Il vecchio e il mare

Il vecchio e il mare.

Il vecchio fissava distrattamente il mare. Sul bagnasciuga una ragazza seduta a gambe incrociate, si dava l'ultimo tocco di rossetto, stando ben attenta a fare un contorno senza sbavature, una sigaretta le pendeva in bocca e i capelli spettinati ad arte, erano tenuti insieme da una forcina. Poco più in là ragazzini sporchi e sorridenti giocavano a palla e in lontananza un pescatore gettava pastura ai pesci. Le acque mosse da un leggero vento di maestrale, coloravano le onde di un bel blu turchino. Tutto era ben delineato, sembrava un dipinto concepito da un artista dalla pennellata netta, pulita. Un quadro sereno. La testa altrove, il vecchio non godeva della vista, sentiva dentro una disperazione che non riusciva a trasformare in lacrime.

Bubi , Il 26 gennaio — DeRango: -0,01

BËL (02)
BRÜ (02)

I commenti che questo editoriale ha voluto ricevere

Dì la tua! (Se proprio devi)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi: