Offlaga Disco Pax
Socialismo tascabile (Prove tecniche di trasmissione)

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Scrivo questa pseudorecensione per tutti coloro che non hanno avuto la possibilità e/o l'occasione per ascoltare uno dei gruppi italici più silenziosamente alieni dalla contaminazione del mainstream e dalla mercificazione della loro arte.

Gli Offlaga Disco Pax, nativi di Cavriago, provincia di Reggio nell'Emilia, attualmente rivestono un ruolo di primo piano nel burrascoso teatrino indie di marca nostrana, grazie a questo loro fulminante e ispirato debutto, ancora in attesa di un seguito.Seguito che difficilmente eguaglierà il risultato di Socialismo Tascabile, uno dei dischi più riusciti negli ultimi anni.Dicevamo Cavriago.Paese/cittadina/contrada natale di una band che rivendica da sempre le proprie radici emiliane, lasagnole, soprattutto socialiste, e che è riuscita a produrra un disco godibile senza che la propria attitudine provincialista, revisionista e alternativista inficiasse la qualità del loro lavoro

Perchè Socialismo Tascabile è un chiaro esempio di come si possa far centro narrando quelle che al giorno d'oggi sembrano favole, racconti di un mondo la cui dipartita risale a quella sera d'autunno di 20 anni orsono, quando gente di ogni estrazione e ideologia si ritrovò sbalordita a cantare, a ballare, ad abbracciarsi e a piangere sui resti del Muro e della guerra fredda. Esperienze reali e semi-oniriche si intrecciano in un cammino nel sottobosco padano a cavallo fa gli anni '70 e gli '80, canzoni di scuola dell'obbligo, di libertà, di anticoscienza/incoscienza politica, di paure e consapevolezze, di sapore di fabbrica e di contestazione. E come è dolce tuffarsi nelle tiepide acque di racconti spassosi come "Kappler", dove è arduo restare impassibili, nell'inattesa vena poetica di "Enver", nella rumoristica simil-Loveless di "TonoMetallicoStandard". Ma l'apice del piacere lo incontra nel mezzo della tracklist, nelle insuperabili, surreali battute di "Cinnamon" e di quella "Robespierre", la cui trasposizione oculistica (come si usa dire su queste pagine) è stata votata come la migliore dell'anno 2005.

La qualità più apprezzabile degli Offlaga è l'apparente semplicità con cui inducono al pianto e il riso nell'arco di due sole canzoni, con cui permettono un'esplorazione complessa delle rive del nostro animo.Ciò si avverte ancora maggiormente se, come lo "scrivente", si è avvezzi all'idea di avere già ascoltato tutto, di conoscere le pietre miliari di ogni genere, di rifiutare più o meno cortesemente le novità, bollandole spesso ingiustamente come copie di copie di dischi già sottoposti al giudizio infallibile di critica e pubblico da almeno quarant'anni.

Ovviamente, alla pubblicazione dell'album, le critiche si sono rivelate sparute, causa la totale assenza di di attenzione mediatica, e odiosamente parziali, secondo il vizio, caro alla nostra critica, di osannare o demolire i gruppi italiani prima ancora di averli opprtunamente valutati sotto l'aspetto musicale.

In sintesi, quest'album è consigliabile a chi prova nostalgia del passato, a chi ama la Storia, a chi è emiliano, a tutti coloro che desiderano un disco completo, dove armonia e rumore, gioia e tristezza si accompagnano senza parere frutto di un abile artificio.

E al tempo della reunion dei Take That, del cinquantesimo disco degli Iron Maiden e della sexy-pelata(!) di Britney Spears, è già un'impresa degna di lode.

Questa DeRecensione di Socialismo tascabile (Prove tecniche di trasmissione) è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/offlaga-disco-pax/socialismo-tascabile-prove-tecniche-di-trasmissione/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Ultimi Cinquanta commenti su CinquantaTre

alessioIRIDE
Opera: | Recensione: |
bella la rece e anche il disco...telespallabob...lei ha la faccia come il culo!!!

hugoniot
Opera: | Recensione: |
a priori ti di uno perchè mi sono proprio rotto il cazzo dei "doppioni" di rece su questo album...basta!!!!!!

hugoniot
Opera: | Recensione: |
hugoniot
Opera: | Recensione: |
hugoniot
Opera: | Recensione: |
Bisius
Opera: | Recensione: |
Basta doppioni di questo album.

mikornr
Opera: | Recensione: |
QUoto Bisius.... avete rotto..

Sanjuro
Opera: | Recensione: |
telespallabob771
Opera: | Recensione: |
ringrazio il buffo hugoniot per l'empatia dimostrata nei miei confronti...fa sempre piacere quando qualcuno distrugge il tuo lavoro e non contento ci sputa anche sopra...vorrei sapere quali illuminanti recensioni ha steso questo signore per potermi abbeverare alla fonte della sua sapienza...

alessioIRIDE
Opera: | Recensione: |
veramente bob criticava il fatto che è l'ennesima rece di sto disco...secondo me se l'album ti piace un casino e ti trasmette realmente qualcosa (così come si percepisce dalla tua rece) dei doppioni non bisogna fregarsene... chi sa cos'è il dobblerone? io e i miei amici impaziamo da almeno un'anno per capire bene cosa cazzo è!!!

telespallabob771
Opera: | Recensione: |
più recensioni di un album ci sono, più punti di vista si possono valutare...e non si deve trascurare l'aspetto sentimentale, come ben dici tu...ah hanno fatto una canzone sul toblerone, ma è girata solo nei live...

alessioIRIDE
Opera: | Recensione: |
ma mi spieghi cosa cazzo è sto toblerone!?!

telespallabob771
Opera: | Recensione: |
è tipo cioccolato e torrone insieme...una cagata pazzesca, non l'ho mai sopportato..lo vendono dappertutto comunque.......

alessioIRIDE
Opera: | Recensione: |
non a napoli...grazie

telespallabob771
Opera: | Recensione: |
ci guadagnate solo, a non mangiare il toblerone...fidati

iside
Opera: | Recensione: |
ascoltati poco, non mi sono piaciuti. Ps manco il Toblerone rientra nelle mie preferenze.

alessioIRIDE
Opera: | Recensione: |
bob ma dal vivo li hai visti? io me li sono lasciati scappare. cmq per parlare un pò di gossip tono metallico standard è riferita al cantante dei julie haircut!!! sapevi?

Orwell
Opera: | Recensione: |
ascolta telespalla.. non è questione di sputare sul tuo lavoro.. è questione di valutarne l'utilità.. ci saranno già 10 recensioni su questo album e penso che (senza offesa) possano bastare.. tu che dici? se poi su debaser ci sono 20000 recensioni ma 10000 sono doppioni non è una gran bella cosa.. (questo è il mio parere, natuarlmente contestabile)

Orwell
Opera: | Recensione: |
e comunque dal vivo li ho visti due volte.. a me hanno un pò stancato onestamente..

Orwell
Opera: | Recensione: |
fai pure non mi frega grankè dei tuoi giudizi,cmq non capisco perchè gli editor pubblicano ancora per 7 volte la rece dello stesso album...perchè??? a pensare che ce ne sono anche di molto meglio,,perchè??

hugoniot
Opera: | Recensione: |
il mes privato non funzia,il tuo sarcasmo credo sia fuoriluogo,scusami..come cazzo ti prende a recensire un album che già è stato recensito da 7 diverse persone????non ha senso,è come scoprire l acqua calda,dove sta il fascino del proporre???(cosa che ritengo fondamentale nel recensire..),non faccio marcia indietro,il mio giudizio è questo e questo rimane,abbi la pazienza di accettarlo..

hugoniot
Opera: | Recensione: |
julie's haircut...infatti non avrebbe grankè torto..non lo sapevo..ma te che ne sai???

alessioIRIDE
Opera: | Recensione: |
me l'hanno detto diversi amici, ma non ci credevo e cosi ho cercato sul web e in una intervista lo confermano stesso loro. cmq quest'estate mi è capitato per sfortuna di assistere ad un concerto dei julie (suonavano la stessa sera dei super elastic bubble plastic) in più sn stato lì dal ceck...tra la il pubblico e i musicisti non esistevano barriere e la mia impressione è stata di aver al cospetto una immonda testa di cazzo!

hugoniot
Opera: | Recensione: |
a me è capitato di vedere entrambi odp e julie's haircut...è tutta un altra cosa,i julie's mi sembrano gran sboroni..i primi album sono ottimi,ma l ultimo (che ha anche venduto abbastanza) non dovrebbe dargli nessun motivo per pavoneggiarsi,l ho trovato una porcato immonda..con max ci ho anche parlato un pò..ero ubriaco torto,è simpaticissimo e non è affatto un gasato..

alessioIRIDE
Opera: | Recensione: |
guarda concordo con te i primi due (uno ce l'ho addirittura originale) sono simpatici...l'ultimo è una cagata incredibile. poi dal vivo sn davvero il peggior gruppo della terra...lenti, mosci (in tutti i sensi), presuntuosi...fanno pezzi che durano 10 minuti ti una noia mortale...cmq il cantante è il tipo col riporto che dal vivo non canta MAI!!! l'unica cosa buona che hanno è la strumentazione...ricordo che rimasi di merda quando li vidi mondare per il ceck!

under
Opera: | Recensione: |
hugoniot ma dove li hai visti a giovinazzo?

hugoniot
Opera: | Recensione: |
i julie's o gli offlaga??

psychopompe
Opera: | Recensione: |
Luca G dei Julie's l'ho conosciuto perchè amico di amici....mah un po' sotuttoio, cmq ha un bel negozio di di dvd e musica a Reggio, e una barca di soldi tanto per dire. Gli offlaga li ho visti e dopo 5 minuti 5 sono andato via per non incazzarmi. Cioè proporli come roba nuova, è un insulto a CCCP e al loro immaginario geniale. Anche a me piacciono ma non metto su un gruppo che ne è la copia anche solo a livello di testi e immaginario. Sveglia gente, sveglia!!!

hugoniot
Opera: | Recensione: |
ma che sveglia e sveglia...dove ci assomigliano i cccp????queste sono solo tue convinzioni che puoi avere o meno..ancora mi chiedo..ma che cazzo ci azzeccano i cccp???forse i massimo volume,anche se musicalmente sono completamente diversi,io dei cccp non ci vedo un emerito niente..

under
Opera: | Recensione: |
@ tutti e due: io li ho visti lì...
Bè i cccp c'entrano eccome... specie a livello di "attitudine?", comunque sono ottimi ma non fenomenali

psychopompe
Opera: | Recensione: |
non ho detto musicalmente, come immaginario surreal sovietico, musicalmente ci senti infatti come da te detto massimo volume....ma anche di massimo volume ce n'è già uno di gruppo no? Cmq fate come volete. Io la penso così, non pretendo di farvi cambiare idea.

FlagFelson
Opera: | Recensione: |
ho ascoltato qualche volta il disco in compagnia di alcuni amici..kappler è piacevole, molto ironica... ma secondo me è stancante , ripetitivo e discutibile fare un intero album di solo parlato...come fruitore di musica mi aspetto che il rapporto tra musica e testo sia di reciproca integrazione.. questa è possibile solo attraverso l'imprescindibile riferimento delle note. questo è il fondamento della forma-canzone.. io rispetto gli offlaga, ma gli riconosco una dignità letteraria, non musicale, al pari dei poeti greci che recitavano accompagnati dal sottofondo della cetra.

under
Opera: | Recensione: |
quindi anche i massimo volume non ti piacciono?


alessioIRIDE
Opera: | Recensione: |
sveglia sceglia cosa??? guarda che l'immaginario filosovietico è una cosa che contraddistingue numerose persone e non tutte (in questo glorioso insieme che venera l'acciaio e le forme squadrate:)) devono per forza amare i cccp. cmq sicuramente non hanno inventato nulla di nuovo (ma chi è che lo fa?) e cmq impara a porti meglio...potrei anche io dirti...non ti piacciono gli offlaga...allora sveglia sveglia!!! no?

FlagFelson
Opera: | Recensione: |
Non li conosco sinceramente..

under
Opera: | Recensione: |
ti consiglio DA QUI dei MASSIMO VOLUME e poi dimmi se "il rapporto tra musica e testo sia di reciproca integrazione..",... poi i gusti sono gusti (a me mi trasmette più la voce dei M.V.che chi canta a squarciagola) ciao!

psychopompe
Opera: | Recensione: |
Conosco meglio i cccp dei Massimo Volume, il cui ultimo ricordo è un live del 95 molto interessante. Sveglia perchè fin dall'inizio mi è sembrata un'idea di gruppo mal nata, viste le somiglianze che trovavo in un progetto unico e che così doveva rimanere, e non capisco come uno non se ne accorga. Magari era un po' presuntuoso, perchè sottintendeva una conoscenza comune dei cccp che può anche non essere così omnipervasiva. Però purtroppo mi han fatto girare i coglioni per cui non sono riuscito a trattenermi. Quindi tolto il mio "sveglia" per il resto rimango dell'idea espressa.

alessioIRIDE
Opera: | Recensione: |
ma infatti i gusti sn gusti...su questo hai perfettamente ragione. a te possono sembrare dei copioni...e va bene...a me, che pure conosco bene i cccp (amo i cccp, cosa che non posso dire per gli offlaga), fanno simpatia e pur non trovandoli originalissimi, ma ripeto chi lo è?, mi piacciono.
basta porsi più tranquillamente come poi fatto...quindi tutto ok!

hugoniot
Opera: | Recensione: |
massimo volume..ascolta "lungo i bordi",più facile da reperire ed è incantevole,cmq riguardo il discorso offlaga..quando li ho visti dal vivo,max (il "cantante"..meglio definirlo interprete) lo ha detto chiaro e tondo che è stata un esperienza da fare pubblicare questo album dati alcuni pezzi che avevano già pronti,senza molte pretese
@psychopompe:non capisco la polemica,a me sembra un ottimo album e ripeto che di cccp non cè assolutamente niente,tematiche analoghe??non direi proprio,anche se gli spunti sono simili(questa però è la storia) vengono argomentate in maniera completamente diversa,ponendosi diversamente e con linguaggi totalmente diversi,a dire "quest album non mi piace" credo sia più facile invece di trovare giustificazioni infondate..dopo certo,ognuno la vede come vuole anche se da come avrai capito non ritengo validi i tuoi pensieri

hugoniot
Opera: | Recensione: |
@under:effettivamente dal vivo non è che siano un grankè..sia i julie's (quasi osceni) che gli offlaga (non credo che il tipo di musica si presti molto a qualcosa che può vagamente ricordare un concerto)..cmq io sono di tutt altra zona..sono marchigiano,gli offlaga li vidi a circa 35 km da ancona,i julie's li vidi proprio nel capoluogo

cptgaio
Opera: | Recensione: |
Gia' mettere i maiden alla stregua di Spears o Take That e' discutibillissimo, ma il vero problema e' che parli di demercificazione in un prodotto che grazie alla sua cosidetta "alternativita'" rappresnta solo l'altra faccia della medaglia del mondo commerciale che tanto deplori, ti ricordo che "robespierre" passava in heavy rotation su Mtv Brand New... farei anche commenti sulla loro musica ma purtroppo non e' possibile perche' qui e' quasi assente a differenza di qualsiasi disco dei Maiden (a proposito in studio sono 14) e guarda sinceramente pur non apprezzandoli persino nei Take That, e non e' una provocazione ma il mio reale pensiero, fai solo il gioco di chi critichi tanto, pensaci.

psychopompe
Opera: | Recensione: |
eh allora mi sa che i julie's li hai visti insieme a me che sono di ancona, han suonato una volta al Lazzaretto e una volta al Thermos, dove ho visto (parola grossa) gli Offlaga. E cmq non cercavo un beneplacito da parte di qualche utente rispetto alle mie posizioni musicali, anzi il bello è proprio che come nel nostro caso sono opposte, no?

hugoniot
Opera: | Recensione: |
@cptgaio : mica ho capito che cazzo vuoi,sarò duro io ma caspita non si capisce un cazzo di quello che hai scritto..@psycho:si certo,,il fatto è che ho ragione io :D..scherzi a parte il mondo è bello (!?!?!?) perchè è vario

cptgaio
Opera: | Recensione: |
Caro Hugoniot: che sti Offlaga son molto piu' commerciali e asserviti al sistema di quanto si possa credere e mi son antipatici perche'tendono a criticare proprio il sistema che li nutre, inoltre che evito di parlare della loro musica perche' semplicemente in questo album se ne trova pochina (se non niente). Sono stato piu' chiaro ora? Ciao!

cptgaio
Opera: | Recensione: |
P.S.: comunque sarebbe stato piu' carino (anche se fin troppo informale visto che non ci conosciamo) un "cosa vuoi" che non un "cazzo vuoi". Ri-Ciao!

hugoniot
Opera: | Recensione: |
scusami sono un pò burbero perchè sono di fretta,cmq dico solo che le canzoni le hanno composte prima di fare "successo",dovrebbero cambiare canzoni perchè hanno venduto un pò e fatto qualche data qua e la???posso capirlo se un album del genere lo facesse chi alle spalle ne ha una ventina ..ma cavolo è il primo...

cptgaio
Opera: | Recensione: |
Nessun problema scherzavo ;-) Comunque siccome qui si parla soprattutto di testi (perche' ripeto di musica a mio parere ce ne sta pochina) molti mi sembrano cavalcare il solito sistema finto alternativo,permettendosi di criticare a destra e a manca con faciloneria e ironia da due soldi,il fatto che si lamentino della troppa mercificazione della musica per poi cadere tra le braccia dello stesso sistema mi fa capire di che pasta sono fatti (di poca!)e comunque la diatriba con i Julie's mi sembra preparata molto a tavolino..occhio ragazzi ... , in piu' parlando della recensione mi ha lasciato un po' perplesso l'attacco immotivato ad altri gruppi e artisti nel finale, se si fanno paragoni devono avere un senso nella recensione e non buttato li a facile provocazione o peggio per denigrare. (parlando di musica poi... scusami ma piacciano o no e' obbiettivo che i Maiden suonino e gli Offlaga a essere buoni non sempre, li ho visti dal vivo.. che Dio me ne scampi! Poi se si vuole parlar di testi e contenuti ognuno e' libero di pensarla come vuole ma l'attacco era musicale percio' totalmente immotivato) Tutto qui.

pixies77
Opera: | Recensione: |
testi 6 musica 2: la media è 8 no? (suo figlio, signora, ha la faccia come il culo!)

carlo cimmino
Opera: | Recensione: |
Son d'accordo con pixies77.

lux
lux
Opera: | Recensione: |
Tutti parlano di citazionismo gratuito e scarsa originalità quando vogliono criticare Socialismo Tascabile, ma io non avevo mai ascoltato prima della nascita di questo disco una declamazione satirica alla Ferretti su un tappeto sonoro alla Mogwai sopra binari elettronici stile Neu! come quella di Tono Metallico Standard. Boh, forse saranno più originali gli assoli di chitarra heavy di Dave Murray, probabilmente sono io che non ci ho capito nulla. Cosi come saranno migliori testi come Fear Of The Dark quando recitano "Paura del Buio, Paura del Buio, ho un costante timore che qualcuno si avvicini sempre, Paura del Buio Paura del Buio, ho terrore che qualcuno stia sempre là". Senza dubbio sbaglio io.

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: