Sto caricando...

Opeth
Morningrise

()

Voto:

Premetto che sto attraversando un periodo di opethite acuta (a proposito, il 14 dicembre a Firenze ci sarò anch’io!! ). Conquistato dalle ultime prove del gruppo svedese e da diverse buone recensioni, venerdì scorso ho pensato di dar fondo al portafogli comprando i primi tre CD. Ecco il giudizio estetico, con la storia delle sue oscillazioni, su "Morningrise", che secondo molti rappresenta il vertice compositivo della Band.

Allora, ad un primissimo ascolto l’iniziale "Advent" mi ha subito conquistato: grande lavoro di De Farfalla al Basso, struttura complessa che passa da momenti durissimi ad altri acustici ma inquietanti. L’arpeggio finale, però, è quasi un plagio dell’Outro di "Dancing with the Moonlight Knight". Confrontare per credere. I due brani successivi mi hanno fatto una buona impressione, finché non sono arrivato al punctum dolens, la tanto rinomata “Black Rose Immortal”. Mi aspettavo chissà quale capolavoro da questo brano di 20 minuti, per cui la delusione è stata scottante. Le sezioni della suite sono piuttosto slegate tra di loro e non ho ritrovato quella genialità e varietà di temi spesso ricordata. Il risultato del secondo ascolto è stato anche peggiore, il Growl di Akerfeldt mi è sembrato piuttosto “catarroso” e sforzato, non così profondo, ostile e naturale quale si sente negli ultimi album.

C’è stato un momento in cui ho perfino rimpianto i 20 euro ed ho pensato che più di tre stelle non potevo dargli. Per fortuna i successivi ascolti hanno in parte mitigato un tale giudizio negativo. Soprattutto mi sono piaciute sempre di più “The Night and the Silent Water”, indubbiamente la più progressive e genesisiana del lotto e l’aggressiva ma dinamica "Nektar". Quindi, mi è apparsa migliore anche la suite, mentre permangono dubbi circa “To Bid You Farewell” che mi suona monotona e penalizzata da una batteria troppo statica e geometrica, quasi una drum machine, che non giova al tipo di atmosfera che si voleva creare.

Avevano ragione quelli che parlavano di una produzione largamente approssimativa, che sarà focalizzata e migliorata notevolmente già nello splendido, venturo “My Arms Your Hearse”, ma questa è un’altra storia e, credo, un'altra recensione.

Commenti (SettantaSette)

ChildrenOfTheDamned
Opera:
Recensione:
boh..così così..certo ottimo disco come tutti gli altri lavori..son d'accordo con te su black rose immortal..si pensa a kissà quale capolavoro invece nn è certo la migliore del disco....ma x me il nonplusultra degli opeth fino a questo momento è blackwater park..e mi piace parekkio anke deliverance..mentre sull'ultimo ho qualke dubbio ma nn posso esprimere giudizi diretti xkè lo sentito un paio di volte soltanto..

BËL 00
BRÜ 00

Airone
Airone
Opera:
Recensione:
Bravo! Approvo il tuo stile e di come parli di questo disco. Lo hai ascoltato con la maturità degli ascolti progressivi ed hai notato le pecche senza farti annebbiare dalla tecnica del combo. Approvo in pieno. Io ero tra quelli che inizialmente paragonavano gli Opeth e i Dream Theater a irraggiungibili musicisti. Poi ascoltando il prog dei 70 il giudizio di è raffreddato. E così sia.

BËL 00
BRÜ 00

Justice
Justice
Opera:
Recensione:
Solo 4? Non ci sta neanche il de gustibus...fenomenale album forse il migliore degli opeth...black rose immortal è stupenda...e non puoi giudicare in quel modo la strepitosa to bid you farewell...malinconia...

BËL 00
BRÜ 00

Rooster
Rooster
Opera:
Recensione:
Non sono d'accordo, questo è uno dei migliori cd Metal che abbia mai ascoltato. Senza contare che dal mio punto di vista "Deliverance", "Damnation" e "Ghost Reveries" messi insieme non fanno un "Morningrise" o un "Orchid", meno maturi forse, ma maledettamente più spontanei ed ispirati.

BËL 00
BRÜ 00

Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
Secondo me i meno belli degli Opeth sono Still life, Damnation e Ghost Reveries. Però questo Morningrise è magnifico.

BËL 00
BRÜ 00

Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
non sono daccordo con salmacis,anzi secondo me non ne capisce molto di queste genere....forse le dove riascoltare altre volte prima di commentarlo....

BËL 00
BRÜ 00

SALMACIS
SALMACIS
Opera:
Recensione:
Lo sapevo che avrei infervorato la discussione con questa rece! Tuttavia ribadisco il mio giudizio. Piuttosto alcune precisazioni s'impongono.
1) Quando esalto gli "Opeth degli ultimi lavori" non mi riferisco tanto a GHOST REVERIES (per il quale 'solo' quattro stelle) quanto a capolavori come DELIVERANCE e BLACKWATER PARK. In generale però è innegabile che produzione e growl siano sensibilmente migliorati e raffinati specie sull'ultimo cd.
2) Le mie perplessità su MORNINGRISE non coinvolgono che relativamente ( stessa cattiva produzione)ORCHID, che considero molto più ispirato e ricco di contenuti, nonché più "drammatico" ed inquietante, tanto che la mia futura rece su quest'ultimo gli assegnerà (anticipo) un bel 5 stelle!!
3) E' vero, sono un esperto di progressive, ma m'interesso anche di generi affini e partecipanti. Gli Opeth mi sembra proprio che siano compresi nel campo d'indagine
4) Ma nessuno, proprio nessuno, ha notato la somiglianza, quasi plagio, tra l'arpeggio finale di Advent e quello di "Dancing with the moonlight knight" dei Genesis su "Selling England by the Pound"??

BËL 00
BRÜ 00

StefanoHab
StefanoHab
Opera:
Recensione:
L'avevo già scritta io. La mia rece aveva il difetto di essere troppo pompata, la tua invece ha il difetto opposto: è troppo fredda!!!! Anzi, direi quasi spenta. Ti metto 3 perchè sicuramente hai fatto una rece migliore della mia (io ero un pischello allora) ma non posso perdonarti di aver messo solo un misero 4 a quello che forse è il miglior album di una delle migliori band del panorama metal in assoluto dal 95 in poi

BËL 00
BRÜ 00

StefanoHab
StefanoHab
Opera:
Recensione:
Comunque per chiarire il giudizio di Airone bisogna dire che gli Opeth non fanno prog, almeno non nel senso vero e proprio della parola. Il fatto è che Akerfeldt ascolta tantissimo prog anni 70, dai Camel ai Goblin e altre migliaia di band, ed è naturale che queste influenze si sentano. Ma non è ovviamente la stessa cosa. Inoltre non c'è paragone tra Opeth e Dream Theater, sia a livello tecnico (i secondi molto migliori tecnicamente dei primi) che compositivo (i primi IMMENSAMENTE superiori ai secondi)

BËL 00
BRÜ 00

StefanoHab
StefanoHab
Opera:
Recensione:
Sono d'accordo con tutti, diciamo a metà. Considero Morningrise il miglior album degli Opeth, ma sono stato indeciso per parecchio tra lui e Orchid... Entrambi sono meravigliosi, ma il fatto è questo: Morningrise, pur raggiungendo a mio parere praticamente lo stesso livello di spontaneità e ispirazione di Orchid, o quasi se proprio vogliamo essere fiscali, è sicuramente più maturo e sperimenta meno, andando a colpo sicuro. Guadagnano dei punti di controllo, insomma, non a livello tecnico ma compositivo, per questo lo considero migliore: spontaneità e ispirazione in questo non ne risentono. I lavori successivi non raggiungeranno questi livelli, ma sicuramente sono quasi tutti dei capolavori. My arms your hearse (troppo poetico...), Still life (...anche lui...)... meravigliosi. Blackwater Park è comunque inferiore a Morningrise, e di molto anche, pur rimanendo un album magnifico. Non dimentichiamoci che è il loro album, pr certi versi più commerciale, e quindi meno ispirato dei lavori precedenti. Stesso dicasi per Ghost reveries. Damnation non lo considero, essendo in pratica un esperimento. E' per certi versi lo è stato anche Deliverance... Deliverance è inferiore agli altri secondo me, concentrandosi più sulla violenza è come se gli Opeth ci perdessero nel loro stile. In ogni caso bellissimo anche lui, come tutti del resto. Immenso gruppo.

BËL 00
BRÜ 00

Airone
Airone
Opera:
Recensione:
E chi ha detto che fanno prog? E chi ha detto di paragonarli musicalmente ai Dream Theater? Dico solo che da giovine, prima di ascoltare un botto di roba vedevo Opeth e Dream Theater come massima espressione di tecnicità. Ora nemmeno per sogno. Gli Opeth sono purtroppo metal (solito discorso di clichè limitanti a mio parere) e la vena prog è indubbiamente sulla falsa riga dei Genesis, ecc. ecc. Alla fine li ho ridimensionati. Bravi ma non esageriamo.

BËL 00
BRÜ 00

PasMal?
PasMal?
Opera:
Recensione:
Produzione largamente approssimativa? Si sta delirando? La produzione é perfetta, si sentono in maniera nitida tutti gli strumenti e soprattutto il basso che di solito é sempre in ombra. Il suono delle chitarre é tagliente e avvolgente, prodotto in maniera sublime da Dan Swano (uno dei migliori produttori dell'epoca) all'opera anche con Katatonia e Novembre (tanto per citare qualche gruppo affine).

BËL 00
BRÜ 00

Airone
Airone
Opera:
Recensione:
L'etichetta Avantgarde era (ora non so) veramente ben organizzata. Un piccolo orgoglio italino. Uscivano bellissimi dischi, per esempio "Lumo" degli As Divine Grace è veramente bello, particolare, con queste tastiere lunghissime.. Chiaro Swano, Pete Tungreen (!?) senza dimenticare Sorychta (Moonspell, Lacuna Coil, ecc..) sono stai tra i fautori di questo sound corposo ma raffinato. Musica di qualità, superiore alla media, ma senza esagerazioni. Tenete presente che in america in quegli anni si sviluppava il post-rock e slow-core che ha avuto meno fortune commerciali di questo metal. Ed in questi generi ruotano personaggi tecnicamente ancora superiori.

BËL 00
BRÜ 00

PasMal?
PasMal?
Opera:
Recensione:
Dei gruppi citati nel mio post la avantgarde ha prodotto solo i Katatonia, gli Opeth sono senpre stati sotto la peaceville (tranne l'ultimo su roadrunner). Per quanto riguarda Sorychta é parecchio differente dagli altri due proponendo produzioni più orecchiabili e morbide destinate ad un mercato più ampio (basta osservare i gruppi da te citati). Non capisco le cosiddette "fortune commerciali", gli Opeth fino a qualche hanno fa non se li filava nessuno e hanno rinunciato a parecchi tour proprio perché se li dovevano pagare di tasca loro. Solo ora riscuotono di un discreto successo (all'ottavo album e dopo 12 anni dall'inizio).

BËL 00
BRÜ 00

StefanoHab
StefanoHab
Opera:
Recensione:
Il TUO "purtroppo" è un MIO "per fortuna". Vabbè, questione di punti di vista. D'altronde gli Opeth si stanno sempre più staccando dal metal, vedi l'esperimento di "Damnation". Comunque il mio era un chiarimento generale, non volevo mettere in dubbio il tuo commento!;-)

BËL 00
BRÜ 00

StefanoHab
StefanoHab
Opera:
Recensione:
PasMal ha ragione. Come dicevo prima di Blackwater Park gli Opeth erano di culto. Mi sembra normale che una band di questo calibro sia arrivata al successo, dopo ben 5 album...

BËL 00
BRÜ 00

MOTENAI
MOTENAI
Opera:
Recensione:
bbbbnòkòkln

BËL 00
BRÜ 00

MOTENAI
MOTENAI
Opera:
Recensione:
Allooora, Secondo me hai avuto un OPETHITE ACUTA, nel senso che hai fatto un indigestione bell'e buona.... sei arrivato a MORNINGRISE poveraccio, e sei schioppato. INSOMMAAA, nn è che un album degli opeth sia così digeribile da comprarne (e magari ascoltarli) 3 (!!) alla volta...

BËL 00
BRÜ 00

MOTENAI
MOTENAI
Opera:
Recensione:
Ma a parte questo, credo proprio che le tue orecchie abbiano cominciato a sfarfallare un pochino, se mi parli di produzione approssimativa...mhà, secondo me dipende dai gusti, e poi che significa?Tu cosa intendi per PRODUZIONE?? ma come'?? I SUONI SONO PERFETTI!! tutto puro e cristallino ....x me è migliore di "ORCHID" e al livello di "STILL LIFE" sotto stò punto di vista, per i miei gusti...e poi, TU CHE ASCOLTI MUSICA PROG. anni '70 (pure io nel mio piccolo...) e mi vieni a dire che "BLACK ROSE IMMORTAL" (nooooon me la dovevi TOOOCAAAREE!!!) è in alcune sezioni SLEGATA....?!?!? ma stai parlando di una canzone di 20 min. (venti che scorrono come 5 min.) la quale vive proprio di questi cambi di atmosfera, che poi sono proprio caratteristici del sound Opeth se nn te ne fossi accorto,e il prog. '70? canzoni lunghissime ne trovavi a carrellate e nn è che erano proprio tutte il manifesto della "legatura" se così si può dire(nn credo proprio)....cioè, se lo erano, nn è che poi risultavano un tantino monotone?? Cmq di certo nn tutte spaziavano nel'infinito arco di emozioni sensazioni che si possono ritrovare\percepire in "Black rose..." e INSOMMA ritorniamo al problema reale....: HAI FATTO INDIGESTIONE!! e un pò di COERENZA? - all'inizio rimani conquistato da ADVENT, poi non ti piace la suite e l'album è da buttare soldi bruciati, poi rivaluti tutto e pure la suite...aooooò!e stà BOOONO!- E POI, ma come fai a sapere che la batteria geometrica nn è funzionale al tipo di atmosfera che il buon Akerfeldt voleva creare.....c'è un manuale da qualche parte? e pure il GROWL nn va bene.... chiara INTOSSICAZIONE DA OPETHITE ACUTA, nn c'è altra spiegazione. Ciao...

BËL 00
BRÜ 00

SALMACIS
SALMACIS
Opera:
Recensione:
Allora, dopo tante critiche un pò di auto-apologia. Forse è vero che ho fatto un'indigestione di Opeth, ma le idee su Moningrise erano quelle definitive, non è un caso che per Orchid (recensione in arrivo) e MAYH abbia atteso più tempo. Ribadisco i primi tre pezzi sono fantastici da 5 stelle; la mia preferita? The night and the silent water. Fantastica, molto ben bilanciata tra intuizioni progressive ed energia Metal. Segue Advent e a ruota Nektar. Sull' oscuro oggetto del contendere, ovvero la mitica "Black rose Immortal" ribadisco che non posso assegnargli più di 4 stelle. Bel pezzo ma non un capolavoro. Il pezzo che meno mi piace nell'album rimane "To bid you farewell" (3 stelle). Ribadisco che un uso più variegato e descrittivo della batteria sarebbe, sempre secondo me, stato di maggiore effetto; ma è tutto il pezzo ad apparirmi un pò statico e poi non vedo quella genialità melodica che tanti invece vi rinvengono. De gustibus.... Quindi 5+5+5+4+3=22 22/5=4,4. Non posso dare cinque stelle ad un disco che non arriva neppure a 4,5, anche se in questo caso il limite è veramente stato sfiorato, cioè si tratta di un 4 ultraabbondante, al limite delle five stars. Ad Opeth, invece, assegno 5, peché, seppur ci sono le stesse pecche di produzione, esempio i momenti vuoti, nel complesso ha una coerenza di sound superiore e anche più idee. Magari Moningrise ha vette più alte, su tutte la ricordata "TNATSW", ma nel complesso lo ritengo un briciolo inferiore, e per un punto Martin perse la cappa...

BËL 00
BRÜ 00

SALMACIS
SALMACIS
Opera:
Recensione:
Scusate
Errata Ad Opeth
Corrige Ad Orchid
..avete ragione ho proprio preso un' opethite indigesta...devo disintossicarmi..ma non prima del 14 dicembre, a Firenze.
Ciao W gli Opeth

BËL 00
BRÜ 00

StefanoHab
StefanoHab
Opera:
Recensione:
Mi spiace Salma, ma son d'accordissimo con Motenai... Alcune tue parole sembrano delle forzature, mi viene il dubbio che tu l'abbia ascoltato ... Tu hai fatto indigestione bello mio, la prossima volta dedicati una settimana intera all'ascolto di un album così complesso. Pareri personali... Niente da dire comunque, siamo in un paese democratico e la tua recensione è buona perché rispecchia appieno il tuo pensiero (legittimo). Ma IO (con tanti altri...)non son d'accordo

BËL 00
BRÜ 00

StefanoHab
StefanoHab
Opera:
Recensione:
Excuse me "mi viene il dubbio che tu l'abbia ascoltato CON LA DOVUTA ATTENZIONE" intendevo dire... Ho avuto un piccolo lapsus

BËL 00
BRÜ 00

StefanoHab
StefanoHab
Opera:
Recensione:
La mia classifica personale sull'album? 5+5+5+5+5 = +infinito. Album immenso, lo dico e lo ribadisco, per me il migliore del combo. Non c'è paragone con Blackwater Park (comunque magnifico), non c'è. Molto superiore musicalmente, e ce ne vuole. Su "To Bid You Firewall" il tuo giudizio è ESTREMAMENTE personale, cioè SEI TU a trovarla "statica", ma a quanto pare non è così per la maggior parte di chi l'ha ascoltata... cioè non capisco questa "staticità" di cui parli (o meglio, la capisco in parte), certo è meno intricata e più pacata, ma del resto è un buon motivo questo per mettergli un 3??? Quella song è la ciliegina sulla torta, la calma dopo la tempesta, la chitarra acustica e la batteria rallentata (non statica, son due cose diverse) per dare una sensazione di tranquillità e pacatezza avvolgente a chiudere l'album... Cosa volevi di più? Per me "Morningrise" non poteva uscire migliore di come è stato composto. Non mi piacciono le tue critiche (perchè non le condivido, ma sono legittime e le accetto perchè sono comunque ragionate, e tu hai raggiunto un tuo punto di vista).

BËL 00
BRÜ 00

SALMACIS
SALMACIS
Opera:
Recensione:
Allora, di tutte le recensioni che ho scritto è questa l'unica in cui mi sento in dovere di fare autocritica. Adesso all'album darei 5 stelle piene, motivate soprattutto dai primi 3 brani (i primi 2 ed Advent in particolare sono davvero dei capolavori. Mantengo invece qualche perplessità su Bid you farewell e su Black rose immortal la quale però è cresciuta notevolmente con gli ascolti. Ringrazio tutti coloro che molto civilmente ed intelligentemente hanno contribuito con le loro critiche a farmi rettificare un giudizio peraltro già più che buono in partenza. Grazie e buone feste a tutti. Paganitas!!

BËL 00
BRÜ 00

Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
Salmacis mi spiace ma hai sbagliato tutto...Questo è decisamente uno dei dischi metal + bello mai ascoltato....Black Rose Immortal è immensa....inginocchiatevi davanti al cd...

BËL 00
BRÜ 00

StefanoHab
StefanoHab
Opera:
Recensione:
Bravo Salma è raro trovare qualcuno che ammetta di con un pò di tempo di aver sabgliato il suo giudizio su una rece e ringrazi ch9i l'ha criticato!!! Riguardo a to bid you firewall, credo forse che tu non abbia colto appieno il senso della canzone (rpeto, la pacatezza, la calma dopo la tempesta... non è "statica"), oppure si tratta semplicemente di gusti personali e allora ci vuole un DE GUSTIBUS... in ogni caso bravo, hai il mio appoggio!!;-)

BËL 00
BRÜ 00

Mars
Mars
Opera:
Recensione:
Perché se, invece dici che è un capolavoro il DeGustibus non ci vuole ? Ottima la descrizione di Salmacis, molto efficace e ponderata nel giudicare i punti di debolezza dell'album. Assurdo che paia a molti un oggetto incriticabile, a partire dalla produzione che è SENZA ALCUN DUBBIO molto più polverosa e "blacky" rispetto ai dischi successivi (a qualcuno può piacere di più per questo), molto inferiore per qualità (e non è un opinione, chiedete a qualsiasi tecnico del suono:-). Per certi lavori una "forma" di suond meno cristallina gratifica di molto la "sostanza" musicale, ma nel caso degli Opeth non sono d'accordo. Secondo me l'apice del "primo periodo" del gruppo coincide, non a caso, con il suo album transizionale, cioè "My Arms Your Hearse", che è splendido. Il periodo successivo mi piace di meno, e continuo a preferire le divagazioni progressive di "Still Life" al suono monolitico degli ultimi due. "Ghost Reveries" è un pò troppo pieno, "Deliverance" forse un pò troppo brutale, "Blackwater Park" il migliore degli ultimi anni. Su "Damnation" mi piacciono giusto un paio di pezzi (anche se molto). Degustibus...

BËL 00
BRÜ 00

Mars
Mars
Opera:
Recensione:
Voto al disco: 3.5

BËL 00
BRÜ 00

SALMACIS
SALMACIS
Opera:
Recensione:
Grande Mars, anche se è vero che col tempo ho imparato ad apprezzare anche quei brani (gli ultimi due nella fattispecie) che in un primo momento avevano sollevato delle perplessità, per cui le stelle - ripeto- ora sarebbero 5. Sono confortato dal tuo parere sulla produzione, non avevo male auscultato allora. Ancora Grazie.
p.s. estremamente d'accordo anche sul giudizio strapositivo per "My arms your hearse". Dicono che Akerfeldt avesse il raffreddore , ma il growl devastante e così efficace come in quell'album, basso epotente al tempo stesso, non l'ho più riascoltato..non tutti i mali evidentemente vengono per nuocere..inoltre considero "April Ethereal" la migliore canzone degli Opeth!

BËL 00
BRÜ 00

SALMACIS
SALMACIS
Opera:
Recensione:
Grande Mars, anche se è vero che col tempo ho imparato ad apprezzare anche quei brani (gli ultimi due nella fattispecie) che in un primo momento avevano sollevato delle perplessità, per cui le stelle - ripeto- ora sarebbero 5. Sono confortato dal tuo parere sulla produzione, non avevo male "auscultato" allora!! Ancora Grazie.
p.s. estremamente d'accordo anche sul giudizio strapositivo per "My arms your hearse". Dicono che Akerfeldt avesse il raffreddore , ma il growl devastante e così efficace come in quell'album, basso e potente al tempo stesso, non l'ho più riascoltato..non tutti i mali evidentemente vengono per nuocere..inoltre considero "April Ethereal" la migliore canzone degli Opeth

BËL 00
BRÜ 00

Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
una cagata.Quel furbone di akrfeldt continua a registrare pezzi di canzoni a culo e a fare soldi e andare a battone,mentre voi tutti a piangere pensando:"uuuuhhh,che capolavorone!!che alternanza di generi!!" .E per forza,mette pezzi di pseudo-metal e robe acustiche,riff inutili e robaglia rock alla rinfusa.Dai ragazzi,compriamolo tutti,tanto costa solo 20 euro,regalato,no? Così domani mentre cerchiamo di capirci qualcosa,vediamo akerfeldt con il ferrari andare in giro e prenderci per i fondelli mentre noi siamo in casa con lo stereo a palla ad ascoltare robe che penso facciano schifo pure a lui.

BËL 00
BRÜ 00

PasMal?
PasMal?
Opera:
Recensione:
Io l'ho pagato 15 euro....STRONZO!

BËL 00
BRÜ 00

MOTENAI
MOTENAI
Opera:
Recensione:
Blopeth nn merita risposta. Poverino. NN capisce la musica degli Opeth, potrebbe mai capire LE NOSTRE OPINIONI di poveri pazzi, illusi , scemi che ammiriamo stò gruppo?? No...

no.

BËL 00
BRÜ 00

Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
Poverino,nn capisce la musica degli opeth...bravi bravi,continuate a farvi cagare in testa da quel copia incolla di mikael sto cazzo,che intanto si sta fottendo tre battone mentre voi piangete con merdarise nel lettore...scusate se sono meno spassionato di voi,sto mattone è buono per giocarci a fresbee...andate a leggere alcuni intelligenti commenti su metal-archives.com...l'hai pagato 15 euro?? ma che immane affare,l'affare del millennio,anzi,di tutti questa nostra era geologica di merda... che vuol dire?se lo stronzo era per dirmi che l'hai pagato meno,beh,sappi che cmq 15 euro sono troppi per sta cagata di piccione dritta in collo...se era per dirmi che io sono idiota perché l'ho pagato 20 euro,beh sappi che (per fortuna) me l'hanno passato...

BËL 00
BRÜ 00

Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
E poi la testa tu l'hai piena di lsd...io son pure astemio...ma forse e' per questo che vi siete rincoglioniti,ubriachi con gli opeth a palla...poi che si fa? si va rimorchiare qualcuna ubriaca come voi;ma poi passa akerfeldt con la porsche e ve la fotte...non rimane che andare a lacrimare dietro al mitico morningrise...dai che il buon mikael ha bisogno di soldi per comprarsi la porsche nuova,quella con cui vi ha scippato la guagliona aveva solo 1 mese:suggerisco di ricomprarci tutta la discografia dei mitici opeth,poiché solo 1 copia non e' sufficente per contenere questi immensi capolavori...

BËL 00
BRÜ 00

PasMal?
PasMal?
Opera:
Recensione:
Mi devo ricredere: sei un genio e ti apprezzo davvero! Hai tutta la mia stima!

BËL 00
BRÜ 00

Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
Ma sarai tu che hai la testa piena di stronzate,dato che ascolti gli opeth.Cazzo,più di cosi'...ehi ma che che fai ancora qui?forza,ad ascoltare morningrise...(mamma,che cagata di disco,facesse copia incolla di robe decenti,almeno,non ci sarebbe poi troppo di male...mah...).Adios!

BËL 00
BRÜ 00

lux
lux
Opera:
Recensione:
Blopeth...puah.

BËL 00
BRÜ 00

Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
Beh,bello il tuo sembra una marca di detersivi...5 a sta lagna che va a 2 all'ora?Tra l'altro è registrato da schifo...boh...

BËL 00
BRÜ 00

lux
lux
Opera:
Recensione:
beh si evince dal tuo post quanto poco di progressive te ne intendi."5 a sta lagna che va a 2 all'ora?Tra l'altro è registrato da schifo...boh..." beh, non c'è che dire, hai un concetto di progressive un pò malato. La produzione è underground, ma crea la giusta atmosfera."da schifo" è un termine da incompetente.

BËL 00
BRÜ 00

Alì Murtacc
Alì Murtacc
Opera:
Recensione:
Blopeth è il mio nuovo idolo. E glielo dimostro votando il disco:

BËL 00
BRÜ 00

Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
Non ho un concetto di progressive distinto da quello di letame...
Anche tu alì murtacc sei il mio idolo:lo dimostro votando il disco...
A parte gli scherzi,il disco non si regge per più di 20 secondi,tutti quelli che conosco sono d'accordo,anche i fissati coi dream theater,col prog di tutti i tipi e anche di più...
La produzione non fa schifo detto da incompetenti,è che FA SCHIFO e BASTA...le chitarre sono una pappiglia,la batteria non riesce ad esprimersi,voce pessima.
Che devo dì,che va da dio???
E poi tu non mi sembri un critico musicale riconosciuto a livello mondiale,quindi...

BËL 00
BRÜ 00

Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
E pensare che tra l'altro c'ho pure provato a farmelo piacere,ma niente,più l'ho ascoltato più m'è peggiorato.Poi l'ho mollato e via.Dopo un poco diventa ancora più noioso.Toglimi una curiosità : ma black rose immortal l'ascolti a rate o intera?E se tutta intera,come fai?Sei un fachiro?

BËL 00
BRÜ 00

lux
lux
Opera:
Recensione:
Ammetto che sei simpatico, ma continui a dire cose errate. Black Rose Immortal l'adoro. Io l'ascolto con grande emozione l'album, magari non tutto, tipo 3 canzoni a volta. Se vai sul web in cerca di recensioni vedrai i commenti positivi riguardo a sto disco, che si sperecano. Forse non hai la giusta sensibilità per ascolatarlo. ci hai pensato?"tutti quelli che conosco sono d'accordo,anche i fissati coi dream theater,col prog di tutti i tipi e anche di più"...MA CHE COSA VUOI DIRE?? Ma lo sai, amore bello, che sto disco con i DT non c'entra una benemerita ceppa? Lo sai che non si possono nemmeno definire prog in toto gli Opeth? Allora dimmi: Che dischi ascolti tu di solito di progressive? ah un'altra cosa: Quanti anni hai?

BËL 00
BRÜ 00

lux
lux
Opera:
Recensione:
no perchè se ti ascolti Octavarium dei DT e poi dici che fa schifo Morningrise, sei da ricovero.

BËL 00
BRÜ 00

MOTENAI
MOTENAI
Opera:
Recensione:
che spettacolo... ma questo quà ancora parla ?? Ma che vuole dagli Opeth ? che vuole da noi che li apprezziamo ( che li sappiamo ascoltare ... ) ??
MA CHE VOOOOII '?? E VATTENE.... ! ma te rendi conto che sei l'unico che stà criticando stò album ? ridicolo !

BËL 00
BRÜ 00

Mars
Mars
Opera:
Recensione:
Blopeth non capisce la musica in generale, per dire che i riff degli Opeth sono robetta. Te lo dice uno che suona da 15 anni, ma te lo ribadirebbe chiunque ci capisca un minimo. Sono sicuro che invece tu hai problemi anche con il campanello di casa. R.I.P. (Certo che di frustrati in giro ce n'è, diamine...NdMars)

BËL 00
BRÜ 00

SALMACIS
SALMACIS
Opera:
Recensione:
Ragazzi, sono ancora Salmacis...che abbaglio che presi con questo album...dargli solo quattro stelle è stato un peccato di lesa maestà..è troppo bello..ed anche "Bid you Farewell" quant'è bella...chiedo venia...comunque il vero highlight del platter è e rimangono i primi due pezzi, su questo non sbagliai...la stessa in genere sottovalutata Nektar (ma non da me, mai) è un brano melodico e potente nella stessa misura come solo loro sanno fare. B.R.I. è UN GRAN PEZZO MA, RIBADISCO, POTEVA RIUSCIRE MEGLIO, SE SOLO LE VARI SEZIONI FOSSERO LEGATE MAGGIORMENTE. Ecco mi piacerebbe che lo rifacessero alla luce dell'equilibrio e della "finesse" raggiunta con "Blackwater Park". Attendo una sua rilettura, magari dal vivo, credo sarebbe la nuova Supper's Ready, come "The Drapery Falls" è la nuova "The Fountain of Salmacis". Non so perché ma mi scaTTA SEMPRE IL PARAGONE TRA I gENESIS PERIODO gABRIEL E GLI oPETH

BËL 00
BRÜ 00

Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
Oh,allora lux:i DT NON MI PIACCIONO,ma proprio NO.Lo so che non c'entra una ceppa,ma allora perché mi dici che di prog non capisco un cazzo?Solo perché critico questo disco?Ma se non è prog che me l'hai detto a fare?Va be,il prog NON mi piace,punto e a capo.Non ascolto NESSUN disco progressive.Ho 21 anni.x MOTENAI:vai su metal-archives e vedrai che non sono mica l'unico a criticare questo disco.E poi se io critico un cd che c'e',non si puo??Non le volete le opinioni negative??Sappi che per ogni cosa al mondo c'e' chi la pensa in modo positivo ma anche in modo negativo.E che diamine.A un sacco di gente gli opeth non piacciono.Anzi la vuoi tutta?All'inizio mi piacevano abbastanza.Poi dopo averli ascoltati tutti mi sono reso conto che facevano sempre la stessa cosa.E mi sono stufato.Era sempre lo stesso schema:chitarre distorte ma non potenti,voce growl ma non emotiva,musica forse tecnica e che a volte dava emozioni,ma spesso annoiava.
X mars:suonati 'sti opeth e mosca,il campanello va benissimo(cazzo c'entra).Se questi son riff bellli, quelli dei Death e dei Morbid angel cosa sono,la divinità scesa in terra con una chitarra in mano??

BËL 00
BRÜ 00

Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
E poi non mi ricordo di aver detto che son robetta,saranno pure iper-ultra-tecnicissimi,però sono deboli,fiacchi,non hanno la violenza che deve avere un riff death metal.Una tecnica sovrumana non è tutto.Se poi mi dite che non è death metal,allora non avrò più niente da dire,però c'e' in giro chi lo pensa,e finché sarà così io ripeterò questa cosa.E in ambito death questo disco è troppo fiacco,almeno paragonato ai dischi dei maestri del death.Si può fare musica tecnica ma anche violenta,tipo Individual thought patterns...in conclusione:se a voi piace,perfetto,nessun problema,ma non dite che è death metal.E' questo che mi fa incavolare nero.Anzi,voglio lanciare una provocazione:il death non abita in scandinavia,ma in florida...

BËL 00
BRÜ 00

lux
lux
Opera:
Recensione:
ma vedi come sbagli approccio?che c'entrano i death e i Morbid angel? Scusa, ma ragioni da metallaro, e sbagli. Perchè gli Opeth non sono solo Metal. Questa è muisca elaborata, che personalmente artisticamente , come rock, vale qualcosa di piu Dei morbid Angel. Le critiche vanno bene se sono sensate, no se mi dici che gli Opeth fanno schifo perchè non hanno riffono death. Cioè non regge proprio come critica, te ne rensi conto? Poi vogliamo considerare gli Opeth non progressive? Va benissimo, ma ciò non toglie che sia cmq un bel disco questo. Un disco per essere un gran bel disco non sta scritto da nessuna parte che debba essere prog e\o death per forza. Ma proprio per niente.

BËL 00
BRÜ 00

lux
lux
Opera:
Recensione:
poi scusa se gli Opeth fanno sempre la stessa cosa, come dici tu, riguardo ai Morbid Angel con UNA canzone hai tutta la discografia eh...

BËL 00
BRÜ 00

Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
Proprio il fatto che non sono solo metal.Mettono il growl,e poi dei passaggi tranquilli.Va bé,non saranno metal,però perché si spacciano come tali??E per quanto riguarda i Morbid Angel,non mi vorrai dire che sono musica meno elaborata!Secondo me sono compositori molto più abili di Akerfeldt.Io ragiono da metallaro,perché lo sono,ed orgogliosamente.E quindi critico gli opeth,perché se mescolano metal estremo a parti più ""prog"" (tra molte virgole perché se no mi dici che non è prog)e soprattutto più tranquilli,ovvio che incappano in critiche da parte dei più intransigenti come me.Ma anche dall'altra parte:i tipi di cui ti parlavo,ascoltano musica tranquilla:gli opeth,inserendo parti un po' più dure si alienano i loro favori.
Io li critico dalla parte metal.Dal mio punto di vista non riesco ad ascoltarli,troppo fiacchi.Se vogliono inserire inserti death,lo facciano decentemente.Ecco perché non capisco che ci troviate in una proposta così ibrida e male mescolata di generi musicali diversi.

BËL 00
BRÜ 00

Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
Si,come no,i morbid angel spaziano dalle parti doom al grind in modo sempre diverso...

BËL 00
BRÜ 00

lux
lux
Opera:
Recensione:
ma la proposta è tutt altro che ibrida, e ti spiego il perchè...gli Opeth non sono death, ma hanno innegabili inflenze death, non sono prog, ma hanno innegabili influenze prog, non sono blues, jazz, folk, doom, ghotic, ma hanno influenze di tali generi... ecco perchè il sound degli Opeth è poco definibile con un etichetta e quindi, originale, e quindi unico..."Si,come no,i morbid angel spaziano dalle parti doom al grind in modo sempre diverso..." non mi pare una grande varietà di generi, anche se sono probabilmente i meno "chiusi" e i piu "sperimentali" (!) in ambito death classico. Ovvio che se ascolti prettamente solo Metal, non mi capirai. Io posso ascoltare anche Dream, Power pop, purchè fatto bene e di qualità. Non so se mi sono spiegato.

BËL 00
BRÜ 00

lux
lux
Opera:
Recensione:
sono i Fan e certa critica che li spaccia come in realta non sono.

BËL 00
BRÜ 00

Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
Un'ultima cosa,poi vorrei chiudere.
La mia critica,che reputo sensata,è questa:Secondo me,sbagliano a contaminare troppo i generi.Si creano delle canzoni che possono benissimo piacere in alcuni o molti punti,ma che possono risultare sgradite in altri,ed è questo che io ho rilevato nell'ascolto degli opeth,soprattutto in questo album.Cioè,ti dico una cosa:sono 10 post che parliamo,ma non siamo rimasti d'accordo su che genere effettivamente fanno.E' chiaro che ne fanno diversi.E,ripeto,io critico questa che secondo me è una cosa sbagliata.Forse mi sono posto con dei commenti un po troppo ironici,ma il fatto è che mi avete risposto come se avessi commesso un sacrilegio,per il fatto che gli opeth non mi piacciono.Avrei dovuto dire subito la mia in modo esplicito;bene l'ho fatto...
Visto che siamo palesemente su due fronti diversi,facciamo così;tu metti il santino di Akerfeldt nel portafoglio,io metto quello di Trey Azagtoth nel mio,e così tutti contenti.Però lasciatemi dire una cosa:uno che dice "gli opeth non mi piacciono,perché..." non commette sacrilegio.Non sono sicuramente degli dei,così come non lo sono i morbid angel.Avete reagito come degli integralisti religiosi ai quali hanno offeso un dio.Secondo me siete troppo fanatici.Ok,ok sono bellissimi.Ho capito che vi piacciono.Ma avere un culto degli opeth mi sembra eccessivo.Ecco una critica ai fan degli opeth che mi sento di dire in tutta sincerità.Perché un atteggiamento così l'ho visto da altre parti su internet.

BËL 00
BRÜ 00

lux
lux
Opera:
Recensione:
ma se vai a rileggierti il tuo primo post, capiari perchè sei stato attaccato..

BËL 00
BRÜ 00

Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
Beh,i morbid angel sono pure sempre un gruppo di death duro e puro,sperimentano ma non è che ci mettono dentro dance o che altro.Io apprezzo questa coerenza,perché sono intransigente.Tu,no ed è qui il punto.Ripeto:ascolta gli opeth e io mi ascolto i morbid angel.Tutti contenti.Però siete un po' fanatici,questo si.Ricorda:Akerfeldt non è (un)dio.L'eretico vi saluta...

BËL 00
BRÜ 00

Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
T'ho detto:ho sbagliato a pormi:però secondo me la reazione è dovuta al fatto che mentre tutti lodavano,io criticavo,tutto qui.Come oltraggiare un dogma.E' questa la sostanza.

BËL 00
BRÜ 00

lux
lux
Opera:
Recensione:
non si tratta di essere fanatici, puoi dire che sono un gruppo normale, ma dire che fanno schifo per i motivi che hai suggerito tu secondo me non ha senso, tutto qui.

BËL 00
BRÜ 00

Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
Ok.Evidentemente hai dei gusti più vari.Secondo me invece un senso c'e',comunque a questo punto sono opinioni personali.Adesso però mi sono un poco stancato di parlare di opeth,quindi ognuno ad ascoltare la propria roba.P.S. secondo me damnation è un buon disco,almeno lì non vanno a cercare chissa che e fanno una buona figura.Per questo penso sia il loro migliore.

BËL 00
BRÜ 00

lux
lux
Opera:
Recensione:
non voglio contraddirti sempre pero ehm...alcune canzoni di Damnation sono belle,ma secondo me è un disco incompleto e moncorde..uno tra i meno interessanti degli Opeth personalmente, anche se come esperimento non è proprio un fallimento. Mi piacicchia cmq. Ma non è molto originale. Buon ascolto Death..

BËL 00
BRÜ 00

Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
Incompleto?Perché?E cmq,qual'e' il tuo preferito allora?

BËL 00
BRÜ 00

lux
lux
Opera:
Recensione:
incompleto perchè alcuni spunti interessanti ci sono in Damnation, ma mi pare monotono e le canzoni potevano essere sviluppate ed elaborate in maniera migliore,le canzoni sono un po ripetitive e non suggeriscono emozioni molto differenti l'una dall'altra. Non sale mai di tono il disco, rimane su un livello discreto dal primo all'ultimo minuto, non ha sussulti di genialità. I migliori sono Morningrise e Still Life(Artisticamente e qualitativamente), ma BlackWater Park è soggettivamente quello in cui mi ci rispecchio di più. Ma è inferiore a questi due.

BËL 00
BRÜ 00

Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
Anch'io nn per contraddirti...secondo me still life è il peggiore in assoluto,e ti spiego anche il perché dettagliatamente.
Le prime tre non sono malissimo,ma per il resto mi sembra di ascoltare sempre lo stesso giro di chitarra;cioè la solita cosa svedese ripetuta all'infinito.(prendi x esempio serenity painted death,se è monotono damnation quella che é??)Ci sono troppe cose troppo sperimentali,ma esperimenti secondo me falliti,capito?
X quanto riguarda questo morningrise,penso semplicemente che la durata media dei pezzi sia sufficiente ad affossarlo,oltre alla qualità non divina(diciamo così).
Damnation è quello che m'ha emozionato di più,almeno lì non provano ad essere duri senza riuscirci(questo l'ho letto in giro,e sono molto d'accordo).
Per finire,ti dirò che blackwater non è male,per il semplice motivo che mi sembra più asciutto e compatto rispetto a questi due...a parte the funeral portrait(cioè,non si può fare sempre lo stesso giro di chitarra per quasi 10 min,suvvia) non mi è dispiaciuto.
Una cosa:secondo me il damnation è meglio anche perché secondo me le chitarre acustiche rendono meglio atmosfere malinconiche,mentre quelle elettriche sono naturalmente portate alla violenza,almeno quelle ben distorte.E negli opeth il fatto che non sono aggressive si sente...
Ok,non sono death,però non puoi dire che non usino chitarre distorte,dai!Quindi la voglia di fare duro (o l'intenzione) c'e' l'hanno...

BËL 00
BRÜ 00

lux
lux
Opera:
Recensione:
e ci mancherebbe altro che non usano chitarre distorte! Adesso diventano pure Pop gli Opeth? Allora...hai citato Serenety Painted Death, che infatti secondo me è la peggiore di Still Life: Ad un certo punto Akerfieldt usa la voce in Clean creando una melodia bruttissima( verso meta canzone ), uno dei momenti peggiori degli Opeth, ma per foruna dura pochi secondi. I pezzi sperimentali che dici tu per me ,tranne quel momento triste di Serenity Painted death, sono davvero riusciti. Moonlapse verigo, Godhead's lament, The moor, Face of Melinda..le menzionerei tutte. Non è che se un gruppo suona con le chitarre distorte, deve essere per forza death eh.. Tu dici che non sono cattivi, ma ragazzi miei...gli Opeth vogliono essere cattivi in maniera cerebrale, suvvia è palese. se tu mi prendi come paragaone i classici gruppi death,non facciamo mai notte. Se volete un gruppo death canonico e standard, non ascoltatevi gli Opeth..Che me frega a me se sono death, prog, cazz, merd, il risultato è quello che conta. la SINTESI. Le etichette servono giusto ai giornalisti specializzati per dire quattro stronzate in sede di recensione.

BËL 00
BRÜ 00

lux
lux
Opera:
Recensione:
poi dici che morningrise non ha qualità.. Per me The night and the Silent water è una tra le dieci canzoni Metal piu belle di sempre..Cioè ha una capacità emozionale fuori dal comune quel disco.

BËL 00
BRÜ 00

Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
Non voglio che sia death,ma almeno metal sì.E un poco di aggressività ci serve secondo me nel metal,altrimenti non è tale(per me,poi...de gustibus);non dico di essere incazzatissimi come i morbid angel o i death,però un minimo...si vede che a per te non conta il genere,evidentemente.Beh x me si...infine beh,non è che non ha qualità:secondo me si prefigge obiettivi che secondo me è ben lontano dal raggiungere(the night...non mi dice nulla,le altre meno ancora).Il disco mi sembra perfino svogliato spesso e volentieri.

BËL 00
BRÜ 00

lux
lux
Opera:
Recensione:
no una componente metal c'è su, come fai a negarla negli Opeth...ma anche qualora non ci fosse, potrebbe essere benissimo un capolavoro ugualmente ciascun disco. Certo per il Metallaro medio è vera musica solo il Metal... ma ovviamente non è cosi, anzi!

BËL 00
BRÜ 00

MOTENAI
MOTENAI
Opera:
Recensione:
chi ascolta gli opeth riesce ad ascoltare molta altra musica senza chidersi in "generi" o senza dover essere legato a sonorità buone o cattive, incazzose o meno... malinconiche o divertenti...

bhà... io un giorno posso ascoltare i NILE come un altro mi vado a sentire i DEPECHE MODE, o gli U2 ... poi torno sui MY DYING BRIDE passando per BJORK o magari APHEX TWIN...

insomma, blopeth... ma te c'hai i paraorecchi e ne sei ORGOGLIOSO !! Ricevi risposte sensate e aperte al dialogo ADDIRITTURA !! , pensa quanta brava gente gira su questo sito ...

BËL 00
BRÜ 00

Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
l'album estremo più bello di tutti i tempi, l'avro' ascoltato cento volte e nn mi ha mai stancato, ogni singola canzone contiene innumerevoli spunti,...GENIALI!!!

BËL 00
BRÜ 00

Prog87
Prog87
Opera:
Recensione:
BLOPETH: L I N C I A M O L O. Sei in grandissimo ignorante perchè dovresti sapere che Akerfeldt è ben lontano dal potersi permettere una Ferrari. Figurati che lui stesso ha dichiarato di recente che per poter mantenere bene se stesso, e la propria famiglia è costretto ad imbarcarsi in lunghi tour, cosa che eviterebbe se bastassero le vendite dei dischi.

BËL 00
BRÜ 00

Prog87
Prog87
Opera:
Recensione:
Dimenticavo il voto.....Preso dalla rabbia e dalla foga di fare giustizia come al solito.... ih ih ih ih
Primo disco degli Opeth che ho avuto, il disco che me li ha fatti amare! Non il mio preferito comunque

BËL 00
BRÜ 00

Hellring
Hellring
Opera:
Recensione:
...

BËL 00
BRÜ 00

Hell
Hell Divèrs
Opera:
Recensione:
Mi sono ammalato per l'ennesima volta di opethite acuta, come accade puntualmente ogni estate..

BËL 00
BRÜ 00

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera