipi i bagnini di Fregene....
L'Amore ci salverà!
JonatanCoe
Opera: | Recensione: |
Nel ’74 staccavo le teste ai soldatini e le davo in pasto agli animaletti della fattoria. Oggi mi barcameno nelle travagliate vicende della vita e, quando ho un po di tempo da dedicarmi, mi concedo letture meravigliose come questa! Lector la quintessenza del DeBaser!
BËL (01)
BRÜ (00)

Dislocation: Un modo come un altro per dichiararsi contro ogni guerra? O per schierarsi a favore di una setta che ha come fine il danneggiamento della digestione, dell'assimilazione e infine dell'evacuazione degli animali da fattoria?
JonatanCoe: ...o un modo come un'altro per dire che avevo quattro anni!
Dislocation: Tutto quadra....
lector: Anch'io nel '74 facevo ben altro... all'epoca dei fatti il disco era già piuttosto vecchiotto.
luludia
Opera: | Recensione: |
grazie priapo!!!!..e comunque poveri progsters, quelli che ho conosciuto io son brava gente, niente a che fare con il famigerato "prima gli italiani"...i metallari invece, ruvidi e tamarri come sono, forse si...ahahah...anche se poi la musica per l'amore conta poco o niente, se le piaci bene, se no nisba...nel caso comunque consiglio Nick Drake...
BËL (02)
BRÜ (00)

luludia: ah, bella pagina...
lector: Grazie Lulù. Lo so che i progster son bravi ragazzi (io, in fondo, sono un progster pentito), è che le progsterine sono più rare delle idee nella testa di un forzanovista....
Nick Drake, in certi momenti, è un po' troppo triste, per me.
luludia: in effetti mai conosciuto una progsterina...e questa è solo una delle tante prove della indiscussa superiorità delle femmine...
sfascia carrozze: Le fimmine badano al sodo, si sà.
Noi amiamo perderci et dilungarci in inutili (ma talvolta divertenti) ammennicoli.
luludia: sodo?...le dirò, io son per l'uovo al tegamino...
Onirico
Opera: | Recensione: |
Ma mi spieghi perchè quando metti su un disco disco è sempre con finalità trombesche?:-)
BËL (01)
BRÜ (00)

Dislocation: Molte femmine d'essere umano sono colpite dall'intellettulaprofessore. ossissì. E lui sboccia come al bocciodromo.
Dislocation: *intellettualprofessore
luludia: appunto, non c'è nessun bisogno della disco music (o quel che è)...potrebbe mettere su anche trout mask replica che gliela darebbero uguale...
ALFAMA: ma lo sai che avevo credo belle risposte cm video, una casa, si passa
alla ricerca,Mi dispiace
ALFAMA: mi mangerò la testa, da saperere che la chiave potrebbe passare da limggua
Onirico: Alfà, machestaiaddì?
lector: Non è colpa mia è il broccolatore che c'ha sta fissa della Disco!
@[luludia] Magari!
luludia: si si..ti conosco mascherina...
sfascia carrozze: "Il fine giustifica i mezzi"
Lo sosteneva uno leggermente meno noto di mè in tempi non sospetti.
PreDeBasici.
Caspasian: Il Machiavelli "giustifica" solo se si è supportati da alti "scopi", il cane grattandosi non uccide la singola pulce che lo ha punto ma le prende tutte. Nel caso di @lector il suo guardarla negli occhi lo esenta da qualsivoglia speculazione. Vive l' Amour!
Caspasian: Per @Onirico: la finalità di @lector denota un' onesta intellettuale non indifferente...
luludia: sempre sesso è, con sto disco si tromba, col resto ci si masturba...in ogni caso si disperde il seme...
noveccentrico
Opera: | Recensione: |
"Non è importante ma può non essere superfluo". Ci sono album che non sono pietre miliari ma quando entra in campo il personale, il soggettivo, tutto può diventare bello. E quel bello (o quel brutto) bisogna saperlo razionalizzare. E questo mi fa pensare a uno scambio di battute avuto giorni fa con un'amica che sosteneva che il mio approccio a programmi come Live Non è la D'Urso è di tipo sociologico, a tratti ironico e umoristico. A suo avviso, io non sono la sciura ignorante che guarda certi programmi e poi va sul facebook, nel suo profilo con le foto dei fiori e il santo del giorno a vomitare "mandiamoli ha casa l'oro affondiamoli bastardi capitano ti adoriamo bercoglio non e il nostro pappa".
E questo è vero. Però, se mai tu volessi sapere tutto sul caso Pamela Prati - Donna Pamela e Eliana Michelazzo, chiedi pure. Gli opinionisti più gettonati nei talk show sono Karina Cascella, Daniele Interrante, Francesca De Andrè (recentemente si è aggiunta anche la sorella Fabrizia, sì: Fabrizia De Andrè), Christian Imparato, il bambino prodigio che vinse un baby talent cantando "Adagio", oggi in perenne lite con chi gli dice che è gay e rifatto. E come dimenticare Alessi e Signoretti (direttori di giornali di gossip), l'avvocato Taormina, Platinette (che a volte è Platinette e altre Mauro Coruzzi). E poi Luxuria, che se non fosse che i grillini non vogliono (per adesso) tesserati di altri partiti, sarebbe la grillina per eccellenza. Guendalina Tavassi, Lucia Bramieri, ex partecipanti del Grande Fratello, Aida Nizar (la dona afascinante que addora la sua vita). E mi preme di ricordare (e ipotizzo che tu non lo sappia) che i programmi della D'Urso, come sempre dice lei sono "sotto testata giornalistica". Però domani, te lo giuro, me faccio na trombata con 'sto disco. Perché abbiamo il sacrosanto diritto di essere per sempre sedicenni: figli delle nostre virtù e delle nostre passioni.
BËL (01)
BRÜ (00)

lector: Finalmente ti fai risentire! Riesci sempre a strapparmi un sorriso anche se, il sapere che esiste una Fabrizia De André (sic) che frequenta i salotti della D'Urso mi ha, non poco, intristito....
Ed anche il fatto che la D'Urso si ritenga una giornalista mi lascia uno strano sapore in bocca.
Spero che la trombata sia stata rinfrancante!
E la Prati preferisco ricordarmela da viva....
noveccentrico: Sapevo che avresti trovato il mio commento disturbante (ho omesso la parte dove aggiungo che Fabrizia De André si chiama così perché è la nipote di Fabrizio De André, ma ho dato per scontato che ci arrivavi da solo). La D'Urso è "sotto testata giornalistica" (cit.), ma non giornalista. E' stata ammonita dall'ordine dei giornalisti che ogni tanto, con queste roboanti prese di posizione, ci ricorda che non servono soltanto a consegnare targhe. In realtà la D'Urso giornalista credo lo sia stata. Storico un suo servizio (ideato da lei, immagino) sui calciatori della Casertana intervistati dentro lo spogliatoio.
La trombata è andata malissimo, interrotta da una brutta telefonata :(
Un caro saluto, metto la tv a palla che c'è Carl Brave-eh-eh-eh-eh-eh-
macaco
Opera: | Recensione: |
Giá frequentare l´itis era da sfigati, in piú passare dal metal al prog... sarei stato piú felice se fossi stato gay.
BËL (01)
BRÜ (00)

CosmicJocker: Anch'io frequentai l'itis..
Perito informatico (se ben ricordo)..Non ci capivo un microchip
Caspasian: Presente, "morto" in telecomunicazioni ma vivo in frequentazioni dove mi spacciavo di sentire la radio...
lector: Mica brutti posti, alla fine, 'sti ITIS
macaco: Cosmic: neppure un little bit?
Caspian: che lo spirito di Ighina ti guidi.
Lector: un pó freddi e maschili, peró come vedi han dato buoni frutti come noi sopra...o sarebbe meglio "buone anomalie".
CosmicJocker: Ahahah Mac..
Si vede che hai fatto l'itis
IlConte
Opera: | Recensione: |
Solo per te potevo leggere tutto, cara
Ahahahahahahah
Trombatore!!!
Io un po’ di metallo lo sento ma vira verso l’hard rock può andare?! Progr?! No grazie, mi deprimo ancora di più.
Comunque io trombavo pure con Casadei
avo... avo... avo...
BËL (01)
BRÜ (00)

lector: E certo, il Casadei ne ha presenziati di concerti per tromba!
E tu dai del trombatore a me.....
Grazie per la tua, solita, pazienza.
IlConte: Macché, Nobile... mica perché è lunga (io faccio di peggio ma di peggio proprio ahahahah)... è l’esaurimento...
sfascia carrozze: Casadei è un noto scioglifimmine, si sà.
proggen_ait94
Opera: | Recensione: |
lector dammi lezioni. Detto questo, il brano mi fa cagare :D io sono uno di quelli che invece di sverginarsi si instupidiva di VDGG
BËL (01)
BRÜ (00)

lector: Non credo che tu abbia bisogno di lezioni.
E, lo confesso qui pubblicamente, i VVDG sono il primo gruppo di cui mi sono procurato la discografia completa.....
proggen_ait94: idem ahah
Falloppio
Opera: | Recensione: |
Sei stato fenomenale.
BËL (01)
BRÜ (00)

lector: Ma non io.
E' il broccolatore che fa certe cose, io sono solo il suo biografo!
Falloppio: Non penso, quindi tu sei
Questo mi conquista
L'artista non sono io
Sono il suo fumista
lector: Bella citazione!
dsalva
Opera: | Recensione: |
Eccomi un po' in ritardo.....bella Lector....ma non era il blues la musica ideale per trombare?...
BËL (01)
BRÜ (00)

lector: Diciamoci la verità: la musica è solo un ingrediente secondario....

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: