Re per una notte - Rupert Pupkin & Jerry Langford

Martin Scorsese (4 di 5)
"Re per una Notte" - 1982

#35mm
BËL (08)
BRÜ (00)
zappp Il 1 aprile — DeRango: 19,52


Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti all'ascolto

sfascia carrozze
Quando si parla di Re il riflesso condizionato va, non so perchè, al 101.
Poi veda Lei, lì.
BËL (01)
BRÜ (00)

zappp: non ho voluto dire niente...ma ieri è stata una gran bella giornata!
Ora, saremo a digiuno di LUI per 2 mesi :-(
sfascia carrozze: Le cose belle vanno centellinate.
Si sà.
imasoulman
beh beh...questa si che è una bella scelta!
BËL (00)
BRÜ (00)

zappp: un film che se non erro, non da subito ne fu capita la portata.
hjhhjij: Floppò abbestia mi sa. Comunque non è che oggi sia molto più considerato, nella sua filmografia...
imasoulman
qui De Niro è su livelli stratosferici
BËL (03)
BRÜ (00)

Raskolikov
Anche vedere Jerry Lewis in un ruolo non propriamente comico ha il suo effetto
BËL (01)
BRÜ (00)

hjhhjij
Be be, questa scelta si che è sorprendente! Avevi detto che invece che sulla versatilità avresti puntato sui "capolavori classici" di Scorsese (ma ti avevo detto che le due cose secondo me si fondevano perché eclettico lo è sempre stato) e invece, se questo per te lo è, è di sicuro una scelta molto personale: di solito questa ficcante commedia nera, come anche la successiva, è drammaticamente considerata un'opera minore di Scorsese. Cor cazzo, dico io. Scorsese affronta la black comedy agrodolce e lo fa con freschezza e ispirazione. De Niro il solito fenomeno ma la vera sorpresa è questo riflessivo Jerry Lewis sotto le righe, da applausi. Mi manca in dvd, in effetti dovrei rimediare. L' unica cosa che posso dire è che forse io lo avrei escluso dalla top 5 in favore proprio di "Fuori orario" anche se si, lo so, lì non c'è Bobbo. Ma aspettiamo domani e vedremo. Anche perché per ora è rimasto fuori un film che per me insomma, dovrebbe esserci... Ma bella e "coraggiosa" scelta, questo film è un gioiello. Sottovalutati, gli anni '80 di Martino (a parte il Toro).
BËL (01)
BRÜ (00)

zappp: si certo, sto scegliendo secondo i miei gusti infischiandomene di sviscerare la versatilità di Martino, ma quando completerò con l'ultimo titolo vedrai che avrei potuto fare meglio ;-).
Questo invece è un gioiello, il Maestro si cimente in un genere (all'epoca) non suo, e dimostra di poter guarrdare negli occhi altri Maestri della Commedia Nera che hanno costruito una carriera intera su questo genere, e forse, sempre per l'epoca questa scelta spiazzò tutti portando ad una non veritiera comprensione di questo gioiellino.
All'epoca delle VHS era distribuito dalla Multivision, quando l'intero catalogo del regista è di appannaggio alle Major, pensavo col passaggio al DVD qualcune di queste ne rilevasse i diritti presentando il film attraverso un'opera restaurata, invece il mio DVD è ancora targato Multivision (piccola etichetta di nicchia che si ciba degli avanzi dei giganti del settore) il che mi fa pensare Re per una Notte sia ancora "trattato" con una certa sorta di "incomprensione".....mah
hjhhjij: Purtroppo lo temo anche io, si. In ogni caso al contrario mi sembra che seguendo i tuoi gusti come ovvio sia la versatilità di Martino si stia sviscerando piuttosto bene, soprattutto con questo titolo; comunque vediamo l'ultimo...
hjhhjij
Lista papabili: "Mean Streets" "Fuori Orario" "L' ultima tentazione di Cristo" "L'età dell'innocenza" "Casino". Cinque per un posto. Uh. Secondo me. Altri ancora sono validi ma obbiettivamente dai, la top 5 non la vedono.
BËL (00)
BRÜ (00)

hjhhjij: Ok forse nemmeno Cristo. Per quanto mi piaccia... Facciamo 4 per un posto :D
imasoulman: ecco, sì, meglio...ma io ho già scelto
il gangsta-film più crudo e realistico e volutamente disturbante che esista
hjhhjij: Dalla descrizione tra questi mi par di individuare "Mean Streets". Io comunque fatico a considerarlo un gangsta-movie vero e proprio. Più un documento antropologico sulla vita da strada a Little-Italy e in certi quartieri della New York meno sbrilluccicosa. Si, ovviamente c'è l'ambiente gangsta, ma quello piccolino, dei ragazzetti sbandati della strada, con poche direzioni possibili (dalla famosa frase di Scorsese sul fatto che avrebbe potuto diventare o un gangster o un prete se non avesse fatto il regista) sembra più il suo film sui suoi "ragazzi di vita". Fatico proprio a collocarlo come gangsta vero e proprio. Ma magari sto delirando e tu indendevi altro sorry.
imasoulman: sì hai inteso giusto, questo è uno spaccato di vita, un affresco sociale con il crimine e le convenzioni sullo sfondo
zappp: comunque vada, il 5° è da sempre per me un imprescindibile di Martino, un quasi capolavoro dai, fosse solo per non inflazionare la categoria "capolavori", ma 2 saranno i titoli sanguinosi lasciati fuori.
Poche ore ancora di suspance (lasciatemi giocare ancora un pò) e renderemo merito anche agli esclusi.

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi: